Test per verificare la velocità ADSL

Di solito la connessione ADSL vola ma può capitare per problemi tecnici (solitamente temporanei per manutenzione) che vada molto piano e non permette nemmeno di aprire le pagine velocemente, per non parlare dei download che non si schiodano dallo zero. Prima di chiamare l'operatore per segnalare il problema tecnico vi dovete accertare se il problema sia davvero la connessione lenta e non altri motivi come virus e problemi vari sul PC. Riprendete il vostro abbonamento ADSL e date una controllata alla velocità effettiva che dovrebbe avere: ad esempio se c'è scritto che avete a disposizione una connessione fino a 7 Mega non significa che dovreste averla sempre al massimo ma almeno un 3 mega che è la media. Poi recatevi in uno di quei siti che misurano in tempo reale la velocità di connessione dell'adsl in mega, in download e se possibile anche in upload. Non ne conoscete nemmeno uno? Allora provate qualcuno di quelli che andrò ad elencare e fate le vostre conclusioni.

Prima di iniziare...

Qualsiasi test scegliete per la verifica della velocità ADSL controllate prima che non vi siano download in corso. Se state utilizzando una connessione Wi-Fi, sconnettetela ed adottate una connessione Ethernet cablata per eliminare la possibilità di interferenze wireless. Ottimo, adesso iniziate con il test.


SpeedTest è il miglior sito per verificare la velocità della connessione ADSL dato ogni giorno contano più di 3 milioni di test. Ci tengono a precisare che non risolvono alcun problema, il test serve solamente per testare e non per risolvere i problemi di lentezza. Per azionarlo recatevi sul sito e cliccate su Begin Test ed attendete i tre risultati rispettivamente del Ping, Download Speed e Upload Speed.


Su SosTariffe il calcolo della velocità non è automatico e dovrete andare a selezionare il piano di abbonamento sottoscritto dal menù a tendina Seleziona la tua tariffa, inserire la provincia e il comune di residenza, un indirizzo email e spuntare le due caselle sul trattamento dei dati personale ed infine cliccare su Inizia lo speed test. Verrà eseguito oltre al calcolo della velocità di Download e Upload anche una ricerca degli operatori ADSL presenti nel comune selezionato con la velocità effettiva più alta.


Anche per il sito Speed è tutto automatizzato, dovete cliccare su Start Speedtest ed attendere i risultati. Quando avrà finito vi apparirà il pulsante Result, cliccatelo e verrete reindirizzati nella pagina dei risultati di download, upload e ping, nei primi due viene assegnata un giudizio e se è ok vi apparirà la scritta Excellent.

Se conoscete altri validi siti inseriteli sotto.
Continua a leggere »

Test velocità di scrittura con la tastiera

I personal computer non servono solo a scopo lavorativo ma anche per il tempo libero, per controllare la posta elettronica, per chiedere aiuto su un forum o un blog, per parlare nelle chat con amici e tutto questo scambio di parole è possibile grazie alla tastiera. Saper scrivere velocemente con la tastiera è importante in molti ambiente lavorativi ma oltre ad essere veloci si deve anche essere precisi perché la scrittura non essendo un linguaggio parlato potrebbe non essere interpretata nel modo giusto. Per la voglia di migliorarsi nella scrittura al pc sono nati diversi siti che calcolano la velocità di scrittura di un testo o di semplici parole, il numero di errori commessi e tramite questi dati traggono un voto. Se non siete degli 'Speedy Gonzales' della tastiera questi siti fanno per voi, così potete allenarvi ogni giorno gratuitamente. Non faranno di certo miracoli ma qualche miglioramento riuscirete ad ottenerlo.

1) Dattilocorso è il primo sito che vi consiglio per testare le vostre abilità di dattilografia. Vi verrà fornito un testo casuale (ripreso da Wikipedia) che dovrete ricopiare nel campo vuoto. Il tempo si avvierà nel momento in cui iniziate a digitare la prima lettera ma sarà visibile solo nel finale. Man mano che scrivete anche il carattere rosso seguirà l'esatto punto in cui siete arrivati per non farvi perdere il rigo, inoltre se commettete un errore di battitura anch'esso verrà segnalato solo durante il calcolo mentre nel testo che copiate l'errore non apparirà perché per continuare la frase bisogna copiare esattamente le lettere ed i segni di punteggiatura tali e quali, compresi spazi e maiuscole. Quando finite di ricopiare tutto il testo ed inserite il punto finale verrete reindirizzati nella pagina del risultato. Dove apparirà la velocità media (CPM), il tempo utilizzato e il numero di errori commessi. Potete anche scaricare il certificato con i dati per poter inserire il vostro punteggio nella classifica generale.

2) Con 10FastFingers potete misurare la vostra velocità di scrittura anche in lingue diverse dall'italiano, vi basterà impostarne una differente dal menù. Qui anziché un testo dovrete ricopiare le singole parole in modo corretto inserendo lo spazio per passare alla parola successiva. Se sbagliate a scrivere una parola potete rimediare all'errore oppure lasciarla così com'è per non perdere ulteriore tempo. Quando avete finito viene fatto il calcolo di quante parole siete riusciti a scrivere in un minuto, il numero di parole sbagliare, il numero di tasti premuti e la media del punteggio in base alle ultime 24 ore. Sono presenti anche i bottoni dei social network per far sapere a tutti quanto siete stati veloci ed invitare amici a provare questo test di dattilografia, oppure se avete un blog potete incorporare il punteggio ottenuto sottoforma di immagine in un'area HTML.

3) Nienteansia invece ha un unico test per la velocità di scrittura con la tastiera. Cliccate su Inizia il test in modo da attivare il tempo e poi dovete ricopiare il testo iniziale, senza imbrogliare con il copia e incolla. Quando finite cliccate su Finito - verifica il testo !! per fermare il tempo. Poi appena sotto è presente un giudizio in base al tempo che varia da oltre 4 minuti (scarsi) a meno di 2 minuti (molto rapidi). 
Continua a leggere »

Problema complesso sul Trapezio Isoscele

In un trapezio isoscele l'area è 168 cm², l'altezza misura 12 cm e la base minore è i 3/5 della maggiore. Calcola:
-La misura di ciascuna base del trapezio
-il perimetro del trapezio
-il perimetro e la misura dell'altezza di un rombo equivalente al doppio del trapezio e avente la diagonale maggiore lunga 96 cm

Svolgimento:

b1 + b2 = 2A / h = (2 x 168) / 12 = 336 / 12 = 28 cm

Base maggiore = 28 : 8 x 5 = 17,5 cm

Base minore = 28 : 8 x 3 = 10,5 cm

Difatti 10,5 è tre quinti di 17,5 centimetri = 17,5 x 3 : 5 = 10,5 cm

m = è lo spazio piccolo dopo le due altezze.

m = base maggiore - base minore = 17,5 - 10,5 = 7 cm

lato obliquo = ipotenusa = √12² - 7² = √144 - 49 = 95 cm

Perimetro = 95 + 95 + 17,5 + 10,5 = 218 cm

Area rombo = 168 x 2 = 336 cm²

d1 = 2A / d2 = (2 x 336) / 96 = 672 / 96 = 7 cm

l = √(d1/2)² + (d2/2)² = l = √(7/2)² + (96/2)² = l = √(3,5)² + (48)² = l = √12,25 + 2304 = √2316,25 = 48,12 cm

Perimetro rombo = l x 4 = 48,12 x 4 = 192,48 cm

Altezza = A / lato di base = 336 / 48,12 = 6,98 cm
Continua a leggere »

Calcolare Altezza Relativa Ipotenusa Rettangolo

Le proiezioni dei cateti sull'ipotenusa di un rettangolo misurano rispettivamente 36 cm e 64 cm. Calcolare l'altezza relativa all'ipotenusa.

Svolgimento:

L'altezza relativa all'ipotenusa è medio proporzionale tra le proiezioni dei due cateti sull'ipotenusa ( 2° teorema Euclide )

36 : x = x : 64

x * x = 36 * 64

x² = 2304

x = √2304 = 48 cm --- ALTEZZA relativa all' ipotenusa
Continua a leggere »

Chat per ragazzi e ragazze giovani senza registrazione

Trovare delle chat con utenza giovane non è poi così facile, questo perché i giovani non hanno lo stesso interesse di chattare come lo potrebbe avere una persona adulta che cerca di relazionarsi o semplicemente perché non sa' usare i social network cosa che invece i ragazzi di oggi sanno usare benissimo e forse anche per questa ragione capita che vi siano adulti in chat per solo ragazzi e ragazze. Questo tipo di chat solitamente richiede un età minima di 14 anni per cui per ragazzi non si intendono i bambini dato che normalmente non dovrebbero nemmeno stare al PC ma a giocare all'aperto.


XAT


Questa tipo di chat si chiama XAT. Una chat che non richiede alcuna registrazione frequentata principalmente da ragazzi di 14, 15, 16, 17, 18, 19 e 20 anni che vogliono divertirsi, chiacchierare, passarsi un po' il tempo e fare nuove amicizie. La pagina linkata è l'homepage è solitamente la chat che troverete è quella che ha pagato per ottenere visibilità per cui potrebbe anche non essere di vostro gradimento. Nella parte inferiore della pagina sono presenti i principali gruppi di Xat con titolo, breve descrizione e con il numero di utenti online, selezionando Popolari invece troverete quelle più frequentate e solitamente sono quelle che forniscono un servizio radiofonico; se non riuscite a trovare la vostra chat preferita potete inserire il suo nome o parte di essa nella casella di ricerca posta sulla destra.


Chat Gratis


ChattGratis è una chat gratuita e semplice che necessita dell'installazione del plugin Java. E' frequentata da molti giovani ma anche da persone adulte essendo molto frequentata. per accedere alla chat dovete inserire un nickname originale e cliccare su Entra. La pagina che si aprirà potrebbe chiedervi di accettare un certificato o di installare o attivare un plugin, che sarebbe il Java, senza del quale la chat partirebbe priva di immagini e funzioni base. Per eseguire una chat privata dovete fare doppio click su un utente presente sulla lista di destra. Se anziché chattare volete giocare cliccate sul pulsante #ChatGiochi per rispondere ai quiz, per ritornare sulla chat normale cliccate su #ChatGratis.



Tiscali Chat


Tiscali Chat è una chat di livello mondiale che utilizza il servizio IRC. Non richiede alcuna registrazione ma dovete inserire un nickname non usato da nessun altro. La chat non è unica ma suddivisa in stanze e canali, dovete selezionare voi quelli più adatti ai vostri interessi, ad esempio il canale frequentato maggiormente da giovani è Amicizia.

Se conoscete altre chat per ragazzi e ragazze giovani inseritele nei commenti con breve descrizione.
Continua a leggere »

Analisi grammaticale automatica di una frase gratis

Si inizia col distinguere il nome dal verbo e dall'aggettivo per poi individuarne più specificamente le persone, la coniugazione, il genere, il numero ecc. L'analisi grammaticale non è nemmeno così difficile come molti pensano, il trucco sta nel non confonderla con l'analisi logica e mettersi alla ricerca dei verbi ed assegnare ad ogni verbo la persona o la cosa che lo compie. Conviene fare sempre i compiti con la propria testa ma se si possiedono dei dubbi si può sempre consultare il dizionario cartaceo o un dizionario online, utile per trovare il genere e il numero di un sostantivo, oppure per trovare il tempo e il modo di un verbo ma anche per individuare aggettivi e avverbi.

Esistono dei modi per poter eseguire l'analisi grammaticale automatica di una frase completamente Gratis vi basterà solamente inserire la frase e copiarla stando attenti ai possibili errori dell'algoritmo.


Analisi-Grammaticale è attualmente il miglior sito per poter eseguire in modo automatico l'analisi grammaticale anche se l'autore stesso dichiara che è in fase sperimentale e che può contenere errori. Per funzionare dovete inserire una frase per volta nel campo vuoto e poi cliccare su Clicca qui. Dopo pochi istanti apparirà un caricamento ed al termine del quale ci sarà una tabella suddivisa in Parola, Categoria e Analisi e proprio all'interno di quest'ultima ci sarà lo svolgimento dell'analisi grammaticale.


Analisi.Grammaticale è un sito omonimo al precedente che nella struttura non è poi così diverso. Anche qui dovete inserire la frase nell'apposito spazio vuoto e poi cliccare su Analizza. Apparirà subito dopo l'analisi svolta in modo del tutto automatico ma presenta qualche errore in più rispetto al sito precedente in quanto la versione è beta cioè in prova ed ancora in allestimento, quindi graficamente potrebbe anche cambiare nei prossimi giorni.


Scuolaelettrica probabilmente non è il sito più alla portata di tutti per eseguire l'analisi grammaticale perché è a pagamento e necessita di una paypal. Vi mette a disposizione il correttore grammaticale al costo di 2€ per 30 giorni che però potrebbe presentare anche degli errori; al costo di 5€ invece vi vengono corretti gli errori da un professore in modo limitato. Più sale il prezzo e migliore sarà il servizio, probabilmente è inutile per la maggior parte dei ragazzi che non ha nemmeno un soldo e una paypal ma potrebbe essere utile per chi frequenta il corso serale ed ha bisogno della licenza media.

Continua a leggere »

Come creare una licenza Creative Commons

Ogni sito, blog, forum che siano piccoli o di grandi dimensioni, che siano famosi o sconosciuti possiedono dei contenuti che possono essere semplicemente testi oppure immagini, video e applicazioni. In base a ciò che offrono rilasciano anche delle condizioni di utilizzo e che solitamente sono scritti in inglese dato che è la lingua ufficiale per non essere fraintesi. Alcuni di loro possiedono un vero copyright per proteggere le proprie realizzazioni ed ha ha un determinato costo, per i piccoli blog non conviene spendere tanti soldi per proteggere le proprie creazioni anche perché, ad esempio, un post scritto autonomamente a meno che non sia una di quelle invenzioni da brevettare per la loro genialità non sono altro che informazioni già pubblicate sulla rete ma scritte diversamente. Ad ogni modo però scrivere comporta una perdita di tempo e soprattutto sforzo mentale e bisogna difendersi da siti copioni che ripubblicano le stesse cose per intero o in modo parziale senza nemmeno lasciare un link cliccabile dell'autore dell'articolo. Un ottimo metodo per prevenire a certe situazioni è quello di creare una licenza Creative Commons. Essa non blocca i siti copioni ma rilascia attraverso un codice da inserire, una pagina che descrive come si dà la possibilità agli altri di condividere le informazioni.


La prima cosa che si deve fare per creare una licenza Creative Commons è recarsi sul sito ufficiale e cliccare su Choose a License.


Adesso toccherà a voi selezionare i campi interessati nel modo che volete che questi vengano condivisi nella rete. Nell'immagine è illustrata il tipo di Creative Commons adoperata per il mio blog.

Permetti che la tua opera venga modificata?

Rispondendo "Si" consentite agli altri di copiare, distribuire, comunicare ed esporre al pubblico, eseguire e recitare l'opera, così com'è e di produrre opere derivate basate su questo lavoro.
Rispondendo Sì, fintanto che gli altri condividono allo stesso modo consentite ad altri di creare e distribuire opere derivate, ma solo con la stessa o una compatibile licenza.
Rispondendo No consente ad altri di copiare, distribuire, visualizzare ed eseguire solo copie inalterate dell'opera, ma non di creare e distribuire opere derivate basate su di esso.

Permetti che la tua opera venga utilizzata a scopi commerciali?

Rispondendo Si chiunque può utilizzare ciò che scrivete e piazzare banner pubblicitari e forse anche vendere ciò che scrivete pertanto consiglio sempre di mettere No ed andare sul sicuro affidando l'opera solo a persone che dispongono di siti non commerciali


Per quanto riguarda la Giurisdizione della licenza lasciate la scelta di default che è Internazionale, poi nel campo sotto compilati quanti più campi possibili come il nome dell'opera, il nome del vostro blog o nome reale, e non dimenticate l'indirizzo link in questo modo chi utilizza le vostre cose deve sempre lasciare un link sotto a ciò che copia per permettere l'identificazione dell'autore. A seconda delle selezioni fatte cambieranno le raffigurazioni dell'icona ed a seconda dei campi scritti manualmente verranno inserite sotto all'icona in formato testuale. Per questioni di spazio, molti preferiscono lasciare l'icona visibile e nascondere la dicitura magari riportandola in una pagina specifica anziché in tutte le pagine del blog.

Questa è la mia licenza:

Licenza Creative Commons
Quest'opera di Scuolissima è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.

e in sintesi vuol dire che potete copiare tutto quello che c'è su Scuolissima (tutto o in parte) a patto che inseriate il link del post dove avete ripreso l'informazione.
Continua a leggere »

Problema Figura formata da Rettangolo e Triangoli

La figura a fianco è formata da un rettangolo, due triangoli rettangoli isosceli e due equilateri. Calcola perimetro e area sapendo che il rettangolo ha l'area di 1568 cm² e la base il doppio dell'altezza.

Svolgimento:
L'unico dato a disposizione è l'area del rettangolo e che la base è il doppio dell'altezza. Quindi se l'altezza la chiamiamo X, la base sarà invece 2X.

Rettangolo

Quindi espresso in formule la formula sarà:

* = simbolo della moltiplicazione.

X * 2X = 1568 cm²

Il prodotto delle X diventa al quadrato

2X² = 1568

Adesso per togliere il due si divide anche l'area per lo stesso numero

X² = 784

Per togliere la potenza si deve fare l'operazione inversa che è la radice quadrata

X = 28

Abbiamo così trovato l'altezza che è di 28 cm. Possiamo calcolarci la base che è il doppio.

b = 28 x 2 = 56 cm

Triangoli Equilateri

I triangoli equilateri sono quelli posti a destra ed a sinistra ed hanno come lati l'altezza del rettangolo, quindi ogni lato vale 28 cm. Adesso andrò ad usare la formula diretta in modo da non dovermi calcolare l'altezza del triangolo equilatero tramite teorema di Pitagora.

A = l²/4 x √3 = 28² / 4 x 1,73 = 784 / 4 x 1,73 = 339,08 cm²

Triangoli Rettangolo Iscoscele

Qui ad apparenza abbiamo solo il lato di base del triangolo rettangolo che corrisponde alla base del rettangolo che è 56 cm. Però sappiamo che un triangolo rettangolo ha un angolo di 90°, siccome è isoscele sappiamo anche che gli altri due angoli sono uguali tra loro, siccome la somma degli angoli interni di un triangolo è di 180° dobbiamo fare la seguente operazione:

Somma dei due angoli = 180 - 90 = 90°

Ciascun angolo = 90 / 2 = 45°

I calcoli e ragionamenti legati agli angoli sono superflui, proseguiamo con la formula del lato obliquo:

l = b / √2 = 56 / 1,41 = 39,71 cm

h = √39,71² - 28² = √1576 - 784 = √792 = 28,14 cm

A = b x h / 2 = 56 x 28, 14 / 2 = 788 cm²

Calcoli finali

Per il perimetro devi sommare i 2 lati esterni dei 2 triangoli equilateri e rettangoli.

P = (39,71 x 4) + (28 x 4) = 158,84 + 112 = 270,84 cm

Per l'area devi sommare l'area del rettangolo (1568), l'area dei due triangoli equilateri (339,08 x 2) e quella dei due triangoli rettangolo isoscele (788 x 2).

A = 1568 + 678,16 + 1576 = 3822,16 cm²
Continua a leggere »

Problema Matematica: Un commerciante ha acquistato 250 kg di merce

Un commerciante che ha acquistato kg 250 di merce a 0,05 euro il grammo intende ricavare dalla vendita complessivamente 17.500 euro. Durante la permanenza in magazzino la merce ha subito un calo di hg. 400. Non potendo aumentare il prezzo unitario di vendita il commerciante deve accettare la diminuzione di guadagno previsto. Di quanto si ė ridotto il guadagno per kg di merce acquistata?
Risultato 11,20 euro

Svolgimento:

La prima cosa da fare è utilizzare il chilo anziché il grammo come unica unità di misura per il peso.
0,05 €/g = 50 €/kg

Calcoliamo il costo della spesa moltiplicando i chili della merce per il prezzo al chilo.
250 * 50 = 12.500 € --- spesa

Anche qui gli ettogrammi li trasformiamo in chilogrammi.
hg 400 = 40 kg

Sottraiamo il peso che la merce a perso dai chili iniziali.
250 - 40 = 210 kg --- merce in vendita

17.500 / 250 = 70 € --- prezzo unitario di vendita

210 * 70 = 14.700 € --- ricavo effettivo

14.700 / 250 = 58,80 € --- ricavo per kg di merce acquistata

70 - 58,80 = 11,20 €

il guadagno per kg di merce acquistata si è ridotto di 11,20 euro
Continua a leggere »

Controllare i Punti della Patente Online, la Scadenza, il Rinnovo

Dal 1º luglio 2003 è stata introdotta in Italia la patente a punti, anche se all'inizio appariva come un meccanismo esagerato, alla fine si è rivelato qualcosa di utile per responsabilizzare gli automobilisti. Si parte con 20 punti e se dopo 2 anni si continua a possederli tutti è possibile ottenerne altri due fino ad un massimo di 30 punti. Chi si è visto sottrarre punti dalla patente ed è sceso sotto i 20 punti ma non ha commesso altre infrazioni con perdita di punti negli ultimi 2 anni tornerà a 20 punti. Il numero di punti sottratti dalla patente è stabilito dalla legge e varia a seconda della gravità dell'infrazione, si passa dalla meno grave che è il mancato o l'improprio utilizzo delle luci che toglie 1 punto a forzare i posti di blocco che toglie 10 punti, anche se ben più gravi sono la sospensione e il ritiro della patente. Di tutte le volte che vi hanno chiesto di fornire patente e libretto, quante volte ne siete usciti illesi? Siete stati bravi ed avete accumulato punti o disattenti e di conseguenza ve li siete fatti togliere? Potete controllare i punti della patente online sul sito web del Ministero dei trasporti e delle infrastrutture.


Il Portale dell'Automobilista è la pagina iniziale del sito su cui dovete accedere per poter sapere il numero dei punti attuali della patente. Cliccate sulla sezione dedicata al Cittadino e poi nel menù a sinistra cliccate su Registrazione. La pagina successiva è quella legata al Trattamento dei dati personali, quando finite di leggerla cliccate su Continua, pulsante presente in basso a destra.


Adesso vi trovate nella sezione dove gli utente de il Portale dell'Automobilista possono registrarsi. Tutti i campi sono obbligatori, quindi iniziate con l'inserire il Nome, il Cognome, il Codice fiscale, un indirizzo email e il codice di conferma o captcha illustrato nell'immagine che vi appare. Se avete inserito tutto e correttamente cliccate su Continua. Per proseguire la vostra registrazione, cliccate sul link all'interno della mail ricevuta all'indirizzo di posta elettronica indicato (se non la trovate controllate nella sezione dove solitamente va a finire lo spam o la posta indesiderata).


Dopo aver cliccato sul link di attivazione dell'email verrete reindirizzati nella pagina per completare la registrazione. Dovete scegliere il formato del vostro ID che solitamente ha questa forma nome.cognome-0000 e dato che il nome e cognome li inserisce automaticamente le uniche varianti che potete modificare sono le 4 finali. Completate i restanti dati generali, dati di nascita, indirizzo di residenza e dati aggiuntivi (che non sono obbligatori) tra cui il numero della patente che servirà appunto per verificare i punti a disposizione e la richiesta di esami di rinnovo che dovete mettere per forza ed il numero di cellulare che non è obbligatorio aggiungerlo ma se lo inserite dovrete chiamare un numero verde entro 3 minuti. Cliccate su Continua e nella pagina successiva dovete accettare o rifiutare le iniziative promozionali e la possibilità di erogare la qualità del servizio (personalmente le ho rifiutate entrambe), cliccate su Continua. In questa pagina dovete scegliere il metodo di comunicazione Email / SMS per sapere se ci sono stati variazioni di punti della patente, il giorno della scadenza e revisione dell'auto e la scadenza della patente. Cliccate per l'ultima volta su Continua ed adesso nella casella per il login inserite il vostro nome utente (nome.cognome-000) e la password, poi cliccate su Accedi.


Adesso siete entrati sul vostro profilo personale, sul menù di sinistra andate a cliccare prima su Accesso ai servizi e poi nella sottosezione su Verifica punti patente, si aprirà una pagina che indicherà il tipo di documento, il numero della patente, i punti, la data di scadenza e l'estratto conto che vi permette di calcolare il punteggio.
Continua a leggere »

Webcam nel Mondo in Tempo Reale

Non si spiano le persone di nascosto piazzando abusivamente delle telecamere per seguire le loro azioni ma quando questo avviene in modo autorizzato da siti che offrono questo servizio online allora è tutto molto più divertente e... sicuro. Potete sbirciare le webcam piazzate in ogni parte del mondo in tempo reale, dovete solamente fare il piccolo sforzo di cambiare webcam se quella che state vedendo vi annoia. Vedere zone del mondo mai visitate di persone sarà un esperienza molto affascinante, e allora che state aspettando, date un occhiata ai siti che sto per consigliarvi!


EARTHCAM è leader mondiale di webcam, tecnologia e servizi. La società è stata fondata nel 1996 e fornisce milioni di immagini ogni giorno gestione le reti di telecamere in tutto il mondo. Sotto la scritta Live Webcam Network è possibile vedere le webcam attive in tempo reale (le altre più sotto invece potrebbero essere video registrati di recente ma non in diretta). Per quanto riguarda le città americane potete vedere l'affollatissima Time Square (New York) dove la gente sembra che non dorme mai anche di notte, la città di Paterson dove è possibile vedere la cascata all'interno di un Parco nazionale e se vi siete già emozionati, forse è perché non avete ancora visto più grande cascata del mondo ovvero le Cascata del Niagara. E non è tutto, ci sono altre famose città e luoghi stupendi come le spiagge di Miami, Lauderdale e una strada del New Orleans dove passano auto, moto e passanti in continuazione. Anche il Sudamerica ha il suo fascino, guardate la webcam che vi mostra il panorama in cui si può vedere sia il mare che la montagna della Patagonia (Cile) ma forse per alcuni potrebbe essere troppo tranquilla come zone da vedere su internet e in questo caso vi propongo la città San Paolo direttamente dal Brasile.

Queste webcam che avete visto sono appartenenti a città americane, adesso, invece vediamo quelle europee, per esempio spostiamo a Parigi a vedere la Torre Eiffel o perché no a Londra che se disponete di una buona memoria vi ricorderete che è la strada attraversata dai Beatles per la copertina del loro ultimo album. Esistono anche diverse webcam in live anche in Italia per poterle vedere accedete ai siti con la ricerca già eseguita di Webviewcams e Earthcam.

Potete vedere anche i Amsterdam conosciuta per i quartieri a luci rosse, per i suoi numerosi coffee shops autorizzati alla vendita di marijuana e di derivati della cannabis e per la legalizzazione della prostituzione; chissà magari vi saranno mostrati pure questi.

Il servizio offerto per il continente africano invece non è funzionante per il nostro stato perché l'hanno messo a pagamento di recente.

Per quanto riguarda l'Asia, il più vasto dei continenti sulla terra potete guardare l'Elephant Safari Park & Lodge.

Se volevate spostare il vostro sguardo sul Giappone allora eccovi la spettacolare vista sul canale che circonda Chuo City, un quartiere vicino al centro di Tokio, nonché una delle più importanti "città globali" del mondo.

Vogliamo esagerare con la distanza? Allora andiamo in Australia, più precisamente a Sidney e cliccando sul pulsante verde potete prendere il controllo della webcam e spostarla o fare lo zoom realmente. Siccome non sarete i soli a volerla utilizzare vi sarà assegnato un tempo limitato (circa 80 secondi), e poi ritornerà nuovamente a disposizione di altri.

Come dite? Vi state divertendo a viaggiare con le webcam e non volete che il vostro viaggio finisca qui? Bene, l'avete detto voi, adesso vi spedisco tutti in Antartide, ma con un viaggio si solo andata!!! Godetevi il gelido paesaggio con British Antarctic Survey e dal sito Australian Antarctic Division.

Avete avuto anche voi quella sensazioni di vuoto dopo aver visto qualcuna di queste città?
Comunque se conoscete siti migliori segnalateceli qui sotto!
Continua a leggere »

Forma e Area in Geometria

Poligono: l’insieme delle figure del piano racchiusa da segmenti. Un poligono X è simile ad un poligono Y se:
  1. Il rapporto tra i lati corrispondenti è uguale.
  2. Gli angoli formati dai lati corrispondenti hanno uguale ampiezza.

Similitudine: trasformazione geometria piana che mantiene invariati gli angoli e i rapporti in scala. Composizione di una isometria e una omotetia. Due figure hanno la stessa forma se sono equivalenti nella relazione di similitudine. Due figure simili non possono essere tra loro omotetiche perché ad una similitudine non si richiede che vengano mantenute le direzioni.

Per individuare una figura geometrica occorre che siano precisate la sua forma, le sue dimensioni ovvero la superficie che occupa. Due poligoni le cui superficie hanno la stessa misura sono equivalenti.

Definizione: Si chiama area di un poligono la classe di equivalenza in cui un poligono e collocato ad un altro in base all'equivalenza tra poligoni.
Continua a leggere »

Cos'è il Rapporto in Geometria

Il rapporto è il quoziente fra due numeri. L’introduzione del rapporto determina una relazione tra gli elementi di un insieme. E’ una relazione di equivalenza e sono in relazione quegli elementi che hanno lo stesso rapporto. Si può indicare come frazione, come numero percentuale o come frazione.

Rapporto in scala = è indicato con una divisione 1:n (uno su n)

Omotetia = è un ingrandimento o una riduzione effettuata a partire un centro di proiezione (a partire da esso si tracciano delle semirette che passano per alcuni punti caratteristici della figura da ingrandire o ridurre.

E’ caratterizzata da:
  1. Un centro di proiezione (un punto)
  2. Un rapporto in scala. Varianti: perimetro e area; Invarianti: parallelismo, ampiezza degli angoli, rapporto in scala.
Continua a leggere »

Seguire le rotte aeree dei voli in tempo reale

Quando si dice che con internet ormai si può fare di tutto e di più non si esagera affatto. Già da anni esiste Google Maps che permette di vedere le mappe di tutto il mondo, poi con l'aggiunta di Google Street View è possibile vedere zoomate anche le strade più interne, non in tempo reale per ragioni di privacy e di sicurezza. Se già questo poteva sembrare qualcosa di veramente rivoluzionario, forse, non eravate a conoscenza della possibilità di seguire un volo aereo in tempo reale. Grazie a questo servizio offerto da diversi siti sviluppati da Google Maps in modo totalmente gratuito è possibile vedere il viaggio di un aereo dal punto di partenza fino alla destinazione. Ad alcuni potrebbe non fregargliene niente di un aereo che sorvola l'America, il Brasile, l'Australia ma immagine che su quell'aereo ci siano i vostri familiari e che magari siete stati incaricati voi di andarli a prendere in aeroporto, potete ammazzare l'attesa vedendo le immagini in tempo reale del volo.


1) Flightradar24 è principalmente costituito da dati forniti da volontari provenienti da tutto il mondo che sono circa 1.000 appassionati di aviazione con ADS-B ricevitori che alimentano regolarmente i dati al loro network, chiunque può attrezzarsi di questi dispositivi per accrescere questo servizio. Vi permetterà di vedere le rotte degli aerei che volano in tutta l'Europa, compresa l'Italia. Aprendo il sito troverete la mappa vista in lontananza e di conseguenza ci sarà una massa di elementi gialli ed arancioni che non sono altro che gli aerei. Muovetevi come se stesse utilizzando Google Maps e attraverso la rotellina del mouse zoomate in modo da poter capire più facilmente le rotte degli aerei. Vi basterà cliccare su uno degli aerei lì presenti per vedere il tragitto che sta compiendo, la foto del velivolo selezionato, il modello, la compagnia, l'altitudine, la velocità e altre informazioni tecniche. Certamente in mezzi a tutti questi sarà impossibile trovare il vostro e per questo motivo è presente sulla sinistra un menù per cercare il volo o l'aeroporto. Oppure su Filter per impostare un filtro di ricerca nella sezione Call Sign digitando l'inizio dei nominativi che desiderate visualizzare. Per esempio, se desiderate visualizzare tutti i velivoli britannici Airways inserite BAW se dovete cercare RyanAir inserite RYR e così via. La ricerca può essere eseguita per mezzo dell'altitudine, della velocità, o in base alla rilevazione di specifici radar. Cliccando su Planet potete, invece, visualizzare il volo di tutti gli aerei, cliccando su Setting potete modificare alcuni parametri visivi.


2) Radar Virtuel è un ottimo sito funzionante al meglio su ChromeFirefox o Opera ma è un po' lentuccio e potrebbe anche non funzionare su Internet Explorer soprattutto con le versioni non aggiornate. Anche qui è possibile visualizzare i voli quasi in tempo reale di ogni parte del mondo, questo perché per i dati c'è un ritardo minimo che è di 4 minuti mentre per le rotte il ritardo è di ben 30 minuti. Spostate la mappa come utilizzando il mouse oppure cliccando sulle freccette direzionali in alto sulla sinistra della mappa e per evitare blocchi del browser dovuto a un brusco utilizzo della rotella del mouse potete usare i pulsanti più e meno presenti sotto le freccette per variare lo zoom. Per informazioni sugli aerei cliccate su di essi ma non visualizzerete la foto come nel sito precedente ma solo il numero di volo, l'azienda, il codice HEX, l'ora dell'ultimo messaggio, la latitudine, la longitudine, l'altitudine, la velocità di trasferimento ecc. Cliccando su Layers potete visualizzare sulla mappa altre informazioni come le condizioni del tempo e la posizione degli aeroporti. Anche qui esiste un filtro per una ricerca dettagliata sull'aereo, cliccate su Filter ed inserite i parametri (compagnia, modello) dell'aereo da trovare.


3) Plane Finder non è poi così diverso dai due siti precedentemente linkati, anche se lo messo per terzo è molto buono come affidabilità e non ha ritardi di visualizzazione. Si possono vedere in tempo reale le rotte europee e quelle italiane con estrema facilità grazie all'utilizzo del sensore ADS-B che come dice il sito stesso nella guida sta andando a sostituire il radar per accorciare le rotte degli aerei in modo tale che possano volare più vicini ma senza alcun pericolo, diminuendo così la durata del volo risparmiando pure carburante. per la ricerca di un aereo specifico cliccate sul pulsante presente sulla mappa Map Option, inserite il numero di volo o la località, vi saranno mostrate informazioni come nei siti precedenti (velocità, altitudine ecc.).


4) FlightAware è un sito italiano dove è possibile ricercare l'aereo tramite numero privato, della compagnia o tramite codice/città dell'aeroporto. Vi è sembrato un tantino più scarso da un punto di vista grafico dato che qui dovete appunto eseguire una ricerca per vedere gli aerei in movimento? Vi sbagliato difatti cliccando su Tracking in tempo reale potete selezionare voli per operatore, per aeroporto ed anche voli a caso.
Continua a leggere »

Somma due lati opposti Quadrilatero Circoscritto

La somma di due lati opposti di un quadrilatero circoscritto a una circonferenza misura 114 cm e un lato è il triplo dell'altro. Sapendo che gli altri due lati sono i 5/3 dell'altro, calcola la lunghezza dei lati del quadrilatero.

Svolgimento:

DATI: AB+DC = 114, AB= 3DC, AD= 5BC/3

Calcolo:
DC+3DC= 114cm
4DC=114cm
DC= 28,5 allora AB=3x28,5=85,5cm

Per un noto teorema: in un quadrilatero circoscritto la somma di 2 lati opposti è congruente alla somma degli altri 2. Quindi:

AD+BC= 114cm

cioè

5BC/3+BC=114cm
8BC= 342cm
BC=42,75cm allora AD=42,75x5/3=71,25cm
Continua a leggere »

Il Carme dei Sepolcri Ugo Foscolo Riassunto

Fra il settecento e la prima metà dell'800 in Europa era di moda il tema della morte. I poeti non accettarono più le teorie razionali dell'Illuminismo né quelle del Classicismo. In quel periodo si discuteva molto delle sistemazioni dei cimiteri fuori dai centri abitati (con idee molto contrastanti). Si meditava molto sulla morte e sul sepolcro, sulla notte e sulle rovine, con questo stimolo si sviluppa il movimento del Preromanticismo. Nella poesia sepolcrale c'è un compiacimento nel pensiero della morte e nelle immagini malinconiche che lo accompagnano, viene esaltata la tomba come espressione sentimentale per il culto dei defunti e celebrazione del sepolcro come mezzo per esaltare le virtù civili e politiche dei grandi uomini. Ed è prendendo spunto da questo clima storico che il Foscolo scrisse il carme Dei Sepolcri, la sua maggiore opera. E' stata composta tra il luglio e il settembre del 1806 e pubblicato a Brescia nel 1807. L'opera è in 295 endecasillabi sciolti, cioè non rimati e suddiviso in strofe regolari. Lo spunto per la composizione nasce quando era in discussione con l'amico Ippolito Pindemonte che voleva impedire di seppellire i morti nei cimiteri pubblici fuori dai centri abitati e proibire la distinzione fra morti comuni e morti illustri, ed è a questo che il carme è indirizzato. Questo carme esprime tutta la poetica civile, sociale e morale del Foscolo.

Riassunto

Il Carme si apre con una visione malinconica dominata dall'ineluttabilità della morte, del nulla eterno, dell'inutilità delle tombe. Il Foscolo essendo seguace delle teorie razionalistiche non credeva nell'immortalità dell'anima e dice che le tombe sono inutili perché l'uomo quando è morto lo è per sempre, sia fisicamente che spiritualmente. La morte, infatti, oltre a togliergli la visione delle bellezze naturali, spegne per sempre il cuore, i sogni, il canto e anche la speranza che è ultima ad abbandonare l'uomo <<fugge i sepolcri>> cioè con la morte fugge definitivamente il suo conforto. Quindi l'oblio avvolge ogni cosa nella sua profonda oscurità e qui che opera la forza della natura che distrugge e crea, dal quale nessuno può sfuggire a quel processo di trasformazione nel corso del tempo. In secondo momento, prevale lo spirito preromantico del poeta, il quale rovesciando la tesi pessimistica e materialistica rivaluta il valore della tomba in nome del sentimento e dice che chi lascia eredità di affetti, cioè ha fatto sempre del bene, gli danno l'illusione di non morire del tutto e di continuare a vivere nel ricordo affettuoso dei propri cari. Quindi le tombe alimentano, tra i vivi e i morti una suggestiva corrispondenza di amorosi sensi. Soltanto chi non lascia buona memoria di sé dà poca consolazione della tomba di cui nessuno avrà cura.
Il poeta sostiene che le tombe abbiano anche un valore storico e religioso, perché l'uomo quando diventò civile in quanto stabilì delle leggi che regolano la vita in relazione con gli altri uomini stabilì anche il culto dei morti e le tombe divennero da allora testimonianza delle imprese gloriose degli antenati e luoghi sacri. Il Foscolo poi passa ad esaltare il valore politico e nazionale delle tombe, celebra Firenze per la bellezza del paesaggio, per essere stato culla di poeti ma soprattutto per il privilegio di custodire nella chiesa di S. Croce le tombe dei nostri grandi da Machiavelli a Michelangelo a Galilei. Queste tombe secondo il poeta sono il vanto maggiore della città: "Esse testimoniano un passato glorioso e lo immortalano nel tempo, e insieme ci danno l'ispirazione e la fede nel futuro. Infatti attraverso i sepolcri di S. Croce, riviviamo idealmente l'antica nostra grandezza e sentiamo che essa tornerà a rifiorire. Se saremo capaci di raccogliere il monito degli eroi che dalla loro urna ci invitano a ripetere le loro memorabili imprese. Venerando le reliquie di quei forti riacquistiamo la speranza delle sorti della patria e impariamo la via dell'immortalità che si consegua con le opere magnanime, il cui ricordo è sacro.
Il Foscolo dopo aver esaltato le tombe per motivi storico-religiosi e patriottici le celebra per motivi poetici, perché ispirano nei poeti i canti che glorificano le gesta degli eroi rendendoli immortali.
Continua a leggere »

Premessa al '500

Prima del ‘400 le signorie avevano una vivacità economico politica forte, tale da creare un rapporto di competitività fra esse stesse. Dopo del ‘400 questa conflittualità decade, ma non per un motivo di vastità del territorio di ciascuna signoria, perché in tal caso gli stati più vasti avrebbero imposto la loro autorità ma la verità e che ciascun signoria seppur vasta di territorio era frammentata all'interno, infatti vi era una struttura piramidale, divisa in vassalli, valvassori e valvassini che se prima rappresentava una società apparentemente unita, in seguito ad un processo di trasformazione sia politica che economica divenne suddivisa.
L’Italia non aveva la forza necessaria per imporsi agli stati nazionali esteri, nel quadro storico del ‘300 si ha dunque un processo di trasformazione anche sul piano europeo che coinvolgeva a produrre effetti all'interno dell'Italia. Gli eserciti francesi e spagnoli trovano la forza nella debolezza degli Stati italiani per poter espandere il proprio dominio.
Nella letteratura, la fase in atto si caratterizza per aspetti importanti sul piano culturale ossia si ha un innocazione sul piano linguistico, degli stili e della creazione dei generi letterari, infatti sul piano linguistico ci sono aspetti del latino che si contrappongono al nuovo volgare.
Durante il '300 Dante era stato il creatore della lingua, aveva composto opere importantissime che fornivano la prova nel mondo culturale e filosofico che caratterizzava quell'epoca (De vulgari eloquentia). Se Dante dunque durante il '300 era stato il creatore della lingua Petrarca ne fu lo stabilizzatore.
L'Italia si trova in uno stato d'inferiorità politica ma sul piano culturale e artistico avrà la forza di egemonizzare l'Europa, ciò non sarebbe stato possibile se la lingua italiana non avrebbe avuto l'influsso petrarchesco.
Il '500 è il secolo della idealità come ad esempio il cortigiano ideale, lo stato ideale. Va a recuperare un fenomeno linguistico che si era formato precedentemente con il Petrarca. Nonostante la subalternità politica, nonostante le debolezze l'Italia di fatto domina gli stranieri dal punto di vista culturale, con quel fenomeno molto importante quale il Rinascimento.
L'unità linguistica dunque si contrappone a quella frammentazione politica che aveva caratterizzato tale periodo.
Continua a leggere »

Differenza tra un blog e un sito web

Gli amici che se ne intendono di computer ed internet la fanno facile quando vi domandano perché ancora non avete creato qualcosa per pubblicizzarvi l'azienda o per trasmettere le proprie conoscenze su internet. Quando si va a comprare un televisore o un computer nuovo si ha sempre il dubbio su quale è più conveniente, anche per quanto riguarda la creazione di un sito o un blog la domanda è sempre la stessa, quale usare? Ma se non si conoscenza la differenza tra i due diventa ancora più difficile iniziare perché la preoccupazione è quella di sbagliare sin dall'inizio e di sprecare tempo per gli errori commessi. Quello che occorre adesso è fare chiarezza!

La differenza secondo Wikipedia


Un sito web è un insieme di pagine web correlate, ovvero una struttura ipertestuale di documenti che risiede, tramite hosting, su un web server e accessibile all'utente client che ne fa richiesta tramite un web browser sul World Wide Web della rete Internet, digitando in esso il rispettivo URL o direttamente l'indirizzo IP.

Un blog è è un particolare tipo di sito web in cui i contenuti vengono visualizzati in forma cronologica. In genere un blog è gestito da uno o più blogger che pubblicano, più o meno periodicamente, contenuti multimediali, in forma testuale o in forma di post, concetto assimilabile o avvicinabile ad un articolo di giornale.

Spiegazione semplificata

Semplificando, sito internet sarebbe una definizione piuttosto generica mentre con con blog s'intende (s'intendeva) una forma di diario online a scopo personale. Oggi le cose sono un po' cambiate perché la maggior parte delle piattaforme usate per realizzare blog si sono notevolmente evolute, basti pensare che con un piattaforma come Wordpress (versione CMS) si può fare di tutto, dal blog "vecchia maniera" a siti complessi e professionali. Volendo cercare una differenza possiamo dire che per fare un "normale" sito web possiamo usare anche un semplice programma in html installato sul nostro pc mentre per il blog serve un programma "installato online", questo perché una delle peculiarità del blog è la possibilità d'interagire con i propri lettori attraverso i commenti e per questo serve un'applicazione dedicata, certamente non un programma caricato su nostro pc di casa.

E' Migliore un Sito o un Blog?

Sia un sito che un blog possono avere entrambi tantissimo successo, di norma si dice che un blog porta più visite perché rispetto a un sito possiede più pagine e viene aggiornato con maggiore frequenza e quindi aumenta la probabilità che una persona casca sul blog ma anche questo è relativo dato che Wikipedia è un sito e non un blog ed è tra i siti più visitati al mondo. Quindi entrambi sono buoni, però l'uno può essere migliore dell'altro in base all'utilizzo che se ne deve fare.

Chi crea un sito solitamente lo fa per avere un piccolo punto di riferimento sul web della propria azienda per inserire le offerte e soprattutto dove si trova oppure per inserire il proprio curriculum online. Con un sito dato che non si aspira a fare le cose in grande non si ha nemmeno l'interesse a guadagnarci su'. Creare un sito da zero è difficile ma la maggior parte di coloro che lo creano si affidano a siti con piattaforme ben avviate, l'unica cosa che devono fare è modificare quelle poche pagine e dargli un nome. Per esempio Wikipedia è un sito.

Chi crea un blog lo fa per raccontare un qualcosa che potrebbe essere la storia della propria vita, (che solitamente non gliene frega a nessuno). Un blog si crea soprattutto per dare informazioni e per ricevere commenti a riguardo in modo da poter criticare positivamente o negativamente quanto scritto. Solitamente un blog possiede tante pagine dato che viene aggiornato quasi quotidianamente ma senza regolarità. Per esempio scuolissima.com è un blog.

Creare un blog è più sbrigativo di creare un sito ma se rimane semivuoto si capirà facilmente che non vale nemmeno la pena di essere sfogliato, viceversa un sito con poche pagine solitamente lo si sfoglia tutto e volentieri se offre quel poco che interessa su un unico argomento. Chi dice che l'unica differenza è che su un blog di può commentare mentre in un sito no, si sbaglia di grosso dato che in un sito si possono incorporare il modulo dei commenti di Facebook, di Disqus ecc.

Se avete dubbi su quale scegliere tra i due lasciate un commento con più informazioni possibili su cosa volete creare, fino a dove possono arrivare le vostre conoscenze e soprattutto il tempo che potete dedicargli.
Continua a leggere »

Calcolare misura Diagonali Parallelogramma avendo differenza lati

Un parallelogramma ha l'area di 4800 cm² e il perimetro di 380 cm. Sapendo che la differenza fra il lato maggiore e quello minore misura 110 cm, calcola la misura di ciascuna diagonale.

Svolgimento:

A = b*h = 4800 cm²
2p = 2(a+b) = 380 cm
b - a = 110 cm

{a+b=190 cm
{b-a=110 cm

Sommando membro a membro:
2b=300 cm

{b = 150 cm
{a = 40 cm

A = b*h = 4800 cm²
h = 4800 cm² / b = 4800 cm² / 150 cm = 32 cm

d = √[h²+(b-c)²]
D = √[h²+(b+c)²]

Devo trovare quindi c.
c = √(a²-h²) =
= √(1600 cm² - 1024 cm²) = √(576 cm²) = 24 cm

d = √(1024 cm² + 15876 cm²) = √(16900 cm²) = 130 cm
D = √(1024 cm² + 30276 cm²) = √(31300 cm²) = 176,92 cm
Continua a leggere »

Come Scontornare con Photoshop

Avete scattato una foto con un soggetto molto interessante ma con uno sfondo brutto ed inutile? Quello che dovete fare è andare ad eliminare lo sfondo iniziale lasciando però il soggetto dell'immagine inalterato e perché no andarlo a sostituire con uno sfondo più adatto. Questa operazione si chiama scontornare una foto. Pensate di non essere abbastanza bravi con il fotoritocco? L'operazione non è delle più semplici ma con una guida passo passo anche mia nonna ci sarebbe riuscita, quello che vi occorre è possedere Adobe Photoshop.


Aprite il collegamento per aprire il programma di grafica Photoshop, poi andate su File e cliccate su Apri poi selezionate la foto da scontornare presente sul vostro computer. Adesso quello che dovete fare è cliccare con il pulsante destro del mouse sullo strumento Lazo e selezionare il Lazo magnetico. Lo strumento lazo magnetico in modo semiautomatico riconosce la differenza tra il soggetto della foto e lo sfondo esterno e vi permetterà di eseguire un ritaglio della foto più accurato. Bisogna ricordare che pecca dove vi sono ombre o il colore è molto simile, in questo caso per evitare che venga tagliata la foto eseguite qualche click ogni tanto per guidare la selezione


Cercate di essere calmi durante la selezione con mano ferma il più possibile preferendo una selezione più larga anziché tagliare elementi della foto. Questo è la selezione che sono riuscito a fare con il lazo, come potete vedere non è delle migliori ma questo non è affatto un problema dato che adesso è possibile migliorarla. 



Nel menù in alto cliccate su Selezione > Migliora bordo poi aumentate pian piano prima Arrotonda in modo da dare un senso alla forma ritagliata del soggetto e poi su Sfuma in modo da aggiungere un effetto al bordo che nasconderà così le imperfezioni lasciate durante la selezione con il lazo, quando finite con le modifiche di miglioramento cliccate su Ok

Adesso che l'immagine ha assunto una qualità piuttosto buona premete i tasti Ctrl + C in modo da copiare il soggetto della foto selezionato, poi cliccate su File > Nuovo, impostate le dimensioni adeguate del foglio e premete Ctrl + V per incollare la foto.

Adesso avete una immagine da poter lasciare anche così, da abbellire con l'aggiunta di altri effetti come scritte glitter oppure potete spostare in un altro sfondo da voi scelto.
Continua a leggere »

Come inserire la mappa di Google Maps su un sito/blog

Ormai chiunque conosce le potenzialità di Google e della possibilità di usufruire delle mappe di Google Maps sia per indicazioni stradali sia per vedere luoghi di tutto il mondo a 360° da molto vicino tramite Google Street View. Una funzione che non tutti conoscono riguarda la possibilità di estrapolare la mappa per poterla incollare in un area HTML in una pagina di un blog o di un sito, oppure anche su un file del computer con appunto estensione .html. Essa serve principalmente per coloro che possiedono un'azienda e vorrebbero indicare la sua posizione per essere facilmente raggiungibili.

Per inserire la mappa di Google Maps dovete eseguire una normale ricerca all'interno di esso, per esempio vado a cercare il maestoso Colosseo di Roma.


Adesso nello stesso ordine numerato nell'immagine dovrete cliccare prima sul pulsante link dopodiché vi appariranno un link che mostra la stessa immagine che state vedendo voi in quel momento e poi il codice HTML da incorporare in un sito web, copiate quest'ultimo ed incollatelo dove vi pare.

Esempio di codice riferito alla zona del Colosseo.
<iframe width="425" height="350" frameborder="0" scrolling="no" marginheight="0" marginwidth="0" src="https://maps.google.it/maps?q=colosseo&amp;hq=colosseo&amp;t=h&amp;layer=c&amp;cbll=41.889194,12.492334&amp;panoid=8Co-CYsLhR63KkZjYibQ7g&amp;cbp=12,3.2,,0,0&amp;ie=UTF8&amp;ll=41.888349,12.494888&amp;spn=0.017348,0.042272&amp;source=embed&amp;output=svembed"></iframe><br /><small><a href="https://maps.google.it/maps?q=colosseo&amp;hq=colosseo&amp;t=h&amp;layer=c&amp;cbll=41.889194,12.492334&amp;panoid=8Co-CYsLhR63KkZjYibQ7g&amp;cbp=12,3.2,,0,0&amp;ie=UTF8&amp;ll=41.888349,12.494888&amp;spn=0.017348,0.042272&amp;source=embed" style="color:#0000FF;text-align:left">Visualizzazione ingrandita della mappa</a></small>

Nella freccetta 3 ho indicato la scritta Personalizza e visualizza in anteprima la mappa incorporata dove è possibile variare le dimensioni della mappa in modo semplice cliccando su piccola, media, grande o personalizzata ma in questo caso dovete inserire voi manualmente la misura della larghezza e dell'altezza. Quando avete finito, date un'occhiata alle dimensioni dell'anteprima e prelevate il codice HTML che si è andato a generare sotto di essa.


Ricordo che la mappa di Google è pur sempre un contenuto dinamico e quindi pesante, evitate di inserire più mappe all'interno della stessa pagina.
Continua a leggere »

Come Cambiare il Colore di Selezione del Testo con il Mouse

Qualsiasi browser starete utilizzando lo standard prevede che il selezionamento del testo con il mouse o tramite la combinazioni tasti Shift+frecce direzionali sia di colore blu. Solitamente chi possiede un sito preferisce lasciare tutto com'è perché le cose classiche accontentano un po' tutti ma in base alle esigenze grafiche a qualcuno potrebbe interessare un modo per cambiare il colore agendo sul foglio di stile.

Chi possiede un blog si Blogger deve andare su Modello > Modifica HTML e cercare la riga ]]></b:skin> e prima di essa inserire il seguente codice:
::-moz-selection  {
background: #F2E314;
color: black;
}
::selection   {
background: #F2E314;
color: black;
}
Poi salvate il modello, recatevi all'interno di un post o qualsiasi testo presente sul blog (anche quelli nei gadget) e selezionateli con il mouse. Noterete che il colore del background è giallo mentre quello del testo nero. Proprio come nell'immagine:
 

Il giallo è un ottimo colore per evidenziare, basti pensare agli evidenziatori che solitamente sono di colore giallo o verde ma forse per un blog è un colore troppo banale. Se volete modificare i colori dovete sostituire il codice del colore esadecimale procurandovelo da un sito apposito, oppure utilizzando i colori in lingua inglese ma senza inserire il cancelletto proprio come ho fatto per inserire black nel codice.

E' anche possibile cambiare il colore del testo selezionato solamente all'interno di un post. In questo caso il codice da usare è leggermente più lungo e va inserito in modalità HTML prima del testo del post. Il codice è il seguente:
<style type="text/css">
::-moz-selection  {
background: #F2E314;
color: black;
}
::selection   {
background: #F2E314;
color: black;
}
</style> 
 Avete imparato a cambiare il colore della selezione del testo con il CSS3 ma ricordo che questa procedura va bene anche per piattaforme diverse da Blogger come per esempio Wordpress o qualsiasi altro sito dove è possibile agire sul CSS.
Continua a leggere »

Come fare redirect pagina non trovata su Blogger

Vi è mai capitato che durante una ricerca su internet vi siete imbattuti in pagine con scritte del tipo Pagina non trovata, Ops! Quello che stai cercando non è qui, Riprova con una ricerca sul blog e tante altre frasi simili a queste? Questo capita quando l'amministratore del blog rimuove una pagina messa visibile ai visitatori e dopo che sia apparsa sui motori di ricerca ha pensato di rimuoverla o di cambiarne il titolo. Una cosa simile avviene anche su Blogger, in questo caso apparirà la frase Spiacenti. La pagina del blog che cerchi non esiste.


Se una persona trova una pagina di questo tipo non penserà che facendo una banalissima ricerca attraverso la casella di ricerca possa trovare quello che cercava ma penserà che il vostro blog sia in fallimento. Per ovviare a questo inconveniente che comunque è solo temporaneo dato che Google penserà a nascondere automaticamente il link vecchio con quello nuovo occorrerà eseguire il redirect da una pagina non trovata all'homepage del vostro blog inserendo un avviso personalizzato.



Per abilitare l'avviso andate su Impostazioni > Preferenze di Ricerca > Pagina personalizzata non trovata > Modifica e a questo punto dovete incollargli dentro lo spazio vuoto questo codice:
<div style="font-size:24px;color:#003366; font-weight:bold;">Pagina non trovata! Adesso verrai trasferito nella homepage dove potrai eseguire una ricerca nel blog. </div><script type = "text/javascript">
Scuolissima_redirect = setTimeout(function() {
location.pathname= "/"
}, 3000);
</script>
Cliccate su Salva modifiche e poi aprite una nuova pagina del browser e scrivete nella barra degli indirizzi l'url del vostro blog seguito da delle lettere casuali, proprio in questo modo:

www.scuolissima.blogspot.it/dibsd


Il risultato sarà un riquadro con all'interno una frase che avvisa che la pagina cercata non è più disponibile e che a breve si verrà spostati nella pagina iniziale del blog dove si potrà eseguire ricerche più accurate. Il codice inserito precedentemente può essere modificato, in questo modo potete variare la dimensione e il colore della frase, modificare il testo e la durata del tempo della scritta prima di mettere in funzione il redirect. Nel codice il tempo che è impostato a 3000 millisecondi significa 3 secondi, variatelo in modo proporzionale alla lunghezza del testo impostato.

Se anziché la pagina iniziale si vuole spostare una persona in un post ben preciso, come potrebbe essere il regolamento o il modulo di contatto, dovete inserire quest'altro codice:
<div style="font-size:24px;color:#003366; font-weight:bold;">Stai per essere trasferito sulla nuova pagina.</div><script type = "text/javascript">
Scuolissima_redirect = setTimeout(function() {
  location.pathname= "/2013/09/titolo-del-post.html"
  }, 3000);
</script>

in cui dovete andare a sostituire la parte di codice che corrisponde a quello del vostro post o della vostra pagina.
Continua a leggere »

Generatore di Nomi per Twitter

Nomi buoni per l'account Twitter sono difficili da trovare. Un sacco di gente sembra essere riuscita a registrarsi con dei bei nomi mentre voi ogni volta che ne trovate uno scoprite che non è più disponibile, questo può essere molto frustrante. Non preoccupatevi, vi trovate sul sito giusto per trovare delle idee sul nome da scegliere

Se si possiede un'azienda con un marchio registrato e già qualcun altro ha preso il nome su Twitter, potete provare a contattare Twitter per riprendervelo. Anche se si sta appena iniziando un progetto o una possibile impresa commerciale, sarebbe intelligente registrarselo prima che lo facciano altri. Il generatore random di nomi per Twitter sarà di grande aiuto per voi, ma tenete a mente che l'ideale è avere un nome corto (lo stesso Twitter impone una lunghezza massima di 15 caratteri) e anche facilmente ricordabile magari senza il trattino basso (underscore) che è l'unico simbolo che è possibile utilizzare. Twitter non vi obbliga ad inserire il vostro nome e cognome reale, anche se molti preferiscono optare per questa scelta, conviene essere creativi e se possibile rendere il vostro nome Twitter divertente, carino e originale.


Il primo sito che genera automaticamente nomi per Twitter e non solo in modo del tutto originale è Namegenerator2, cliccate su Generate Twitter Names per farne apparire uno, cliccate una seconda volta per farne apparire un altro e quello precedente andrà a finire nella lista a sinistra. Cliccando su un nome questo si sposterà nella lista dei nomi preferiti presenti sulla destra. Aggiungendo parole su prefisso o suffisso potete inserire una parola o una parte della parola o semplicemente la lettera iniziale o finale di esso.



Spinxo Twitter Names ha un sistema tutto suo per creare un nome per Twitter. Non utilizza un metodo del tutto casuale ma utilizza le parole inserite rispondendo alle domande e le unisce e le trasforma in un'unica parola. Per quanto riguarda le opzioni (hobby, like, important words) non conviene che scriviate al loro interno parole in lingua italiana, renderà meglio il vostro nome se gli scrivete in inglese. Cliccando su uno dei nomi apparsi potete inoltre scoprire se è già stato usato per Twitter.
Continua a leggere »

Come Linkare un Sito senza fargli Aumentare il Pagerank

Chi possiede un piccolo blog è bene che sappia che l'inserimento del nofollow all'interno di un link per fare riferimento a un sito che può essere malevolo (con presenza di virus, furti, truffe) o ancora peggio copione (vi ha copiate diversi contenuti) trarrà ugualmente dei benefici e quindi linkandolo non fate altro che migliorare il suo posizionamento su Google. Quindi se si tratta di siti copioni non fate altro che fare il loro gioco, e oltre al danno subirete la beffa se li andrete a linkare su un forum di supporto per chiedere aiuto su come agire in queste situazioni e, per fortuna che entrano in scena siti poco conosciuti almeno secondo il nuovo keyword Planner Tool che bloccano l'afflusso di Pagerank in modo che possiate linkarli tranquillamente in modo tale che questi non traggano ulteriori benefici.


DoNotLink su questo campo dubito che abbia rivali. Dovete incollare l'url del sito o della pagina da mostrare per renderla visibile ad altre persone sul paste url e poi cliccare su Continue.


Adesso dovete prelevare uno dei tre codici fornitevi che sono:
  • Link = può essere incollato in qualsiasi parte.
  • BBCode = per rendere il link cliccabile all'interno di un forum.
  • HTML link = per renderlo cliccabile all'interno di un area HTML.

donotlink.com non fa altro che creare un URL accorciato del sito web aggiunto. Se si tratta di molti siti è sconsigliato creare link abbreviati come spiegato in precedenza per ognuno di essi, è possibile utilizzare questo servizio inserendo l'URL del sito web dopo http://www.donotlink.com/, come questo:
http://www.donotlink.com/www.example.com

Come funziona Do Not Link?

Impedisce ai motori di ricerca di eseguire la scansione del sito web aggiunto attraverso uno javascript che crea un link di mezzo (intermedio) tra la sorgente e la destinazione che blocca aggiungendo noindex nel file robots.txt i bot che rilevano il trasferimento del pagerank. Esistono bot che non rilevano questo meccanismo di non indicizzazione ma DoNotLink non si lascia cogliere impreparato e anziché lasciarlo visualizzare preferisce mostrare una pagina vuota con il classico 403 Forbidden.
Continua a leggere »

Generatore di nomi per il canale di YouTube

Scegliere un buon nome per il canale di YouTube è importante specie se si vuole pubblicare una serie di video per guadagnare attraverso gli introiti pubblicitari. Un nome accattivante permette alle persone di ricordare il vostro nome del canale più facilmente. Non basta dire in giro di possedere un canale in cui andrete ad aggiungere video divertenti, infatti i visitatori dimenticheranno facilmente il vostro nome se non è abbastanza originale e, quindi, rischierete di perdere dei possibili iscritti. Persone che vogliono produrre video per una ristretta cerchia di persone o solamente per gli amici non hanno bisogno di nomi speciali dato che possono tenerli informati passando il proprio link del canale ma persone che vogliono produrre video di qualità per la loro nicchia hanno bisogno di un grande nome per farsi ricordare tramite esso. Ora, se disponete di un account personale su YouTube, potreste utilizzare i generatori di nomi che vi andrò ad elencare. Spero che questi generatori di nomi possono tornarvi utili e che riescano ad innescare in voi un'idea per creare un nuovo soprannome per il canale YouTube.



1) Namegenerator2 è un generatore di nomi YouTube casuale che genererà migliaia di combinazioni di parole con suffissi relativi alla parola video. È inoltre possibile aggiungere i propri prefissi e suffissi inserendoli nelle apposite caselle in modo da ottenere una parte della parola inalterata.



2) Generatorland è più semplice di quanto sembra, dovete solamente cliccare su Get Your Youtube Name sino a quando non troviate un nome adattabile alle vostre esigenze.


Provate anche altri nickname generator oppure gli username generator che anche se servono per altri usi magari con un po' di fortuna possono esservi d'aiuto per scegliere il nome del vostro canale YouTube.
Continua a leggere »