Estate: tutte le curiosità sulla stagione estiva


Quante ne sai sull'estate? Eccovi tutte le informazioni: etimologia, data di inizio e fine, vantaggi e svantaggi, curiosità.

L'anno è diviso in quattro stagioni e una di queste è proprio l'estate: collocata tra la primavera e l'autunno. È chiamata la "bella stagione" e viene generalmente descritta come la stagione del gran caldo, delle vacanze, della tintarella e delle serate tra amici.



Indice




Etimologia: perché si chiama estate?

La parola estate deriva dal latino aestas, che significa "calore bruciante". In principio il termine latino era aestus che, come il termine greco aìthos significa "calore".



Quando inizia e quando finisce l'estate?

Emisfero boreale Emisfero australe
Inizio 20/21 giugno 21/22 dicembre
Fine 22/23 settembre 19/21 marzo


La durata dell'estate dipende dall'emisfero terrestre a cui si sta facendo riferimento. Esistono due emisferi: emisfero boreale ed emisfero australe.
  • emisfero boreale (Asia, Africa settentrionale, Africa centrale, Europa, America settentrionale e una piccola parte dell'America meridionale);
  • emisfero australe (Africa meridionale, una parte dell'America meridionale, l'Oceania, una parte del Sud-est asiatico, l'Antartide).
Pertanto, se vivi in Italia o in un qualsiasi altro Paese dell'Unione Europea, allora ti troverai nell'emisfero boreale.

Nell'emisfero boreale l'estate ha inizio il 20 o il 21 giugno e finisce il 22 o il 23 settembre.

Nell'emisfero australe l'estate ha inizio il 21 o il 22 dicembre e finisce il 19 o il 21 marzo.

Come potete notare le date di inizio e di fine dell'estate, così come quelle delle altre stagioni, non cadono sempre nello stesso giorno. Per semplificarvi il calcolo abbiamo realizzato uno strumento online che vi permette di sapere quando inizia l'estate semplicemente inserendo l'anno. Nel caso in questione il solstizio ritarda ogni anno di circa sei ore rispetto all'anno precedente e si riallinea forzosamente ogni quattro anni in occasione dell'anno bisestile, per evitare bruschi cambiamenti nel calendario.

Le date riportate stabiliscono la durata dell'estate astronomica, che è di 92 giorni, invece per convenzione l'estate meteorologica inizia il 1° giugno e finisce il 31 agosto, ovvero comprende i mesi di giugno, luglio e agosto.

Da segnalare che quando nell'emisfero boreale ha inizio la stagione estiva, nell'emisfero australe ha inizio la stagione invernale.



Caratteristiche dell'estate

Il primo giorno d'estate, ovvero il solstizio d'estate, è il giorno più lungo dell'anno. Il fenomeno è dovuto all'inclinazione dell'asse terrestre di 23 gradi e 27 primi sul piano dell'eclittica (il piano sul quale orbita il pianeta), la quale fa sì che il Sole, una volta raggiunta l'altezza massima sull'orizzonte, possa irradiare l'emisfero boreale con i suoi raggi con il più alto numero di ore di luce, che arrivano ad essere più di 15 in certe località. Invece nell'emisfero australe è il giorno più corto dell'anno.

Una conseguenza di questo fenomeno è che in estate fa più caldo rispetto alle altre stagioni. Le alte temperature accompagnate dalle scarse piogge causano il fenomeno della siccità, che provoca gravi danni all'agricoltura.

Dal solstizio d'estate in poi le ore di luce tenderanno a diminuire fino a diventare uguali a quelle di buio nel giorno in cui finisce l'estate e ha inizio l'equinozio di autunno il 22/23 settembre.



Pro e contro dell'estate

L'estate è una stagione da amare per il caldo, che tra le altre cose influisce positivamente sui problemi di artrosi; per le ore di luce e la calura serale che consentono di fare passeggiate all'aperto dopo cena o al mattino presto; perché ci si può abbronzare in modo da poter abbandonare quel colorito bianco cadavere; perché in questa stagione frutta e verdura sanno ancora più buoni e ritornano i gelati e i cibi da servire freddi; in estate ci si veste leggeri e la notte si può anche dormire senza vestiti; l'estate è davvero una stagione di libertà in cui il tempo sembra procedere a rilento.

L'estate è una stagione da odiare perché fa troppo caldo, che diventa insopportabile con l'arrivo dell'afa; si suda di continuo, anche restando seduti, e accendere il climatizzare non fa altro che creare sbalzi di temperatura e a sua volta mal di gola, anche causato dalle bevande eccessivamente fredde; perché ci si scotta facilmente e senza accorgersene appaiono sulla pelle le cosiddette macchie solari; perché si vanno a creare code nelle strade per chi va o sta ritornando dal mare; per le notti insonni a causa del troppo caldo e delle zanzare che non aspettano altro per farci la festa; l'estate è davvero una stagione di sofferenza!



Curiosità sull'estate

L'estate al plurale diventa "estati".

Ci sono due tipi di caldo: il caldo torrido è un caldo secco, il caldo afoso è umido ed è influenzato dal tasso di umidità nell'aria.

Anche se il colore dell'acqua è trasparente, il mare appare blu ai nostri occhi perché l'acqua riflette le onde luminose emesse dal sole. Queste onde vengono assorbite a velocità differente e poi scompaiono poiché hanno minore energia. I primi colori a sparire sono il rosso e il giallo, invece il colore blu è quello che resiste più a lungo. Ragion per cui dove il mare è più profondo, appare più scuro, poiché essendoci una maggior quantità di acqua l'assorbimento delle onde luminose è maggiore.

L'acqua del mare è salata perché l'acqua piovana, nel suo percorso da monte a valle, discioglie i sali delle rocce terrestri trasportandoli in mare. I laghi non sono interessati da questo fenomeno (o comunque in maniera molto minore), quindi mantengono al loro interno acqua dolce.

Il motivo per cui ci abbronziamo esponendo la nostra pelle ai raggi solari è dovuto a un meccanismo di difesa della pelle che stimola la produzione di melanina. Si tratta di un filtro naturale che ci protegge dai raggi UV e allo stesso tempo scurisce il colore della pelle. Proteggerci dal sole è fondamentale per evitare effetti dannosi sulla pelle (scottature, macchie, invecchiamento cutaneo e malattie), e la sola melanina non è sufficiente quando ci si espone per un tempo prolungato, per cui non si può non andare al mare senza la crema solare.

L'estate è chiamata "Summer" nella lingua inglese, che è un nome proprio di persona inglese femminile.

E questo non è tutto, sul nostro sito abbiamo aggiunto tantissime curiosità riguardanti la stagione estiva: poesie e filastrocche, canzoni e frasi a tema, vocaboli sull'estate in inglese e molto altro ancora.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2022, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies