Il Veneto: riassunto di geografia


Appunto di geografia riguardante la regione Veneto: territorio, confini, province, fiumi, laghi, clima, popolazione, storia ed economia.

Il Veneto è una regione italiana a statuto ordinario di 4.841.175 abitanti. Il nome Veneto deriva dai Veneti, i più antichi abitanti dell'Italia nord-orientale.

Confini: il Veneto si trova nell'Italia nord-orientale, è bagnato a sud-est dal mare Adriatico e confina a nord con l'Austria, a nord-ovest con il Trentino-Alto Adige, a sud con l'Emilia-Romagna, a sud-ovest con la Lombardia, a est con il Friuli-Venezia Giulia.



Indice




Territorio

La maggior parte del territorio della regione è costituito dalla pianura veneta.

Le cime più elevate sono la Marmolada (3342 m), il monte Antelao (3263 m), le Tofane (3243 m), il Cristallo (3221 m), il Civetta (3220 m).

Tra i valichi più importanti vi sono il Passo di Pordoi e il Passo del Falzàrego che si collegano con il Trentino-Alto Adige, il Passo di Monte Croce di Comèlico che si collega con l'Austria, il Passo di Màuria che si collega con il Friuli Venezia Giulia.

I fiumi più importanti della regione sono il Po (fiume più lungo d'Italia), l'Adige (secondo fiume più lungo d'Italia), il Brenta, il Piave.

I principali laghi naturali sono il lago di Garda (il lago più grande d'Italia), il lago Misurina, il lago di Santa Croce.

Le isole più importanti della Laguna Veneta sono Murano, Burano e Torcello. L'isola del Lido è invece un'importante località balneare, sede del celebre festival del Cinema di Venezia. Murano è situata a nord-est di Venezia. È composta da 7 isole divise da canali e collegate tra loro da ponti, come Venezia.

Superficie: 18.345,35 km²
Pianura: 56,4%
Montagna: 29,1%
Collina: 14,5% 



Clima

Il clima della regione varia a seconda dell'altitudine: con inverni rigidi sia in pianura che in montagna, mentre le estati sono più fresche in montagna e più afose in pianura. Le precipitazioni sono abbondanti specialmente nei mesi estivi per via delle Alpi che bloccano l'umidità portata dai venti provenienti da sud. D'inverno, invece i monti non sono abbastanza alti per proteggerla dai venti del nord-est.
Nelle vicinanze del lago di Garda il clima si mantiene mite in inverno e le estati sono molto calde.



Popolazione

La maggior parte della popolazione vive in pianura e lungo la costa dove si trova il capoluogo Venezia e il centro di pescatori di Chioggia. Le città di Treviso e Padova risentono fortemente dell'influenza del capoluogo di regione e per questo sono tra le provincie più popolose della regione. Il Veneto è tra le regioni italiane con il più alto numero di stranieri residenti.

Gli abitanti del Veneto sono chiamati veneti.



Capoluogo e province

Nel Veneto ci sono 7 province e 563 comuni. 
  • Venezia, capoluogo della regione e centro di una delle più popolose aree metropolitane d'Europa.
  • Belluno, centro più importante dell'area alpina.
  • Padova, soprannominata la città dei 3 senza: il santo senza nome, il prato senza erba e il caffè senza porte.
  • Rovigo, vanta un sortito patrimonio fatto di monumenti, teatri, palazzi pubblici e privati sede di mostre d'arte.
  • Treviso, famosa per la produzione di strumenti, attrezzature ed abbigliamento sportivo riconosciuti in tutto il mondo
  • Verona, nota nel mondo per essere la capitale dell'amore travagliato, avendo ospitato la vicenda dei due amanti più famosi al mondo, Romeo e Giulietta.
  • Vicenza, è la provincia dove il genio di Andrea Palladio ha maggiormente lasciato il segno.



La bandiera e lo stemma

La bandiera del Veneto

La bandiera della Trentino-Alto Adige è formata da uno stemma che raffigura il territorio della regione con il mare, la pianura e i monti, con il leone di San Marco in primo piano, simbolo della città di Venezia. Lo sfondo è di colore rosso e al battente della bandiera veneta ci sono sette code che rappresentano le 7 province venete, in ordine alfabetico dal basso verso l'alto: Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza.



Storia

I primi abitanti della regione furono i Veneti, arrivati nei Balcani nel I millennio a.C.. Molto più tardi, nel XVIII secolo, la regione assunse il nome Veneto.
A partire dal III secolo a.C. Veneti e Romani divennero alleati e man mano Venezia ebbe un processo di romanizzazione, cioè venne colonizzata dai Romani in modo pacifico e senza sottomissione.
Tra il III e il X secolo i popoli che giungevano in Italia dovevano attraversare la regione e ciò era negativo per quanto riguardava la sicurezza, dal momento che un maggiore afflusso di persone comportava un aumento della criminalità (violenze e saccheggi) e positivo principalmente per il commercio. Nel IV secolo gli abitanti in fuga dagli invasori si stabilirono su alcuni isolotti vicini alla costa e nel 697 (VII secolo) nacque così la Repubblica Marinara di Venezia.
Tra il VI e l'VIII l'interno della regione fu sotto il dominio dei Longobardi, mentre la zona costiera e i traffici sull'Adriatico appartenevano ai Bizantini.
Tra l'XI e XII secolo in molte città interne sorsero importanti Comuni in lotta contro l'impero Germanico, diventati successivamente Signorie.

La Repubblica di Venezia divenne uno stato potente sia sul mare che sulla terraferma e rimase indipendente per secoli anche quando gli altri stati della penisola venivano sottomessi alle potenze europee. Il suo declino politico ed economico ebbe inizio tra il XVII e il XVIII secolo e, nel corso della guerra tra Francia rivoluzionaria e l'impero d'Austria, nel 1797 venne ceduta all'Austria, ciò pose fine alla storia della serenissima repubblica.
Nel 1866, con la terza guerra d'indipendenza, il Veneto entrò a far parte del Regno d'Italia.



Economia

L'agricoltura è un'attività praticata in tutta la regione attraverso l'uso delle più avanzate tecnologie. Si produce grano, granoturco, barbabietole da zucchero. Sviluppate sono anche la viticoltura, con il vino che ha commercio sia all'interno della regione che all'estero, e la frutticoltura (soprattutto mele, pere, e pesche).

L'allevamento è un'altra attività molto praticata: Bovini, Bufalini, Suini, Caprini, Ovini, Avicoli e Lagomorfi (Conigli e lepri).

Il settore più sviluppato è quello industriale, in particolare piccola e media impresa: ci sono le industrie metallurgiche, chimiche, per la produzione agricola, per la lavorazione del vetro (isola di Murano), della catena di abbigliamento e accessori Benetton.

Il turismo è assai sviluppato, infatti il Veneto è la regione più visitata d'Italia. Conosciuta per la sua architettura unica caratterizzata da canali e ponti, per il Carnevale e per il festival cinematografico in cui si avvicendano moltissime star, Venezia ha molto da offrire oltre alle attrazioni turistiche conosciute in tutto il mondo. In estate la regione viene scelta anche per il turismo balneare, famosa è la spiaggia di Jesolo. In inverno, ma anche in estate, i turisti si recano a Cortina d'Ampezzo, che è teatro di numerosi eventi sportivi di rilevanza internazionale, come i campionati mondiali di sci alpino le Olimpiadi invernali. Un'altra area turistica di grande importanza è il lago di Garda, per il clima mite e il paesaggio estremamente piacevole.



Piatti tipici

I piatti tipici del Veneto sono: bigoli con l'anatra, risi e bisi, casunzei, tortellini di Valeggio, gnocchi con la fioretta, risotto all'isolana, baccalà alla vicentina, sarde in saor, lesso con la pearà, fegato alla veneziana, sópa coàda, brodetto alla veneta, spezzatino di cavallo, torresani allo spiedo, tiramisù, nadalin.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2022, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies