Scuolissima.com - Guide online per imparare gratis
     

Differenza tra il Dì, il Giorno e la Giornata

Usare delle parole come sinonimi per anni e poi scoprire che possiedono significato o uso differente, potrebbe essere un bella sorpresa. In questo articolo analizzeremo i sostantivi , giorno e giornata... siete certi di averli usati sempre nel modo più opportuno?



Giorno

Il giorno è costituito dal e della notte ed ha una durata di 24 ore (23 ore 56 minuti e 4,0905 secondi). Esso è il periodo del moto diurno di rotazione della sfera celeste, nonché del moto di rotazione della Terra rispetto alla posizione media delle stelle visibili.

Oggi il giorno comincia a mezzanotte (ora indicata con "00:00", inclusa) e termina con la mezzanotte successiva (24:00, esclusa).

Il giorno è convenzionalmente diviso in 4 fasi:

00.00 - 06.00: Notte
06.00 - 12.00: Mattino
12.00 - 18.00: Pomeriggio
18.00 - 00.00: Sera


Esempio: Mangio 3 volte al giorno; vuol dire che nell'arco delle 24 ore mangiamo 3 volte.



Con il termine  intendiamo la fascia oraria in cui siamo illuminati dalla luce solare, dall'alba al tramonto. Viene usato sia come forma di saluto sia nelle ricette mediche.

Esempio: buon dì; una pillola due volte al dì...



Giornata

La giornata come il dì, indica l'intervallo di tempo compreso tra l'alba e il tramonto (quindi sera e notte escluse, altrimenti avremmo avuto "serata" e "nottata").
Cambia solamente l'uso del termine in quanto sta ad indicare questo intervallo di tempo in rapporto alle attività (o alle condizioni fisiche e psichiche) di chi lo trascorre e ai fatti che accadono.

Esempio: giornata lavorativa / noiosa / faticosa ...
Continua a leggere »

Frasi sulla malinconia

La malinconia è uno stato d'animo di vaga tristezza, spesso alimentato dall'indugio rassegnato o addirittura compiaciuto, nell'ambito di sentimenti d'inquietudine o delusione.
Il termine è composto da due parole greche: mélas, mélanos (nero), e cholé (bile), quindi bile nera; l'umor nero, uno dei quattro umori generati dall'organismo umano, cui si attribuivano malefici e spesso fatali influssi sulle funzioni vitali.



In questa pagina trovate una raccolta di frasi, aforismi e citazioni sulla malinconia, quella sensazione che ti prende quando guardi una vecchia foto, quando ti fermi a pensare alla tua vita passata e senti la mancanza di una persona, di un animale, a volte anche solo di un ambiente.

1) La melanconia è la tristezza diventata leggera. (Italo Calvino)

2) Ci sono lancette d'orologio che girano più lentamente di altre. Sono quelle della malinconia. (Salvatore Cutrupi)

3) I dolori, le delusioni e la malinconia non sono fatti per renderci scontenti e toglierci valore e dignità, ma per maturarci. (Hermann Hesse)

4) Se c'è un inferno sulla terra, questo si trova nel cuore di un uomo malinconico. (Robert Burton)

5) La malinconia è la versione romantica della tristezza. (Alessandro Morandotti)

6) Il ricordo ha bisogno della malinconia per avere tutto il suo profumo. (Anne Barratin)

7) Tutti possono essere tristi; ma la malinconia resta l’appannaggio delle anime superiori. (Georges-Eugène Faillet)

8) Se si domanda a un malinconico quale ragione egli abbia per esser così, cosa gli pesa, risponderà che non lo sa, che non lo può spiegare. In questo consiste lo sconfinato orizzonte della malinconia. (Søren Kierkegaard)

9) La malinconia è fatta di sogni che devono restare tali. (Roberto Gervaso)

10) C’è una malinconia che nasce dalla grandezza. (Nicolas Chamfort)

11) La malinconia è condivisa da tutti gli uomini di genio (Aristotele)

12) La malinconia è il languido desiderio di insolubile. (Emil Cioran)

13) La felicità non è un rimedio alla malinconia, anzi l'aggrava, perché questa si nutre con la stessa avidità dei nostri piaceri e dei nostri dolori. Tutto le sta bene, a nostre spese. (Emil Cioran)

14) La malinconia è una sorta di noia raffinata, la sensazione di non appartenere al mondo. (Emil Cioran)

15) La malinconia è come un vento che spira dalla parte del freddo. Devi aspettare che passi, che si allontani da te. Non imitare i grandi alberi che, quasi per orgoglio, non vogliono piegarsi al vento e prima o poi crollano. Comportati come le canne che vedi al limite del campo. Si agitano, si abbassano, ma poi tornano come prima. La malinconia è come un vento fra le canne. (Romano Battaglia)

16) Il lavoro è il miglior antidoto alla malinconia. (Arthur Conan Doyle)

17) La malinconia è la felicità di essere tristi. (Victor Hugo)

18) Nulla, tranne una battaglia perduta, può essere così malinconico come una battaglia vinta. (Duca di Wellington)

19) Tutti i cambiamenti, anche i più attesi, hanno la loro malinconia, perché ciò che lasciano dietro di noi è parte di noi stessi. Dobbiamo morire in una vita prima di poter entrare in un'altra. (Anatole France)

20) La malinconia è come un'improvvisa folata di vento: arriva quando meno te l'aspetti e fa male. Però, anche potendo, non saprei rinunciare alla sua strana magia. (Filippo Alosi)

21) Quando si riesce ad alternare l’umorismo con la malinconia, si ha un successo, ma quando le stesse cose sono nel contempo divertenti e malinconiche, è semplicemente meraviglioso. (François Truffaut)

22) Tutti sanno, cioè, che un clown dev’essere malinconico per essere un buon clown, ma che per lui la malinconia sia una faccenda seria, fin lì non arrivano. (Heinrich Böll)

23) In un mondo senza malinconia gli usignoli si metterebbero a ruttare. (Emil Cioran)

24) È uno strano destino quello della malinconia. Prende anche se hai tutto. Il viso non mostra segni di sofferenza: è meglio una febbre che costringe a rimanere a letto malati. Se sei triste e stai soffrendo, dentro, nessuno capisce, nessuno ti crede; tutti pensano che sia un posa, uno strano modo di mettersi in mostra. (Romano Battaglia)

25) Il lato diabolico della malinconia è quello non solo di far ammalare le sue vittime, ma anche di renderle presuntuose e miopi, addirittura quasi superbe. Si crede di essere come Atlante che da solo deve reggere sulle proprie spalle tutti i dolori e gli enigmi del mondo, come se mille altri non sopportassero gli stessi dolori e non vagassero nello stesso labirinto. (Hermann Hesse)

26) La depressione è la melanconia meno il suo fascino. (Susan Sontag)

27) La mia malinconia è l'amante più fedele che abbia mai conosciuto. (Søren Kierkegaard)

28) La malinconia non è fatta né per le bestie né per gli uomini: ma se questi vi si abbandonano disperatamente, diventano bestie. (Miguel de Cervantes)

29) La malinconia è un sentimento umano fondamentale, compagna di strada nell'essere in solitudine. (Paolo Crepet)

30) I vuoti del cuore pesano come macigni. (Emanuela Breda)

31) La malinconia è fatta di ricordi; la tristezza, di rimpianti; l'angoscia, di rimorsi. (Roberto Gervaso)

32) La malinconia ci fa ritrovare i nostri sentimenti; l'infelicità, i nostri valori. (Roberto Gervaso)

33) Il ragno invisibile della malinconia stende sempre la sua ragnatela grigia sui luoghi in cui fummo felici e da cui la felicità è fuggita.
(Bolesław Prus)

34) La malinconia non è che la sventura della gente felice. (Roger Judrin)

35) Di lui si diceva fosse un tipo malincronico. (Giovanni Soriano)

36) I momenti migliori dell’amore sono quelli di una quieta e dolce malinconia, dove tu piangi e non sai di che. (Giacomo Leopardi)

37) La malinconia nasce quando non si può volere, cioè tendere a una meta, perché non si sa e non si vuol sapere ciò che si vuole. (Claudio Magris)

38) Un desiderio di desideri: la malinconia. (Lev Tolstoj)

39) Non c'è nulla che avvicini le persone più in fretta di una triste e malinconica comprensione. (Milan Kundera)

40) Tutto ciò che è finito, tutto ciò che è ultimo, desta sempre naturalmente nell’uomo un sentimento di dolore, e di malinconia. (Giacomo Leopardi)

41) La malinconia procede verso un futuro più lontano di quello sempre intravisto dalla speranza. (Roberto Morpurgo)

42) Credo che la malinconia sia un problema musicale, una dissonanza, un ritmo alterato. Mentre fuori tutto accade con un vertiginoso ritmo da cascata, dentro c’è una lentezza esausta da goccia d’acqua che cade di tanto in tanto. Ecco perché quel fuori contemplato dal dentro melanconico risulta assurdo e irreale e costituisce la farsa che tutti dobbiamo rappresentare.
(Alejandra Pizarnik)

43) Scrupoli e malinconia, fuori di casa mia. (Filippo Neri)

44) La malinconia, è l’autunno del dolore. (Anne Barratin)

45) La malinconia è solo la carezza di un ricordo, ruvida di rimpianti. (Consuelo Lazzari)

46) Osservò la scena e pensò alla vita- e come regolarmente gli succedeva quando pensava alla vita, diventò malinconico. Una tristezza dolce discese in lui. Sentì quanto era vano lottare contro la sorte- era questa la saggezza che i secoli gli avevano tramandato. (James Joyce)

47) La malinconia è l'assenza di una persona che non puoi avere accanto, ma che ti cammina nel cuore, accarezzandoti l'anima ogni giorno. (Anonimo)

48) Non startene solo, non startene in ozio. (Antidoto contro la malinconia, Robert Burton)

49) So perché sono triste, ma non saprei dire perché sono melanconico. Prolungandosi nel tempo senza mai raggiungere un’intensità particolare, gli stati melanconici cancellano dalla coscienza ogni motivo iniziale, presente invece nella tristezza. (Emil Cioran)

50) Ogni volta che m’accorgo di atteggiare le labbra al torvo, ogni volta che nell'anima mi scende come un novembre umido e piovigginoso, ogni volta che mi accorgo di fermarmi involontariamente dinanzi alle agenzie di pompe funebri e di andar dietro a tutti i funerali che incontro, e specialmente ogni volta che il malumore si fa tanto forte in me che mi occorre un robusto principio morale per impedirmi di scendere risoluto in istrada e gettare metodicamente per terra il cappello alla gente, allora decido che è tempo di mettermi in mare al più presto. (Herman Melville)

51) La malinconia è perciò, di tutti i toni poetici, il più legittimo. (Edgar Allan Poe)

52)
Questo lillà perde i fiori.
Da se medesimo cade
e cela la sua antica ombra.
Morirò di cose come questa.
(Alejandra Pizarnik)

53) Ogni tanto ho qualche crisi di malinconia, ma le supero con la massima facilità grazie alle lettere, quelle che scrivo e quelle che ricevo: mi ridanno coraggio. Stia comunque certo che non mi succede mai senza una ragione. Spesso mi chiedo se vale la pena di vivere. Non sono né caldo, né freddo e non trovo piacere in nulla. (Wolfgang Amadeus Mozart)

54) Per rappresentare la malinconia, Albrecht Dürer incide, nel 1514, una figura china, la cui concentrazione assorta contrasta singolarmente con il proliferare di oggetti concreti che la attorniano. Sembra, a questo proposito, che il mistero che contempli sia proprio quello del suo legame con le cose, che resistono, estranee, al suo volgere lo sguardo altrove. (Alice Barale)

55) La malinconia non è altro che un ricordo inconsapevole. (Gustave Flaubert)

56) Gli uomini malinconici sono tra tutti i più arguti. (Aristotele)

57) La malinconia nasce dalla differenza tra te ed i tuoi ricordi; loro sono infrangibili, tu no. (schivami, Twitter)

58) Con la felicità puoi concederti al massimo una sveltina. La malinconia invece è instancabile. (GMartelloni, Twitter)

59) Livello di malinconia: corsa sotto la pioggia. (anomal0, Twitter)

60) Questo tempo mette così malinconia che una zanzara appoggiata sul mio braccio sussurra "fa lo stesso se invece di pungerti parliamo un po'?" (MaxMangione, Twitter)

61) Devo ancora capire se la malinconia parte dalla testa o dal cuore. So solo che li svuota tutti e due. (ValeSantaSubito, Twitter)

62) Non toccare la malinconia, è lei che mi fa vedere treni nelle nuvole, lucciole nelle sigarette accese, pioggia nei libri e qualcosa in te. (schivami, Twitter)

63) Io la prima volta che ho usato la malinconia mica lo sapevo che mi avrebbe creato dipendenza. (Barbamaura, Twitter)

64) Bella la malinconia di chi ha amato tanto e che non sta con chiunque, ma preferisce aspettare la persona giusta, rivivendo il passato. (CannovaV, Twitter)

65) Se bastasse dirsi addio per allontanarsi davvero, non esisterebbe la malinconia. (CannovaV, Twitter)

66) La malinconia è un momento di quiete tra una tempesta e l'altra. (CannovaV, Twitter)

67) La malinconia sa soffocarti con mani gentili. (mesmeri, Twitter)

68) Tranquilli, la malinconia è come la nebbia. Fa paura solo a chi non ci è abituato. (alfcolella, Twitter)

69) Confesso la mia dipendenza dalla malinconia. Come droga, quando non la sento nelle vene, la cerco in un cassetto o in un angolo di strada. (MHeathcliff, Twitter)

70) Quando mi hai detto che ho gli occhi a forma di malinconia, per farsi notare, la bocca ha sorriso. (NinaEin, Twitter)

71) Sotto un velo di malinconia trovi degli occhi ancor più luminosi. (flarin, Twitter)

72) Chi ti vede ti definisce “Solare”. Perché la Foschia lieve della Malinconia la vede solo chi si ferma un po’ a viverti. (ziacoca, Twitter)

73) La malinconia è una pozzanghera dove si specchiano le mancanze. (CannovaV, Twitter)

74) Una panchina vuota, un solo pensiero e un tramonto. Questi sono tutti gli ingredienti che servono per descrivere la malinconia. (CannovaV, Twitter)

75) Che bastarda la malinconia, ti dà un pugno allo stomaco mentre ti passa una mano tra i capelli. (Terza_Nota, Twitter)

76) La malinconia è come un amore non corrisposto. Non lo sopporti ma non te lo levi dalla mente. (CannovaV, Twitter)

77) Se la malinconia avesse un suono, sarebbe quello di una nave che saluta e parte per un viaggio senza ritorno. (CannovaV, Twitter)

78) La malinconia ha sempre un brusio di sottofondo. Il rumore assordante delle mancanze. (CannovaV, Twitter)

79)
La vita è un treno in corsa.
Il finestrino è la malinconia.
E quando sei solo, ti siedi, guardi fuori e ti passa davanti tutta la vita.
(CannovaV, Twitter)

80) La malinconia profuma sempre di chiuso perché non riesci a ripulire la mente da ciò che poteva essere e non è stato. (CannovaV, Twitter)

81) Il tempo è il braccio, la malinconia è la mano. Uno ti stringe forte, l'altra si insinua e ti accarezza dove fa più male: tra i ricordi. (CannovaV, Twitter)

82) La malinconia è una stanza piena di ricordi dove sei costretto ad entrare ogni giorno. (CannovaV, Twitter)

83) La domenica pomeriggio è terreno fertile per la malinconia. (istintomaximo, Twitter)

84) A volte la malinconia ha gli occhi lucidi, nell'intento di domare le fiamme di un cuore che non si arrende. (CannovaV, Twitter)

85) Ai momenti di grande felicità, seguono sempre momenti di strana malinconia. Come se si dovessero bilanciare le cose, metterle in ordine. (CryScRyx, Twitter)

86) Cioè alle 3 di notte c'è una malinconia che anche se ascolti su youtube "il ballo del qua qua" dopo un po' ti manca il papero. (Tremenoventi, Twitter)

87) La malinconia è il cuore lontano da ciò che vuoi e la testa che ha ciò che non vuole. (CannovaV, Twitter)

88) La malinconia è una panchina sulla quale ti siedi ad aspettare qualcuno che sai non verrà mai. (CannovaV, Twitter)
Continua a leggere »

Si scrive Di, Dì o Di' ?

La lingua italiana risulta difficile per gli stranieri anche perché vi sono diversi casi di omonimia, ad esempio "DI" è corretto in tutte è tre le forme (Di, o Di'), ovvero con e senza accento e apostrofo. Tuttavia ciascuna grafia ha un suo significato e bisogna fare attenzione al loro uso.

La sera del dì di festa


Di

Di, senza accento e senza apostrofo, è una preposizione semplice.

- Questo diario è di Luca.
- L'auto di mio papà fa uno strano rumore.



, con accento, è il sostantivo maschile derivato dal latino diem, giorno. Questa forma, ormai di uso molto raro, veniva utilizzata in ambito letterario e poetico, mentre oggi viene usata solo per formule di saluto e ricette mediche.

- Buon dì, ti senti meglio oggi?
- Bisogna prendere un cucchiaino di questo sciroppo tre volte al dì.



Di'

Di', con apostrofo, è la seconda persona dell’imperativo del verbo dire. 

- Dai, di' qualcosa!
- Di' alla mamma che oggi ceno fuori!


LEGGI ANCHE: Differenza tra il Dì, il Giorno e la Giornata
Continua a leggere »

Si scrive Finora, Fin'ora o Fin ora?

Le regole della grammatica italiana sono tante e per questo può capitare di confondersi, come nel quesito di questo articolo, dove abbiamo tre parole: "finora, fin'ora e fin ora", ma solamente una di queste è quella corretta per indicare l'avverbio di tempo.



Finora

Finora è la grafia corretta, senza apostrofo e senza spazi. Questa forma è giustificata dal fenomeno chiamato univerbazione, che consiste nell'unione, sia grafica sia verbale, di diverse parole che comunque formavano già un sintagma ricorrente anche se divise.

L'univerbazione caratterizza anche parole quali talvolta, tuttora, talora.


Esempio con frasi:
- Se continua così azzererà quanto di buono fatto finora.
- Oggi non ho voglia di fare nulla... finora tutto bene!!!
- Credo che stiamo smarrendo i principi che ci hanno guidato finora.



Fin'ora

La grafia "fin'ora" è del tutto errata perché in presenza di troncamento non si deve mettere l'apostrofo (come qual è, buon anno, ecc..).



Fin ora

Alcuni linguisti dicono che si possa anche usare la grafia separata "fin ora" perché è un troncamento come "buon anno" e "ben arrivato" e quindi rispetta le regole grammaticali della lingua italiana, ma si tratta comunque di una forma arcaica che veniva utilizzata dai poeti nei primi anni del 1900.
Continua a leggere »

Frasi e aforismi su Dio

Il termine Dio viene usato per indicare un'entità presente nelle diverse cultura religiose che sta al di sopra di ogni cosa e che è dotata di potenza straordinaria.

Rappresentazione artistica di Dio, dalla Creazione di Adamo di Michelangelo.

In questa pagina trovate una raccolta di frasi, aforismi e citazioni su Dio, dedicate sia a chi vi crede e ne ha fatto un punto di rifermento nella propria vita sia a chi non vi crede ed ha una teoria logico-scientifica sull'esistenza di certe creazioni naturali e sul verificarsi di alcune situazioni apparentemente inspiegabili.

1) Agisci come se tutto dipendesse da te, sapendo poi che in realtà tutto dipende da Dio. (Sant' Ignazio di Loyola)

2) La vera potenza di Dio consiste non nell'impedire il male, ma nel saper trarre il bene dal male. (Sant'Agostino)

3) Capisco come si possa guardare la terra ed essere atei, ma non capisco come si possa guardare il cielo di notte e non credere in Dio. (Benjamin Franklin)

4) C'è un solo Dio, è il silenzio di Dio. (Joë Bousquet)

5) Sai quando vuoi tantissimo una cosa e allora chiudi gli occhi ed esprimi quel desiderio? Dio è quello che ti ignora. (Dal film The Island)

6) Con sottile ironia nobilitiamo Dio con l'appellativo di Padre, pur sapendo bene che un padre come lui lo impiccheremmo, se riuscissimo a catturarlo. (Mark Twain)

7) Ogni bambino che nasce ci ricorda che Dio non è ancora stanco degli uomini. (Tagore)

8) Con quanti nomi puoi chiamare Dio? Puoi chiamarlo in mille maniere: Dio, Visnù, Budo, Ernesto, Carisma, Giove, Allah. Tanto non ti risponde. (Corrado Guzzanti)

9) È facile comprendere Dio fino a quando non si tenta di spiegarlo. (Joseph Joubert)

10) Io non so se Dio esiste. Ma se esiste, spero che abbia una buona scusa. (Woody Allen)

11) Rispetto troppo l’idea di Dio per renderlo responsabile di un mondo così assurdo. (Georges Duhamel)

12) Non riesco a immaginare come l’orologio dell’universo possa esistere senza un orologiaio. (Voltaire)

13) Non bisogna giudicare il buon Dio da questo mondo perché è uno schizzo che gli è venuto male. (Vincent Van Gogh)

14) Nel cuore di ogni uomo c’è un vuoto che ha la forma di Dio. (Blaise Pascal)

15) Dio, dammi un assegno della tua presenza. (Marcello Marchesi)

16) L'uomo incontra Dio dietro ogni porta che la scienza riesce ad aprire. (Albert Einstein)

17) C'è un paradosso che spiega l'impossibilità dell'onnipotenza, che può essere formulato in questo modo: se Dio è onnipotente, può creare una pietra che sia così pesante da non poter essere sollevata nemmeno da Lui. Se Dio non riesce ad alzare la pietra, significa che non è onnipotente. Se ci riesce, non è comunque onnipotente, perché non è stato capace di creare una pietra da non poter essere sollevata nemmeno da Lui. (Albert Einstein)

18) L'affermazione più profonda che sia mai stata pronunciata a proposito di Auschwitz non fu affatto un'affermazione, ma una risposta. La domanda: "Ditemi, dov'era Dio, ad Auschwitz?". La risposta: "E l'uomo, dov'era?". (William Clark Styron)

19) Dio in realtà non è che un altro artista. Egli ha inventato la giraffa, l'elefante e il gatto. Non ha un vero stile: non fa altro che provare cose diverse. (Pablo Picasso)

20) C’è un detto molto bello che dice che se i triangoli avessero inventato Dio, l’avrebbero fatto con tre lati. (Montesquieu)

21) Quando Dio creò l'uomo era già stanco, e ciò spiega molte cose. (Mark Twain)

22) Cosa mangia Dio che ha basato la vita sulla catena alimentare? (Giordano Bruno Guerri)

23) Se Dio mi assolve, lo fa sempre per insufficienza di prove. (Alda Merini)

24) Non può esserci un Dio perché, se ce ne fosse uno, non crederei che non sia io. (Friedrich Wilhelm Nietzsche)

25) Servirsi di Dio come di una risposta alla domanda sull’origine delle leggi equivale semplicemente a sostituire un mistero con un altro. (Stephen Hawking)

26) Penso che ci siano due Dio. Ognuno dei quali è convinto che a prendersi cura di me sia l’altro. (Ashleigh Brilliant)

27) Il caso è lo pseudonimo di Dio quando non si firma personalmente. (Anatole France)

28) Le persone vedono Dio ogni giorno, solo che non lo riconoscono. (Pearl Bailey)

29) Se Dio non esistesse, bisognerebbe inventarlo. (Voltaire)

30) Il pensiero della non esistenza di Dio non ha mai spaventato nessuno, ma è terrorizzante invece pensare che ne esista uno come quello che mi hanno descritto. (Denis Diderot)

31) Dio è ateo. (Giovanni Papini)

32) Dio mi perdonerà: è il suo mestiere. (Henrich Heine)

33) Non crederò mai che Dio giochi a dadi col mondo (Albert Einstein)

34) Se volete combattere i dittatori, cominciate col primo: Dio! (Alberto Savinio)

35) Dio è uno scandalo – Uno scandalo che frutta. (Charles Baudelaire)

36) Meno si crede in Dio, più si capisce che altri ci credano. (Jean Rostand)

37) La grandezza la si deve misurare nei confronti con Dio. Quanto più uno si avvicina a Dio tanto più s'innalza. (Natale Ginelli)

38) Io credo nel Dio che ha creato gli uomini, non nel Dio che gli uomini hanno creato. (Alphonse Karr)

39) Inferno cristiano, di fuoco. Inferno pagano, di fuoco. Inferno musulmano, di fuoco. Inferno hindu, in fiamme. A credere nelle religioni, Dio è un rosticciere. (Victor Hugo)

40) Il fatto che tu non creda in Dio non vuol dire che Dio non creda in te. (Dal film Pitch Black)

41) Il buon Dio ci fa invecchiare per una ragione: acquisire saggezza per trovare difetti in tutto ciò che ha creato! (I Simpson)

42) Guarda i girasoli: si inchinano al sole, ma se vedi uno che è inchinato un pò troppo significa che è morto. Tu stai servendo, però non sei un servo. Servire è l'arte suprema. Dio è il primo servitore; Lui serve gli uomini, ma non è servo degli uomini. (Dal film La vita è bella)

43) Dio non è neutrale. Dio partecipa alla guerra militando dalla parte del giusto. (Franco Cuomo)

44) Dio non è che una parola inventata per spiegare il mondo. (Alphonse de Lamartine)

45) Dio è presente nel cuore di tutti, se non come presenza, almeno come nostalgia. (Antonio Bello)

46) Dio è l'unico essere che, per regnare, non ha nemmeno bisogno di esistere. (Charles Baudelaire)

47) Dio è il punto di contatto fra lo zero e l'infinito. (Alfred Jarry)

48) Dio è il nome che dall'inizio dei tempi gli uomini dettero alla loro ignoranza. (Max Nordau)

49) Credo che a volte, quando non riusciamo a discernere bene la nostra strada lungo vie del tutto ignote, Dio ci guida finché tutto non torna a schiarirsi e a ridivenire luminoso. (Frances Parkinson Keyes)

50) Gli amici sono il modo di Dio per scusarsi dei parenti. (Hugh Kingsmill)

51) Quando un uomo bussa alla dimora della solitudine, ad aprirgli la porta è sempre Dio. (Antonio Aschiarolo)

52) Il modo in cui fai l’amore è il modo in cui Dio sarà con te. (Rumi)

53) Dio non ci dimentica mai; siamo noi che dimentichiamo Lui. (Mahatma Gandhi)

54) Io so che Dio non mi dà nulla che non possa gestire. Spero solo che non si fidi troppo di me. (Madre Teresa di Calcutta)

55) Che cosa è dio per la mente che crede, se non il padrone dei padroni, il re dei re di tutto l'universo? È il prepotente massimo. (Luigi Fabbri)

56) Chi non crede in Dio non è vero che non crede in niente perché comincia a credere a tutto. (Gilbert Keith Chesterton)

57) Così mi disse una volta il diavolo: «Anche Dio ha il suo inferno: è il suo amore per gli uomini». (Friedrich Wilhelm Nietzsche)

58) Dio creò la donna. E, a dir vero, da quel momento cessò di esistere la noia; ma cessarono di esistere anche molte altre cose! La donna fu il secondo errore di Dio. (Friedrich Wilhelm Nietzsche)

59) La birra è la prova che Dio ci ama e vuole che siamo felici. (Benjamin Franklin)

60) Dio t'assista', senza l'apostrofo, è una bestemmia? (Marcello Marchesi)

61) Non è Dio che ci manda all’inferno. Siamo noi che volontariamente ci andiamo. (Padre Gabriele Amorth)

62) Ci sono persone nel mondo così affamate, che Dio non può apparire loro se non in forma di pane. (Mahatma Gandhi)

63) Tutti hanno fede in Dio sebbene nessuno lo sappia. Perché chiunque ha fede in se stesso e questo, moltiplicato all'ennesimo grado è Dio. La somma totale di tutto questo è Dio. Noi possiamo non essere Dio, ma siamo di Dio, anche solo come una piccola goccia d'acqua è dell'oceano. (Mahatma Gandhi)

64) Come mai è sempre merito di Dio quando succede qualcosa di bello? (Serie TV Dr. House)

65) Con la sua onnipotenza Dio ha deciso non solo di non esistere, ma anche di non essere mai esistito. (Anacleto Verrecchia)

66) Dio creò l'uomo a sua immagine: vuol dire probabilmente che l'uomo creò Dio secondo la sua immagine. (Georg Christoph Lichtenberg)

67) Dio è il mio personaggio immaginario preferito. (I Simpson)

68) Dio è la nostra radice comune. (Maurice Zundel)

69) Dio non entrerà nella tua vita perché Egli è già nella tua vita, e fare finta come se non vi fosse, non gli impedisce di esserci. (Madeleine Delbrel)

70) Dio non esaudisce i nostri desideri, ma realizza le sue promesse. (Dietrich Bonhoeffer)

71) Dio prese del fango, ci sputò su e nacque Adamo. E Adamo, asciugandosi il viso, disse: "Cominciamo bene". (Giobbe Covatta)

72) Dio risiede in tutti gli uomini, ma essi non sono tutti in Lui e da ciò provengono le loro sofferenze. (Ramakrishna)

73) Dio è una forza più potente di mamma e papà messi insieme. (I Simpson)

74) E se dicessimo, con umiltà e calma sicurezza: non c'è ancora un Dio, ma quando ne saremo davvero degni, verrà. Non dall'esterno, ma da noi stessi. (Pär Fabian Lagerkvist)

75) E se Dio non mi aiuterà più, allora sarò io ad aiutare Dio. (Etty Hillesum)

76) In qualche luogo, dicono gli sciocchi, c'è un Dio meraviglioso che ha fatto l'uomo a sua somiglianza. Eppure l'uomo non è meraviglioso. (James Barlow)

77) Non credo abbia importanza il nome che si dà a Dio. Dio non si offende se è conosciuto come Gesù o Allah, o Buddha o Jehovah, o anche soltanto come Tu!... perché se è Dio, allora sa che noi siamo esseri finiti e non comprendiamo molte cose. (James Clavell)

78) Dio c’è, ma non sei tu. Rilassati. (Anonimo)

79) Nessun Dio è sopravvissuto alla perdita dei propri fedeli. (Stanisław Jerzy Lec)

80) Dio non esiste, ma bisogna far finta di crederci. Ciò gli fa talmente piacere… (Philippe Bouvard)

81) Io: abbreviazione di Dio. (Lorenzo Morandotti)

82) Dio è troppo perfetto per poter pensare ad altro che a sé. (Aristotele)

83) Se mi sono riconciliato con Dio? Beh, ci salutiamo, ma non ci parliamo. (Voltaire)

84) Il più bel miracolo che abbia operato Iddio, è di ave fatto parlar tanto di sé senza esistere. (Ardengo Soffici)

85)
– Baci da Dio!
– Beh, sì, lui ha presto tante cose da me
(Woody Allen)

86) Dio è morto creandoci, noi siamo un’opera postuma. (Gesualdo Bufalino)

87) L'uomo è soltanto un errore di Dio? O forse è Dio soltanto un errore dell'uomo? (Friedrich Nietzsche)

88) Coloro che si rivolgono a Dio per averne conforto, possono trovare conforto, ma non credo che troveranno Dio. (Mignon McLaughlin)

89) Ma Dio, chi prendeva in giro, prima della creazione? (Samuel Beckett)

90) Dio è migliore di quel che sembra, la Creazione non gli rende giustizia. (Gesualdo Bufalino)

91) Che Dio sia morto o no, è impossibile tacerne: c'è stato per tanto tempo. (Elias Canetti)

92) Sono pronto a incontrare il mio Creatore. Quanto a sapere se Lui è pronto alla prova di vedermi, questa è un'altra storia.
(Winston Churchill)

93) Dio esiste, ma non ha nessuna fretta di farlo sapere. (Lev Tolstoj)

94) Credo di sapere cosa si prova ad essere Dio. (Pablo Picasso)

95) Tu sai cosa desideri, ma Dio solo sa cosa ti giova. (Sant'Agostino)

96) Dio è talmente perfetto che non ha bisogno di esistere. (Robert Nozick)

97) Considerando quante cose il buon Dio permette, non si riesce a fugare il sospetto che stia tuttora sperimentando. (Peter Ustinov)

98) Se Dio non esiste, tutto è permesso. (Fëdor Dostoevskij)

99) L'uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una natura visibile. Senza rendersi conto che la natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando. (Hubert Reeves)

100) Aiutati che Dio ti aiuta. (Proverbio)

101) Vivere senza Dio è un rompicapo e un tormento. L’uomo non può vivere senza inginocchiarsi davanti a qualcosa. Se l’uomo rifiuta Dio, si inginocchia davanti ad un idolo. (Fëdor Dostoevskij)

102) Io credo in Dio – Il problema è che credo a tutti. (Alfredo Accatino)

103) Quando Dio è al centro, tu adori. Quando non lo è, ti preoccupi. (Rick warren)

104) Dio è il più grande atto di superbia dell’uomo; e quando egli l’avrà espiato, non ne troverà mai uno più grande. (Elias Canetti)

105) Io credo nel Sole anche quando non brilla. Io credo nell'Amore anche quando non lo sento. Io credo in Dio anche quando tace. (Anonimo)

106) Quando Dio cancella qualcosa dalla tua vita, è perché di lì a poco scriverà cose migliori. (Anonimo)

107)
Momenti felici, grazie a Dio.
Momenti difficili, cercare Dio.
Momenti di tranquillità, adorare Dio.
Momenti dolorosi, fiducia in Dio.
Ogni momento, grazie a Dio.

108) Se non credi che Dio ti ama non hai nulla da sperare. Ma se credi che Dio ti ama non hai nulla da temere. (Raphael Hombach)

109) Innamorarsi di Dio è la più grande storia d'amore; cercarlo, la più grande avventura; trovarlo, la più grande conquista umana. (Sant'Agostino)

110) Non dire a Dio quanto sono grandi i tuoi problemi; di' hai tuoi problemi quanto è grande Dio! (Anonimo)

111) Dove c'è luce, c'è speranza. Dove c'è speranza c'è vita. Dove c'è amore c'è pace. Dove c'è pace c'è Dio. Dove c'è Dio non manca nulla!!! (Anonimo)

112) La cattiva notizia è che Dio non esiste. Quella buona, è che non ne hai bisogno. (UAAR = Unione Atei e Agnostici Razionalisti)

113) La vita è il dono che Dio vi ha fatto. Il modo in cui la vivete è il dono che voi fate a Dio. (Leo Buscaglia)

114) Non fatevi tentare da ciò che luccica, ma solo da ciò che illumina. (A. Santoro)

115) Dio non creò il male. Il male è il risultato dell'assenza di Dio nel cuore degli esseri umani. (Albert Einstein)

116) Dio ha creato la luce. Ma siamo noi che paghiamo la bolletta. (Aldo Vincent)

117) È ovvio per noi amare Dio, anche se spesso ci chiediamo cosa mai Lui ci trovi in noi. (Edgar Watson Howe)

118) Dio è una sfera infinita, il cui centro è ovunque e la circonferenza in nessun luogo. (Timeo di Locri)

119) Io crederei all’esistenza del Salvatore se voi aveste una faccia da salvati. (Frederich Nietzsche)

120) Io non so se Dio esiste, ma se non esiste ci fa una figura migliore. (Stefano Benni)

121) Se parli a Dio, stai pregando; se Dio parla a te, sei affetto da schizofrenia. (Thomas Szasz)

122) In breve, la mia teologia è che l’universo è stato dettato, ma non firmato. (Christopher Morley)

123) Dio altri non è che un umorista che lavora per un pubblico che ha paura di ridere. (Anonimo)

124) Dio spesso ci visita, ma il più delle volte non siamo a casa. (Joseph Roux)

125) Se Dio è dappertutto, è anche in me, agisce con me, sbaglia con me, offende Dio con me, combatte con me l’esistenza di Dio. (Paul Henri Thiry d'Holbach)

126) Grazie a Dio, sono ateo. (Luis Bunuel)

127) Dio è il silenzio dell'universo, e l'essere umano il grido che dà un senso a tale silenzio. (José Saramago)

128) Il limite di Dio è la sua onnipotenza: qualunque cosa faccia, poteva farla meglio. (Pino Caruso)

129) Più studio le religioni più sono convinto che l’uomo non ha mai adorato altro che non se stesso. (Sir Richard Francis Burton)

130) Quando Dio tace, gli si può far dire quello che si vuole. (Jean Paul Sartre)

131) Dio è l'invisibile evidente. (Victor Hugo)

132) Mi rifiuto di dimostrare che esisto – dice Dio – perché la dimostrazione è una negazione della fede, e senza la fede io non sono niente. (Douglas Adams)

133) Si tratta di una figura enigmistica che, dopo aver creato il mondo, se ne è andato fischiettando e non è più tornato. C'è chi dice sia stato semplicemente licenziato in quanto era stato assunto a progetto. (Nonciclopedia)

134) Il più grande sforzo della teologia è stato sempre quello di scagionare Dio. (Carlo Gragnani)

135) Chi è Dio, se non colui che ci costringe a porci questo interrogativo? (Andrè Frossard)

136) Dio ci ha dato due orecchie, ma solo una bocca, proprio per ascoltare il doppio e parlare la metà. (Epitteto)

137) Il nostro tempo e il tempo di Dio non vengono misurati con lo stesso orologio. (Charles Spurgeon)

138) Per prima cosa Dio creò il caffè, altrimenti non ce l'avrebbe fatta a fare tutto il resto. (ChiNonMuore1, Twitter)

139) Il fatto che il Papa cammini in una macchina con i spessi vetri antiproiettile me la dice lunga sulla sua fede in Dio. (dlavolo, Twitter)

140) Il sesto giorno Dio creò l’uomo. Poi creò la donna. Poi creò di nuovo l'uomo, che l’altro era scappato. (maxmangione, Twitter)

141) Dio entra sempre nel bagno delle donne, perché c'è scritto Signore. (Dio, Twitter)
Continua a leggere »

Frasi sul Leone

Il leone è noto come il re degli animali, ad esso si attribuiscono l'orgoglio, la forza, il coraggio e la nobiltà, ma non si capisce bene come si sia meritato questa fama, dato che non è né il più grosso (es. l'elefante), né il più forte dei felidi (se la gioca alla pari con la tigre). È vero che l'ampia criniera ricorda per la forma a una corona e che il suo ruggito possente udibile fino a 9 km di distanza gli conferiscono un aspetto fiero e regale, ma la fama di "re" venne al leone nei tempi antichi. Tutto iniziò nel Medioevo, quando si credeva all'esistenza di creature immaginarie e non si sapeva dove stessero gli animali che veramente esistevano. Quindi il leone venne "collocato", erroneamente, nell'immaginario della foresta.

Su una cosa siamo certi: il leone è un …pigrone! Passa dormendo dalle 16 alle 20 ore al giorno, di schiena in mezzo alla savana o al fresco su un comodo albero.


In questa pagina trovate una raccolta di frasi, aforismi e citazioni sul leone, che in prevalenza raffigurano il leone come un animale forte, coraggioso a cui tutti vorrebbero somigliare, mentre una minoranza vede il leone come un animale troppo sopravvalutato per essere considerato il Re dei gli animali.


1) Ogni uomo coraggioso si fa spaventare tre volte da un leone; la prima volta che vede le sue orme, la prima volta che lo sente ruggire e la prima volta che se lo trova davanti. (Ernest Hemingway)

2) Ogni mattina in Africa, quando sorge il sole, una gazzella si sveglia, sa che dovrà correre più del leone o verrà uccisa. Ogni mattina in Africa, quando sorge il sole, un leone si sveglia e sa che dovrà correre più della gazzella, o morirà di fame. Ogni mattina in Africa non importa che tu sia un leone o una gazzella, l’importante è che cominci a correre.
(Proverbio africano)

3) È meglio vivere un giorno da leone che cento anni da pecora. (Proverbio)

4) Io non ho paura di un esercito di leoni, se sono condotti da una pecora. Io temo un esercito di pecore, se sono condotte da un leone. (Re Alessandro Magno)

5) Sui cadaveri dei leoni festeggiano i cani credendo di aver vinto. Ma i leoni rimangono leoni e i cani rimangono cani. (Detto arabo)

6) Il leone usa tutta la sua forza anche per uccidere un coniglio. (Sun Tzu)

7) Colui che ha visto il leone ruggire non corre allo stesso modo di chi lo ha soltanto sentito. (Proverbio africano)

8) Può ben dire la sua un leone, quando a dir la loro ci sono tanti asini in giro. (William Shakespeare)

9) Il leone e il vitello giaceranno insieme, ma il vitello non dormirà molto. (Woody Allen)

10) Quando la pelle del leone non basta, è il momento di cucirsi addosso quella della volpe. (Proverbio toscano)

11) Nel mondo la paura più grande che affligge l'essere umano è la paura dell'opinione altrui. Nel momento in cui non avrai più paura della folla, non sarai più una pecora, diventerai un leone. Dal tuo cuore scaturirà un ruggito, il ruggito della libertà. (Osho)

12) Un cane che abbaia è spesso più utile di un leone che dorme. (Washington Irving)

13) Quando il leone invecchia persino le mosche lo attaccano. (Proverbio della Tanzania)

14) In una terra di predatori il leone non teme mai lo sciacallo. (Serie TV Dexter)

15) Il leone è il re degli animali, ma non troverà mai dei tartufi: per stanare i tartufi ci vuole il grugno di un maiale. (Bruno Barilli)

16) Un leone non si preoccupa del parere delle pecore. (George R.R. Martin)

17) Se mai ti senti come un animale tra gli uomini, sii un leone. (Criss Jami)

18) Il Buddha l’ha chiamato proprio così: “Il Ruggito del Leone”; quando un uomo raggiunge lo stato di assoluto silenzio, ruggisce come un leone.
(Osho)

19) A vent’anni un uomo è un galletto, a trenta un leone, a quaranta un cammello, a cinquanta un serpente, a sessanta un cane, a settanta una scimmia, e ad ottanta non è più niente. (Baltasar Gracián)

20) Il leone che azzanna una gazzella compie un gesto d’amore. Per sé e la sua prole. (Guido Rojetti)

21) Un leone mi ha cacciato su un albero, e ho molto apprezzato la vista dall’alto. (Confucio)

22) Non sottostimate mai i piccoli avversari: un leone si vede, un virus no. (Anonimo)

23) La grandezza è solitaria. Si direbbe anzi che la solitudine è condizione della grandezza. Tutte le intelligenze superiori, tutte le nature superiori sono isolate − l’aquila vive sola, il leone solo. (Iginio Ugo Tarchetti)

24) La sera leoni, la mattina coglioni. (Proverbio)

25) Ciò che si dice vicino alla coda di un leone morto, non lo si dice quando il leone è vivo. (Proverbio ivoriano)

26) La natura ci mostra solo la coda del leone. Ma non ho dubbi sul fatto che dietro vi sia il leone anche se non può mostrarsi tutto a un tratto. Lo vediamo soltanto nel modo in cui lo vedrebbe un pidocchio se gli stesse addosso. (Albert Einstein)

27) Una stessa legge per il leone e per il bue è oppressione. (William Blake)

28) Un cane vivo sta meglio di un leone morto. (Winston Churchill)

29) Chi non riesce a essere leone, si accontenta di fare la scimmia. (Fausto Gianfranceschi)

30) È meglio essere capo di lucertola che coda di leone. (Proverbio)

31) Fatti leone e avrai la tua parte. (Proverbio)

32) In cima alla strada, nella capanna, il vecchio si era riaddormentato. Dormiva ancora bocconi e il ragazzo gli sedeva accanto e lo guardava. Il vecchio sognava i leoni. (Ernest Hemingway)

33) Il leone ebbe bisogno del topo. (Proverbio toscano)

34) Per quanto siano grandi e possenti, i leoni ci rammentano delle bestiole che si raggomitolano sui nostri grembi e che fanno le fusa quando li accarezziamo. (Gregory Scott Paul)

35) Il surrealismo è la magica sorpresa di trovare un leone in quell'armadio in cui si voleva prendere una camicia (Frida Kahlo)

36)
Un Asino, sebben asino tondo, vestito della pelle del Leone, il terror divenuto era del mondo.
Ma gli sbucò un orecchio e bastò questo per svergognar quell’animal poltrone.
(Jean de la Fontaine)

37) Dolorosissimo ritratto del progresso: un leone, abituato alla cattività e restituito alla savana, si mette ad andare su e giù come davanti alle sbarre. (Karl Kraus)

38) La migliore abilità è quella d'essere leone e di lasciar gannire le volpi; di rimanere in comunione con tutto ciò che è grande e di tenersi lontani da ogni bassezza. (Henri-Frédéric Amiel)

39) Il sangue e il coraggio s’infiammano di più a risvegliar un leone, che a dar la caccia a un timido daino. (William Shakespeare)

40) Onnipotente è la donna che, a tavola, ci fa sentire lupi; a letto, leoni. (Roberto Gervaso)

41) Se le gazzelle avessero una fede e se il leone fosse il loro dio, potrebbero spontaneamente concedergli una di loro per placare la sua avidità (Elias Canetti)
Continua a leggere »

Le più belle frasi di Gesù di Nazareth

Gesù di Nazaret o anche Gesù di Nazareno (Betlemme, 7 a.C.-2 a.C. – Gerusalemme, 26-36) è il fondatore e la figura centrale del Cristianesimo, religione che lo riconosce come il Cristo o il Messia (cioè "unto"), figura ancora attesa dalla tradizione ebraica, e Dio fatto uomo. Durante gli ultimi anni della sua vita, Gesù ha svolto la sua attività di predicatore, guaritore ed esorcista nella provincia romana della Giudea, la regione storica della Palestina.

Si può anche non credere nella sua esistenza terrena e nella sua divinità, ma non si può ignorare il suo messaggio, che è certamente da ammirare. Nella parola "fratellanza" è racchiuso tutto il suo insegnamento, ovvero la pace, la tolleranza, l'amore, il perdono, tutti valori che, insieme ad altri altrettanto noti, riconducono alla fratellanza.

È stato inoltre affermato che nessun uomo ha in sé tutte le caratteristiche che sono accumulate nell'unica persona di Gesù di Nazareth: bontà e carità, bellezza e forza d'animo, coraggio e intelligenza, altruismo e sensibilità, spiritualità e umanità. Considerando l'assoluto valore che il suo contributo ha dato al mondo, ricordarlo è il minimo che possiamo fare, aldilà della propria convinzione personale.


In questa pagina trovate una raccolta delle frasi più belle e importanti dette da Gesù di Nazareth.


1) Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli uni per gli altri.

2) Se foste ciechi, non avreste alcun peccato; ma siccome dite: "Noi vediamo", il vostro peccato rimane.

3) Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio del tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo? Come puoi dire al tuo fratello: "Permetti che tolga la pagliuzza che è nel tuo occhio, mentre tu non vedi la trave che è nel tuo? Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e allora potrai vederci bene nel togliere la pagliuzza dall'occhio del tuo fratello".

4) Chi dice di essere nella luce e odia suo fratello, è ancora nelle tenebre.

5) Se uno dicesse: "Io amo Dio", e odiasse il suo fratello, è un mentitore. Chi infatti non ama il proprio fratello che vede, non può amare Dio che non vede. Questo è il comandamento che abbiamo da lui: chi ama Dio, ami anche il suo fratello.

6) In verità, in verità vi dico: chiunque commette il peccato è schiavo del peccato.

7) Non affannatevi dunque per il domani, perché il domani avrà già le sue inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena.

8) Chi è fedele nel poco lo è anche nel molto e chi è disonesto nel poco lo è anche nel molto.

9) Quando un cieco guida un altro cieco, tutti e due cadranno in un fosso.

10) Avete inteso che fu detto: Occhio per occhio, dente per dente, ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi se uno ti percuote la guancia destra, tu porgigli anche l'altra; e a chi ti vuol chiamare in giudizio per toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. E se uno ti costringerà a fare un miglio, tu fanne con lui due. Da' a chi ti domanda, e a chi desidera da te un prestito non volgere le spalle.

11) Vi è più gioia nel dare che nel ricevere.

12) Se rimanete fedeli alla mia parola, sarete davvero miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi.

13) Chi di voi se ha cento pecore e ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e va dietro a quella perduta, finché non la ritrova? Ritrovatola, se la mette in spalla tutto contento, va a casa, chiama gli amici e i vicini dicendo: "Rallegratevi con me perché ho trovato la mia pecora che era perduta". Così vi dico, ci sarà più gioia in cielo per un peccatore convertito, che per novantanove giusti che non hanno bisogno di conversione.

14) Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra.

15) Nessun profeta è ben accetto in patria.

16) Amerai il Signore Dio tuo con tutto il cuore, con tutta l'anima e con tutta la tua mente. Questo è il più grande e il primo dei comandamenti. E il secondo è simile al primo: amerai il prossimo tuo come te stesso. Da questi due comandamenti dipende tutta la Legge e i Profeti. [Matteo 22,37-40]

17) Molti dei primi saranno ultimi e gli ultimi i primi.

18) Ecco: io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe.

19) Chi non è contro di noi è per noi.

20) Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che volete e vi sarà dato.

21) Vegliate e pregate per non entrare in tentazione; lo spirito è pronto, ma la carne è debole.

22) Io sono il buon pastore. Il buon pastore offre la vita per le pecore. Riferimento: https://le-citazioni.it/autori/gesu/

23) Allora il re dirà a quelli che stanno alla sua destra: Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi. Allora i giusti gli risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo veduto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato, o nudo e ti abbiamo vestito? E quando ti abbiamo visto ammalato o in carcere e siamo venuti a visitarti? Rispondendo, il re dirà loro: In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me.

24) In verità, in verità ti dico, se uno non rinasce dall'alto, non può vedere il regno di Dio.

25) Ma io vi dico che di ogni parola infondata gli uomini renderanno conto nel giorno del giudizio; poiché in base alle tue parole sarai giustificato e in base alle tue parole sarai condannato.

26) Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me, non morrà in eterno.

27) Ciò che è impossibile agli uomini, è possibile a Dio.

28) Io, quando sarò elevato da terra, attirerò tutti a me.

29) Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime. Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero.

30) Non gettate le vostre perle ai porci perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi.

31) Beato te, Simone figlio di Giona, perché né la carne né il sangue te l'hanno rivelato [che io sono il Cristo], ma il Padre mio che sta nei cieli. E io ti dico: Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli.

32) Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me.

33) Beati voi poveri, perché vostro è il regno di Dio. Beati voi che ora avete fame, perché sarete saziati. Beati voi che ora piangete, perché riderete.

34) Abbiate fede in Dio! In verità vi dico: chi dicesse a questo monte: Lèvati e gettati nel mare, senza dubitare in cuor suo ma credendo che quanto dice avverrà, ciò gli sarà accordato. Per questo vi dico: tutto quello che domandate nella preghiera, abbiate fede di averlo ottenuto e vi sarà accordato. Quando vi mettete a pregare, se avete qualcosa contro qualcuno, perdonate, perché anche il Padre vostro che è nei cieli perdoni a voi i vostri peccati.

35) La donna, quando partorisce, è afflitta, perché è giunta la sua ora; ma quando ha dato alla luce il bambino, non si ricorda più dell'afflizione per la gioia che è venuto al mondo un uomo.

36) [A una guardia che gli ha dato uno schiaffo] Se ho parlato male, dimostrami dov'è il male; ma se ho parlato bene, perché mi percuoti?

37) [A Tommaso] Perché mi hai veduto, hai creduto: beati quelli che pur non avendo visto crederanno!

38) Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi mi ama. Chi mi ama sarà amato dal Padre mio e anch'io lo amerò e mi manifesterò a lui.

39) Vi ho detto queste cose perché abbiate pace in me. Voi avrete tribolazione nel mondo, ma abbiate fiducia; io ho vinto il mondo!

40) Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi.

41) Non temere, piccolo gregge, perché al Padre vostro è piaciuto di darvi il suo regno.

42) Seguitemi, vi farò pescatori di uomini.

43) Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell'uomo non ha dove posare il capo.

44) Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna. Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo si salvi per mezzo di lui.

45) [Ai discepoli] Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anch'io mando voi.

46) Sappiate bene questo: se il padrone di casa sapesse in quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. Anche voi tenetevi pronti, poiché il Figlio dell'uomo verrà nell'ora che non pensate.

47) Guardate i gigli come crescono: non filano non tessono, eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria vestiva come uno di loro. Se dunque Dio veste così l'erba del campo, che oggi c'è e domani si getta nel forno, quanto più voi, gente di poca fede?

48) Vedi questa donna? Sono entrato nella tua casa e tu non m'hai dato l'acqua per i piedi; lei invece mi ha bagnato i piedi con le lacrime e li ha asciugati con i suoi capelli. Tu non mi hai dato un bacio, lei invece da quando sono entrato non ha cessato di baciarmi i piedi. Tu non mi hai cosparso il capo di olio profumato, ma lei mi ha cosparso di profumo i piedi. Per questo ti dico: le sono perdonati i suoi molti peccati, poiché ha molto amato. Invece quello a cui si perdona poco, ama poco.

49) Nessuno mai ha visto Dio; se ci amiamo gli uni gli altri, Dio rimane in noi e l'amore di lui è perfetto in noi.

50)
Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati gli afflitti, perché saranno consolati.
Beati i miti, perché erediteranno la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati a causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia.
Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli

51) Io, Gesù, ho mandato il mio angelo, per testimoniare a voi queste cose riguardo alle Chiese. Io sono la radice della stirpe di Davide, la stella radiosa del mattino.

52) Simone, Simone, ecco satana vi ha cercato per vagliarvi come il grano; ma io ho pregato per te, che non venga meno la tua fede; e tu, una volta ravveduto, conferma i tuoi fratelli. E Pietro gli disse: "Signore, con te sono pronto ad andare in prigione e alla morte". Gli rispose: "Pietro, io ti dico: non canterà oggi il gallo, prima che tu per tre volte avrai negato di conoscermi".

53) Ipocriti [ai farisei], perché mi tentate? Mostratemi la moneta del tributo. [...] Di chi è quest'immagine e la descrizione? [risposta dei farisei: Di Cesare]. [...] Rendete dunque a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio.

54) E non chiamate nessuno "padre" sulla terra, perché uno solo è il Padre vostro, quello del cielo.

55) Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei [l'adultera che avrebbe dovuto essere lapidata].

56) Io sono il pane della vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; questo è il pane che discende dal cielo, perché chi ne mangia non muoia. Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Riferimento: https://le-citazioni.it/autori/gesu/

57) Il ladro non viene se non per rubare, uccidere e distruggere; io sono venuto perché abbiano la vita e l'abbiano in abbondanza.

58) Non c'è nulla di nascosto che non sarà svelato, né di segreto che non sarà conosciuto. Pertanto ciò che avrete detto nelle tenebre, sarà udito in piena luce; e ciò che avrete detto all'orecchio nelle stanze più interne, sarà annunziato sui tetti.

59) Il più grande tra voi sia vostro servo; chi invece si innalzerà sarà abbassato e chi si abbasserà sarà innalzato.

60) Rimetti la spada nel fodero, perché tutti quelli che mettono mano alla spada periranno di spada.

61) Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.

62) Il regno di Dio è come un uomo che getta il seme nella terra; dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce; come, egli stesso non lo sa. Poiché la terra produce spontaneamente, prima lo stelo, poi la spiga, poi il chicco pieno nella spiga. Quando il frutto è pronto, subito si mette mano alla falce, perché è venuta la mietitura.

63) Giovanni intanto, che era in carcere, avendo sentito parlare delle opere del Cristo, mandò a dirgli per mezzo dei suoi discepoli: "Sei tu colui che deve venire o dobbiamo attenderne un altro?". Gesù rispose: "Andate e riferite a Giovanni ciò che udite e vedete: i ciechi recuperano la vista, gli storpi camminano, i lebbrosi sono guariti, i sordi riacquistano l'udito, i morti resuscitano, ai poveri è predicata la buona novella, e beato colui che non si scandalizza di me".

64) Voi siete miei amici, se farete ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamati amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre l'ho fatto conoscere a voi.

65) Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici.

66) Chi non è con me, è contro di me; e chi non raccoglie con me, disperde.

67) Nessun servo può servire a due padroni: od odierà l'uno ed amerà l'altro oppure si affezionerà ad uno e disprezzerà l'altro. Non potete servire a Dio ed a mammona.

68) Nessuno accende una lucerna e la mette in luogo nascosto o sotto il moggio, ma sopra il lucerniere, perché quanti entrano vedano la luce. La lucerna del tuo corpo è l'occhio. Se il tuo occhio è sano, anche il tuo corpo è tutto nella luce; ma se è malato, anche il tuo corpo è nelle tenebre.

69) Il servo che, conoscendo la volontà del padrone, non avrà disposto o agito secondo la sua volontà, riceverà molte percosse; quello invece che, non conoscendola, avrà fatto cose meritevoli di percosse, ne riceverà poche.

70) Chi scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare. Guai al mondo per gli scandali! È inevitabile che avvengano scandali, ma guai all'uomo per colpa del quale avviene lo scandalo!

71) È venuto infatti Giovanni il Battista che non mangia pane e non beve vino, e voi dite: "Ha un demonio". È venuto il Figlio dell'uomo che mangia e beve e voi dite: "Ecco un mangione e un beone, amico dei pubblicani e dei peccatori".

72) Se qualcuno vuol venire dietro a me rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vorrà salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia, la troverà. Qual vantaggio infatti avrà l'uomo se guadagnerà il mondo intero, e poi perderà la propria anima? O che cosa l'uomo potrà dare in cambio della propria anima?

73) Non avete mai letto nelle scritture: La pietra che i costruttori hanno scartata | è divenuta testata d'angolo; | dal Signore è stato fatto questo | ed è mirabile agli occhi nostri?

74) Con la vostra perseveranza salverete le vostre anime.

75) Il mio regno non è di questo mondo; se il mio regno fosse di questo mondo, i miei servitori avrebbero combattuto perché non fossi consegnato ai Giudei; ma il mio regno non è di quaggiù.

76) Lasciate che i bambini vengano a me e non glielo impedite, perché a chi è come loro appartiene il regno di Dio. In verità vi dico: Chi non accoglie il regno di Dio come un bambino, non entrerà in esso.

77) Chi crede in me, non crede in me, ma in colui che mi ha mandato; chi vede me, vede colui che mi ha mandato. Io come luce sono venuto nel mondo, perché chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre.

78) Il regno di Dio non viene in modo da attirare l'attenzione, e nessuno dirà: Eccolo qui, o: eccolo là. Perché il regno di Dio è in mezzo a voi!

79) Quando risusciteranno dai morti, infatti, non prenderanno moglie né marito, ma saranno come angeli nei cieli. A riguardo poi dei morti che devono risorgere, non avete letto nel libro di Mosè, a proposito del roveto, come Dio gli parlò dicendo: Io sono il Dio di Abramo, il Dio di Isacco e di Giacobbe? Non è un Dio dei morti ma dei viventi!

80) Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; non sono venuto a portare pace, ma una spada. Sono venuto infatti a separare il figlio dal padre, la figlia dalla madre, la nuora dalla suocera: e i nemici dell'uomo saranno quelli della sua casa. Chi ama il padre o la madre più di me non è degno di me; chi ama il figlio o la figlia più di me non è degno di me; chi non prende la sua croce e non mi segue, non è degno di me.

81) Come avvenne anche al tempo di Lot: mangiavano, bevevano, compravano, vendevano, piantavano, costruivano; ma nel giorno in cui Lot uscì da Sodoma piovve fuoco e zolfo dal cielo e li fece perire tutti. Così sarà nel giorno in cui il Figlio dell'uomo si rivelerà.

82) Chi ascolta voi ascolta me, chi disprezza voi disprezza me. E chi disprezza me disprezza colui che mi ha mandato.

83) [Sulla croce] Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno.

84) Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi maltrattano. A chi ti percuote sulla guancia, porgi anche l'altra; a chi ti leva il mantello, non rifiutare la tunica. Dà a chiunque ti chiede; e a chi prende del tuo, non richiederlo. Ciò che volete gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro. Se amate quelli che vi amano, che merito ne avrete?

85) Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per rendere testimonianza alla verità. Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce.

86) In verità, in verità vi dico: anche chi crede in me, compirà le opere che io compio e ne farà di più grandi, perché io vado al Padre.

87) Dio è spirito, e quelli che lo adorano devono adorarlo in spirito e verità.

88) Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me.

89) Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e vi sarà perdonato.

90) Se un tuo fratello pecca, rimproveralo; ma se si pente, perdonagli. E se pecca sette volte al giorno contro di te e sette volte ti dice: Mi pento, tu gli perdonerai.

91) In verità, in verità vi dico: se il chicco di grano caduto in terra non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto.

92) Tutto è possibile per chi crede.

93) Mentre avete la luce credete nella luce, per diventare figli della luce.

94) In verità, in verità vi dico: chi crede ha la vita eterna.

95) Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri.

96) Io sono la luce del mondo; chi segue me, non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita.

97) Io vedevo satana cadere dal cielo come la folgore. Ecco, io vi ho dato il potere di camminare sopra i serpenti e gli scorpioni e sopra ogni potenza del nemico; nulla vi potrà danneggiare. Non rallegratevi però perché i demòni si sottomettono a voi; rallegratevi piuttosto che i vostri nomi sono scritti nei cieli.

98) In qualunque casa entriate, prima dite: Pace a questa casa.

99) Nessuno che ha messo mano all'aratro e poi si volge indietro, è adatto per il regno di Dio.

100) Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.
Continua a leggere »