Scioglilingua napoletani: più belli e famosi


Una raccolta di scioglilingua napoletani brevi e divertenti, con traduzione e spiegazione in italiano.

Gli scioglilingua sono giochi di parole (anche frasi più o meno lunghe) che risultano difficili nella pronuncia e nella comprensione orale. A volte sono così difficili da capire da avere la sensazione di star sentendo una lingua straniera. Dovete sapere che esistono scioglilingua per ogni lingua del mondo: italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo... non potevano di certo mancare quelli nella lingua napoletana!

In questa pagina trovate una raccolta di scioglilingua napoletani, e a seguire la relativa traduzione letterale italiana. Vedi anche gli scioglilingua siciliani.



Gli scioglilingua napoletani

'A batessa 'e Pirepilessa venette a Nàpule sentì' messa, se vutaie 'a batessa 'e Nàpule 'nfaccia â batessa 'e Pirepilessa Pecchè si benuta a Nàpule a sentì' messa, Pecchè a Pirepilessa nun ce stanno messe?
La badessa di Pirepilessa venne a Napoli a sentir messa, si voltò la badessa di Napoli verso la badessa di Pirepilessa: Come mai sei venuta a Napoli per sentir messa, perchè, a Pirepilessa non ci sono messe?


A ccuoppo cupo poco pepe cape, E ppoco pepe capo a ccuoppo cupo.
In cartoccio stretto entra poco pepe, e poco pepe entra in un cartoccio stretto.


A tacco curto, e pure curto tacco, e pure curto tacco a tacco curto.
A tacco corto, e pure corto tacco, e pure corto tacco a tacco corto.


Chi porta 'o puort 'e porte aperte, parte d'o puort.
Chi si reca al porto e trova le porte aperte parte dal porto.


'Into a tre casce cascette casciune: stanno tre lazze lazziette lazziune.
Dentro tre casse cassette cassoni: stanno tre lacci laccetti laccioni.


Jenno, venenno, mellune cuglienno; a ddenocchiune cuglienno mellune.
Andando, venendo, cocomeri raccogliendo: in ginocchio raccogliendo cocomeri.


L'Abbatessa de Mineminessa è bbenuta a Nnapole a sentì messa: ha dato no càucio ncopp''a la fossa; comme maje meza messa fosse, e comme maje meza fosse messa.
La Badessa di Mineminessa è venuta a Napoli a sentir messa: ha dato un calcio sulla fossa; come mai fosse mezza messa, e come mai mezza fosse messa.


Lo munno monna.
Il mondo spoglia.


Lu princepe de Caiazzo, venette a Nàpule p'accattà' tazze. Se vutaie Nàpule e Cajazzo, ca a Caiazzo nu' ce stanno tazze, ca lu princepe de Caiazzo va a Nàpule p'accattà' tazze.
Il principe di Caiazzo, venne a Napoli per comprare tazze. Si girò Napoli e Caiazzo, ché a Caiazzo non ci sono tazze, che il principe di Caiazzo va a Napoli per comprare tazze.


Nnanze Palazzo nce sta 'na capo de cane pazzo; dàlle mazze e pane a 'sta capo de pazzo сапe.
Davanti al Palazzo c'è una testa di cane pazzo, dagli busse e pane a questa testa di pazzo cane.


Nun t'acala' che m'acale i', si tu t'acale io nun m'acala.
Non abbassarti, mi abbasso io, se ti abbassi tu , non mi abbasso io.


'O pane 'e Puzzulo è scarzo e crudo e chello 'e Palazzo è crudo e scarzo.
Il pane di Pozzuoli è scarso e crudo e quel di Palazzo è crudo e scarso.


Paro para piglie, e para piglie paro.
Un pari prende una pari, e una pari prende un pari.


Pascale spaccaje a capa a me, io nun riesci e spacca' a capa a Pascale.
Pasquale mi spacco' la testa, ma io non sono capace di spaccarla a lui.


P’a via ‘e Pavia, Pav’ia.
Sulla strada per Pavia, pago io.


Ràlle 'rì 'ra' cà rì 'ra' ll'jà rà.
Dagli due w:grano (moneta)grani che due grani gli hai da dare.


Sotto nu' palazz c'è stàn tre cap e can pazz, na cap e can pazz e uno, na cap e cane pazz e due, na cap e cane pazz e tre.
Sotto un palazzo ci stanno tre teste di cane pazzo, una testa di cane pazzo uno, una testa di cane pazzo due, una testa di cane pazzo tre.


Tre casce, tre frezze, tre còfene 'e munnezza; tre casce 'ncasciate, tre còfene 'ncufanate; tre frezze 'nfrezzate.
Tre casse, tre frecce, tre corbelli di spazzatura; tre casse incassate, tre corbelli incorbellati, tre frecce infreciate.


Tre tàz a strèt in' da tre strèt taz.
Tre tazze strette in tre strette tazze.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".