Austria: riassunto di geografia


Appunto di geografia sull'Austria: confini, territorio, clima, fiumi, monti, laghi, popolazione, storia, economia, risorse, religione, politica.
Cartina geografia - Austria

L'Austria, il cui nome ufficiale è Repubblica d'Austria, è uno stato membro dell'Unione Europea di circa 8.902.600 di abitanti. Per trovare l'origine del nome "Austria" e per capire perché si chiama così, bisogna analizzare il suo attuale nome in tedesco, Österreich, per poi giungere al suo nome nel tedesco antico, Ostarrîchi, che significa "territorio orientale". In seguito il nome tedesco di questo Stato è stato latinizzato in Austria.

Confini: l'Austria si trova nell'Europa centrale ed è uno stato senza sbocco sul mare. Inoltre, confina a ovest con Svizzera e Liechtenstein, a sud con Slovenia e Italia, a est con l'Ungheria, a a nord-est con la Slovacchia, a nord con la Repubblica Ceca.



Indice

.


Territorio

Il territorio dell'Austria è prevalentemente montuoso. Presenta alcune aree collinari e pianeggianti nelle vicinanze del Danubio.

Tra i rilievi montuosi vi sono le Alpi, e 3/5 del paese sono occupati dal territorio alpino. Le principali catene sono: Alpi Venoste, e a nord Alpi Noriche, Alti Tauri. Le vette più elevate superano abbondantemente i 3 mila metri, esse sono: il Großglockner (3.798 m), il Wildspitze (3.770 m), il Gran Pilastro (3.510 m), il Pan di Zucchero (3.507 m), il Piz Buin (3.312 m).

I fiumi più importanti sono: il Danubio (2.850 km), il fiume Inn (518 km), il Lech (255 km), il Drava (710 km), Mura (464 km).

I principali laghi naturali sono: lago di Neusiedl (315 km²), Attersee (47 km²), il Traunsee (24 km²), Wörthersee (19 km²), Wolfgang Mondsee (14 km²), lago Millstätter See (13 km² ). E si trova sul suolo austriaco anche una piccola parte del lago di Costanza.

Superficie: 83.879 km²



Clima

Il clima in Austria è alpino nelle aree montuose, con estati fresche e ventilate e con inverni freddi e rigidi. A est il clima è continentale, con temperature più calde e piogge meno frequenti. Nelle regioni a sud soffia un vento caldo chiamato "föhn".



Popolazione

In Austria vi è una distribuzione poco omogenea della popolazione, che si trova maggiormente concentrata nelle città industrializzate, mentre la densità di popolazione è bassa nelle regioni alpine. Tra le città più importanti e popolate ci sono: Vienna, Graz, Linz, Salisburgo, Innsbruck, Wels, Wiener e Klagenfurt. La lingua ufficiale è il tedesco.

La religione ufficiale dell'Austria è il cattolicesimo. Vi sono minoranze di protestanti e ortodossi, inoltre dagli anni '60 in poi è in crescendo il dato di abitanti che dichiarano di non appartenere a nessuna religione.

Gli abitanti dell'Austria sono chiamati austriaci.



Sistema politico

L'Austria è una Repubblica parlamentare federale con un capo di governo (cancelliere) e un capo di Stato (presidente).

I governi regionali e federale esercitano entrambi il potere esecutivo. Il parlamento federale è costituito da due camere: la camera bassa (Nationalrat), eletta direttamente, e la camera alta (Bundesrat), eletta dai parlamenti regionali.



Capitale e regioni

In Austria ci sono 9 stati federati. Ciascuno di essi si articola ulteriormente in distretti e municipalità. La capitale dell'Austria è Vienna.

Nella tabella sottostante trovate gli stati federati dell'Austria ("Länder" in tedesco, "Land" al singolare) e i loro rispettivi capoluoghi di regione.

Stato Capoluogo
Burgenland Eisenstadt
Carinzia Klagenfurt
Bassa Austria St. Pölten
Alta Austria Linz
Salisburghese Salisburgo
Stiria Graz
Tirolo Innsbruck
Vorarlberg Bregenz
Vienna Città federata



La bandiera e lo stemma

La bandiera dell'Austria
La bandiera dell'Austria è composta da tre bande orizzontali di uguali dimensioni. I colori sono: bianco, la banda al centro, e rosso, la banda superiore e quella inferiore.

Lo stemma dell'Austria
Lo stemma dell'Austria è composto da un'aquila a una sola testa sul cui corpo è posto l'antico scudo dell'Arciducato d'Austria. Essa tiene con le zampe un martello e una falce, che sono simboli socialisti, ma che insieme alla corona murale sulla testa simboleggiano l'unità delle classi sociali (lavoratori, agricoli e industriali, borghesi). Le catene spezzate rappresentano la liberazione dalla dittatura nazista presente nel periodo della seconda guerra mondiale.



Storia

Tra i primi popoli ad occupare queste terre vi sono stati i Celti e gli Illiri. In seguito venne conquistata dai Romani, che vi rimasero per secoli e l'Austria era parte dell'Impero Romano. Ad essi seguirono Longobardi, Ostrogoti, Bavari, Alemanni e Franchi.

Gli Asburgo, una delle più importanti e antiche famiglie reali e imperiali d'Europa, scalzarono i Babenberg (famiglia franco-bavarese) e dominarono su tutto il territorio dal XIII secolo al XX secolo.

Nel 1804 venne fondato l'Impero Austriaco. Nel 1867 mutò nell'Impero austro-ungarico e con la sconfitta nella prima guerra mondiale, l'Austria subì la divisione in diversi Stati indipendenti, assumendo la sua forma attuale.

Nel 1918 l'Austria divenne una repubblica. Durante la seconda guerra mondiale i nazisti vi costruirono campi di concentramento sul territorio. Nel 1955 venne occupata dagli Alleati e divenne uno stato neutrale. Dal 1995 fa parte dell'Unione Europea.



Economia

Nonostante si tratti di uno stato alpino, l'agricoltura in Austria ha un ruolo importante in quanto è costituita da vaste superfici coltivabili soprattutto nell'area orientale, che è vicina alla pianura danubiana. Si coltivano frumento, patate, segale, orzo, avena, barbabietola da zucchero.

Si praticano l'allevamento e la frutticoltura, e sono collegati all'industria alimentare.

Il Paese dispone di risorse minerarie come lignite, piombo, zinco, rame e magnesite.

Le industrie sono di medie e piccole dimensioni, quelle più importanti sono: siderurgiche, chimiche, meccaniche e tessili.

Il turismo è un'attività molto importante per l'economia del Paese, sia quello estivo ed invernale nelle località alpine, sia quello culturale, in particolare nella capitale Vienna e a Salisburgo.

La moneta dell'Austria è l'Euro.



Piatti tipici

I piatti tipici della cucina austriaca sono: Tafelspitz (bollito di vitello), Knödel (grossi gnocchi), Gulasch, Brettljause, Schinkenfleckerl (pasta e prosciutto), Kürbiscremesuppe (zuppa di zucca), Eierschwammerlsuppe, Leberknödelsuppe, Grießnockerlsuppe, Frittatensuppe (brodo con tagliolini di crespelle), Schweinsbraten, Eiernockerl, Erdäpfelsalat (insalata di patate), Wiener Schnitzel (cotoletta viennese).


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2022, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies