Come caricare javascript in modo asincrono

JavaScript è un linguaggio di scripting abbastanza pesante per un sito web e non bisogna esagerare con il loro utilizzo perché sono pesanti e quando un browser apre una pagina web esegue per prima cosa i javascript e poi tutto il resto. Normalmente prima devono essere caricati i contenuti del sito (titolo sito, titolo del post, descrizione ecc.) e poi tutto il resto. Per fare in modo che ciò avvenga è possibile caricare in modo asincrono i javascript esterni.
Di solito sono gli stessi servizi esterni come Facebook, Pinterest, Google Plus, Twitter, Disqus, Shareolic o ShareThis a fornire javascript in modo asincrono, ma quando invece si carica un javascript nel proprio sito bisogna procedere manualmente.

Per rendere asincrono un javascript bisogna aggiungere in modo opportuno un elemento async="" come nel codice sottostante:
<script type="text/javascript" async src="Indirizzo del javascript"></script>
oppure
<script type="text/javascript" async src="Indirizzo del javascript"/>

Se invece il codice javascript è interno e potete incollarlo all'interno del template del vostro sito o blog, il codice per renderlo asincrono da utilizzare è il seguente:
<script async='async' type='text/javascript'>//<![CDATA[
QUI INSERITE LO SCRIPT PER ESTESO
//]]></script>

L'unico modo per rendersi conto che il javascript sia stato reso asincrono è quello di aprire il sito e vederlo apparire qualche istante dopo gli altri elementi. Il sito risulterà più veloce nel caricamento e potrete notare la differenza usando lo strumento offerto da Pingdoms.
Continua a leggere »

Differenza tra Shoah e Olocausto

Di solito quando succedono cose spiacevoli si pensa che la soluzione migliore sia quella di dimenticare tutto e andare avanti, ma ci sono cose che non si devono dimenticare. Il giorno della memoria è una ricorrenza internazionale che si celebre il 27 gennaio di ogni anno come giornata in commemorazione delle vittime dell'Olocausto, per non dimenticare.
Con il termine Olocausto si intende il genocidio commesso dalla Germania nazista e dai suoi alleati nei confronti degli ebrei di tutta Europa e di tutte le altre categorie di persone ritenute indesiderabili, inferiori (omosessuali, zingari, testimoni di Geova, dissidenti). Nello sterminio morirono un numero compreso tra i 5 e i 6 milioni di ebrei, di ogni sesso ed età ed in totale le morti causate dai nazisti furono ben di più, 15 milioni in pochi anni. La parola olocausto (notare la "o" minuscola), che in greco significa "tutto bruciato", era una cerimonia religiosa di sacrificio animale praticata nell'antichità specialmente dai greci e dagli ebrei, durante la quale la bestia veniva bruciata interamente. Uno dei primi utilizzi del termine olocausto da parte della stampa generalista si ha nella didascalia di una foto pubblicata il 7 maggio 1945 nelle rivista Life all'interno dell'articolo "German atrocities" relativa al rinvenimento dei prigionieri uccisi nel campo di Gardelegen. Dalla allora il termine "olocausto" è stato utilizzato non solo per descrivere lo sterminio subito dagli ebrei d'Europa da parte della Germania nazista di Adolf Hitler, ma anche in modo estensivo, per indicare massacri o catastrofi umanitarie su larga scala. La «fortuna» del temine in questa accezione derivò dal romanzo “Olocausto” - Holocaust nell'originale in lingua inglese; il titolo del romanzo storico scritto da Gerald Green che descriveva vicende ambientate nel periodo nazista.

Il termine (Shoah o Sho'ah), che in lingua ebraica significa "distruzione" (o "desolazione", o "calamità", con il senso di una sciagura improvvisa, inaspettata), è un'altra parola utilizzata per riferirsi all'Olocausto. A causa del significato religioso del termine “olocausto - o minuscola”, alcuni, ebrei ma non solo, trovano inappropriato l'uso di tale termine: costoro giudicano offensivo paragonare o associare l'uccisione di milioni di ebrei a una "offerta a Dio". Di conseguenza il termine Shoah è stato adottato più recentemente per descrivere la tragedia ebraica di quel periodo storico, anche allo scopo di sottolinearne la specificità rispetto ad altri casi di genocidio. "Shoah" venne usato per la prima volta nel 1940 dalla comunità ebraica in Palestina, in riferimento alla distruzione degli ebrei polacchi e da allora definisce nella sua interezza il genocidio della popolazione ebraica d'Europa.

Quindi, la differenza fra Shoah e Olocausto, qual è? Nessuna.
Sostanzialmente, quale termine è meglio usare? "Shoah".
Continua a leggere »

Sistemare "Remove query strings from static resources" - Wordpress

Utilizzando il tool di Pingdoms o GTMetrix per testare velocità e prestazioni del proprio sito web, potreste esservi imbattuti nel parametro "Remove query strings from static resources" che in italiano significa "Rimuovi le stringhe delle query dalle risorse statiche". Utilizzando Pingdom potreste ritrovarvi un valore molto basso mentre usando Pagespeed potreste ritrovarvi una serie di url di risorse JS o CSS che contengono le stringhe "?" o "&" e questa cosa non è ben vista in ottica SEO, specialmente per Wordpress, in quanto questi file non potrebbero essere serviti come copia cache.


Per migliorare di molto il punteggio relativo a "Remove query strings from static resources" dovrete recarvi nel file functions.php del vostro tema ed aggiungere in una posizione che non vada in conflitto con altre funzioni, il codice seguente:
function _remove_script_version( $src ){
$parts = explode( '?', $src );
return $parts[0];
}
add_filter( 'script_loader_src', '_remove_script_version', 15, 1 );
add_filter( 'style_loader_src', '_remove_script_version', 15, 1 );

Bisogna salvare il file e poi, prima di rifare il test con Pingdoms per vedere i miglioramenti, dovrete prima recarvi nelle impostazioni del vostro plugin per la cache (se ne state utilizzandone uno) e poi cancellare totalmente la cache. Rifacendo nuovamente il test noterete che il punteggio è notevolmente incrementato; un buon punteggio sarebbe >85 punti.

Se invece non siete in grado di aggiungere correttamente il codice nel file functions.php, potrete installare il plugin Wordpress Remove Query Strings From Static Resources, che farà questo al posto vostro, finché lo terrete attivo e funzionante.
Continua a leggere »

Sistemare "Specify a Vary: Accept-Encoding header" - Wordpress

vary accept encoding
Quando si inizia a capire come sia possibile migliorare le prestazione di Wordpress è difficile trovare un motivo per smettere, d'altronde più un sito è veloce e meglio viene visto sia dai motori di ricerca sia dagli utenti stessi. In un precedente post ho spiegato come sia possibile migliorare il parametro Leverage Browser Caching che riguarda la cache mentre stavolta vi presento il parametro "Specify a Vary: Accept-Encoding header". Il Vary HTTP Header può anche essere usato per guidare facilmente i server di caching quando devono servire la pagina dalla cache o quando non si deve cambiare l'user agent.

Normalmente su Pingdoms ha già un buon punteggio (superiore a 80%) ma grazie a questa guida vi sarà possibile incrementarlo sino al 100% in modo estremamente facile. 



È necessario aggiungere il seguente codice nel file .htaccess che si trova nella directory principale del server e si può accedere via FTP. Si può aggiungere il codice per ultimo, oppure prima della voce "# BEGIN WordPress", se presente.
<IfModule mod_deflate.c>
  <FilesMatch "\.(css|js|xml)$">
    SetOutputFilter DEFLATE
  </FilesMatch>
</IfModule>

<IfModule mod_headers.c>
  <FilesMatch "\.(js|css|xml|gz)$">
    Header append Vary Accept-Encoding
  </FilesMatch>
</IfModule>

In realtà non è un singolo codice ma sono due codici distinti e separati, il primo gestisce CSS, JavaScript e XML attraverso la compressione fatta con mod_deflate, mentre il secondo codice serve per conservare sia la versione compressa sia quella non compressa di un file, in quanto alcuni client non accettano file compressi con GZip.

Noterete questo miglioramento solo usando Pingdoms, vi basterà reinserire il sito per il test e noterete dalla sezione "Performance Grade" il massimo valore possibile (100/100) per il parametro Specify a Vary: Accept-Encoding header.
Continua a leggere »

Migliori temi HTML5 (responsive) per Blogger

L'uso dell'html cresce in tutto il mondo. Esso fornisce caratteristiche sorprendenti e opzioni flessibili ai propri utenti. Adesso si sente spesso parlare di HTML5 (come i video di YouTube), si tratta di una versione avanzata dell'HTML che fornisce funzionalità aggiuntive avanzate. In questo articolo sono stati raccolti alcuni dei migliori modelli HTML5 in modo da poter scegliere quello migliore per i vostri siti.



1) Focuz


Focuz è un modello polivalente e pieno di creatività, ciò significa che va bene per tutti i tipi di siti, tra cui notizie, blog, portfolio, imprese, istruzione ecc Si tratta di un tema altamente responsive che funziona al meglio su tutti i tipi di dispositivi. E' costruito su Bootstrap 3.3.


2) Mzine


Mzine è un tema altamente reattivo, creativo e moderno. E' costruito in particolar modo per tutti i tipi di riviste online, giornali e blog personali. Il modello possiede stili unici e caratteristiche che regalano una grande classe al vostro sito.


3) Agency


Agency, come fa intuire la parola stessa è un modello responsive consigliato per le agenzie ed i siti aziendali. Il template è molto semplice e facile da usare, è altamente personalizzabili nelle funzioni, colori e nel layout.


4) Unexpected


Unexpected è un modello HTML altamente reattivo con caratteristiche polivalenti e con icone basate su disegni. Si tratta di un modello molto leggero che non vi farà perdere troppo tempo nelle personalizzazione. È costruito su CSS3.


5) Miracle


Con 10 diverse eleganti skin, illimitati colori, 21 disegni di potenti diapositive e diversi stili di menù, Miracle è un modello HTML pronto all'uso e altamente reattivo e compatibile in tutti i dispositivi,


6) Seramag


Seramag è un modello HTML professionale, moderno e molto facile da usare. Si tratta di un modello polivalente consigliato per la realizzazione di blog sportivi, notiziari, di immagini e siti di video. Il modello possiede un bel design e layout.


7) Dott


Dott è un bel modello, moderno, reattivo, caratteristiche che lo rendono perfetto per tutti i tipi di attività. È molto semplice ma ha stile, il che lo rende pronto all'uso e di ottima attrazione ai visitatori.


8) Haircut


Haircut è un modello pulito, semplice e unico, con un design accattivante e moderno. Il modello è perfettamente progettato per siti di bellezza. Le caratteristiche e le altre opzioni sono totalmente personalizzabili.


9) Loki


Loki è un modello onepage pulito e creativo che è perfetto per le agenzie, studi o per promuovere il vostro lavoro.


10) Revelance


Revelance è un template realizzato con il moderno HTM5 e si può visualizzare correttamente su schermi di qualsiasi dimensione. Costruito con le più recenti tecnologie come HTML5, CSS3, jQuery, ed ottimizzato SEO per poter aspirare ai primi risultati delle ricerche di Google.


11) Action


Action è un modello pulito, semplice, facile da usare e molto attraente. E' perfetto per tutti i tipi di negozi online. Presenta un aspetto moderno capace di attirare potenziali clienti molto rapidamente.


12) Troy


TROY è un template premium in HTML5 per concessionarie di automobili adatto per aziende o individui che vogliono presentare i loro lavori al più alto livello. Questo modello utilizza le più recenti tecnologie HTML5 e CSS3.


13) Fitness Zone


Fitness Zone è un modello HTML altamente reattivo costruito per siti di palestre, club sportivi e centri fitness. Questo modello è l'ideale per chi deve presentare dei servizi nel modo migliore, con bellissimi menù, design e layout compatibili per tutti i dispositivi.


14) Hungry


Hungry è un tema HTML5 formato da una sola pagina, l'ideale per siti di cucina, più precisamente di ristoranti. trovate anche un proprio modulo di prenotazione che potrete facilmente configurare in base alle vostre esigenze.


15) CitiLights


Citilight è un tema premium per siti di immobiliare, per esporre gli immobili in vendita e tutti i dettagli connessi con Google Maps.


16) Mirage


Mirage è un modello HTML dal design pulito e molto reattivo, perfetto per tutti i siti aziendali.


17) Cuvey


Cuvey è un modello multiuso adatto per qualsiasi tipo di sito web, per uso personale o aziendale. Le pagine del tema sono progettate con un look moderno e facile da utilizzare.



18) Bakery


Bakery è un potente e ricco template HTML5 fatto appositamente per panettieri e pasticcerie.


19) Active Host


Active Host è un tema HTML5 utilizzato da chi gestisce aziende di web hosting.


20) Ecstasy

Ecstasy è un tema sia one-page sia multi-page progettato con le più moderne tecnologie, perfetto per tutti i tipi di business, portfolio e siti aziendali.
Continua a leggere »

Tema sulla Shoah

Il 27 gennaio ricorda senza dubbio, la peggiore strage del secolo appena trascorso, la cosiddetta Shoah, che in lingua ebraica significa 'distruzione'. In effetti, è avvenuta una vera e propria distruzione di vite umane. Il popolo ebraico, dalla diaspora è stato in continuo migrare; gli ebrei esiliati da Israele hanno vagato per il mondo, ed erano arrivati ad essere presenti in tutta Europa e già alla fine dell'800 le idee nazionaliste avevano iniziato a considerare, quella ebraica, una razza inferiore, che avrebbe potuto rovinare la razza pura, ovvero quella tedesca, detta ariana, una razza che non aveva avuto alcun incrocio con nessun altra razza. Durante la seconda guerra mondiale, il cancelliere della Germania era Adolf Hitler. Egli iniziò già dai primi anni '30 ad architettare una vera e propria soluzione finale contro quelli che lui considerava "esseri inferiori", oltre agli ebrei: gli zingari, gli omosessuali, i testimoni di Geova etc. Hitler fece costruire dapprima dei ghetti, tra cui ricordiamo i più famosi: Terezin, Di Varsavia, Rzezow, Lodz etc. perlopiù in Polonia ed in Cecoslovacchia. Qua, in questi quartieri ghetto fecero concentrare tutta la popolazione ebrea d'Europa. Le condizioni dei ghetti erano pessime: la gente viveva ammassata, non c'erano i viveri e la gente moriva di malattie al tempo diffusissime, come il tifo. Quando i ghetti non non bastarono più si andò oltre: vennero fatti costruire dei veri e propri campi di sterminio nei quali, una volta entrati, gli ebrei non sarebbero mai più potuti uscire. Auschwitz, fu la casa della morte ed insieme ad Auschwitz ci furono: Treblinka, Sobibor, Birkenau. Sei milioni di persone furono uccise. la morte più cruenta era quella nelle camere a gas che i nazisti facevano passare come docce. 'Andate a farvi la doccia' dicevano, ma in realtà i prigionieri erano mandati in una camera dove, invece d'acqua sgorgava giù ziklom B, un veleno potentissimo che uccideva la gente in pochi minuti. Una volta morti, i cadaveri venivano cremati e le loro ceneri, disperse nei laghi. Al loro arrivo i prigionieri si spogliavano e quelli ridotti troppo male venivano giustiziati sommariamente insieme ad anziani e bambini. Quelli che erano più o meno in forze venivano rasati e mandati a lavorare come assistenti dei nazisti: cacciavano i denti d'oro ai cadaveri, facevano dei capelli coperte e tessuti da vendere sul mercato e spogliavano i corpi dei loro vestiti, tutto ciò ovviamente non per cattiveria, ma per conquistarsi una razione di cibo. Nel 1945, carri armati sovietici e americani, diedero fine a questa terribile strage, liberando i prigionieri dai campi impauriti, con gravi malattie e sottopeso. Tantissimi i ragazzi orfani, senza più un identità ma solo un numero di riconoscimento tatuato sul braccio. Le origini di questa strage sono appunto da far risalire al tempo della diaspora, nei secoli avanti Cristo. Gli ebrei privati della loro nazione avevano migrato in tutto il mondo. Col tempo intrapreso una carriera e a fine '800 vennero considerati come esseri umani che 'avevano rubato il lavoro alla gente della nazione', poi la strage definitiva fu data non solo da questo, ma anche da un odio infondato di uomini che ritenevano i propri fratelli colpevoli di essere di una 'razza' non pura. Nel tempo tantissimi film e documentari sono andati in onda su questa strage. Anche la nostra patria Italia ha un patrimonio cinematografico degno di nota ovvero 'La vita e bella' che parla della Shoah raccontata ad un bimbo come un gioco, un film senz'altro emozionante. Le testimonianze che sono vive della strage sono poche e stanno al museo di Auschwitz. Entrando in questo museo, si esce sicuramente cambiati, consapevoli di appartenere alla specie umana che purtroppo molto spesso si accanisce contro se stessa. Io penso che questa è stata una delle peggiori macchie nere della storia dell'umanità e spero che ogni uomo porga sempre una mano ad un suo simile, perché altrimenti tra noi e una qualunque bestia, non ci sarebbe differenza.
Continua a leggere »

Tema sull'Olocausto

Il termine “Olocausto” viene dal greco, e letteralmente, significa “tutto bruciato” (holos “completo” e kaustos “rogo”). Questa parola è propriamente usata per descrivere il sacrificio animale che veniva compiuto anticamente sull’altare dei templi, ma ormai ci ricorda qualcosa di molto più profondo, un evento del XX secolo che ha visto come protagonisti milioni di morti innocenti. Infatti l’Olocausto si riferisce al genocidio compiuto dalla Germania nazista verso tutte le persone ritenute “indegne”, come omosessuali, zingari, testimoni di Geova, ecclesiastici, oppositori politici, ecc…, ma soprattutto verso quella che era da loro considerata una “razza inferiore”: gli Ebrei. Chiamare questo massacro col nome di olocausto, in realtà è inappropriato, poiché è offensivo anche solo pensare che l’uccisione di milioni di persone sia stata un’offerta a Dio, perciò per lo sterminio degli Ebrei, viene usato il nome di “Shoah” che significa “desolazione”, “catastrofe”. Per mano dei nazisti, furono circa sei milioni gli Ebrei uccisi nelle camere a gas e con altri brutali metodi e torture. Queste informazioni ci sono giunte direttamente dai registri e dalla documentazione dei nazisti stessi.
La storia dell´Olocausto, cioè dell´uccisione di sei milioni di ebrei da parte dei nazisti, non è mai stata scritta compiutamente, anche se migliaia di libri sull'argomento sono comparsi dopo il 1945. La ragione è che una storia non esiste e che semmai bisognerebbe raccontarne sei milioni. Mancano inoltre documenti fondamentali, come quelli che riguardano l´organizzazione scientifica del genocidio: in gran parte i nazisti li hanno distrutti, ma molti, i più importanti, non li hanno mai scritti. Se Hitler, ad esempio, fosse comparso in aula a Norimberga, avrebbe perfino potuto sostenere di non avere mai ordinato l´uccisione di nessuno, ben sapendo di non avere mai messo tale ordine nero su bianco. Il documento più esplicito che si conosca è una lettera di Hermann Göring [ministro] a Reinhard Heydrich [il capo dell´"Ufficio per l´emigrazione per gli ebrei"], del 30 luglio 1941, con l´ordine di «fare tutti i preparativi necessari e di prendere provvedimenti... per una soluzione finale del problema ebraico nei territori europei posti sotto l´influenza tedesca». La sinistra formula "soluzione finale" equivale comunque, ben si sa', a sterminio. Lo stesso genocidio non fu comunque deciso di punto in bianco ed è possibile che né Hitler né i capi nazisti avessero già preso decisioni in tale senso nel 1938, quando furono pubblicate le leggi di Norimberga, che in pratica ponevano gli ebrei al di fuori delle leggi ed affidavano le loro esistenze all´arbitrio dell´"Ufficio degli affari ebraici" o anche all'iniziativa delle SS. A quel tempo l´Ufficio cercava ancora di organizzare il balordo piano per il trasferimento degli ebrei tedeschi, poco meno di trecentomila, nel Madagascar. Un´alternativa era, secondo Himmler [capo delle SS], il loro scambio con diecimila autocarri, da richiedere agli Stati Uniti e alle democrazie occidentali. Il primo segnale di morte giunse nel mese di settembre del 1939, con la campagna di Polonia. Dietro alle truppe combattenti c´erano le "squadre speciali" delle SS, incaricate di rastrellare gli ebrei nelle zone occupate, di radunarli in alcune città come a Varsavia e a Lodz, ma anche di eliminarli immediatamente dove faceva più comodo.Forse non era ancora stata decisa l´eliminazione generale, ma migliaia di uomini, donne e bambini furono uccisi, con un colpo alla nuca nei più pietosi dei casi e sepolti in fosse comuni o bruciati. La stessa strategia fu messa in atto poi negli altri territori occupati a Occidente nel 1940: qui i nazisti non potevano, ancora, fucilare la gente in massa, ma procedevano con qualche cautela: identificavano gli ebrei, li isolavano, li deportavano. Si può dire che alla fine del 1944 l´Olocausto era ormai compiuto: nei tristemente noti campi di sterminio, i cui nomi rappresenteranno per sempre l´infamia: Dachau, Aushwitz, Buchenwald, Mauthausen, fra i più famigerati, almeno sei milioni di vite erano state spente.
Il numero è largamente congetturale, ottenuto in pratica dopo la guerra con la conta dei presenti: neppure un milione di ebrei sopravviveva in Europa, mentre nel 1939 erano almeno sette milioni.
La comunità più colpita era quella polacca, presente nel Paese con tre milioni di persone fin dal Quattordicesimo secolo: non ne erano sopravvissute che poche migliaia. Ma tutti i Paesi d´Europa erano stati colpiti: più di tutti, in proporzione, in Olanda, dove la comunità di centocinquanta mila persone era stata interamente deportata e solo pochi erano tornati. Senza dubbio, la peggiore strage del secolo appena trascorso.

LEGGI ANCHE: Tema sulla Shoah
Continua a leggere »

Migliorare "Leverage Browser Caching" - Wordpress

Sicuramente vi sarete scontrati coi pesanti giudizi di Google Page Speed e nel tentativo di migliorare il punteggio ottenuto vi sarete imbattuti alla voce "Sfrutta il caching del browser". mentre se avete utilizzato il tool di Pingdoms torverete "Leverage Browser Caching". Se volete migliorare di molto questo parametro, dovrete utilizzare plugin per la cache come WP Super Cache. Se volete ottenere risultati ancora migliori dovrete accedere al cPanel di Wordpress oppure utilizzare FTP (es. Filezilla).

Il codice da incollare nel file .htaccess (che si trova nella root del sito web) è il seguente:
## EXPIRES CACHING ##
<IfModule mod_expires.c>
ExpiresActive On
ExpiresByType image/jpg "access 1 year"
ExpiresByType image/jpeg "access 1 year"
ExpiresByType image/gif "access 1 year"
ExpiresByType image/png "access 1 year"
ExpiresByType text/css "access 1 month"
ExpiresByType text/html "access 1 month"
ExpiresByType application/pdf "access 1 month"
ExpiresByType text/x-javascript "access 1 month"
ExpiresByType application/x-shockwave-flash "access 1 month"
ExpiresByType image/x-icon "access 1 year"
ExpiresDefault "access 1 month"
</IfModule>
## EXPIRES CACHING ##

Dopo averlo inserito vi basterà salvare il file e rifare il test, noterete sicuramente miglioramenti in termini di caricamento della pagina e anche a livello di punteggio.

Da questo momento in poi, alcuni tipi di files potranno essere memorizzati e quindi non verranno scaricati ogni volta che viene visitato il sito. Come potete vedere le immagini rimangono salvate per un anno, mentre css, html, javascript per un mese... questi parametri potrete modificarli se siete sicuri di quel che fate o lasciarli così come sono adesso.

Per guadagnare altri punti facili su Pagespeed, leggetevi anche l'articolo:
Sistemare il parametro Specify a Vary: Accept Encoding header
Continua a leggere »

Gioco del dinosauro nascosto su Chrome

Quando la connessione internet è assente, cioè quando si apre il browser (in questo caso si fa riferimento al solo Google Chrome), su PC e smartphone Android, oltre alla solita pagina con la scritta "Impossibile connettersi alla rete", oppure "La pagina web non è disponibile", appare anche un gioco. Chiamarlo gioco, forse, è esagerato, sarebbe più corretto chiamarlo giochino online da passatempo. Che poi è anche nascosto e per ora non molte persone ne sono a conoscenza. Quando appare un dinosauro al centro dello schermo, vi basterà premere il tasto SPAZIO per avviarlo. Appartiene al genere di giochi di corsa ad ostacoli: a correre sarà proprio il dinosauro e gli ostacoli saranno i cactus. Man mano che supererete gli ostacoli incrementerà il vostro punteggio e di conseguenza anche la velocità del gioco stesso.

Il gioco del dinosauro nascosto su Chrome dalla grafica bianco e nero, in realtà, non è del tutto nascosto, semmai se ne ignora l'esistenza. E' stato inserito proprio per ridurre l'attesa quando internet è temporaneamente non disponibile (es. si è riavviato il router). Qualcuno dice che abbiano scelto un dinosauro perché i dinosauri si sono estinti come la connessione in quel momento, oppure perché internet non esisteva ai loro tempi.

Per far partire il gioco del dinosauro da PC si deve disabilitare la connessione ethernet (staccare il cavo) e disattivare il wifi, infine basterà aprire un qualsiasi sito web.
Per quanto riguarda lo smartphone, basterà attivare la modalità aereo ed utilizzare Chrome per una qualsiasi ricerca su internet e anche qui, dato che siete senza alcuna connessione, vi ritroverete il gioco del dinosauro da giocare offline.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Francia - La costituzione del 1791


Mentre i nobili fuggono all'estero, Re Luigi XVI fa resistenza rifiutandosi di firmare i decreti dell'assemblea; il popolo e la guardia nazionale costringono Re e assemblea a trasferirsi a Parigi.
La costituzione del 1791 nasce tra l'ottobre 1789 e il settembre 1791. Viene smantellato l'assolutismo dell'"antico regime": il potere legislativo va ad una assemblea legislativa (Parlamento Monocamerale) eletta dal popolo, il potere esecutivo va al Re sottomesso alla legge.
Si tratta di una monarchia costituzionale, però la maggioranza aristocratico-borghese vuole difendere i propri privilegi politici e sociali e abolisce le corporazioni, lo sciopero e le associazioni operaie.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Francia - L'amministrazione


L'amministrazione della Francia è divisa in 83 dipartimenti che attuano il decentramento, cioè sono amministrati da organi locali che sostituiscono nobiltà ed intendenti. Per risolvere le difficoltà finanziarie si vendono i beni della chiesa, attraverso gli assegnati che favoriscono i ricchi. L'amministrazione della politica ecclesiastica con la costituzione civile del Clero (1790) si riprende il "Gallicanesimo" rifiutata da papa Pio VI: sciolti gli ordini religiosi, controllo e stipendio dallo stato. Il Re Luigi XVI dovrebbe collaborare ma spera nella restaurazione.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: I Girondini


I Girondini (opposti ai Giacobini) sono repubblicani moderati e hanno la maggioranza nel Parlamento del 1792. Propongono la guerra contro Austria e Prussia, che sostengono il vecchio regime, col pretesto di "rafforzare la rivoluzione"  e con l'appoggio del Re che spera nella sconfitta e nella restaurazione, dopo aver tentato la fuga in Belgio. La guerra contro Austria e Prussia avviene nel 1792 e rafforza la rivoluzione che insorge sul Re traditore. Il 10 agosto 1792 i Sanculotti, popolani rivoluzionari, rinchiudono la famiglia reale nella prigione del tempio.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Fine della monarchia francese


Dopo l'insurrezione del popolo si forma una "comune rivoluzionaria" in mano a Cordiglieri e Giacobini.
Il Parlamento sospende il Re e convoca le elezioni a suffragio universale per una convenzione costituente. Nelle prigioni si uccidono i contro rivoluzionari.
Le truppe rivoluzionarie vincono a Valmy nel settembre del 1792, viene proclamata la Repubblica.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Girondini e Montagnardi - Francia


I "due poli" francesi.

I Girondini sono di estrazione medio/alto borghese, difendono la libera iniziativa economica e vogliono il decentramento.
I Montagnardi sono un'alleanza tra piccolo-borghesi e "Sanculotti", vogliono una democrazia spinta sino al piano sociale e sono per un potere economico dello stato e l'accentramento.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Il re ghigliottinato in Francia


Tra i primi atti della convenzione vi fu il processo al re. Riconosciuto colpevole, Luigi XVI viene ghigliottinato il 21 gennaio 1793. Questo fatto accelerò la nascita della 1° coalizione anti-francese: Austria, Prussia, Gran Bretagna, Spagna, Principati italiani e tedeschi.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Caduta dei Girondini


I Girondini, che controllano il governo, si trovano presto in difficoltà.
La crisi economica e l'inflazione colpiscono i poveri. Vandea (nord-ovest) si sviluppa una ribellione controrivoluzionaria, è guerra civile. L'Inghilterra entra nella 1° coalizione (1793) e i francesi perdono tutte le loro conquiste.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Giacobini al potere


Nel giugno 1793, su pressione di Comune e Montagna, i Girondini vengono arrestati. La Convenzione dominata dai Giacobini approva una costituzione repubblicana di stampo democratico, ma poiché in emergenza non viene applicata. Il potere si concentra nel Comitato di salute pubblica (fase del "terrore", cioè dittatura sanguinaria) creato da Maximilien Robespierre (1758-1794).
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Marat


Jean Paul Marat, direttore del giornale "L'amico del popolo" sosteneva una politica intransigente contro  nemici della rivoluzione. L'assassinio di Marat, per opera di una monarchica (13/7/93) concentrò il potere nel Comitato di salute pubblica. Nel periodo del "Terrore" furono massacrati monarchici, moderati e rivoluzionari, un tempo amici.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Il Terrore - Francia


Il Comitato di salute pubblica decide la riforma dell'esercito (leva di massa, controllo politico), il contro di prezzi e salati, la lotta ai controrivoluzionari (basta un sospetto per la condanna a morte), il genocidio della Vandea e la scristianizzazione (tentativo di eliminare ogni segno del culto Cristiano).
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Rieducazione del popolo - Francia


La rieducazione del popolo serve per sradicare il Cristianesimo. Per questo si introducono un nuovo calendario, in modo che il tempo inizia dalla Repubblica (mesi lunghi uguale con nomi ispirati alle stagioni, decadi al posto di settimane, animali, piante e strumenti al posto dei santi.) e nuove feste e riti rivoluzionari (l'albero della libertà, uno dei simboli al centro dei riti rivoluzionari).
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Lotta tra fazioni in Francia


Danton, 1° presidente del comitato di salute pubblica chiede di attenuare la repressione. Hebert vuole misure più radicali, ma entrambi vengono messi a morte. Robespierre trionfa, ma è isolato, lascia però delle riforme: aumentò i salari, impose un calmiere, assistenza per i poveri.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Francia - Il 9 Termidoro - Colpo di Stato


Il 9 Termidoro = 27 luglio 1794 - Colpo di Stato. Il terrore si intensifica, i nemici di Robespierre, con l'appoggio della palude e di militari, arrestano i capi giacobini e li mettono a morte. Poi il "terrore bianco", prevale la volontà di rivalsa dei borghesi impoveriti dai giacobini e dei nobili e del Clero tornati dall'esilio. Non c'è pace nazionale, bande armate danno la caccia ai giacobini.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Svolta a Destra - Francia


Si pensa ad un ritorno alla monarchia ma Luigi XVII non è disponibile.Con la costituzione dell'anno 3° (svolta a Destra) ritorna il suffragio censitario, il potere legislativo è diviso tra due camere, resta l'accentramento amministrativo, l'esecutivo va a un direttorio di 5 membri, il nuovo governo ha pochi consensi e spesso ricorre all'esercito contro i sanculotti e i monarchici.

Fonte: Mapper-Mapper
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Direttorio debole in Francia


La debolezza del direttorio. Il nuovo governo gode di pochi consensi e spesso ricorre all'esercito: nel 1795 per disperdere l'ultima protesta di Sanculotti, il 5 ottobre spara sui monarchici che protestano contro la ri-elezione dei membri della convenzione in parlamento. Eroe del 13 vendemmiaio è il giovane generale Bonaparte e dopo il termidoro fu riabilitato dal nuovo governo. Nel 1793 Bonaparte partecipa alla vittoria sugli inglesi a Tolone e diventa generale grazie alle simpatie giacobine.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: L'ideala Comunista in Francia


Gracco Babeuf, giornalista e agitatore politico, i cui ideali sono anticipatori del socialcomunismo, raduna i giacobini e organizza un partito rivoluzionario "Gli Uguali". Gli obiettivi del partito sono: abolire la proprietà, garantire dallo stato la distribuzione equa di beni e servizi. Nel 1796 si scopre la "Congiura" per prendere il potere e Babeuf viene messo a morte.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: L'ascesa di Napoleone


L'ascesa di Napoleone avviene dopo le uniche due vittorie del direttorio francese, infatti nel 1795 Prussia e Spagna firmano la pace e restano contro Inghilterra e Austria. Nel 1796 il direttorio lancia un'offensiva col fronte principale in Germania, verso il fiume Reno, ma senza risultati. Napoleone piomba sul nord Italia con un esercito, sconfigge austriaci e piemontesi e conquista Savoia, Piemonte, Lombardia, Ducati, Padani e Bologna. Nel 1797 si apre la via verso il Venero e il Trentino, l'Austria è costretta all'armistizio. L'ascesa di Napoleone è ben vista dal direttorio grazie a Giuseppina Buarné che prima sposerà e poi ripudierà.
Continua a leggere »

Il Concilio di Trento: Cause e conseguenze

Lo scopo principale del Concilio di Trento era quello di affrontare i problemi emersi all'interno della chiesa cattolica in seguito alla riforma protestante, in modo da ripristinare l'unità dell'Europa cattolica.
Inizialmente avrebbe dovuto essere un concilio ecumenico (ovvero universale), al quale avrebbero dovuto partecipare sia protestanti sia cattolici per favorire una riconciliazione tra le due parti: per questo venne scelta la città di Trento, che era in un territorio "neutrale".

Tuttavia, prima che il concilio avesse inizio, i protestanti decisero di non prendervi parte perché:
  1. non accettavano il ruolo di preminenza che il papa pretendeva di avere all'interno del concilio
  2. non erano d'accordo con il fatto che potessero partecipare solo gli ecclesiastici, dal momento che contraddiceva il principio luterano del sacerdozio universale dei credenti.

Il concilio si trasformò quindi in un'assemblea di soli cattolici, e ben presto al suo interno si delinearono due tendenze differenti: una insisteva affinché il concilio affrontasse problemi di carattere istituzionale e disciplinare, la seconda insisteva invece per una maggiore attenzione alle questioni dogmatiche e teologiche.
In soldoni, la prima tendenza metteva in secondo piano il dissidio con i protestanti, mentre la seconda spostava il confronto su un piano dove c'era maggiore contesa.
Per evitare che queste due tendenze si traducessero in una vera e propria rottura anche all'interno della chiesa cattolica, si decise di portarle avanti entrambe in parallelo.


Le conseguenze di questa scelta si tradussero in una serie di risoluzioni diverse:
  • sul piano della dottrina, il concilio decise di operare una netta chiusura nei confronti del protestantesimo: ribadì la validità di tutti i sacramenti e riaffermò la superiorità e l'istituzione divina del clero. Inoltre sottolineò con forza che la Chiesa era l'UNICA interprete delle Sacre Scritture (al diavolo la lettura e interpretazione individuale che ogni buon protestante poteva dare). Infine, ribadì che la salvezza si ottiene sì con la fede ma anche con le opere e l'indulgenza disciplinate dalla Chiesa. 
  • sul piano della disciplina, fu ribadito l'obbligo del celibato ecclesiastico e l'obbligo della residenza (cioè sacerdoti, vescovi, ecc... erano tenuti a risiedere nella circoscrizione a loro affidata e non andare a zonzo a farsi gli affari loro) e ai vescovi fu imposto di fare visite regolari nelle loro parrocchie.

Fu anche creata una rete di seminari destinati sia alla formazione di uomini di chiesa colti e preparati, e venne istituito il catechismo.
Continua a leggere »

Esercizi sulla Divina Commedia online

La Divina Commedia è un poema scritto da Dante Alighieri. Non c'è una data precisa di pubblicazione ma secondo i critici si può collocare tra il 1304 e il 1321, ovvero il periodo in cui Dante si trovava in esilio in Lunigiana e Romagna. Il poema è suddiviso in tre parti, dette cantiche, che sono l'Inferno, il Purgatorio e il Paradiso ed ogni cantica è composta da 33 cantiche, fatta eccezione per l'inferno che ne ha una in più. La Divina Commedia narra il viaggio immaginario di Dante attraverso i tre regni ultraterreni che lo condurranno alla visione della Trinità. E' considerata la più grande opera di letteratura di tutti i tempi e per questo viene studiata in tutto il mondo.

Qui di seguito potete trovare una lista dei migliori esercizi interattivi online sulla Divina Commedia di Dante Alighieri, che possono essere misti o suddivisi per canto.

1) Seieditrice: in questo sito, gli esercizi interattivi sulla Divina Commedia sono davvero ben fatti e possono tornare d'aiuto per gli studenti che devono ripeterla o riassumerla, perché suddivisi inizialmente nelle tre cantiche (Inferno, Purgatorio e Paradiso). Scelta una cantica, dovete selezionare uno dei canti che ne fanno parte e l'esercizio è avviato. Il modello di queste esercitazioni interattive e autocorrettive è quello degli invalsi diversificate per tipologia (a risposta singola, multipla, a trascinamento, a completamento) per la verifica immediata e l'approfondimento dello studio della Divina Commedia.

2) Studenti.it: mette a disposizione un test di dieci domande a risposta multipla e per ogni domanda ci sono tre risposte, ma solamente una è quella corretta.

3) Studenti.it: è presente un secondo test di verifica sulla conoscenza della Divina Commedia, ma questa volta composto da ben 20 domande a scelta multipla.

4) OilProject: qui potete trovare una verifica sulla struttura della Divina Commedia e l'Inferno di Dante. I quesiti totali da svolgere sono 11, alcuni sono vero o falso, altri a risposta multipla o a completamento.

5) Studentville: dieci domande relative all'introduzione alla Divina Commedia.

6) Studentiville: dieci domande su Dante Alighieri, vita e opere.
Continua a leggere »