Migliori plugin per Wordpress


Il CMS di Wordpress è molto potente ed il suo successo è dovuto ai continui aggiornamenti che il team apporta per renderlo più sicuro, più veloce e allo stesso tempo stabile. Per funzionare così bene a tal punto da raggiungere 'quasi' la perfezione occorre installare i cosiddetti plugin, ne esistono attualmente 28.000 e sono stati scaricati più di 570 milioni di volte, se siete amanti delle statistiche e volete vederle in modo aggiornato recatevi nella sezione plugin Wordpress. Ovviamente i plugin possono essere utili o inutili, positivi o negativi e questo dipende dal loro peso, dal loro consumo e dai loro aggiornamenti. Quando un plugin è utile? Quando non se ne può fare a meno e quando non ci sono alternative migliori.

In questo articolo mi prendo l'impegno di segnalare i migliori plugin Wordpress in assoluto nel loro campo, quelli indispensabili che ogni blog dovrebbe avere, quindi il meglio del meglio.

1) Wordpress SEO by Yoast: è diventato il plugin SEO più importante di tutti i tempi perché è un solo plugin che svolge le funzioni di almeno 5-6 plugin normali, ad esempio priva andava di moda All in One SeoGoogle XML Sitemaps, adesso invece questi due ottimi plugin passano in secondo piano data la supremazia di Wordpress SEO che possiede le funzioni di entrambi ed anche altre ancora più importanti come ad esempio quella per modificare il titolo dei post, delle categorie e dei tag nei risultati di ricerca per renderli più appetibili oppure gestisce i Ping ed i metadati dei social network Google+, Facebook e Twitter. Maggiori informazioni li troverete sulla guida per configurare il plugin nel migliore dei modi.

2) WP Super Cache: non so perché molti snobbano il fattore cache, esso permette di ridurre i tempi di caricamento delle pagine del sito creando delle pagine HTML in sostituzione dei pesanti script con linguaggio PHP che sono più pesanti. I siti su hosting condiviso non possono fare a meno di un plugin per la cache, sin da subito è possibile notare una riduzione dei tempi di caricamento del 40%.  Date uno sguardo alla mia guida su come configurarlo correttamente per velocizzare il blog.

3) Wp Smush: serve per velocizzare il caricamento delle immagini di tutto il sito ma devono essere caricate su Media. Si mette al lavoro subito, appena installato, trasformando le immagini che andrete a caricare in formati migliori ed inoltre esegue una procedura di compressione, in sintesi ogni immagine peserà almeno il 20% in meno rispetto a prima e non ci sarà alcuna perdita di qualità. E' possibile ottimizzare anche le immagini caricate in precedenza attraverso il tool che mette a disposizione il plugin.

4) Akismet: questo plugin per scelta non viene mai attivato nei primi mesi di sito perché si pensa di poter gestire tutti i commenti un po' per volta da soli e di tenere il sito leggero con pochi plugin ma... i numerosi tentativi di spam nei commenti che si ricevono su Wordpress è un qualcosa di terribile, un assedio di bot che giornalmente associa a frasi di complimento e utilizzabili per ogni occasione link di siti di loro proprietà il più delle volte stranieri, se volete escludere qualche plugin guardate altrove perché Akismet è un vero portento.

5) Contact Form 7: su ogni sito è importante inserire un punto di contatto per un utilizzo privato e siccome non tutti dispongono dell'iscrizione sui social network e siccome mettere in bella mostra la propria email nel web è come servirla su un piatto d'argento ai bot che generano spam, ecco che non si può fare a meno di un plugin per creare un modulo di contatto semplice e personalizzabile da inserire all'interno di una pagina o un post.

6) WP-PostViews: conteggia il numero di visualizzazioni uniche dei visitatori sui singoli post indicandone il numero pubblicamente o nascosto (si possono escludere le visite dei bot). A differenza di altri plugin simili non comporta particolare consumo del database ed è possibile anche inserire nella sidebar i post più visti o meni visti in assoluto o per categoria.

7) WP PageNavi: inserisce la numerazione delle pagine nella homepage subito sotto l'elenco dei post recenti, nelle pagine degli archivi e dei tag per spostarsi nella seconda, terza, quarta pagina e negli archivi. E' molto semplice ma nella sua semplicità aiuta i visitatori che noteranno e cliccheranno volentieri sui pulsanti rispetto alle classiche scritte Avanti e Indietro oppure Post più recenti e Post meno recenti.

8) Header and Footer: se non siete molto pratici nel muovervi tra un codice PHP e l'altro ma volete posizionare dei codici che si devono posizionare nel header o prima del tag </body>, questo è il plugin che fa per voi. Inoltre è utile per posizionare banner o anche testi prima o dopo il post senza mettere mano al template.

9) TF Social Share: nel momento d'oro dei social network è inevitabile inserire anche nel sito i pulsanti per la condivisione dei post su Twitter, Facebook, Google+, Pinterest, Stumbleupon, Linkedin. Si possono inserire sotto il contenuto dei post oppure lateralmente nello spazio che solitamente è occupato solo dallo sfondo. Si possono escludere alcuni social, variare la distanza tra un pulsante e l'altro e racchiuderli all'interno di un bordo. Si può anche inserire il codice manualmente dentro i file di Wordpress per un posizionamento più accurato.

10) Disqus: se i commenti nativi di Wordpress vi hanno stancato potete utilizzare quelli di Disqus che sono senza alcun dubbio molto social. E' un tantino pesante rispetto ai commenti originali, poi col tranello l'utente involontariamente si crea un account Disqus pensando di commentare soltanto attraverso l'email ma nel complesso è utile perché si può commentare anche attraverso un account Facebook, Google+, Twitter. All'interno del modulo dei commenti si può visionare e sbirciare i profili degli altri e vedere chi è quello che ha commentato maggiormente. Inoltre è possibile inserire il widget dei commenti recente con avatar del commentatore. Sotto al modulo dei commenti si possono inserire i titoli di post casuali commentati e sfruttare una specie di affiliazione che reindirizza in siti esterni per fare qualche soldino. Ho scritto una guida su come utilizzare i commenti di Disqus.

11) Lightbox Plus ColorBox: quando cliccherete su un immagine questa si espanderà all'interno del blog stesso come un overlay con sfondo oscurato. Se sono presenti più di una immagine è possibile cliccare sulle freccette per visualizzare quella successiva, è un plugin utile per i siti Wordpress che presentano gallerie di immagini.

12) Exec-PHP: nei post, nelle pagine e nei widget si può scrivere testo ed utilizzare HTML ma non codice PHP. Attraverso questo plugin il linguaggio PHP diventa leggibile e può essere utile quando si installano plugin che richiedono di inserire un codice dentro il file del tema per essere visibili e funzionanti.

13) All In One Favicon: vale la pena di perdere tempo a smanettare il template per inserire una piccola immagine 16x16 come favicon? Il più delle volte no, meglio utilizzare il tempo a disposizione per scrivere articoli ed in questa caso viene in aiuto questo plugin che fa apparire la favicon nei formati PNG, GIF o ICO.

14) WP-UserOnline: se gestite siti come una sorta di community dove gli utenti debbono registrarsi per giocare o divertirsi in altri modi può essere utile installare un plugin che mostra il numero di utenti online per far capire che insieme a loro sono presenti sul sito altre decine, centinaia, migliaia di utenti.

15) Widget Logic: serve per mostrare o nascondere i widget in alcune sezioni del sito. L'uso più comune è quello di impostare delle sidebar più attinenti rispetto al contenuto del blog ma è anche un ottimo metodo per nascondere widget che non servirebbero a nulla in alcune pagina ma che invece sono indispensabili in altre. Ho creato una guida su come visualizzare i widget con questo plugin.

16) Categories to Tags Converter Importer: questo plugin non si deve scaricare ma solo installare ed attivare in quanto è presente all'interno della sezione Strumenti, serve per trasformare le categorie in tag e viceversa.

17) WP-Optmize: molti hosting offrono uno spazio per il database limitato, quindi è utile a maggior ragione in questo caso ma anche per gli altri disporre di un plugin che esegue la pulizia del database senza problemi. Esso ottimizza le tabelle del database, rimuove tutti i salvataggi dei post revisioni, i post lasciati in bozza che non servono più, i commenti di spam, i pingbacks, i trackbacks liberando così lo spazio utilizzabile per altre cose come la scrittura di post e inserimento di immagini.

18) WordPress.com Stats: questo plugin è molto utile perché non pesa praticamente nulla e mostra il numero delle visualizzazioni giornaliere, i post più visitati all'interno del pannello di amministrazione. Le statistiche attraverso il grafico sono importanti per capire in quali giorni della settimana si ricevono più visite senza dover andare ogni volta su Google Analytics (che senza dubbio rimane il più preciso).

19) YARPP: non si può dimenticare di inserire un plugin che mostra gli articoli correlati perché servono per aumentare il numero di visualizzazione di pagine per ogni utente che troverà interessante leggere articoli simili a quelli cercati. La particolarità di questo plugin è che mostra gli articoli correlati con le immagini in evidenza dei post in diversi formati, dimensioni e colori. Chi non fa molto uso di immagini nei post può inserire gli articoli correlati senza plugin.

20) P3 Plugin Performance Profiler: più plugin si installano e più aumenta il caricamento del sito, si deve sempre stare attenti ai plugin che si vanno ad installare perché potrebbero essere vecchi e soprattutto pesanti da digerire. Attraverso questo plugin è possibile farsi un'idea dopo avere scansionato Wordpress di quale siano i plugin che pesano maggiormente attraverso l'illustrazione su un grafico a torta.

In continuo aggiornamento...
Se pensate che mi sia dimenticato un plugin indispensabile segnalatelo con un commento!



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".