Il dolore - Ungaretti: riassunto


Appunto di italiano contenente la sintesi e la spiegazione generale della raccolta poetica Il dolore di Giuseppe Ungaretti.

Composto da liriche già apparse su riviste letterarie dell’epoca, Il dolore ebbe una stesura unitaria e definitiva nel 1947. L’autore ci informa che il periodo di composizione delle singole poesie è individuabile negli anni compresi tra il 1937 ed il 1946, epoca in cui egli compose altri capolavori (La Terra Promessa, Un Grido e paesaggi ) del tutto simili, per tematiche e modalità di composizione, all'opera in esame.
Questa raccolta scritta nel periodo della seconda guerra mondiale, porta con sé, inevitabilmente, una serie di fatti sconvolgenti per il poeta. Il dolore del poeta è causato soprattutto dalle disgrazie familiari che hanno colto impreparata l’intera famiglia Ungaretti; a tale condizione si aggiunge la lacerante esperienza dalla visione di Roma occupata dell'Italia straziata dalla guerra. Ma il quotidiano prevale sugli eventi storici: la morte del figlio è un evento sconvolgente, e le altre perdite parvero voler fare da corollario ad una lenta, inesorabile cancellazione di quella sorta di residuo edenico che è l'età infantile. Col fratello muore infatti l'ultimo testimone dell'infanzia del poeta, e col figlio la speranza di rivivere di riflesso quest'esperienza. Insieme l'anomalia della morte di un bimbo di nove anni lo porta a considerare la natura sotto un aspetto nuovo. Gli si configura così in modo preciso la violenza che la vita stessa comporta e l'inevitabilità di essa. Per esprimere l'angoscia di tale scoperta e la sofferenza nella sopportazione della vita, Ungaretti modula il suo canto su un tono nuovo utilizzando la parola gridata o l'affanno reso con dei puntini di sospensione. Non si può tuttavia parlare di autocommiserazione, in quanto il suo non è atteggiamento passivo, ma espressione di forza; anche nel dolore personale Ungaretti non si isola, ma s'immedesima nel ruolo di cantore dell'umano dolore, non solo del proprio. E in tal senso, anche nelle composizioni con un tema più intimo e personale, si avverte il senso di solidarietà che unisce i sofferenti singoli.

Il Dolore fu scritto piangendo.
«Il dolore è il libro che di più amo, il libro che ho scritto negli anni orribili, stretto alla gola. Se ne parlassi mi parrebbe d’essere impudico. Quel dolore non finirà più di straziarmi»



Poesie

Tra le poesie presenti in questa raccolta vi sono:


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.