Gioco Ogame - simulazione spaziale

Ogame principalmente è un browser game strategico ambientato nello spazio nel quale giocano contemporaneamente migliaia di giocatori provenienti da tutto il mondo che competono tra di loro per conquistare l'universo. E' stato creato in Germania nel 2002 dall'azienda sviluppatrice di giochi Gameforge. Nel giro di soli 3 anni è riuscito a raggiungere un milione di utenti iscritti attivi provenienti da Polonia, Turchia, Regno Unito, Spagna, Francia e dall'Italia. Nel 2008 i giocatori registrati hanno superato quota 30 milioni espandendosi anche in Cina, Stati Uniti, Giappone e Russia. Adesso sicuramente ha superato i 100 milioni di utenti e nonostante è un gioco vecchio viene continuamente aggiornato e tenuto sotto controllo dai moderatori che non ci pensano due volte a cacciare quelli che usano trucchi e programmi vari per alterare il punteggio e la forza del proprio team.

Gratis o a pagamento?

Questa è una domanda che si pongono molti aspiranti giocatori che vorrebbero cimentarsi anche loro alla conquista dello spazio ma temono di fare una cavolata dato che molti giochi online sono a pagamento. Ogame è gratuito, si può giocare tutto il tempo che si vuole senza spendere soldi, però, chi vuole e chi ne ha la possibilità economica, può attivare bonus e vantaggi attraverso l'acquisto di crediti virtuali (nel gioco si chiamano Materia oscura) con soldi reali oppure tramite missioni speciali (spedizioni) oppure completando sondaggi, iscrizioni a newsletter, visitando siti sponsor, guardando video pubblicitari o facendo acquisti, cioè tutte cose per far guadagnare lo sviluppatore arginando le spese di tasca propria.. Se devo far una battuta sono un po' come i crediti di Facebook, c'è chi li compra e chi invece gioca ma non sa' nemmeno a cosa servono.

Come iscriversi?

Per eseguire la registrazione gratuita dovete andare sul sito ufficiale di Ogame.


Ho notato che ci sono in giro siti fake che si spacciano per quello vero ma non sono collegati col gioco, per cui state attenti... sbadatamente io sono uno di quelli che c'è cascato e mi son beccato pure un virus. Comunque una volta approdati sul sito è presente la pagina con il trailer del gioco per farvi un'idea superficiale su ciò che vi aspetta. Al momento dell'iscrizione vi viene richiesto l'universo a cui volete prendere parte, se sono roba nuova per voi cliccate su 'Particolarità' per leggere le differenze, poi come in qualsiasi gioco con registrazione dovete inserire il Nome Utente, la Password, l'indirizzo email, accettare i termini e le condizioni di utilizzo, la normativa sul trattamento dei dati sensibili ed infine cliccare sul pulsante 'Registrati'.

Trama ed obbiettivi

Quando inizierete la vostra avventura spaziale avrete un piccolo pianeta da gestire per farlo diventare un potente impero stellare. Sfruttando le risorse del pianeta potrete costruire una potente flotta di guerra, facendo ricerche nelle zone vicino potrete ampliare sempre di più il settore tecnologico, questo vi porterà vantaggi inestimabili. Per ingrandire il territorio dovrete colonizzare nuovi pianeti ma agli inizi senza un'alleanza forte e senza una buona strategia sarà dura prevalere sul nemico in quanto il gioco stesso non è mica una passeggiata, i pericoli sono in agguato e le numerose sfide che vi lanceranno i nemici per attaccare e contrattaccare non vi daranno un attimo di tregua.

Attenzione: Lo scopo del gioco è costruire, conquistare e sviluppare pianeti facendo più punti possibili e utilizzando in modo migliore le risorse e il tempo, su Nonciclopedia si scherza sul fatto che la vostra giornata improvvisamente si accorcerà e non avrete più tempo nemmeno per andare in bagno, figuriamoci per la ragazza... questo perché essendo il gioco in tempo reale, non conosce pause, per cui se vi assenterete, soprattutto per lunghi periodi questo influenzerà notevolmente sulla crescita del vostro impero; per non fare la fine di tutti quelli che sono caduti nella dipendenza di questo gioco, bello ma molto impegnativo, dovrete predisporre una strategia che vi possa permettere di giocare ad alti livelli pur avendo un orario limitato per il gioco oppure accettare la sconfitta.

E' disponibile anche per iPad.

Per il regolamento ufficiale del sito vi riporto alla pagina Regole dove viene indicato il comportamento che si deve avere per evitare la cancellazione/sospensione del proprio account, per le solite domande che vengono agli inizi del gioco vi rimando alle FAQ generali.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Romanticismo in Italia


Il romanticismo in Italia misura l'ideale con il reale, fa prevalere il romanzo storico, sociale, novella e crea una letteratura civile, patriottica conciliante con la tradizione illuministica. Il romanticismo in Italia coincide con il realismo (poetica del vero), i maestri sono ancora Verri, Beccaria, Parini; respinge l'irrazionalismo e il simbolismo che si sono affermati in Germania e in Inghilterra. Viene però criticato da Leopardi che tuttavia esprime il male esistenziale, il tema dell'infinito (divisione io/natura) e il tema dell'angoscia (cause esterne del dolore umano). Fa nascere la polemica classico-romantica ed il tema è quello del dissenso, i romantici sostengono il carattere storico e non eterno della bellezza, sono per l'originalità e non per l'imitazione, il pubblico è il popolo e non l'elite. Per i romantici la poesia classica è la poesia dei morti e la poesia romantica è la poesia dei vivi.

Continua a leggere »

Mappe concettuale: Arti romantiche


Nelle arti romantiche è fondamentale l'originalità dell'ispirazione. Il concetto di bellezza è storicizzato, ogni epoca elabora un'idea di bellezza contro l'imitazione. Il concetto di bellezza si esprime nell'idea di infinito assoluto attraverso la musica e la pittura.
La musica usa una comunicazione emotiva (non razionale) e penetra l'essenza, il mistero del mondo; è una espressione diretta del sentimento, (è la più vicina alla poetiche del simbolismo romantico) e del fantastico. La musica con il concerto diventa uno spettacolo pubblico per la borghesia e nasce il musicista romantico (Beethoven è uno dei principali esponenti).
La pittura tende al sublime con emozioni forti, eventi eccezionali, situazioni naturali, alcuni esempi sono l'esotismo, le rovine, l'irregolare, il fantastico, la natura sconvolta, notturni o contrasti e gli esponenti sono gli inglesi Turner e Constable, i francesi Gericault e Delacroix ed il tedesco Friedrich.
La pittura rivaluta l'irrazionale e i sentimenti tesi all'assoluto, rifiuta le regole che limitano la soggettività; l'arte non è più imitazione della natura, ma espressione interiore dell'io.

Continua a leggere »

Mappa concettuale: Romanticismo in Inghilterra


La poesia romantica europea in Inghilterra ha avuto come esponenti Wordsworth, Coleridge e John Keats. Wordsworth nel 1798 scrisse "Ballate liriche in cui la poesia è espressione della emotività, nasce come riflessione sulla emozione, il poeta è un fanciullo che si muove dal quotidiano al fantastico.
Coleridge nel 1798 scrisse "La ballata del vecchio marinaio", è il manifesto del simbolismo romantico, ha un significato sfuggente, il poeta allude ad una verità che non svela, crea un passaggio dal fantastico al quotidiano.
John Keats è sensibile al sentimento (medioevo e ellenismo) e al esotismo, si ispira alla mitologia e nel 1818-1920 scrisse "Hyperion" ispirato alla sconfitta dei titani ma lo interruppe; i temi delle sue poesie sono la morte, l'amore-morte, e l'arte morta opposta alla vita e che e simbolo di eternità quindi di esterno alla vita.

Continua a leggere »

Mappa concettuale: Romanticismo in Germania


La poesia romantica europea in Germania ha avuto come esponenti Novalis e Holderling. Novalis nel 1800 scrisse "Inni alla notte" che ha come temi la notte (come la morte e l'infinito) e il giorno (come il finito); la notte è però liberatrice dal binomio amore/morte perché ricongiunge con la persone amata.
Holderlin scrisse nel 1791-1805 "Le poesie", per lui la poesia è come la mitologia, la voce dell'essere, dell'assoluto, distrutta dalla modernità, la terrà è quindi desolata e dispersa e solo una nuova età potrà portare l'armonia, quella dell'dell'unità dell'uomo con il tutto.

Continua a leggere »

Siti divertenti per passare il tempo ridendo

Sono ormai lontani i tempi in cui trasmissioni di ridere come Paperissima, Candid Camera, Scherzi a Parte, La sai l'ultima? facevano il picco di ascolti perché ormai la tv la si guarda soprattutto nelle ore dei pasti e solitamente ci si aspetta di trovare trasmissioni istruttive, film o serie tv. La risata non è stata mica dimenticata ma si è spostata su internet, infatti il web è pienissimo di siti divertenti, probabilmente esistono più siti con contenuti "inutili" ma che hanno come unico obbiettivo quello di divertire il pubblico attraverso le loro "cazzate" (scusate il termine) che siti di apprendimento e di cultura.

In realtà ridere non è affatto una cosa tanto inutile, ridere tutto il giorno forse lo è, ma se ci sono siti che riescono a cambiare anche un pochino l'umore in meglio allora significa che meritano di essere citati quantomeno per passare un po' di tempo facendo qualcosa di divertente che non sia il solito messaggino nella chat o il solito giochino online da giocare in solitario.

Eccovi i migliori siti divertenti per passare il tempo:

1) Nonciclopedia: come da titolo non è una vera enciclopedia e se per enciclopedia online il punto di riferimento è Wikipedia, questo sito si può considerare in poche parole come una parodia di Wikipedia. E' l'enciclopedia che non annoia perché prende spunto da articoli veri e propri tratti dalle pagine di Wikipedia ma siccome vengono stravolti ne viene sempre fuori un articolo comico, un vero sito divertente basato sul testo in formato enciclopedico; se avete voglia di ridere vi toccherà leggere e anche molto... per esempio le sezioni più spassose sono quelle riguardanti le biografie di personaggi famosi (o raccomandati), quelle sui manuali, dei test e delle citazioni che al contrario di Wikipedia che esalta la cultura della persona stessa, loro invece ne esaltano l'ignoranza (papere e gaffe).

2) Bastardidentro: è una linea di prodotti per la scuola: diari, quaderni, astucci e tanto altro; personalmente ne sono venuto a conoscenza passando per una cartoleria ma online è presente anche il sito ufficiale che raccoglie più o meno le stesse cose riportate in formato cartaceo per non annoiare lo studente durante l'anno scolastico come video divertenti, fotografie sarcastiche,  fotomontaggi, fumetti bastardi e tanta altra roba come cartoline, test e barzellette. Utilizzano un concetto di umorismo abbastanza forte tant'è che molte mamme venute a conoscenza dei contenuti del diario si sono disgustate per la presenza continua di scoregge, rutti, battutacce e riferimenti al sesso ed episodio di bullismo; probabilmente il fatto che venga odiato dai grandi è il successo del perché molti ragazzini lo scelgono.

3) Ilaro: Ilaro è il fratello di Icaro... quello contento! In questo sito troverete Power Point divertenti, barzellette, sfondi per desktop, video gratis, gif animate, spezzoni audio dai film trash, spot anni 80, giochi flash, frasi da utilizzare per gli sms, e tutto ciò che riguarda il mondo dell'umorismo!

4) Superedo: già consigliato come sito per trovare sfondi per blog, aggiungo che è ottimo anche per trovare vignette stile Facebook di personaggi famosi e non, di memes e scene strane che susciteranno la vostra curiosità e se sarete fortunati vi faranno anche ridere, sicuramente passerete un po' di tempo nel leggerle tutte.

5) Fuoriditesta: è un sito che contiene notizie incredibili reali ma riportate alla comicità senza alterare la verità dei fatti, possiede anche sezioni che contengono video divertenti,  immagini assurde e barzellette.

6) Bofunk: è un sito inglese che contiene tantissimi video divertenti ed anche folli ed incredibili, una specie di Youtube della risata; se non conoscete la lingua poco importa in quanto i video possono essere guardati e capiti anche senza seguire i dialoghi.

7) La pecora sclera: in questo sito demenziale troverete battute divertenti, immagini assurde, leggende metropolitane ed altre ovinità... se volete far passare 30 minuti in fretta alla ricerca di un po' di risate questa è un ottima scelta.

8) Mondoopsin questo sito sono presente le migliori presentazioni in power point gratis da scaricare e da rivedere tutte le volte che si vogliono sul pc come si faceva tanto tempo fa.

9) SoloBuonUmore: è solo uno dei tanti siti che potrebbe cambiare il vostro umore in meglio attraverso immagini divertenti, foto buffe, strane, curiose ed assurde. La grafica non è proprio delle migliori ma per iniziare a sfogliarlo utilizzate l'apposito menù di destra dove sono elencati vari argomenti in ordine alfabetico (animali, artisti di ieri e di oggi, arte con fiammiferi, autobus ecc.)

10) Uffa: se durante il giorno non fate altro che sbuffare da Uffa dovete andare, qui infatti le risate e il divertimento è assicurato perché navigando sul sito troverete barzellette, foto, video divertenti, vignette e tanti giochi.

11) MagnaRomagna: ennesimo sito che pubblica e inventa materiale divertente come test, quiz, fotomontaggi e curiosità. Possiede una vasta raccolta di burle e candid camera per farsi 4 risate, cartoline da spedire con un semplice click ed anche notizie curiose e leggende sia vere che bufale.

12) Barzellette: uno dei migliori siti di barzellette di vario genere come quelle sporche, di umorismo nero, sugli uomini, sulle donne, sui bambini; insomma sono tutte suddivise per categorie, per cui diventa più facile divertirsi ed impararle a memoria per raccontarle agli amici.

13) Giocare Online Gratis: nella sezione di uno dei siti più popolari in Italia per i giochi flash troverete tanti giochi divertenti con i memes (trollface), di fare scherzi come svestire le ragazze, di fare pipì, cacca, coprire le flatulenze con altri rumori.
Continua a leggere »

Come disegnare un tatuaggio online su una foto

Quando si va a mare è raro non imbattersi nel ragazzo palestrato di turno o nella ragazza sexy che oltre all'abbondanza fisica possono vantarsi di possedere uno più tatuaggi alla faccia di chi non ha il coraggio di farsene uno. Un tatuaggio è per sempre e non entro in merito ai pro ed ai contro perché bisogna consultare un esperto e confrontarsi con altre persone che ne posseggono uno o più di uno; l'unica cosa che posso consigliarvi (non avendone nessuno) è quella di provare alcuni dei migliori siti che si possono trovare su internet per disegnare un tatuaggio online e per farsi un'idea di come stia addosso, sulla propria pelle senza dolore e senza "sporcare"; questo perché i tatuaggi online si possono creare tramite applicazioni web gratuite usando scritte tribali e disegni artistici di ogni tipo, dopodiché potrete incollarli su qualsiasi parte del corpo (faccia, spalle, gambe, schiena ecc.).

Eccovi i siti di cui parlavo, con i quali potrete sbizzarrirvi e realizzare tatuaggi virtuali personalizzati in pochissimi minuti:

1) TatSmash: è il miglior sito per creare tatuaggi, richiede la registrazione e non necessita l'email di conferma, vi basterà solamente inserire l'username e la password inseriti nella fase di registrazione per accedere al sito. A questo punto dovete selezionare prima la categoria (Tattoo Gallery) presente a sinistra e poi uno dei tatuaggi contenuti in essa cliccando su Try on this Tattoo. A questo punto potete stampare il tatuaggio (Print Tattoo) o scaricarlo (Download Tattoo), ma la parte più bella è che potete caricare una vostra immagine del pc (Image Upload), farla sul momento tramite Webcam (Webcam Upload) o tramite link con foto già presenti su internet (URL Upload). Dopo aver inserito la vostra immagine potete utilizzare il mouse per postare il tatuaggio su una parte del corpo, i pulsanti del tool per ruotare o ingrandire. Cliccando su Save otterrete il link per condividere la vostra opera sui social network, magari per chiedere il parere ad amici. 

2) Tattoo Tribes: dalla homepage il sito sembra poco adatto a quanto descritto ma il tool virtualizer presente come pulsante vi farà cambiare idea. Consiste nell'avere a disposizione un manichino maschile o femminile, su cui potete incollare una vostra immagine di tatuaggio (preferibilmente senza sfondo) che può essere ridimensionata, invertita, e posizionata in qualsiasi punto del corpo. 

3) Tattoo Lettering: la seguente applicazione web permette di progettare il proprio tatuaggio attraverso decine di stili e font. Dovrete semplicemente scegliere un font tra quelli presenti nella casella (c'è anche quello della Disney), selezionare il colore ed inserire il testo e la dimensione, infine cliccare su 'Generate Your Tatto'. Il risultato del testo generato è una immagine che potete salvare sul pc o modificarla con un altro programma di grafica.

4) Nombre Chino: è uno strumento gratuito online che permette di creare scritte di nomi cinesi e in tibetano, l'archivio contiene oltre 9.000 nomi tradotti in cinese, c'è una probabilità che il vostro nome non sia presente nell'elenco come è successo a me con "Andrea".

Le scritte generate potete inserirle nei due siti TatSmash e Tattoo Tribes e valutarne il risultato.

Continua a leggere »

Immagini e disegni di Tatuaggi siti migliori

Se avete preso la decisione di volervi fare un tatuaggio, dato che questo durerà per tutta la vita vi conviene innanzitutto essere pazienti e guardarne il più possibile prima di prendere la decisione definitiva per evitare eventuali ripensamenti, in questi siti troverete davvero tantissime immagini e disegni sia come modelli sia le foto di persone tatuate, ovviamente sono tutti siti gratis, accessibili a tutti senza alcuna registrazione e le immagini sono tutte diverse.

Questi sono i migliori siti di tatuaggi reperibili facilmente su internet, questo non vuol dire che non ne possano nascere altri ben attrezzati, per cui se ne conoscete qualcuno di veramente originale siete pregati di segnalarli. In questi siti potrete trovare tatuaggi maschili e femminili, per qualsiasi parte del corpo (viso, collo, spalla, gambe, caviglie schiena) suddivisi per categorie (cartoon, maori, giapponesi, animali, gotici, celtici ecc..) per cui sarà parecchio difficile a non trovare il tatuaggio che fa al caso vostro.

1) Flash and furious: è un sito in lingua francese ma questo non deve turbarvi più di tanto perché nella pagina iniziale troverete 5 categorie che suddividono per genere il tipo di tatuaggi, tribali, polinesiani, maori e celtici nella prima categoria, vecchi, nuova scuola, orientali e kanji nella seconda categoria, di fantasia, biomeccanica e molto scuri nella terza categoria, di animali, di fiori, pianeti e simboli nella quarta categoria, di cartoni animati, diavoletti e manga nella quinta ed ultima categoria. Nel complessivo contiene 2700 immagini di tatuaggi inserite in 27 album.

2) Tribal Shapes: sul sito sono presenti una vasta collezioni di forme tribali e di scritte con caratteri cinesi da sfogliare e scaricare.

3) Old Timer Tattoo: su questo sito troverete tatuaggi con lo stile tipico dei pirati: bandane, teschi, spade ma anche altri stili classico/vecchio stile come il dragone ed i tribali, sono presenti anche tatuaggi di animali e sfortunatamente anche nazisti (non è una cosa di cui andare fieri).

4)  Japanese Translator: In giapponese, i nomi vengono normalmente scritti utilizzando l'alfabeto katakana, per cui utilizzando questo tool potrete convertire il vostro nome italiano in giapponese utilizzando uno fra i diversi stili presenti. Inoltre troverete scritta anche la pronuncia per cui non farete una brutta figura qualora qualcuno vi chiedesse cosa ci sia scritto perché potrete rispondergli dicendo che conoscete anche la pronuncia!

5) Tatuatori.it: nella galleria di questo sito italiano troverete molti tatuaggi ma non come semplici immagini bensì tatuati sul corpo di persone, sarà più semplice per voi capire se si possa donare anche sulla vostra pelle. Il sito si presenta come un buon punto di riferimento per i tatuaggi, oltre alle informazioni generiche è presente anche un forum dove porre i propri dubbi.

6) Tatuaggiweb: se avete un genere di tatuaggi preferito ma non avete ancora le idee chiare potreste sfogliare le singole sezioni del sito che contengono foto davvero interessanti da cui potreste prendere spunto.

7) Tatuaggi.it: nel sito specializzato in tatuaggi ma anche in piercing e body arts troverete moltissime idee per i vostri tattoos come tatuaggi maori, polinesiani, tribali, oppure tatuaggi con farfalle, teschi ecc. Per sfogliare il sito dovete cliccare su uno degli archivi presenti.

8) Tattoo e piercing: nella pagina iniziale del sito non troverete subito le immagini di tatuaggi che invece si trovando cliccando nei link in alto, per esempio nella sezione 'Tatuaggi Sexy' troverete tatuaggi su corpi femminili sexy ed anche svestite, nella sezione 'Galleria Tatuaggi' sono riuniti un po' tutti i generi mentre nella sezione 'Tatuaggi Estremi' prevale lo stile stravagante ed eccentrico.

9) Mondo Tatuaggio: dal menù dovete passare il mouse nella sezione 'Tattoo Gallery' per aprire le sottosezioni presenti (animali, biomeccanici, bracciali, celtici, classici, fantasy, fiori, indiani, maori tribali, orientali, scritte), dentro esse sono contenute tantissimi immagini coerenti al nome della sezione.

10) Tatuaggio tribale: dal menù laterale di sinistra dovete selezionare la categoria che vi aspira maggiormente, quelle più ricercate sono scritte in maiuscolo, mentre quelle più generiche in minuscolo.

11) Passione Tattoo: per trovare tatuaggi dovete muovervi sfogliando le sezioni del menù orizzontale presente in alto, sono suddivise per genere, ad esempio troverete tatuaggi arabi, giapponesi, maori, Old School, piccoli, con scritte, tribali con fiori, con angeli ecc.

12) Tattoo121in questo che si presenta come un piccolo punto di riferimento per tatuaggi potete trovarli come nei siti precedenti utilizzando le sezioni presenti nel menù di destra, da segnalare anche la sezione dove sono presenti tatuaggi con i nomi di persona.
Continua a leggere »

Come arrotondare numeri su Excel

Il foglio di calcolo Excel non è proprio come Word dove tutto sembra essere a portata di mano, spesso capita che dopo tanti calcoli, appaiono nelle celle dove sono contenuti i risultati numeri decimali con parecchie cifre dopo la virgola. Il computer è perfetto e per lui anche quei numeri sono importanti ma per il vostro bilancio familiare o calcolo a scopo personale oltre a non servire a nulla sono anche d'intralcio. I numeri dopo la virgola come saprete si possono arrotondare per eccesso (es. 10,56 diventa 10,6) o per difetto (es. 10,56 diventa 10,5). L'arrotondamento si può eseguire anche su Excel e ci sono diversi metodi che si possono applicare ottenendo lo stesso risultato voluto senza influenzare gli altri numeri, alcuni sono semplici ed immediati mentre altri sono nascosti e facilmente dimenticabili.

A seconda della versione utilizzata possono essere diverse le operazioni per fare arrotondamento su Excel inoltre se state utilizzando alcune delle alternative di Microsoft Office potreste ritrovarvi una grafica leggermente diversa, per questa ragione vi propongo tutte le possibili soluzioni:

1) Il primo metodo è quello più semplice, dovete semplicemente fare click col pulsante sinistro sulla cella contenente la cifra da arrotondare per selezionarla e poi dalla barra del menù in alto premere i pulsanti con disegnato le freccette e degli zeri, questi toglieranno una cifra o l'aggiungeranno al vostro numero; ovviamente come formato dovete inserire formato numero.



2) Un altro metodo semplice è quello di cliccare con il tasto destro del mouse sulla cella contenente la cifra da arrotondare, cliccare su "Formato celle" o "Formatta celle", da lì dovete prima selezionare la categoria "numero", e poi sulla destra dovete scegliere il "formato", cioè la posizione della virgola, potete orientarvi anche inserendo manualmente una cifra nel campo Posizioni decimali (es. se inserite 0 il numero sarà intero, se inserito 1 avrà un solo numero dopo la virgola, se inserite 2 avrà due numeri dopo la virgola e così via).



3) Il terzo metodo è un po' più impegnativo perché permette di arrotondare numeri mediante una funzione.
La funzione è: 
=ARROTONDA.PER.ECC(A1;0)   <--- Arrotondare per eccesso.
=ARROTONDA.PER.DIF(A1;0)     <--- Arrotonda per difetto.

Per inserire tale funzione dovete fare click su una cella vuota e libera da calcoli per non alterare il risultato degli altri numeri e poi incollare nella riga per le funzioni una delle due accennate in precedenza, infine cliccare su Invio.

Potrebbe apparirvi un messaggio di errore in quanto "A1" è la coordinata della prima colonna e della prima riga che ho usato io per l'esempio, voi invece dovete sostituirla con quella dove è presente il vostro numero da arrotondare.

Il valore 0 fa in modo che il numero risulti intero (senza virgola), se inserite 1 la cifra dopo la virgola sarà una sola, se inserite 2 le cifre dopo la virgola saranno due ecc.



Avete ancora dei dubbi?
Continua a leggere »

Si dice Rigo o Riga, Righi o Righe?

Tante volte le parole italiane fanno venire parecchi dubbi sul loro corretto utilizzo, è il caso di rigo o riga, entrambe sono giuste ma possono avere un significato diverso e vanno utilizzate in ambienti differenti. Il dubbio viene prima di entrare in una cartoleria: meglio dire quaderno a righe o a righi? oppure si deve stare attenti a non uscire fuori dal rigo o dalla riga?

È più appropriato usare la parola "rigo" per indicare le seguenti azioni: copiare rigo per rigo, sottolineare un rigo, saltare un rigo leggendo, scrivere almeno un rigo, scrivere un rigo di ringraziamentorigo musicale (pentagramma).

Riga è più usata per indicare la riga come strumento per disegni geometrici, il famoso righello insomma per misurare piccole distanze!
La parola riga può essere utilizzata per indicare la scriminatura dei capelli: farsi la riga, oppure per lo stare in ordine: stare in riga, per segnare una linea di riferimento: tracciare una riga.

Per la forma plurale si utilizza "righe", per esempio le righe di un foglio, una camicia a righe, testo di poche righe, leggere tra le righe, andare sopra le righe, la prima riga, la seconda riga, rompete le righe! (in ambito militare).

La differenza è che con “rigo” si indica una riga di scrittura a mano o a stampa: il plurale in questo caso è “righi”. Con “riga” una linea diritta tracciata su una superficie: il plurale è “righe”.

Righi che fa riferimento alle tante righe di un quaderno rimane comunque poco utilizzato, per la forma plurale si utilizza quasi sempre "righe".

Si ricorda che anche il presente indicativo del verbo "rigare" utilizzare suddetti termini (io rigo, tu righi, egli riga...)

Secondo alcuni dizionari "rigo" e "riga" sono intercambiabili sia come 'linea di scrittura' che come 'linea tracciata su un foglio'.

Ricorda bene: Per un poema in italiano non si usa la parola "rigo" ma il termine "verso".
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Giacomo Leopardi Vita 1° parte


Giacomo Leopardi nasce nel 1798 a Recanati (Marche), trascorre un'infanzia felice grazie a una famiglia solida, a uno studio matto e disperato di lingue antiche e moderne nella biblioteca paterna.
Recanati è un luogo che opprime e soffoca la sensibilità di Giacomo perciò ha un'amicizia epistolare con Pietro Giordani (classicista). E' tentato da un desiderio di fuga e nel 1819 viene scoperto dal padre; inoltre una grave malattia infierì sui suoi occhi ma questo non fermò la sua voglia di scrivere ed infatti scrisse gli Idilli, nel 1821 fa un viaggio a Roma, come al solito ottiene delusioni e poi ritorna nuovamente a Recanati.
Il 1823-24 è un periodo drammatico per Giacomo, viaggia a Milano dall'editore Stella, poi a Bologna ed infine fa ritorno sempre al luogo d'origine (Recanati).
Nel 1926 va a Firenze (città vivace e aperta) ed incontra letterati ed intellettuali, poi si reca a Pisa dove torna a scrivere poesie con una buona produzione poetica ma non è auto-sufficiente.
LEGGI ANCHE: Seconda parte della vita di Leopardi
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Giacomo Leopardi Vita 2° parte


Nel 1829 Giacomo Leopardi ritorna a Recanati e scrive Rime e Canti, vive nella noia, estraneo al suo mondo e prova l'impossibilità di vivere. Nel 1830 torna a Firenze dove sperimenta un amore non contrapposto (profonda delusione), ma trova una profonda amicizia con il patriota napoletano esule Antonio Ranieri. Giacomo, diventa debole e si ammala di tisi, soggiorna a Napoli, nel 1833 dall'amico Ranieri vengono pubblicate le sue opere ma queste vengono spesso censurate dai re della restaurazione. Nel 1836 Giacomo e Ranieri vanno a Torre del Greco per fuggire all'epidemia di colera... Giacomo Leopardi muore a 39 anni tormentato dai suoi mali.

Continua a leggere »

Si dice Caposaldi o Capisaldi?

Per caposaldo s'intende un punto di riferimento (in topografia) oppure una struttura fortificata utilizzata come punto di controllo per spiare i movimento del nemico.

Se per quanto riguarda la parola singolare siamo tutti d'accordo che si dice "caposaldo", si può dire lo stesso del plurale? Certo che no, nonostante sia una parola poco frequente nel linguaggio verbale appare spesso nei quotidiani, a volte anche in diverse forme.

Il plurale di caposaldo è capisaldi mentre la forma caposaldi non è del tutto sbagliata ma è più che altro obsoleta.

Esempio: I capisaldi del programma politico sono l'abbassamento delle tasse e il lavoro per i giovani.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Leopardi, percorso letterario


Il percorso letterario di Giacomo Leopardi è diviso in 3 fasi della sua formazione.
Nel 1809-1815 è la fase di studio e di erudizione, nelle opere di traduzione erudite è presente il rapporto tra ragione e illusione da cui si può comprendere che gli antichi sono capaci di illudersi.
Nel 1816-1818 è presenta la fase di conversione al bello, scopre la poesia e il fascino della poesia antica, inizia a scrivere "Lo Zibaldone" (raccolta dei suoi pensieri) e nel 1818 il "Discorso di un italiano intorno alla poesia" che è una polemica classico romantica a favore dei classicisti che hanno un rapporto poetico e fantastico con la natura, l'universo e le passioni che i moderni hanno perso, ma questi attraverso il potere dell'immaginazione è possibile arrivare alla poesia.
Dal 1819 è presente la fase della conversione filosofica, scoperta del vero e dell'infelicità dell'uomo: cioè dal bello al vero, la cecità diviene un momenti di conoscenza perché si è consapevoli dell'irrimediabile infelicità degli uomini dovuta al vuoto, cioè l'assenza di desiderio, e si passa dalla immaginazione alla filosofia.

Continua a leggere »

Mappa concettuale: Leopardi, La Poetica


I capisaldi della poetica di Leopardi (1819-1221) sono:

1) La teoria del piacere: l'uomo in quanto materia tende al piacere e all'infinito perché la tendenza al piacere è infinita. Secondo la teoria negativa del piacere non esiste piacere, ma solo una diminuzione del dolore.

2) Distinzione tra poesia immaginativa e sentimentale: l'uomo ha sensi finiti e limitati e non può avere il piacere che è infinito perciò usa l'immaginazione e immagina il piacere infinito (come gli antichi), qui ci riconduce alla poesia dell'immaginazione (illusione del piacere) e alla poesia sentimentale che nasce dalla riflessione sull'infelicità umana, degli esempi sono la ragione che toglie l'illusione e ci mostra il vero e la poesia dei moderni.

3) Il fascino del vago e dell'infinito: recupero dell'immaginazione nella poesia sentimentale in cui l'uomo tende all'infinito e al piacere usando l'immaginazione e le sensazioni.

Continua a leggere »

Mappa concettuale: Leopardi Opere 2° parte


Precentemente abbiamo visto la mappa concettuale sulle opere di Leopardi dal 1819-1821, adesso invece quelle dal 1830 al 1837 (anno della morte). Esse seguono un percorso unico e unitario perciò Leopardi le riunisce in una sola raccolta intitolata "I canti". Dal 1830 al 1835 Leopardi si allontana dalle idee del liberismo risorgimentale e si sente estraneo al mondo, questa è la fase più acuta del suo pessimismo. Scrive opere che parlano di amore e di morte (ciclo aspasia), e con "A se stesso" narra la delusione d'amore ultimo disinganno. Dal 1832 scrive le ultime due operette morali: dialoghi di un venditore di almanacchi e dialogo di Tristano e di un amico, critica il suo tempo, nel 1835 pubblica l'edizione dei canti, nel 1836 l'edizione delle operette morali e scrive le ultime poesie: Il tramonto della luna e La ginestra (il pensiero diventa poesia) che è una poesia filosofica e una riflessione sulla condizione umana per cui la vera causa dell'infelicità è la natura e può essere vinta se l'uomo sarà solidale e consapevole del vero e libero da miti e illusioni.

Continua a leggere »

Cos'è la Comunione (Eucarestia)?

Per i cristiani l'eucarestia o comunione è il sacramento istituito da Gesù la vigilia della sua passione e morte, durante l'ultima cena.
Il termine deriva dal greco (eucharisto=rendimento di grazie).

Gesù, nell'ultima cena, distribuì ai suoi discepoli il pane e il vino come suo corpo e suo sangue, offerti come sacrificio per la salvezza degli uomini, incaricandoli di fare lo stesso in sua memoria.

La Chiesa dunque, fin dalla sua origine, celebra l'atto sacramentale dell'Eucarestia come uno degli impegni lasciatogli da Gesù stesso, suo Dio salvatore e fondatore.

L'Eucarestia è l'azione sacrificale durante la quale il Sacerdote offre il pane e il vino a Dio, che, per opera dello Spirito Santo, diventano realmente il Corpo e il Sangue di Cristo, lo stesso Corpo e lo stesso Sangue offerti da Gesù stesso sulla croce.
L'altare è quindi la croce sul quale ogni santa Messa si avvera lo stesso e identico sacrificio.

Requisiti

Per fare una buona Comunione sono necessarie tre cose:
1) essere in grazia di Dio.
2) sapere e pensare chi si va a ricevere.
3) osservare le norme sul digiuno.

L'obbligo della Comunione pasquale comincia, d'ordinario, circa a sette anni (varia da chiesa a chiesa).

Il digiuno

L'acqua non rompe il digiuno; perciò si può bere anche immediatamente prima della S. Comunione. Fino a tre ore prima della Comunione, tutti possono prendere cibi solidi e liquidi, compresi gli alcolici: vino, birra, liquori ecc.
Fino a un'ora prima della comunione tutti possono prendere liquidi: brodo, caffè, latte, aranciata, the... esclusi vino e liquori.
I malati possono prendere, senza alcun limite di tempo anche immediatamente prima della comunione, bevande non alcoliche o vere e proprie medicine, sia liquide che solide. La dispensa vale anche per i malati non obbligati a letto. Le medicine si possono prendere anche se contengono alcol.
Continua a leggere »

Cos'è la Confessione (Penitenza)?

La penitenza o Confessione è il sacramento istituito da Gesù Cristo per rimettere i peccati commessi dopo il Battesimo. A questo sacramento molti fedeli partecipano, il non rivelare volutamente alcuni peccati fa si che questi non vengano perdonati, è importante il confessare ma è altrettanto importante il pentirsi per poter ottenere il perdono.
Quando si fa del male ad una persona cara, cosa si fa per porre rimedio? Chiedi scusa no? Ecco...la confessione è un modo per dire al nostro più grande amico che ci dispiace se a volte sbagliamo e gli chiediamo di darci un'altra possibilità. Il sacerdote rappresenta Gesù davanti al quale ci inginocchiamo come Gesù stesso ha fatto mentre ha provato a lavare i piedi ai discepoli dimostrando l'umiltà. Infatti è questo il sentimento che dimostriamo di avere quando ci rivolgiamo pentiti (e questa è una parola chiave di tutto il sacramento) al sacerdote.

Requisiti

Per fare una buona Confessione si richiedono cinque cose:
1) l'esame di coscienza.
2) il dolore dei peccati.
3) il proponimento di non commetterne più.
4) l'accusa dei peccati.
5) la soddisfazione o penitenza.

In cosa consiste?
L'esame di coscienza si fa richiamando alla mente i peccati commessi in pensieri, parole, opere ed omissioni, contro i Comandamenti di Dio, i precetti della Chiesa e gli obblighi del proprio stato a cominciare dall'ultima Confessione ben fatta.

Che cos'è il dolore?
Il dolore o pentimento è quel dispiacere e odio dei peccati commessi, che ci fa proporre di non peccare più.

Di quali peccati siamo obbligati a confessarci?
Siamo obbligati a confessarci di tutti i peccati mortali non ancora confessati o confessati male; giova però confessare anche i veniali.

Chi per vergogna o per altro motivo tacesse un peccato mortale, farebbe una buona confessione?
Chi per vergogna o per altro motivo non giusto tacesse un peccato mortale, non farebbe una buona confessione, ma commetterebbe un sacrilegio.

Che deve fare chi sa di non essersi confessato bene?
Chi sa di non essersi confessato bene, deve ripetere le confessioni mal fatte ed assicurarsi dei sacrilegi commessi.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Leopardi, Opere 1° parte


Questo è uno schema riassuntivo sulle opere di Leopardi dal 1818 al 1830.
Dal 1819 al 1821: poetica del vago e dell'indefinito, ha una visione materialistica e meccanicista del mondo, è consapevole del vero e dell'infelicità umana; scrive 9 idilli tra cui L'infinito, Sera del dì di festa, Alla luna, Il sogno. Sono poesie sentimentali che nell'infelicità umana cercano uno spazio per l'immaginazione che plachi l'ansia di infinito insita nell'uomo.
Dal 1818-1823 scrive "Le canzoni", poesia filosofica i cui temi sono la modernità è decadenza e l'infelicità è condizione umana.
Dal 1824-1828 ha una crisi profonda e delusione, si interrompe la scrittura poetica, inizia per lui una riflessione filosofica, componimenti in prosa come le operette morali pubblicate nel 1827 in prosa satirica cioè tematiche serie in veste satira-ironica per comunicare le riflessioni filosofiche in modo quasi leggero con disillusione e con una visione materialistica dell'uomo e dell'universo.
Nel 1828, è il periodo Pisano, riprende la produzione poetica con "I canti" 1829-1830 che continuano la conversione filosofica e sperimentano nuove forme poetiche come A Silvia, Le ricordanze, Il passero solitario, Il canto di un pastore errante dell'Asia, La quiete dopo la tempesta e Il sabato del villaggio.

Continua a leggere »

Cos'è il Peccato?

Il concetto di peccato nasce dall'origine della storia umana quando agli occhi di Dio i nostri primogenitori non ubbidirono a dei comandi specifici che Dio aveva dato loro, per cui per capire questa parola bisogna capire il significato che aveva nelle lingue originali in cui fu scritta la Bibbia. Sia il verbo ebraico che quello greco tradotti comunemente “peccare” significano “mancare” nel senso di fallire un bersaglio o non raggiungere un obiettivo. Quale obiettivo manchiamo tutti? L’obiettivo della perfetta ubbidienza a Dio.
Il peccato è quindi un'offesa fatta a Dio disobbedendo alla sua santa legge ed è di due specie: originale e attuale.

Qual è il peccato originale?
Il peccato originale è il peccato che l'umanità commise in Adamo suo capo e che da Adamo ogni uomo contrae per natura discendenza. Con il peccato originale l'uomo eredita non tanto una "colpa", quanto un'inclinazione verso il male chiamata concupiscenza. Questa inclinazione non costituisce in sé un peccato, ma una debolezza di base dell'essere umano che è la causa dell'agire malvagio degli uomini nella storia dell'umanità.

Tra i figli di Adamo fu preservato mai nessuno dal peccato originale?
Tra i figli di Adamo fu preservato dal peccato solo Maria Santissima.

Come si cancella il peccato originale?
Il peccato originale si cancella col Santo Battesimo.

Qual è il peccato attuale?
Il peccato attuale è quello che di commette volontariamente da chi ha l'uso di ragione.

In quanti modi si commette il peccato attuale?
Il peccato attuale si commette in quattro modi: cioè in pensieri, in parole, in opere e in omissioni.

Di quante specie è il peccato attuale?
Il peccato attuale è di due specie: mortale e veniale.

Che cos'è il peccato mortale?
Il peccato mortale è una disobbedienza alla legge di Dio in cosa grave, fatta con piena avvertenza e deliberato consenso.

Che cos'è il peccato veniale?
Il peccato veniale è una disobbedienza alla legge di Dio in cosa leggera, o anche in cosa grave, ma senza tutta l'avvertenza e il consenso.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: L'infinito, Leopardi


L'infinito di Leopardi, opera composta nel 1819 appartiene alla serie dei 6 idilli, componimenti che descrivono situazioni esterne per rappresentare stati d'animo interni, cioè un'avventura interiore che nasce contemplando la natura. Il poeta posto davanti ad un limite (la siepe) e non potendo guardare oltre tenta di superarlo con l'immaginazione dell'anima, e si immagina cose che non potrebbe vedere, se la sua vista si estendesse da per tutto perché il reale escluderebbe l'immaginario. L'infinito non è un infinito divino (teologico) ma poetico e immaginativo, espressione del vago e dell'indefinito e ricerca del piacere. I temi sono l'annullamento della coscienza e la percezione dell'universo infinito e dell'eternità.

Continua a leggere »

Mappa concettuale: Alla luna, Leopardi


Alla luna di Leopardi, scritta a Recanati nel 1820 è il 3° degli idilli giovanili; il poeta ritornato sul colle dell'infinito guarda la luna e ricorda che l'anno prima gli era apparsa nebulosa e tremula (per l'angoscia), ora la guarda senza lacrime seppur ancora con dolore. I temi sono la contemplazione della natura e la memoria auto-biografica. La poetica parla del vago e dell'indefinito, del piacere delle illusioni che trasformano le cose in meglio, della rimembranza. Il ricordo è un sollievo per l'uomo, in esso si cerca conforto rispetto a un presente triste, ha il potere di rendere felici almeno per un attimo, nel ricordo si placa il tormento così come nell'immaginazione; il ricordo è una illusione che rende più accettabile la vita, ed è un tema frequente nella lirica di Leopardi.

Continua a leggere »

Mappa concettuale: A Silvia, Leopardi


A Silvia di Leopardi, realizzato a Pisa nel 1928 è uno dei canti più famosi tra i grandi idilli. La poetica e il pensiero sono la natura matrigna, il pessimismo cosmico, cioè l'uomo che soffre per tutta la vita e l'espressione del vago e dell'indefinito. I temi sono la caduta delle speranze che per lui avviene con la morte di Silvia e la memoria autobiografica con riflessioni esistenziali. Silvia è la figlia del cocchiere dei Leopardi morta a 21 anni, rappresenta la giovinezza e la speranza, attraverso lei attua una rievocazione del passato e rievoca le illusioni dell'adolescenza. A Silvia appartiene al periodo del cupo pessimismo (operette morali 1824), è composta da 2 parti: rievocazione del passato e il presente fatto di delusioni e morte; sono scritte con linguaggio limpido e piano adottando la metrica della canzone libera.

Continua a leggere »

Mappa concettuale: A se stesso, Leopardi


A se stesso, opera di Giacomo Leopardi del 1833 è il 4° dei 5 canti detti del ciclo di aspasia perché ispirati dall'infelice amore per Fanny Targioni Tozzoletti. Segna il momento della delusione perché spento ogni entusiasmo e speranza il poeta vuole recuperare il dominio di se e della propria razionalità. Si presenta come un monologo con il proprio cuore a cui il poeta chiede di non amare più perché non c'è niente per cui valga la pena di lottare e soffrire. La vita si presenta a Leopardi come un deserto in cui non c'è posto per i sentimenti per colpa della natura che è un potere malefico a danno dei viventi.

Continua a leggere »

Mappa concettuale: Jacques Louis David


Jacques Louis David (1748-1825) nasce nel 1748 a Parigi e grazie ad una borsa di studio dell'accademia di belle arti dal 1775 al 1780 e dal 1784 al 1785 vive a Roma e studia pittura e sculture romane e la pittura di Raffaello. Rientrato in Francia partecipa attivamente alla rivoluzione del 1789 come alleato di Robespierre, diventa deputato come Marat, presidente della convenzione nazionale , presidente al club dei giacobini. Quando morì Robespierre venne incarcerato, segue poi Napoleone come primo pittore e alla sua caduta è costretto all'esilio a Bruxelles dove muore nel 1825.

Continua a leggere »

Mappa concettuale: Il giuramento degli Orazi


Il giuramento degli Orazi (1784) è stato dipinto da David  nel 2° soggiorno romano su commissione del re di Francia e portato nel 1785 al salon di Parigi. La scena narra il giuramento dei 3 fratelli Orazi romani per risolvere la contesa fra Roma e la città rivale di Albalonga (vittoria degli Orazi) nella Roma di re Tullo Ostilio (673-640). Il soggetto rappresenta le virtù civiche romane cioè vincere o morire per Roma a cui David aderisce. La scena si svolge nell'atrio di una casa romana, al sole; è il momento rappresentato viene prima dell'azione, questa è una caratteristica del neoclassico. Il punto di fuga prospettico è sulla mano che regge le spade.

Continua a leggere »

Mappa concettuale: La morte di Marat, David


La morte di Marat, dipinto di David (1793) narra l'omicidio di Marat ad opera della girondina De Corday D'Armont. Marat fu un politico, medico, giornalista e rivoluzionario giacobino nato in Svizzera da padre Sardo. Il dipinto è stato incaricato dalla "convenzione" in onore della Francia al martire della rivoluzione. E' ritratto il momento dopo l'omicidio, viene evitata l'azione per esaltare l'animo del personaggio. Il luogo non è distinto e non se ne riesce a capire il tempo. Il calamaio e la penna raffigurati sono come degli strumenti della passione in un'immagine simile alla pietà di Cristo (ferita, testa riversa, braccio, sudario e colori freddo) che eleva Marat al di sopra degli uomini comuni.
La parete presenta un fondo scuro con pulviscolo dorato, l'arredamento è sostituito da elementi essenziali a testimoniare la sua virtuosa povertà di repubblicano incorruttibile. La figura della cassa rappresenta una lapide.

Continua a leggere »

Schema: La morte di Marat, David


Questo è lo schema prospettivo del dipinto di David: La morte di Marat (1793). Si può notare il coltello che è l'unico elemento che rimane dell'assassinio. La testa segue l'asse orizzontale. La verticale passante per il suo volto e il suo gomito intercetta l'arma del delitto. Da una visione dall'alto al basso si può notare il gomito destro che è sulla seconda diagonale, la mano che si trova lungo l'asse verticale, il calamaio è lungo una diagonale.

Continua a leggere »

Video di scherzi sexy, hot e piccanti

C'è una minoranza di persone che su internet si mette a cercare video sexy ma non si tratta nella maniera più assoluta di video per adulti bensì di scherzi dove sono protagoniste ragazze (ma anche ragazzi modelli), solitamente belle e giovani che stuzzicano le povere vittime di turno attraverso domande imbarazzanti, giochi, finte distrazioni e cattive abitudini.
Come già detto si tratta di video semplici presi da Youtube per cui non c'è nulla da nascondere e di cui vergognarsi anche perché sono stati visualizzati e commentati da milioni di persone.
Che ne dite, vi andrebbe di farci un salto pure voi?

1) Ragazze che mangiano le banane: due belle e sensuali ragazze, di cui una mora e una bionda si mettono a mangiare, o meglio a leccare la banana (il frutto) fissando l'uomo che gli sta accanto.

2) Ragazze che mangiano banane 2se vi è piaciuto il video precedente vi consiglio anche di guardare la seconda parte.

3) Ragazza a Napoli chiede ai ragazzi di fare l'amore con lei: questo "esperimento" già fatto in America e al Nord Italia viene riproposto a Napoli, questa volta Renata chiederà ai passanti napoletani di fare l'amore con lei. Secondo voi cosa risponderanno?

4) Tocca i seni di mille donne in pubblicoNickel Sam è un ragazzo russo di Mosca, molto probabilmente questo non vi basterà per risalire al suo record che consiste nell'aver toccato i seni a 100 donne in pubblico, ovviamente queste sono tutte maggiorenni ed hanno dato il loro consenso ad effettuare la "toccata", quindi non rifatelo per scherzo o per gioco se non riuscite ad ottenerlo perché potreste passare grossi guai.

5) Rimorchiare con un'erezione: Cosa succede se un ragazzo prova a rimorchiare le ragazze con una vistosa erezione?

6) Mostrare l'uccello alla gente: un ragazzo va in giro alla ricerca di vittime e quando trova quelle giuste le chiede se vogliono vedere il suo uccello; ovviamente nessuna volgarità, ma solo l'arte del bluff.

7) Rimorchiare con la magia: un giovane mago si aggira per Milano puntando le belle ragazze per esibirsi in un trucco di magia con le carte, grazie al quale riesce ad ottenere da loro baci in bocca. Un genio :)

8) Ragazza chiede di fare l'amore: una stupenda ragazza latina chiede a 100 ragazzi (ma anche ad alcuni adulti e anziani) se sarebbero disposti a fare l'amore con lei; questo video è simile a quella realizzato a Napoli ma forse perché le vittime si trovano in zone più isolate, forse perché la tipa è molto carina sono in pochi quelli che riescono a dirle di no.

9) Ragazza in rollerblade: una giovane ragazza mora appassionati di sport e più precisamente di rollerblade chiede alle persone il loro aiuto ma vengono distratti dalle sua "grazie".

10) Il dotato in spiaggia: una persona svenuta viene presa e portata vicina ad un bagnante donna ed alcune di loro per fargli riprendere conoscenza punteranno dritti sul "coso" sporgente.

11) Pulizie con sorpresa: anche un lavoro umile come le pulizie possono catturare l'interesse dei poveri malcapitati di turno con le sexy candid camera.

12) Mangiatrice di banane: una seducente bionda si gusta alla sua maniera una banana catturando l'attenzione di tutti i passanti.

13) L'assistente sexy: un'affascinante assistente sale sulla scala per cercare qualcosa nello scaffale, indossando una gonna stretta e corta.

14) Il gelataio: il gelato in spiaggia è sempre gradito, questa volta un po' meno.

15) La prostituta: fa cadere i soldi per terra e la vittima che li raccoglie glieli restituisce ma viene immortalato dall'obbiettivo della macchina fotografica del poliziotto...

16) Donne curiose: in questo video c'è la risposta alla vostra domanda se "le donne guardano in mezzo alle gambe degli uomini".

17) Proposte indecenti alle coppie: un uomo si avvicina ad una coppia di innamorati e gli chiede se è possibile fare l'amore con la partner in cambio di soldi.

18) Le mutandine: ad una bella ragazza le scivolano le mutandine e chiede aiuto per farsele rialzare; è solo il primo scherzo quello sexy mentre gli altri sono soltanto divertenti.

19) Topless in negozio: una affascinante bionda gira in un negozio d'abbigliamento in topless senza vergogna.

20) L'attesa bollente: nella sala d'attesa una bellissima donna legge un giornaletto con foto di uomini sexy e si eccita al punto da "toccarsi", ovviamente anche questo è uno scherzo, ma provate a mettervi nei panni delle vittime.

21) Rossetto particolare: è la dimostrazione che non sempre le cose gratuite siano gradite.

22) Donna sbadata: una donna rovescia tutto ciò che si trova nella sua borsetta di fronte alla vittima, tutto normale se all'interno della borsetta non ci fossero i cosiddetti "sexy toys".

23) Chat webcam: due ragazzi si prendono gioco di tutte quelle persone "curiose" fingendo di toccarsi ma invece eseguono azioni tutt'altro che erotiche.

24) Nuda in piscina: ragazza si tuffa nuda in piscina facendo pensare a chi è sott'acqua che è la carenza di ossigeno che gli permette di vedere certe cose...

25) Giochino pericoloso: le vittime devono prendere la chiave caduta fra le tette dell'attrice ma poi vengono visti dal solito tizio tutto muscoli che li farà tremare dalla paura.

26) Nuda in hotel: una sexy donna si trova legata nel letto di uno sconosciuto hotel, chi la vede si precipita ad aiutarla ma il pericolo è in agguato.

27) Chiavi incastrate: le chiavi della macchina sono rimaste incastrate nel taschino posteriore di questa ragazza e chiede aiuto ai passanti...

28) Mutandine rubate: splendida ragazza viene beccata dalla sicurezza e si toglie le mutandine davanti alle povere vittime.

29) Doccia con sorpresa: questa volte ad essere senza vestiti sono le vittime che usciti dalla doccia trovano un ambiente diverso e pieno di persone.

30) Che caldo in palestra: durante l'esercizio di corsa sulla pedana, una ragazza accaldata si toglie la maglietta rimanendo quasi in topless.

31) La puntura: una ragazza chiede di poter superare il turno perché deve farsi fare immediatamente la puntura ma la cosa imbarazzante è che se la fa fare davanti alle vittime che però non tutti riescono ad apprezzare la situazione.

32) Tette in palestra: le incontenibili tette di questa ragazza esplodono fuori durante l'esercizio in palestra per la gioia dei maschietti presenti li vicino.


Per altri video sexy e anche molto hot vi rimando a queste sezioni:
  • Candid camera funny and sexy": vi appariranno per la maggioranza video con titolo simile e numerati del canale Ecekil davvero sexy e divertenti. 
  • Scrivena kamera": appartengono allo stesso genere scherzoso-erotico.
  • Nude Funny: anche qui troverete video sexy che fanno ridere anche le stesse vittime.
  • Naked Funny: probabilmente con questa ricerca troverete qualche video in più.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: Romanticismo (Arte)


Il romanticismo (fine 1700-1850) è il prodotto di una società travagliata dall'industrializzazione e restaurazione. E' un movimento politico, filosofico, artistico e culturale che si diffuse in tutta Europa con caratteri diversi in ogni nazione, in Germania il concetto di popolo viene esaltato a quello di nazione di appartenenza ma questo diventerà "super identità nazionale" (nazismo), con ricerca delle proprie radici nel più vicino al medioevo, cioè si parla di una fuga dal presente e di rifugio nel passato.

La pittura romantica è opposta al neoclassicismo e all'illuminismo. Risveglia il sentimento religioso (spesso espresso in simboli) e le sensazioni estreme i cui soggetti sono leggende, favole medievali, dove la natura è personificata (madre, matrigna, degli esempi sono gli inglesi Constable e Turner ed il tedesco David Friedrich.
La pittura romantica ritrae ambientazioni fosche e misteriose che provocano un coinvolgimento emotivo come nelle opere di Goya. Ritrae anche il sublime, cioè sensazioni che si hanno davanti ai grandiosi spettacoli naturali, che colmano l'anime di orrore dilettevole. Il sublime sta al livello più alto e più bello ed è un insieme di piacere e di dolore.
Il sublime è la passione e il turbamento della specie nella scultura dove migliora il realismo ma peggiora l'armonia e l'equilibrio.
Il sublime è legato anche al concetto di genio simile a Dio creatore che può concedersi anche delle sregolatezze, con il talento e la tecnica ci introduce al sublime.

Continua a leggere »

Mappa concettuale: Confronto neoclassicismo e romanticismo


Il neoclassicismo si ispira ai modelli classici e indaga la natura per padroneggiarla.
Il romanticismo esalta la fantasia e il sentimento, si sente parte della natura, si rifugia nella spiritualità del Medioevo.
Il neoclassicismo e il romanticismo sebbene opposti sono connessi sul piano artistico e culturale perché entrambi hanno in comune la paura e il rifiuto del presente, hanno una formazione simile, una ricerca di forme espressive di evasione; la tendenza a far diventare l'arte uno stile (cioè un insieme riconoscibile e trasmissibile di tecniche e contenuti quasi sempre storici) trasmesso dalle accademie di stato che svolgono azioni di controllo producendo un gusto egemone nazionale che porta all'arte di regime contro la quale si batteranno artisti e movimenti come gli impressionisti.

Continua a leggere »

Mappe concettuali: Theodore Gericault


Theodore Gericault (1791-1824) di famiglia agiata, si trasferì a Parigi dove fu allievo del pittore neoclassico Guerin  dove poi incontrò Delacroix. Fece un viaggio di studio a Roma dove dipinse Leda e il Cigno, esplorò le antichità romane e gli artisti del rinascimento ma anche la vita quotidiana. Tornato a Parigi nel 1819 abbracciò il romanticismo annunciando il realismo con il grande dipinto La zattera della medusa. Era un pittore neoclassico ma più teso al romanticismo per indole irrequieta e la sua vita bohemien lo avvicinarono alla tragica condizione umana che indaga e dipinge la follia, forse anche per questo morirà alla giovane età di 33 anni. Amava i cavalli e i fatti contemporanei come la disfatta di napoleone e per questo dipinse Un corazziere ferito che abbandona il campo di battaglia con perfezione formale neoclassica, in cui è ritratto non da vincitore ma fa vinto come presagio alla fine di un epoca, si trova esposto al salon del 1814.

Continua a leggere »

Video paurosi e spaventosi di fantasmi, mostri, zombie

Far spaventare gli altri per quanto possa essere considerata un'azione cattiva a seconda dei casi è una cosa molta divertente specie nel giorno di Halloween. Purtroppo non tutti possono ricevere l'onore di subire uno spavento perché non si ha un amico/a che piace fare questo genere di cose o che non ne è capace di farle oppure perché siete delle persone tutto d'un pezzo che non vi spaventereste nemmeno davanti a un branco di lupi affamati nel cuore della notte sul vostro letto.

Per chi ha voglia di farsi paura, o meglio terrorizzarsi da solo eccovi per voi i migliori e più paurosi e spaventosi video di Youtube che in teoria dovrebbero farvi saltare dalla sedia. In realtà i video che avrebbero potuto farvela fare addosso e che erano presenti in passato su Youtube sono stati eliminati proprio per le segnalazioni da parte di utenti e non è stato affatto facile fare un ricco elenco come questo anche perché molti di quelli disponibili sono scherzi spaventosi che fanno paura al malcapitato del video e non a chi li guarda.
La visione è sconsigliata sia per i bambini piccoli sia per gli adulti deboli di cuore in quanto la maggior parte di questi contengono personaggi mostruosi che appaiono ed urlano all'improvviso quando meno ce lo si aspetta.

1) Creepy Grudge Ghost Girl in the Mirror!: c'è una bambina che si guarda allo specchio ma poi in quest'ultimo appare la sua versione più mostruosa.

2) Lights Out - Who's There Film Challenge: cortometraggio molto pauroso, così pauroso da vincere il premio per la miglior regia, dura solamente solo 2 minuti e c'è una donna che quando spegne la luce riesce a vedere una creatura mostruosa dentro la sua casa.

3) The Ring - Cursed Video Tape: video pauroso tratto dalla videocassetta del film The Ring, più che paura il video fa un po' schifo per certe immagini però dopo averlo visto si ha la "certezza" di morire dopo 7 giorni.

4) Scary Screamer: l'auto che viaggia in tranquillità in un territorio collinare suscita molta serenità ma quando non la si vede più sbucare dopo il cespuglio ecco che arrivo il solito mostro pauroso di turno.

5) Follow the red dot: uno dei più classici giochi è quello di controllare il puntino per raggiungere l'uscita, qui il finale potrebbe essere piuttosto scontato...

6) Ghost caught on tabe: in una stanza disordinata e semivuota ecco apparire la bambina dell'esorcista.

7) Bambola terrificanteun classico per i video più spaventosi di Youtube, su consiglio dell'autore dovete vedervelo con il volume sparato al massimo se non volete dormire serenamente questa notte.

8) Deliver Me To Hell: in questo video, o meglio serie di video dovete aiutare Steve, un fattorino, a consegnare una pizza a una ragazza attraversando una città stracolma di zombie, possibilmente senza venir ucciso. I video hanno breve durata e voi dovete selezionare una delle due possibili risposte entro il tempo stabilito per proseguire l'avventura sull'altro video che avrete avviato rispondendo alla domanda.

9) Take This Lollipop: questo non è un video di Youtube bensì una applicazione di Facebook, e quindi dovete effettuare il login sul social network per poterlo vedere. In sintesi un serial killer sfoglia il vostro profilo (foto e amici compresi) e dopo aver salvato la vostra immagine profilo decide di venirvi a fare visita...

10) Ragazzo terrorizzato spacca pc: dopo aver visto questi video spero per voi e per il vostro pc che sia tutto intero dato che sul web è famoso il video del ragazzo che stava guardando sorridente il gioco di seguire il puntino attraversare il labirinto ma quando si è trovato davanti la solita mostruosità non ci ha visto più dalla paura ed oltre ad aver spaccato il monitor con un pugno se l'è fatta anche addosso; forse è un fake ma fa comunque ridere!

11) Scary Maze Prank: dopo aver visto la reazione di un adulto spaventato, eccovi anche quelle dei bambini che hanno visto alcuni dei video sopra citati tipo quello della macchina che scompare o quella del puntino da seguire... il risultato è proprio come ve lo immaginate: tanta paura, disperazione e pianti.

12) Play Time: è il miglior video cortometraggio del 2014 della durata di soli 3 minuti. Appare una donna che vive da sola e viene svegliate nel cuore della notte dalla TV che si è accesa da sola... il resto è un mix di suoni, luci ed effetti speciali tipici dei film horror.

13) TUCK ME IN: un breve video di un minuto poco spaventoso ma molto inquietante con personaggi un padre di famiglia che da la buonanotte al suo bambino.
Continua a leggere »

Mappa concettuale: La zattera della medusa



Il dipinto La zattera della medusa è stato realizzato da Gericault nel 1819 e si trova nel museo del Louvre. E' un dipinto di grandi dimensioni, è una rappresentazione romantica volta al realismo che mostra i pochi superstiti al naufragio del 1816 della nave francese "Medusa"  al largo delle coste africane quando avvistano la nave che li salverà. La struttura è a forma piramidale, la luce modella i corpi come statue, il drappo ricorda il lenzuolo funebre degli antichi, l'anziano col manto rosso sembra un eroe omerico oppure un dio dormiente ma in entrambi i casi pieni di dignità.

Continua a leggere »

Mappa concettuale: Alienata con monomania del gioco, Gericault


Il dipinto Alienata con monomania del gioco è stato realizzato da Gericault nel 1822-23, attualmente si trova nel museo del Louvre (nella mappa c'è scritto Lione forse per errore, forse perché un tempo si trovava lì). Fa parte di una serie di 10 tele di cui solo 5 pervenute. Il termine "monomania" deriva dal greco monos=solo e mania=follia, oggi è un termine poco usato ma ai tempi si riferiva a un disturbo della mente che si concentra su un'idea fissa ed in questo caso il vizio del gioco. Il dipinto ritrae una anziana con lo sguardo perso nel vuoto, con occhi incavati e palpebre arrossate, che rincorre il pensiero fisso che l'ha estraniata dalla vita reale. Crea un atmosfera di solitudine ma dignitosa.

Continua a leggere »

Mappa concettuale: Eugene Delacroix


Eugene Delacroix (1798-1863) forse è il figlio naturale del marchese di Talleyrand che fu ministro degli esteri con Napoleone. Egli fu poeta romantico francese incarnando l'esotismo, la malinconia, il rifiuto per l'accademismo e l'impeto creativo di cui i suoi modelli furono Constable, Michelangelo, Tiziano e Rubens. Il suo dipinto più importante è La libertà che guida il popolo che prende molti spunti dalla zattera della medusa di Gericault.

Continua a leggere »

Mappa concettuale: Analisi dell'Opera


Quando si analizza un dipinto bisogna utilizzare uno schema ben preciso, questo schema è quello illustrato nella mappa concettuale. L'analisi dell'opera deve inquadrare per prima l'autore, l'anno di realizzazione, il periodo storico, la corrente artistica di appartenenza. Poi successivamente si deve focalizzare il soggetto per capire da dove è tratto e chi è, vanno descritti non sono le cose principali ma anche i piccoli particolari come l'ambientazione e gli elementi più "distanti", solitamente gli elementi in primo piano hanno significati simbolici e allegorici, riferimenti autobiografici dell'autore o semplicemente riferimenti storici. La tecnica utilizzata è molto importante e si deve analizzare il colore (il chiaroscuro, luci e ombre ecc.) ma anche la rappresentazione dello spazio e delle prospettive.
Continua a leggere »

Schema: La libertà che guida il popolo, Delacroix


L'autore dell'opera La libertà che guida il popolo è Eugene Delacroix che ritrae l'insurrezione dei parigini per la libertà  nel luglio 1830.. E' un quadro storico ed appartiene al Romanticismo francese che va dalla fine del 1700 al 1850. Le caratteristiche del dipinto sono che ha una struttura piramidale come la zattera di Gericault e che la Libertà appare più avanti rispetto gli altri personaggi, i colori scuri sono illuminati da quelli chiari, le campiture sono abbastanza uniformi con l'uso di macchie di colore che definiscono luci e ombre: sono stati usati i colori complementari. Nel dipinto emergono altri personaggi oltre alla Libertà con la bandiere francese ispirata alla Venere di Milo e sono il popolo, o meglio una massa indistinta, poi un militare, un borghese, un monello e un popolano; il borghese molto probabilmente è l'autoritratto dell'autore. Da lontano si intravede la cattedrale di Notre Dame.
La tecnica utilizzata è olio su tela e si trova a Parigi nel museo del Louvre.
Per ulteriori informazioni leggi anche Analisi La libertà che guida il popolo.
Continua a leggere »