Come iscriversi su Feedburner

FeedBurner è un servizio lanciato nel 2004, poi acquistato da Google nel 2007 e serve per gestire i feed di siti e blog. Sembra abbandonato a se stesso perché non viene aggiornato e migliorato da anni, e soprattutto prima si potevano inserire i banner di Google Adsense all'interno dei feed mentre adesso non si può più, evidentemente hanno pensato che fosse una scelta sbagliata per la bassa qualità del servizio.

Nonostante questo ancora oggi è uno dei migliori servizi per la gestione dei feed e chi possiede un blog tipo Blogger può utilizzarlo per creare una newsletter in modo che gli utenti iscritti possono essere aggiornati sulle nuove pubblicazioni di articoli tramite email.

Innanzitutto dovete eseguire la registrazione andando sul sito FeedBurner ed eseguendo il login con il proprio l'account Google/Gmail. Si aprirà una pagina in cui dovete andare inserire l'url del vostro sito e poi cliccare sul pulsante Next. Non dovete selezionare "i am a podcaster!" dato che non siete un sito di streaming online.


Nella pagina successiva dovete selezionare il feed Atomb in quanto è quello predefinito e poi dovete fare click sul pulsante Next.



A seguire dovete scegliere il nome del vostro sito o blog aggiunto e quello dell'indirizzo link per renderlo personalizzato. Volendo potete lasciare i campi preimpostasti e cliccare su Next senza apportare alcuna modifica.



Nella pagina successiva vi verranno fatto i complimenti per aver completato l'iscrizione e vi apparirà l'url del feed che conviene sempre salvare da qualche parte, anche se poi non è difficile ritrovarlo. Cliccate nuovamente sul pulsante Next.



Nella pagina che segue vi verrà richiesto di inserire delle funzioni aggiuntive che non credo possano servirvi a qualcosa, per cui senza fare alcuna operazione andate a cliccare su Next. Anche la successiva schermata è irrilevante dato che non bisogna fare nulla di particolare ma viene spiegato come è possibile sfruttare FeedBurner a seconda della piattaforma che si sta utilizzando.



Se andate su My Feeds o comunque ogni qualvolta che vi recate su FeedBurner vi verrà mostrato un elenco di tutti i feed aggiunti.


Cliccando su uno dei Feed Title potete osservare le statistiche di ognuno.

Creare widget newsletter

Con l'aggiunta del feed su FeedBurner è possibile creare un widget per far iscrivere gli utenti del blog alla newsletter. Per installarla dovete andare nella sezione Publicize > Email Subsciption > Subscription Managment e prelevare il codice che vi viene fornito. Eventualmente se usate Blogger è possibile selezionare dal menù a tendina la piattaforma Blogger per l'inserimento automatico del widget nel Layout.

Il codice della newsletter può essere tradotto in italiano manualmente andando a sostituire le parole inglesi o sostituendo en_US con it_IT . Si può anche ridimensionare.

Ecco un'anteprima del widget della newsletter (ognuno può scriverci ciò che vuole e renderlo personalizzato):



Impostazioni iscritti newsletter

Se andate su Publicize > Email Subscription > Communication Preferences potete inserire l'email del mittente (di default viene inserito noreply@blogger.com e si può anche lasciare questa), si può personalizzare l'oggetto dell'email di conferma iscrizione alla newsletter e il corpo del messaggio.



Dalla sezione Publicize > Email Subscriptions > Delivery Options potete impostare il fuso orario e l'orario in cui devo essere mandati gli aggiornamenti agli utenti iscritti.

Dalla sezione Publicize > Email Subscriptions > Email Branding potete inserire il logo del blog, modificare l'oggetto, il font, le dimensioni e tanto altro.

Nel campo Email Subject/Title: ho inserito: Scuolissima Newletter ${latestItemTitle}

Nel secondo campo ho messo: Scuolissima Newsletter: “${latestItemTitle}” e altri ${m}

Qui sotto potete vedere tutte le altre personalizzazioni che ho fatto, ad ogni modo nella vostra schermata apparirà anche l'anteprima (preview):


Vi consiglio di iscrivervi alla newsletter di Scuolissima sia per imparare a farlo almeno una volta, sia per vedere come si visualizzano gli aggiornamenti che per rimanere sempre informati su ciò che riguarda Blogger e simili.
Continua a leggere »

Pulsante "consiglia articolo con un email" su Blogger

I social network stanno prendendo il sopravvento sulla posta elettronica anche per l'interazione con i blog. Per esempio, un tempo, quando si doveva consigliare un articolo di Blogger si andava a cliccare sul pulsante con raffigurato una "lettera" mentre adesso risulta più comodo fare click sul pulsante di condivisione sui social network. Anche se questi sono utilizzati dalla maggior parte delle persone non significa che tutti li preferiscono alle email, infatti sui social si mandano "stupidaggini" o cose di poca importanza mentre per email cose più "concrete e serie". Su Blogger attraverso l'inserimento dei pulsanti di condivisione appare come primo di tutti, un bottone, con raffigurato la lettera M che vi permetterà di consigliare l'articolo ad un amico tramite email.

Inserimento semplificato

Per aggiungere il pulsante per consigliare un articolo su Blogger tramite email dovete andare su Layout e fare click su Modifica nella sezione Post sul blog.

Dovete selezionare mostra i risultati per la condivisione per avere tutti i bottoni, oppure mostra i link Post per email per il singolo bottone.




Dopo la selezione di una di queste due opzioni o di entrambe, dovete disporre gli elementi e fare click su Salva.

Inserimento tramite codice

Se non vi appare il singolo pulsante "Post per email" significa che dovete aggiungerlo manualmente andando su Modello > Modifica HTML, subito dopo la riga <data:post.body/> (potrebbero essercene più di una, valutate voi stessi quale sia quella corretta). Il codice da inserire è il seguente:
<!-- email post links scuolissima.com -->
        <b:if cond='data:post.emailPostUrl'>
          <span class='item-action'>
          <a expr:href='data:post.emailPostUrl' expr:title='data:top.emailPostMsg'>
              Invia tramite email
          </a>
          </span>
        </b:if>
Dovete fare click su Salva per confermare le modifiche apportate. Da questo codice potete modificare solo il messaggio "Invia tramite email" che appare quando si posiziona il mouse sopra il pulsante.

Il risultato finale

Se andrete a cliccare il pulsante per inviare il post tramite email vi apparirà una nuova pagina da compilare:


I dati che fornite nel modulo che vi appare saranno utilizzati unicamente per l'invio dell'email al vostro amico e non dovrà essere utilizzata per farsi pubblicità o per promuoversi in modo eccessivo. Dovete inserire il vostro nome, l'indirizzo email del destinatario, un messaggio di massimo 300 caratteri, e il captcha per dimostrare di non essere un robot, infine dovete cliccare sul pulsante Invia email.
Continua a leggere »

Come inserire un countdown JQuery su Blogger

La maggior parte delle persone che gestisce un blog preferisce puntare dritto sulla qualità dei contenuti e sulla grafica del blog dimenticandosi di vedere il blog non solo come amministratore ma anche come utente. I visitatori solitamente non leggono mai un articolo intero e si soffermano al massimo 2 minuti per pagina a meno che non ci siano video, gallerie di immagini e robe simili. Per una volta ogni tanto, in occasione di eventi importanti come il compleanno del blog, l'arrivo di una festività a cui si tiene molto o un evento importante potrebbe essere utile mostrare un countdown che faccia il conto alla rovescia per sapere quanto tempo manca prima che arrivi quella data. Il countdown viene usato anche da grossi siti online per annunciare l'arrivo del nuovo anno, l'uscita di un film, l'apertura di biglietti per un concerto ecc. E voi per che cosa lo userete?

Per inserire un countdown JQuery su Blogger dovete andare su Layout > Aggiungi un gadget > HTML/Javascript ed inserire questo codice:
<style>
#stilecountdown {
height: 100px;
width: 220px;
margin: auto;
margin-bottom: 20px;
}
ul.countdown_asp {
margin: 0px;
float: left;
padding: 0px;
}
ul.countdown_asp li {
display: block;
background: #fff url('http://2.bp.blogspot.com/-f_zDvD-gWNA/VFKvpf8eWDI/AAAAAAAAZpQ/9rS7SxG_rg0/s1600/sfondo.png') no-repeat left top!important;
width: 50px;
text-align: center;
position: relative;
float: left;
height: 70px;
margin-left: 5px;
padding: 0px;
}
.timeRefDays, .timeRefMinutes, .timeRefHours, .timeRefSeconds {
width: 52px;
}
ul.countdown_asp li span {
font-size: 22px;
font-weight: bold;
color: #fff;
line-height: 72px;
position: relative;
}
ul.countdown_asp li span::before {content: '';width: 100%;height: 1px;position: absolute;top: 28px}
ul.countdown_asp li p.timeRefDays,
ul.countdown_asp li p.timeRefHours,
ul.countdown_asp li p.timeRefMinutes,
ul.countdown_asp li p.timeRefSeconds {
margin-top: 1em;
color: #444;
text-transform: uppercase;
font-size: 10px;}
</style>
<script src='http://code.jquery.com/jquery-latest.js'></script> <script type="text/javascript">
/*<![CDATA[*/
(function(b) {
    function n() {
        var b = document.createElement("canvas");
        return !(!b.getContext || !b.getContext("2d"))
    }
    b.fn.countdown = function(d, p) {
        function q() {
            currentDate = Math.floor(((new Date).getTime() - e.offset) / 1E3);
            f < currentDate ? (null != a.callback && a.callback.call(this), "undefined" != typeof r && clearInterval(r)) : (seconds = f - currentDate, days = Math.floor(seconds / 86400), seconds -= 86400 * days, hours = Math.floor(seconds / 3600), seconds -= 3600 * hours, minutes = Math.floor(seconds / 60), seconds -= 60 * minutes, "knob" != a.skin ? (0 != a.format && (days = 2 <= String(days).length ? days : "0" + days, hours = 2 <= String(hours).length ? hours : "0" + hours, minutes = 2 <= String(minutes).length ? minutes : "0" + minutes, seconds = 2 <= String(seconds).length ? seconds : "0" + seconds), g.text(days), h.text(hours), k.text(minutes), l.text(seconds), 1 == days ? g.parent().children(".timeRefDays").text("GIORNO") : g.parent().children(".timeRefDays").text("GIORNI"), 1 == hours ? h.parent().children(".timeRefHours").text("ORA") : h.parent().children(".timeRefHours").text("ORE"), 1 == minutes ? k.parent().children(".timeRefMinutes").text("MINUTO") : k.parent().children(".timeRefMinutes").text("MINUTI"), 1 == seconds ? l.parent().children(".timeRefSeconds").text("SECONDO") : l.parent().children(".timeRefSeconds").text("SECONDI")) : (g.val(days).trigger("change"), h.val(hours).trigger("change"), k.val(minutes).trigger("change"), l.val(seconds).trigger("change")))
        }
        var a = {
            skin: "countdown_asp",
            fallbackSkin: "countdown_asp",
            option: {
                day: {
                    max: null,
                    eClass: "days"
                },
                hour: {
                    max: 23,
                    eClass: "hours"
                },
                minute: {
                    max: 59,
                    eClass: "minutes"
                },
                second: {
                    max: 59,
                    eClass: "seconds"
                }
            },
            dateStart: null,
            dateEnd: null,
            format: !0,
            callback: null
        }, e = {
                timezone: !1,
                offset: 0
            };
        d && b.extend(!0, a, d);
        p && b.extend(!0, e, p);
        var f = (new Date(a.dateEnd)).getTime() / 1E3,
            m = (new Date(a.dateStart)).getTime() / 1E3,
            c = (new Date).getTime();
        if (isNaN(f)) alert("Data nulla o non valida mm/dd/yyyy. Esempio: 12/25/2014 19:30:00"), b(this).append("Data nulla o non valida mm/dd/yyyy. Esempio: 12/25/2014 19:30:00");
        else if ("knob" != a.skin || null != m && !isNaN(m))
            if (m > c) alert("Data precedente alla data corrente"), b(this).append("Data evento precedente alla data corrente");
            else {
                !0 == e.timezone && (e.offset = 36E5 * parseInt(e.offset) + 6E4 * (new Date).getTimezoneOffset());
                c = b(this);
                "undefined" != typeof d.option && "undefined" == typeof d.option.global && (d.option.global = {});
                a.option.day = b.extend(!0, {}, a.option.global, a.option.day);
                a.option.hour = b.extend(!0, {}, a.option.global, a.option.hour);
                a.option.minute = b.extend(!0, {}, a.option.global, a.option.minute);
                a.option.second = b.extend(!0, {}, a.option.global, a.option.second);
                "knob" == a.skin.toLowerCase() && n ? (a.skin = a.skin.toLowerCase(), c.append('<input class="' + a.option.day.eClass + '" type="text" value="0" data-readonly="true" /><input class="' + a.option.hour.eClass + '" type="text" value="0" data-readonly="true" /><input class="' + a.option.minute.eClass + '" type="text" value="0" data-readonly="true" /><input class="' + a.option.second.eClass + '" type="text" value="0" data-readonly="true" />'), a.option.day.eClass = "." + a.option.day.eClass.split(" ").join("."), a.option.hour.eClass = "." + a.option.hour.eClass.split(" ").join("."), a.option.minute.eClass = "." + a.option.minute.eClass.split(" ").join("."), a.option.second.eClass = "." + a.option.second.eClass.split(" ").join("."), a.option.day.max = Math.floor((f - m) / 86400), c.find(a.option.day.eClass).knob(a.option.day), c.find(a.option.hour.eClass).knob(a.option.hour), c.find(a.option.minute.eClass).knob(a.option.minute), c.find(a.option.second.eClass).knob(a.option.second)) : ("knob" == a.skin.toLowerCase() || n ? c.append('<ul class="' + a.skin + '" ><li><span class="' + a.option.day.eClass + '">00</span><p class="timeRefDays">Days</p></li><li><span class="' + a.option.hour.eClass + '">00</span><p class="timeRefHours">Hours</p></li><li><span class="' + a.option.minute.eClass + '">00</span><p class="timeRefMinutes">Minutes</p></li><li><span class="' + a.option.second.eClass + '">00</span><p class="timeRefSeconds">Seconds</p></li></ul>') : (a.skin = a.fallbackSkin, c.html('<ul class="' + a.skin + '"><li><span class="' + a.option.day.eClass + '">00</span><p class="timeRefDays">Days</p></li><li><span class="' + a.option.hour.eClass + '">00</span><p class="timeRefHours">Hours</p></li><li><span class="' + a.option.minute.eClass + '">00</span><p class="timeRefMinutes">Minutes</p></li><li><span class="' + a.option.second.eClass + '">00</span><p class="timeRefSeconds">Seconds</p></li></ul>')), a.option.day.eClass = "." + a.option.day.eClass.split(" ").join("."), a.option.hour.eClass = "." + a.option.hour.eClass.split(" ").join("."), a.option.minute.eClass = "." + a.option.minute.eClass.split(" ").join("."), a.option.second.eClass = "." + a.option.second.eClass.split(" ").join("."));
                var g = c.find(a.option.day.eClass),
                    h = c.find(a.option.hour.eClass),
                    k = c.find(a.option.minute.eClass),
                    l = c.find(a.option.second.eClass);
                q();
                if (f > (new Date).getTime() / 1E3) var r = setInterval(function() {
                    q()
                }, 1E3)
            } else alert("Data nulla o non valida mm/dd/yyyy. Esempio: 12/31/2015 18:30:00"), b(this).append("Data nulla o non valida mm/dd/yyyy. Esempio: 12/31/2015 18:30:00")
    }
})(jQuery);
/*]]>*/
</script>
<div id='stilecountdown' class='timerArea' ></div>
<script>
$(document).ready(function() {
$("#stilecountdown").countdown( {
dateEnd:'12/31/2015 00:00:00',
format:true,
callback:function(){alert('Def Ready')}
},
{
timezone:false,
offset:0
}
);
});
</script>
Da questo codice dovete sostituire il mese, il giorno, l'anno, l'ora, i minuti ed i secondi. Li ho scritti in ordine proprio per far notare che prima va messo il MESE e poi il GIORNO. Inoltre l'orario va inserito nello stile europeo, per esempio se avete impostato il countdown alle 7 di sera dove mettere le 19:00.

Se non vi appare il countdown come nell'immagine di questo post significa che dovete aggiornare la libreria JQuery di Blogger all'ultima versione.

LEGGI ANCHE: Come creare un countdown online
Continua a leggere »

Come trovare ID dei widget di Blogger

Questo articolo farà da supporto a molte altre guide su Blogger presenti in questo blog, in particolar modo alle guide incentrate alla personalizzazione dei widget.
Dovete sapere che ogni volta che andiamo a creare un widget, gli viene assegnato automaticamente un numero, chiamato ID. Quindi ogni widget viene chiamato con un numero e se in un tutorial di Blogger viene chiesto di usare l'ID del rispettivo widget dovete utilizzare il suo ID e non quello degli altri widget.


1° Metodo

Per trovare l'ID di un widget di Blogger si deve andare su Layout e cliccare su Modifica presente nel widget desiderato. A questo punto si deve osservare la parte finale dell'url del widget che solitamente inizia con HTML e finisce con un numero, nell'immagine dell'esempio è HTML1.




2° Metodo

Volendo si può aprire questa schermata anche dall'homepage, cliccando sull'icona del widget con raffigurato un cacciavite e una chiave inglese:


Tutti i widget HTML/Javascript hanno un ID che inizia con HTML a cui segue un numero sempre crescente: HTML1, HTML2, HTML3 ecc.

Mentre gli altri widget come quello dei lettori fissi, del badge Google + o altri presenti di default su Blogger hanno un ID differente.

Per esempio questa tecnica può essere usata per mostrare un widget della sidebar sempre in primo piano.
Continua a leggere »

Widget sempre in primo piano nella sidebar di Blogger

I widget di Blogger sono fatti per essere visualizzati nel posto in cui si trovano. Se per esempio avete inserito un widget nella parte alta della sidebar risulterà a tutti visibile non appena si apre il blog, invece non lo sarà più se si scorre la pagina verso il basso perché è rimasto nella sua posizione originale. In questo articolo vi spiegherò come posizionare un widget sempre in primo piano mediante un unico codice, cioè anche se scorrete la pagina verso il basso, scorrerà anche il widget che si sovrapporrà a quelli che si trovano sotto di esso, attirando su di sé l'attenzione degli utenti. Una funzione di questo tipo può essere sfruttata per mostrare le pagine sociali ed incentivare l'utente ad aggiungersi agli altri fans, per invogliare l'utente ad iscriversi alla newsletter, per mettere in risalto un articolo ben preciso, per pubblicizzare il sito di un amico o una promozione offerta nel proprio sito o da un sito affiliato.

E' chiaro che una tecnica simile non può essere utilizzata per mostrare banner pubblicitari in primo piano perché solitamente è vietato dal regolamento delle affiliazioni perché si ottengono click fraudolenti. Quindi deve essere un qualcosa volta a mettere in risalto una cosa (post, pagina, etichetta ecc.) del proprio blog!

Per mostrare un widget sempre in primo piano nella sidebar dovete per prima cosa trovare ID del widget da mostrare sempre in primo piano, e poi andare su Modello > Modifica HTML e prima del tag </body> dovete aggiungere il seguente codice:

<script type='text/javascript'>
//<![CDATA[
flot_widg("HTML10");
function flot_widg(elem) {
    var wdg_fl = document.getElementById(elem);
    var scroll_wd = document.createElement("div");
    wdg_fl.parentNode.insertBefore(scroll_wd, wdg_fl);
    var width = wdg_fl.offsetWidth;
    var tipo_wd = wdg_fl.className + ' wdg_fl';
    window.addEventListener('scroll', flott_widget, false);
    function flott_widget() {
        var rect = scroll_wd.getBoundingClientRect();
        if (rect.top < 0) {
            wdg_fl.className = tipo_wd + ' flott_widget';
            wdg_fl.style.width = width + "px";
        } else {
            wdg_fl.className = tipo_wd;
        }
    }
}
//]]>
</script>
<style type='text/css'>
.flott_widget {background:#ffffff !important; position:fixed; top:0; z-index:99999;}
</style>
In questo codice dovete solamente sostituire l'ID evidenziato in rosso per renderlo funzionante sin da subito!
Continua a leggere »

Come mettere pagina di manutenzione su Blogger

Tante volte mi è capitato di fare aggiustamenti grafici nel blog a tentativi e dopo aver salvato il modello ho avuto i peggiori risultati come widget che si vedevano sovrapposti, blog che tagliato per metà, banner pubblicitari sopra il contenuto del post, righe di errore nell'header e nel footer... insomma, errori che si possono facilmente risolvere con un backup. Il vero problema riguarda i visitatori che entrano nel blog mentre lo si sta aggiustando perché si saranno fatti una cattiva impressione! Un blog mal messo graficamente non è credibile, ha tutta l'aria di essere vecchio  ed abbandonato a se stesso. Probabilmente avete perso potenziali acquirenti o comunque persone che avrebbero potuto seguirvi come lettori fissi, tramite newsletter o social network del blog.

Per evitare questo, si deve mettere, almeno temporaneamente, una pagina di manutenzione, così l'utente sa' già che tra qualche minuto o ora, il sito ritornerà nuovamente funzionante. Per fare questo su Blogger si deve agire inserendo codici nel modello oppure caricando dei temi che svolgono questo compito autonomamente.

Pagina di manutenzione "fai da te"

Eccovi l'anteprima:



Per inserire una pagina di manutenzione manualmente che appare al di sopra di tutto il blog (che continuerà ad essere consultabile) dovete andare su Modello > Modifica HTML, poi dovete inserire prima del tag </head> il seguente css:
<style>
body#layout #manutenzione {display:none !important;}
body#layout .blog-admin {display:block !important;}
</style>

Adesso andate a cercare il tag <body  e dopo di esso dovete aggiungere il seguente codice:
<div id='manutenzione' style='background:#FFFFFF; height:800px;'>
<div style='margin-top:-30px; text-align: center; padding-top:100px;'>
<img border='0' src='http://1.bp.blogspot.com/-DPrXN4dF99Y/VFFh1O81foI/AAAAAAAAZnw/PgMk_Il3taw/s1600/sito-in-costruzione.jpg'/></div>
<div align='center'><p style='font-size:200%;'>SITO TEMPORANEAMENTE IN MANUTENZIONE</p></div>
</div>
<span class='item-control blog-admin'>
Fra le cose che potete cambiare ci sono l'url dell'immagine e la scritta sotto di essa.

Dopodiché dovete cercare il tag </body> e prima di esso dovete aggiungere il tag </span> .

Modelli di manutenzione per Blogger

Per chi invece ha un blog veramente incompleto e quindi impresentabile può installare un tema che mostra tutto il sito in manutenzione. A seconda di quello scelto è possibile mostrare un countdown, la newsletter, un modulo di contatto ecc. Eccovi i migliori modelli da usare solo per questi scopi:

Immagini e gif in movimento

Se volete inserire delle soluzioni meno invasive e problematiche per dire ai visitatori che il blog è al momento in manutenzione e che potrebbe non visualizzarsi correttamente potete inserire delle immagini fisse o in movimento (gif animate), eccovi alcuni siti da cui potete scaricarle:
In questo blog non ho mai usato nulla di tutto questo, avrei dovuto? :-)
Continua a leggere »

Widget bambini scomparsi dentro una pagina non trovata

In questo blog non parlo mai di fatti di cronaca, di ingiustizie, di crimini e altro ancora, che sono fatti che mi interessano molto e che mi dispiace anche sentirli ma è meglio lasciare questo compito a chi riesce a farlo meglio e correttamente. Però nel mio piccolo voglio sensibilizzare un po' quelle persone che non sono a conoscenza di un dato allarmante, mi riferisco ai 250.000 bambini che scompaiono ogni anno in Europa, praticamente uno ogni due minuti.

Per aiutare questi bambini e le loro famiglia si sono unite la federazione europea per i minori scomparsi Missing Children Europe e l'agenzia creativa Famous per lanciare "NotFound", un progetto che permette a tutti coloro che dispongono di un sito web di trasformare le pagine di errore in un sostegno indiretto per essere d'aiuto alla causa.

La pagina di errore (errore 404), dall'inglese "Notfound" si presenta a tutti i visitatori o utenti di un sito che accedono in un link rotto o non più funzionante perché è stato cancellato. Per un sito è un male avere errori 404 perché sono pagine che non forniscono alcun servizio o supporto all'utente, pertanto moltissimi siti hanno deciso di sfruttare il servizio offerto dal sito NotFound che permette di sostituire una pagina non trovata di un sito web con la foto e descrizione di un bambino scomparso; il bambino raffigurato cambia ad ogni aggiornamento di pagina e ne vengono aggiunte sempre nuove, purtroppo (in quanto questo vuol dire altri bambini scomparsi).

Per vedere come vi apparirà questo widget recatevi sul sito demo NotFount.

Forse è più facile da capire se guardate e leggete i sottotitoli di questo video:


Se ad una pagina non trovata volete mostrare un bambino non trovato, dovete andare sul sito NotFound e selezionare il pulsante Si, farò buon uso della pagina 404. Dopodiché dovete inserire l'URL del vostro sito ed inserire il codice che vi viene fornito all'interno della vostra pagina 404.
Se usate Blogger/Blogspot vi consiglio di leggere la guida su come migliorare l'aspetto di una pagina 404 e poi dalla sezione Impostazioni dovete inserirgli dentro il codice che vi viene fornito. probabilmente l'url di Blogger non vi verrà accettato però io ho provato ad inserire l'url di un sito Wordpress ed ho incollato il codice generato sul blog di Blogger e mi ha funzionato senza problemi.

Se aderite a questa iniziativa state sicuramente facendo la cosa giusta :)
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Conquistadores spagnoli


I conquistadores spagnoli si credono superiori agli indigeni, sono avidi di ricchezze, arrivano prima di francesi, inglesi e olandesi e nel 1600-1700 per coltivare le piantagioni ricorrono alla  tratta dei neri, cioè si deportano milioni di africani e nasce la schiavitù. Inoltre i conquistadores portano malattie europee che uccidono i nativi e impongono i lavori forzati.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Moti terrestri


I movimento della terra sono due: rotazione e rivoluzione.

E' chiamato moto di rotazione la Terra che gira su se stessa ed impiega per eseguire un giro completo 24 ore e crea il giorno e la notte.

E' chiamato moto di rivoluzione il giro che la Terra compie attorno al Sole ed impiega per eseguire un giro completo 365 giorni (un anno) su un piano immaginario detto eclittica e crea le stagioni.

La precessione degli equinozi è una oscillazione dell'asse terrestre in 26 mila anni.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: La Terra


La crosta terrestre è uno strato sottile di rocce, il più esterno della Terra, è costituito da silicio e alluminio detto sial.
Il mantello è uno strato ampio di silicio e magnesio (a 1000°) detto sima.
Il nucleo è la parte centrale, costituito di nichel, ferro e metalli (a 6000°) detto nife.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Deriva dei continenti


230 milioni di anni fa esisteva la Pangea, un supercontinente. Secondo la teoria dei continenti o della tettonica a zolle: 7 grandi zolle della crosta sono state divise da fratture e si sono spostate per mezzo del magma che uscendo ha spinto sui lati muovendo le zolle che si incontrano nelle dorsali oceaniche e faglie.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Continenti e Oceani


I continenti sono 5 masse di terre emerse ma 6 continenti per la divisione di Europa e Asia. L'Asia è il continente più grande e gli altri sono Africa, America, Australia, Europa e Antartide. L'acqua costituisce l'80% del pianeta e viene suddivisa in tre oceani che si diramano nei mari e sono: Pacifico (il più grande), Indiano (il più piccolo) e Atlantico (con il mar glaciale artico).
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Correnti e forze


Le correnti marine sono causate da venti e da densità dell'acqua per salinità e temperatura. La maree sono causate da venti e attrazione lunare. 

Le forze endogene vengono da dentro la terra. 

Le forze esogene vengono dall'esterno come calore, acqua, vento, radici, uomo, animali.

Fonte: Mapper-Mapper
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Zone climatiche


Le zone climatiche sono 5: una torrida, due temperate, 2 polari. Gli elementi del clima sono i venti, il sole, le temperature, le nuvole, l'umidità dell'aria e le precipitazioni. Continua su Zone climatiche per insolazione e temperature.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Zone climatiche (insolazione e temperature)


Queste sono le 5 zone climatiche divise per insolazione e temperature:

La zona climatica torrida ha in media una temperatura di 20°, si trova fra i tropici con al centro l'equatore che ha climi equatoriali e tropicali piovosi e climi tropicali secchi.

Le due zone temperate hanno una temperatura fra i 20° e i 10°, hanno climi temperati e nelle zone montane ci sono in media 15°, ma il clima varia per l'altitudine 0°.

Le due zone polari con temperatura sotto i 10° hanno climi freddi e polari.   
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Temperatura e pressione


Le 4 stagioni sono invertite nell'emisfero nord e sud. Cambiano la temperatura e dipendono dall'inclinazione dell'asse terrestre. Si hanno 2 equinozi e 2 solstizi, il 21 marzo c'è l'equinozio di primavera cioè il giorno dura quanto la notte, il 21 giugno c'è il solstizio d'estate cioè il sole alle 12 è allo Zenit.

La pressione atmosferica è il peso dell'aria attratta dalla massa terrestre. Si misura con il barometro in millibar. E' più alta in pianura e più bassa in montagna.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Piogge



Gli alisei sono venti costanti legati alle situazioni meteo; nel nostro emisfero nord soffiano da nord-est a sud-ovest, nell'emisfero sud soffiano da sud-est a nord-ovest.

I monsoni soffiano nel sud-est asiatico e sono venti periodici.

Da notare nell'illustrazione la zone di convergenza intertropicale.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Precipitazioni atmosferiche


Le precipitazioni atmosferiche cambiano in base alla latitudine e sono rappresentate con le isoiete.

Le più piovose sono le zone equatoriali con i monsoni.

Meno piovosa è la fascia tropicale desertica, nel Sahara.

Nelle zone temperate le piogge arrivano in base alle stagioni, sono comunque più piovose i paesi lato ovest.

Scarse sono le precipitazioni nelle zone polari anche perché il freddo blocca l'evaporazione.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Ambienti naturali


Nelle zone a clima temperato abbiamo la macchia mediterranea, praterie e steppe (zone in cui piove poco), foreste di latifoglie, di conifere come la Taiga in Scandinavia e nelle coste del Pacifico.  

L'Artide o il Polo Nord è un mare con tre continenti, nel terreno è presente uno strato di ghiaccio (permafrost) che impedisce l'espansione delle radici e nella Tundra è possibile trovare solo muschi e licheni.

L'antartide o il Polo Sud è un continente con tre oceani coperto dai ghiacci, battuto dal vento Blizzard e la sua temperatura è quasi sempre 50° sotto zero.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Deserti


I deserti (= abbandonati) hanno sempre forme di vita.

I deserti calci, cioè aridi ed esposti al vento si trovano ai tropici e cioè al nord e al sud dell'equatore, il più grande a nord è il deserto del Sahara. A nord dell'equatore nel Nord America (Arizona, Messico, California) e al sud di Atacama;  a sul dell'equatore in Asia (Turkestan e India) e Australia.

I deserti freddi sono aridi perché i mondi fermano l'umidità e si trovano nell'Asia centrale, Antartide, Sud America in Patagonia e Nord America a ovest delle montagne rocciose.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Sviluppo sostenibile


Per avere uno sviluppo sostenibile bisogna tutelare la biodiversità, cioè la varietà dei viventi, bisogna non inquinare le acque, bisogna eliminare l'effetto serra e il buco dell'ozono, le piogge acide, i prodotti chimici, i rifiuti con il riutilizzo, il riciclaggio e la raccolta differenziata.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Razza umana


La razza umana è classificata in base a caratteri somatici ereditari in: europoide o caucasica, negroide, mongoloide o gialla, australoide L'ecumene (che significa terra abitata) dipende da fattori storici e sociali come migrazioni, cultura, economia e da fattori geografici come il clima, la fertilità della terra, l'acqua.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Le lingue


Le lingue indoeuropee sono diffuse in Europa, Americhe, Australia, Iran e India, sono diffuse per le conquiste coloniali (alfabeto latino). Le lingue sino-tibetane in Cina. Le lingue Bantù-sudanesi in Africa e Sud Sahara. Le lingue Uralo - Altaiche in Turchia e Asia centrale (alfabeto cirillico). Le lingue semitiche in Nord Africa, Medio Oriente e Israele come arabo e ebraico (alfabeto arabo).

Le lingue più diffuse sono: inglese, cinese, arabo, hindi, russo.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Rifugiati


I migranti, cioè persone che dall'Africa si spostano all'Europa, dal Messico agli Stati Uniti, dalle montagne alle pianure ma soprattutto dai paesi poveri ai paesi ricchi sono 175 milioni (numero in continuo crescendo).

I rifugiati, cioè persone che fuggono nel mondo (per migliori condizioni di vita o per fuggire dalla guerra) vengono accolti di più da Germania, Uganda, Iran e dall'Europa. Sono tutelati dall'ONU e sono 25 milioni.
Continua a leggere »

Acquistare giocattoli online per bambini e ragazzi

I bambini adorano i giocattoli e si affezionano facilmente ad essi anche quando sono ancora dei neonati. Quando incominciano a parlare e a dire frasi complete faranno emergere i loro diritti di bambino chiedendo anche con insistenza l'acquisto di nuovi giocattoli perché quelli che hanno sono troppo vecchi e rotti. Poi arriveranno le feste come il Natale, la Befana e il compleanno e anche in questo caso non può mancare un bellissimo giocattolo capace di fargli brillare gli occhi dalla felicità.
Fino a qualche tempo fa era davvero un'impresa trovare il giocattolo giusto, sicuro e adatto all'età del bambino, in modo che non lo trovi noioso. Al giorno d'oggi anche chi non ha molto tempo da dedicare alle uscite nei negozi di giocattoli e ai lunghi consigli del negoziante si può puntare direttamente ai negozi online per acquistare giocattoli per bambini e ragazzi in tutta sicurezza.

In questo elenco di quelli che ho reputato i migliori siti vengono in quasi tutti suddivisi i giochi e giocattoli per fasce di età, in questo modo vi sarà difficile prendere il giocattolo sbagliato e non farete brutta figura con i vostri figli o coi bambini degli altri. Vi basterà avere un account paypal, conto corrente ecc per fare gli acquisti e potrebbero volerci anche meno di 10 minuti.

Vi consiglio di leggere con attenzione i regolamenti dei singoli siti perché dietro un prezzo basso potrebbe nascondersi un alto prezzo di spedizione; ho messo più di un sito così potete confrontare i prezzi per quella categoria di giocattoli ma credo che i primi due non si discutono...

1) Amazonè il migliore sito per fare acquisti online per la vasta qualità di prodotti, per il prezzo e per l'affidabilità. In questa sezione dedicata ai giochi e ai giocattoli per bambini e ragazzi troverete prodotti di grandi marche come Clementoni, Barbie, Chicco, Fisher-Price, LEGO, Giochi Preziosi e tanto altro. Inoltre la sezione è suddivisa per fasce di età (da 0 a 2 anni, da 2 a 5 anni, da 5 a 7 anni, da 7 a 10 anni, da 10 a 14 anni) per scegliere senza problemi un giocattolo adatto alla loro età. Inoltre sempre sulla stessa pagina è possibile trovare i giocattoli suddivisi per tipologia come costruzioni, bambole, giochi di società, puzzle, giochi educativi, peluche, modelli e giochi per attività creative.

2) CheGiochi: è un altro bel sito, forse uno dei più grandi in Italia, incentrato sui giochi per ogni età da 0 a 99 anni (ci scherzano su...).  Per cercare un gioco non dovete fare altro che selezionare l'età del bambino o del ragazzo, selezionare il sesso, indicare il budget di cui si dispone per fare l'acquisto (vi conviene iniziare da un prezzo maggiore e poi abbassare man mano la cifra) ed infine selezionare la categoria se avete più o meno un'idea dell'oggetto da comprare.

3) ToyCenter: anche in questo noto sito troverete scendendo a metà pagina la suddivisione dei giocattoli perfetti in base all'età del bambino o ragazzo, potete trovare giocattoli per neonati di 0-12 mesi fino a ragazzi che superano i 12 anni. Selezionando una queste sezioni troverete raffigurato il prodotto ed il prezzo.

4) Toyx: su questo sito potete trovare giocattoli di tantissime marche. Ho notato che prediligono giocattoli per bambini dai 6 anni in su tipo biciclette, camion enormi, costruzioni e quant'altro.

5) MisterToysMegaStore: se avete le idee chiare sul prodotto da comprare e volete confrontare i prezzi con i siti precedenti potete recarvi su questo sito dove troverete nel menù di sinistra tutte le sezioni di giocattoli del sito così da non perdere tempo in inutili ricerche.

6) Giocattoli creativi: su questo sito potete trovare giocattoli dove bambini e ragazzi potranno dare sfogo alla loro creatività. Sono per lo più giocattoli tradizionali ma di ultima generazione ovvero in vecchio stile ma sicuri, belli e soprattutto funzionanti.

7) Myxiou Giocattoli: in questo negozio online di giocattoli tutto italiano troverete giocattoli per la prima infanzia, giochi educativi e giocattoli elettronici; anche qui non mancano le migliori marche di giocattoli come Fisher Price, Clementoni ecc.

8) Mondo dei Bimbi: per trovare il giocattolo ideale dovete solamente inserire la fascia di età, la fascia di prezzo e la categoria di appartenenza.

9) Giocattolissimo: un altro bel sito dove poter acquistare i giocattoli per i propri bambini. In fondo alla pagina sono spiegati i motivi per cui scegliere questo sito per acquistare giocattoli online.

10) Giochi Lego: è davvero raro trovare un bambino che odia le costruzioni lego, pertanto potrebbe essere la scelta sicura per fare regali senza conoscere i veri gusti del bambino.

11) Piccolezze: i giocattoli di questo sito non seguono le mode del momento, seguono i bambini (da 0 a 9 anni)... si tratta di giocattoli semplici come morbide bambole, costruzioni in legno come dondoli, cubi, macchine, treni e tanto altro che somigliano ai giochi del passato ma sono sicuri e resistenti.

Sono graditi suggerimenti di nuovi siti :)
Continua a leggere »

Come aggiungere pulsante o profilo Linkedin su Blogger

Linkedin, diversamente dagli altri social network come Facebook, Twitter e Google+ incentrati sul divertimento e l'intrattenimento si rivolge ad un pubblico più "serio" e cerca di creare delle relazioni professionali. Molti blog aziendali dipendono sempre di più da Linkedin e non possono fare a meno di aggiungere il pulsante Linkedin sul loro blog.
Per quanto riguarda Blogger non è presente il pulsante di condivisione di Linkedin, per cui se lo volete, dovete inserirlo manualmente nel codice del modello.

Bottone Linkedin

Dal sito developer Linkedin potete prelevare il codice che vi interessa cliccando su Get it. Quando avrete inserito l'URL, la lingua e il tipo di contatore o pulsante e cliccato su Get Code vi appariranno due codici che vanno incollati in due posizioni differenti.

Andate su Modello > Modifica HTML e prima del tag </head> dovete inserire questo codice:
<script src="//platform.linkedin.com/in.js" type="text/javascript"> lang: it_IT </script>

Andando su Layout > Aggiungi un gadget > HTML/Javascript il codice da inserire per il contatore verticale sarà quest'altro:
<script type="IN/Share" data-counter="top"></script>

Se volete il contatore orizzontale dovete sostituire "top" con "right", mentre se non volete visualizzare alcun contatore dovete rimuovere tutto il tag evidenziato in rosso.

Come inserire bottone Linkedin sotto i post

Se volete posizionare il pulsante Linkedin sotto i post dovete andare su Modello > Modifica HTML e poi dopo la riga <div class='post-footer'> dovete aggiungere questo codice:
<b:if cond='data:blog.pageType == &quot;item&quot;'> INSERISCI CODICE BOTTONE LINKEDIN</b:if>
La scritta in rosso va sostituita con il codice del vostro bottone Linkedin.

Se avete dei dubbi vi consiglio di seguire la guida per inserire il pulsante Reddit dove è presente lo stesso passaggio.

Profilo Linkedin

Per installare il badget del profilo Linkedin va usato il codice iniziale messo prima del tag </head> (basta inserirlo una sola volta per entrambi). Poi da Layout dovete inserire in un gadget HTML/Javascript il seguente codice:
<script type="IN/MemberProfile" data-id="http://www.linkedin.com/in/nickname" data-related="false" data-width="220" data-format="inline" data-text="Seguimi su Linkedin"/></script>

Dovete modificare l'url del profilo, potete personalizzare la larghezza, mostrare/nascondere i propri contatti (sostituire "false" con "true") e cambiare l'aspetto del badge inserendo "click" o "hover" al posto di "inline".
Continua a leggere »

Come numerare i commenti e le risposte su Blogger

L'ordine dei commenti di Blogger è sempre dal più vecchio al più recente, questo vuol dire che i commenti più recenti si troveranno sempre in fondo, vicino al modulo per i commenti, quelli più vecchi, sempre in alto. Probabilmente sarebbe stato più utile il caso inverso dato che poi, una volta superato il limite, vanno a finire in una seconda pagina.

Se nel vostro blog i commentatori non mancano e certi post finiscono per avere decine o centinaia di commenti dovere per forza numerare i commenti e le risposte dei post in modo che diventi più semplice trovare l'ordine di un discorso creatosi all'interno dell'articolo stesso.


Eccovi l'anteprima del risultato:


Come potete notare i commenti principali vengono affiancati da un numero sempre crescente mentre le risposte del commento vengono affiancate da una lettera dell'alfabeto.


Se volete ottenere questo risultato per mostrare il numero del commento dovrete andare su Modello > Modifica HTML e cercare il tag ]]></ b: skin> , e prima di esso dovete inserire questo codice:
.comment-thread ol {
counter-reset: contatore-discussioni;
}
.comment-thread li:before {
content: counter(contatore-discussioni,decimal);
counter-increment: contatore-discussioni;
font-size: 26px; /* Dimensioni del numero*/
color: #1B93C1 !important; /* Colore del numero */
font-family: Century Gothic,Lucida Grande,Arial,Helvetica,Sans-Serif,Trebuchet MS; /* Tipo di Font */
font-weight: bold; /* Grassetto */
font-style: italic; /* Corsivo */
text-align: center;
float:right;
margin-right:45px;
margin-left:15px;
margin-top:-6px;
}
.comment-thread ol ol {
counter-reset: numero-risposte;
}
.comment-thread li li:before {
content: counter(contatore-discussioni,decimal) "." counter(numero-risposte,lower-latin);
counter-increment: numero-risposte;
font-size: 24px; /* Dimensioni della lettera */
color: #1B93C1 !important; /* Colore della lettera */
font-family: Century Gothic,Lucida Grande,Arial,Helvetica,Sans-Serif,Trebuchet MS; /* Tipo di Font */
font-weight: bold; /* Grassetto */
font-style: italic; /* Corsivo */
text-align: center;
float:right;
margin-right:45px;
margin-left:15px;
margin-top:-6px;
}

Il codice css è ampiamente personalizzabile e a fianco sono riportate le spiegazioni (es. Dimensione della lettera, Grassetto, Corsivo...), in questo modo potete cambiare il colore del font usato, lo sfondo, la posizione ecc. secondo le proprie esigenze.
Continua a leggere »

Come aggiungere una chat di assistenza clienti su Blogger

Se siete in possesso di un sito su Blogger che si occupa della vendita di prodotti online allora non potete fargli mancare un servizio di assistenza clienti di qualità per aiutare l'utenza rispondendo alle loro domande immediatamente ed incrementare le vendite. Tante volte anche un buon sito può apparire strano agli occhi degli utenti e diffidano nel fare acquisti nonostante il prodotto sia buono ed anche conveniente; l'assistenza clienti in tempo reale potrebbe fargli cambiare in 2 minuti in quanto è un ottimo segno di affidabilità.

Per aggiungere una live chat di assistenza clienti su Blogger dovete recarvi sul sito MyLiveChat ed eseguire la registrazione inserendo i vostri dati personali come email, password e nome. Dovete anche accettare i loro termini di servizio e poi cliccare sul pulsante "Create account now". Una volta completato questo passaggio vi sarà sufficiente accedere al vostro account in modo da poter creare un widget per la chat che poi dovrete integrare su Blogger.




Al termine della creazione del widget vi verrà fornito un codice che dovete aggiungere sul vostro sito Blogger, come si può vedere nella schermata qui sotto. Vi basterà copiarlo e seguire il passaggio successivo.


Adesso dovete andare nel vostro blog, entrare nella sezione Modello > Modifica HTML e cercare il tag </body> , prima di esso dovete aggiungere il codice copiato nel passaggio precedete. Una volta fatto questo dovrete salvare il modello e verificare che il widget sia stato installato correttamente.


Dopo aver installato il widget della chat su Blogger dovrete creare l'agent ID che vi servirà per interagire con i vostri clienti o lettori. Andate alla pagina MyLiveChat Agents (funziona solo a chi ha fatto prima il login) e noterete alcuni account agent di default. Se scegliete l'account gratuito avrete diritto a un solo account agent e facendo click sul simbolo della matita potete modificare le informazioni e personalizzarlo un po'.



Per iniziare a chattare con i vostri clienti o utenti sarà necessario installare un'applicazione desktop o in alternativa potete utilizzare l'applicazione web. Se si opta per l'applicazione web sarà necessario inserire l'ID che potete trovare in questa pagina sotto la scheda relativa alle informazioni sull'account. Inoltre sarà necessario immettere il nome utente e la password per effettuare il login agent. Una volta che avete finito di inserire le informazioni richieste dovete premere il pulsante "Login".


Questo è tutto! Adesso dovreste vedere il widget della chat in basso a destra del vostro blog. Gli utenti potranno facilmente inserire le loro domande e si può rispondere anche in un secondo momento se non si è online. Questo widget è davvero veloce, professionale e si può usare gratuitamente.

LEGGI ANCHE: Migliori live chat per Blogger
Continua a leggere »

Migliori software di supporto live chat per Blogger

Le persone che fanno ricerche sul web e capitano sul vostro blog vi hanno scelto perché sperano di trovare delle risposte o delle soluzioni migliori rispetto a quelle trovate in precedenza. Purtroppo non è facile essere in grado di soddisfare i problemi di ogni utente scrivendo un articolo ed in questo caso potrebbe rivelarsi utile la scelta di introdurre nel blog un software di live chat. Le live chat sono uno dei migliori modi per fornire risposte immediate alle domande degli utenti. In passato, ho scritto un articolo su come aggiungere un supporto live chat su Blogger, ma ci sono molte altre aziende che forniscono caratteristiche più affascinanti ed interessanti per i suoi utenti. In questo articolo vi saranno mostrati i migliori software di supporto live chat per il vostro sito Blogger:

1) PureChat


PureChat fornisce un ottimo servizio di supporto live gratuito per i proprietari di siti web e blog. E' facile da usare grazie alla sua interfaccia estremamente friendly e semplice da integrare. In essa viene fornita una dashboard di amministrazione da cui è possibile rispondere a più conversazioni nello stesso momento. Inoltre è presente anche una scheda relativa alle statistiche, è possibile aggiungere altri account per offrire un servizio ancora migliore e visualizzare la vechie conversazioni fatte con qualsiasi utente. Ma la cosa più importante è che è sicuro e ben protetto.


2) MyLiveChat


MyLiveChat è un nuovo software di live chat ideale per i siti di business online. Si può facilmente integrare su Blogger, permette di interagire non solo con gli utenti ma consente anche di monitorare il traffico in tempo reale, fornendo la posizione dell'utente, la pagina in cui si trova e tanto altro. Inoltre è possibile invitare altri utenti con un semplice click. Vengono fornite un sacco di altre funzionalità di personalizzazione rispetto alle altre alternative e si può fare branding cambiando il logo sul box e altro ancora.


3) OnlineChatCenters


OnlineChatCenter esiste da molto più tempo e fornisce un servizio di assistenza in chat in tre piani differenti: gratis, Premium (5$ al mese), Enterprise (50$ al mese).


4) Olark


Olark non è un servizio di supporto chat gratuito, si tratta di un software premium ma con caratteristiche migliori e più potenti rispetto a quelle segnalate in precedenza. Sono presenti alcune applicazioni di terze parti che sono collegate con Olark e vi permetteranno di chattare con i clienti che entrano ed escono nel blog.


5) Zopim


Zopim è un altro fornitore premium leader di servizi di chat dal vivo e viene utilizzato dalla maggior parte dei siti e-commerce di fiducia. E' facile da integrare su Blogger ed offre anche un piano gratuito per chi vuole testarlo ed essere sicuro che sia perfetto per il proprio sito. Anche in questo caso non si parla solo di una live chat ma di analisi degli utenti attraverso i dati che vengono messi a disposizione ed inoltre è possibile personalizzare il widget secondo l'aspetto del proprio tema.

LEGGI ANCHE: Modulo di contatto in posizione flottante
Continua a leggere »