Il Trentino-Alto Adige - Riassunto


Appunto di geografia riguardante la regione Trentino-Alto adige: territorio, confini, province, fiumi, laghi, clima, popolazione, storia ed economia.

Il Trentino-Alto Adige è una regione italiana a statuto speciale di 1.078.746 abitanti. È la regione più settentrionale d'Italia e una delle meno popolate. Questa regione ha due nomi: la zona meridionale è il Trentino che deve il suo nome al capoluogo Trento (dal latino Tridentum – per via dei tre colli), mentre quella settentrionale è l'Alto Adige, chiamata così perché è la terra dove nasce e scorre la parte superiore del fiume Adige.

Confini: il Trentino-Alto Adige si trova nell'Italia nord-orientale, non è bagnato dal mare e confina a est e sud-est con il Veneto, a ovest e sud-ovest con la Lombardia, a nord e a nord-est con l'Austria, a nord-ovest con la Svizzera.



Territorio:

Il territorio della Lombardia è totalmente montuoso.

Le cime più elevate sono il monte Ortles (1905 m), il monte Cevedale (3769 m), le Dolomiti di Brenta (3151 m), il gruppo montuoso della Marmolada (3343 m), il Gruppo del Sella (3152 m).

Tra i valichi più importanti vi sono il Passo del Brennero, che collega Italia e Austria, e il Passo dello Stelvio che collega con la Valtellina (è assai famoso ma rimane chiuso stagionalmente tra novembre e maggio a causa della sua elevata altezza, infatti è il valico automobilistico più alto d'Italia, e perché la strada è poco agevole).

Le valli più importanti della regione sono: valle dell'Adige, val Lagarina, val di Sole, val Venosta, valle Isarco, val Pusteria, la val di Fiemme e di Cembra, val Sugana.

Nella regione si trova il parco naturale Adamello Brenta, un'area naturale protetta istituita nel 1967 ed è la più vasta del Trentino.


Fiumi: I fiumi più importanti della regione sono l'Adige (il secondo fiume più lungo d'Italia dopo il Po), il Brenta, la Drava (affluente del Danubio), il Passirio, l'Isarco, il Noce, l'Avisio, il Sarca (immissario del lago di Garda), il Chiese (affluente del Po).

Laghi: I principali laghi naturali sono il lago di Garda, il lago di Caldonazzo, il lago di Resia.

Superficie: 13.605,5 km²
Montagna: 100%
Collina: 0%Pianura: 0% 



Clima

Il clima della regione varia a seconda dell'altitudine e della posizione in cui ci si trova. Gli inverni sono rigidi sia nei fondovalle che nelle zone di montagna più elevate, le estati sono calde e afose nei fondovalle (in particolare nella conca di Bolzano) e fresche in alto



Popolazione

La maggior parte degli abitanti risiedono nei fondovalle dove il clima è mite e il terreno è favorevole alla coltivazione.
Nel corso del tempo popoli di diverse nazionalità sono giunti nella regione e per questo oltre la lingua italiana si parla il tedesco nell'Alto Adige e il ladino in alcuni comuni come in val Badia e val Gardena.



Città e Province

Nella Liguria ci sono 2 province e 282 comuni.
  • Trento è il capoluogo della regione. In esso è possibile visitare il Castello del Buonconsiglio, il Museo delle scienze, la cattedrale di San Vigilio, Piazza Duomo e i suoi antichi palazzi affrescati.
  • Bolzano, famosa per le chiese e i musei.


La bandiera e lo stemma

La bandiera del Trentino-Alto Adige

La bandiera della Trentino-Alto Adige è formata da uno stemma, contenente due aquile di San Venceslao (Trentino) e due aquile rosse tirolesi (Alto Adige) simboli storici delle due province, che si stagliano su uno sfondo bianco e azzurro. La forma della bandiera è un rettangolo con sopra uno scudo araldico inquadrato.


Lo stemma del Trentino-Alto Adige

Lo stemma del Trentino-Alto Adige è identico alla bandiera senza lo sfondo bianco e azzurro.



Storia

Grazie ai diversi rinvenimenti archeologici si può dedurre che la regione fosse già abitata attorno al 12.000 a.C., ovvero il periodo successivo all'ultimo periodo glaciale.

Verso il I secolo a.C. giunsero i Romani che si liberarono della popolazione dei Reti e compresero l'importanza strategica del territorio di Trento e costruirono due grandi strade. L'impero romano presiedé in questa regione per 5 secoli.

Con la caduta dell'Impero romano d'Occidente nel 476 d.C., vi fu un'epoca di instabilità politica e il territorio passo nelle mani del Regno di Odoacre, del Regno degli Ostrogoti, dei Longobardi e dell'Impero Carolingio (di Carlo Magno).

Per la sua collocazione geografica e storico-culturale di città posta nel mezzo tra il mondo italiano e quello germanico, nel 1542 Trento venne scelta come sede per il Concilio di Riforma della Chiesa, noto con il nome "Concilio di Trento" (1545-1563), voluto dalla Chiesa cattolica minacciata dal protestantesimo.

Nel 1796 ebbe inizio l'epoca napoleonica con conseguente sconfitta delle truppe asburgiche e dei loro alleati. Nel 1810 con il Trattato di Parigi tra Francia e Baviera, parte del Trentino e dell'attuale Bolzano vennero annessi al Regno d'Italia napoleonico.

Nel 1814 il territorio, in quanto parte del Tirolo, passò assieme al Trentino all'impero austriaco e nel 1867 all'Impero austro-ungarico. Nel 1920, a seguito della sconfitta dell'impero austro-ungarico dopo la prima guerra mondiale, il territorio venne annesso al Regno d'Italia.

Nel 1946, dopo la seconda guerra mondiale, rimase sotto giurisdizione dello stato italiano grazie all'accordo De Gasperi-Gruber firmato tra Italia e Austria. 

Nel 1948 il Trentino-Alto Adige viene riconosciuto come regione italiana a statuto speciale.



Economia

L'agricoltura è molto sviluppata nei fondovalle, in particolare nel settore della frutticoltura (mele, pere, pesche) e la viticoltura.

Importante per l'economia della regione anche l'allevamento bovino per la produzione di latte.

L'industria è poco sviluppata, da segnalare sono le industrie legate al settore alimentare, alla lavorazione artigianale del legno e all'industria idroelettrica.

L'attività più importante è il turismo, in particolare quello invernale, ma la regione risulta essere molto frequentata anche in estate. È una meta turistica per tutti gli appassionati di montagna grazie anche alla buona organizzazione alberghiera e di tutte le strutture ricettive correlate come rifugi alpini, ristoranti, pub, stazioni sciistiche e strutture sportive.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.


© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies