Città del Vaticano: riassunto di geografia


Appunto di geografia sulla Città del Vaticano: confini, territorio clima, popolazione, storia, economia, il papa, la santa sede, moneta, politica.

Lo Stato della Città del Vaticano, spesso abbreviato in "Città del Vaticano" o più semplicemente "Vaticano" (e anche erroneamente "Santa Sede") è uno città-stato che fa parte dell'Europa occidentale ed è un enclave del territorio della Repubblica Italiana, essendo inserito nel tessuto urbano della città di Roma. È noto per essere lo stato più piccolo del mondo e anche il meno popolato (circa 870 abitanti), in compenso possiede un'elevata densità di popolazione che corrisponde a circa 1000 abitanti per chilometro quadrato, difatti è il terzo Stato al mondo per densità di popolazione. Il nome "Vaticano" potrebbe derivare dall'antica divinità romana "Vaticanus" in latino, ovvero un dio minore la cui funzione era assistere i neonati nel loro primo vagito (vagitus, in latino), da qui i nomi Vaticano e Vagitano. Un'altra teoria è che potrebbe derivare dal verbo latino vaticinàri, in italiano "predire", che fa riferimento al fatto che nella zona fossero presenti alcuni oracoli, ovvero luoghi di preghiera e di predizione del futuro.

Confini: la Città del Vaticano è uno stato che non ha sbocco sul mare e l'unico stato con cui confina è l'Italia, più precisamente i suoi confini riguardano solo la città di Roma.



Indice




Territorio

La Città del Vaticano si trova nel cuore di Roma, sulla riva destra del Tevere, e sorge su una bassa collina, chiamata Colle Vaticano (non fa parte dei sette colli di Roma). Il territorio è delimitato per 5 km dalla cinta di mura (mura leonine) fatta costruire da Papa Leone IV.

Date le sue piccole dimensioni, non sono presenti corsi d'acqua (fiumi e laghi) in questo Stato.

Superficie: 0,44 km²

Al centro dello Stato Vaticano si trovano la Basilica di San Pietro (che è la più grande chiesa del mondo per dimensioni e importanza, ed è stata costruita e affrescata da molti artisti, fra i quali Bramante, Michelangelo, Bernini, Donatello, Raffaello ecc.), i giardini vaticani, i Musei Vaticani che ospitano opere d'arte di inestimabile valore storico e artistico, e altri edifici più piccoli.

Vi sono anche zone extraterritoriali della Santa Sede in Italia che si trovano a Roma:
- Basilica papale di San Giovanni in Laterano;
- Basilica papale di Santa Maria Maggiore;
- Basilica papale di San Paolo fuori le mura;
- palazzi sede di uffici del Vaticano;
- la sede dell'emittente radio tv del Vaticano;
- la villa con il palazzo di Castel Gandolfo



Clima

La Città del Vaticano ha un clima temperato e le precipitazioni sono più frequenti nel periodo autunnale.



Popolazione

L'intera popolazione della Città del Vaticano è costituita da quanti vi risiedono stabilmente per ragione di dignità, carica, ufficio od impiego (tra questi il Santo Padre, i cardinali, il corpo della guardia svizzera, gli ecclesiastici, il personale diplomatico della Santa Sede).

Le lingue ufficiali della Città del Vaticano sono:
  • il francese per la diplomazia della Santa Sede. Lo Stato Vaticano è registrato come francofono nelle organizzazioni internazionali.
  • il tedesco per l'esercito e le Guardie Svizzere;
  • l'italiano per lo Stato della Città del Vaticano;
  • il latino per la Chiesa cattolica romana e la Santa Sede.

Gli abitanti della Città del Vaticano si chiamano vaticani.



Sistema politico

La Città del Vaticano è l'unica monarchia assoluta in Europa, con il pontefice che, a capo della Santa Sede della Chiesa cattolica per via elettiva, ne detiene pienamente i poteri legislativo, esecutivo e giudiziario. I cardinali hanno una funzione di ministri.

Oltre a una propria bandiera, dispone anche di un corpo militare (la famosa Guardia svizzera), un tribunale, un quotidiano (L'Osservatore Romano), una radio (Radio Vaticana, emittente radiofonica cattolica) e un servizio postale.



Capitale e province

Nella Città del Vaticano non ci sono province e la capitale è "Città del Vaticano".

Vie
- Largo del Colonnato
- Salita ai Giardini
- Stradone dei Giardini
- Via della Tipografia
- Via delle Fondamenta
- Via del Governatorato
- Via dei Pellegrini
- Via della Posta
- Via Tunica
- Viale Centro del Bosco
- Viale del Giardino Quadrato

Piazze
- Piazza del Governatorato
- Piazza della Stazione
- Piazza di Santa Marta
- Piazza San Pietro



La bandiera e lo stemma

Bandiera del Vaticano
La bandiera dello Stato della Città del Vaticano consiste di due bande verticali: quella sul lato dell'asta è gialla, mentre l'altra è bianca. Al centro della parte bianca si trovano le chiavi di san Pietro incrociate e la tiara papale.


Stemma del Vaticano
Lo stemma dello Stato della Città del Vaticano è uno scudo rosso in cui sono raffigurati i due simboli della Chiesa cattolica, che ha sede in questo Stato: il triregno e le chiavi di San Pietro, una d'oro e l'altra d'argento.



Storia

Nel 756 vi era lo Stato Pontificio, noto anche con il nome Stato della Chiesa, ed era governo da una teocrazia con a capo il Papa come guida religiosa, politica e militare. Nel corso del Risorgimento lo stato italiano era riuscito ad annettere sempre più territori dello Stato Pontificio, fino a quando nel 1870, con la storica Presa di Roma, nota anche come breccia di Porta Pia, fece sua anche la città di Roma. Ciò decretò la fine dello Stato Pontificio e l'anno successivo la capitale d'Italia fu trasferita da Firenze a Roma. Papa Pio IX considerava illeggittima la presa di Roma e non volle riconoscere lo stato italiano. Fu istituito nel 1929 in seguito ai Patti Lateranensi: un accordo fra Stato italiano e Chiesa cattolica, in cui la Chiesa cattolica riconobbe la legittimità di Roma nello stato italiano, a sua volta lo stato italiano, oltre a versare un cospicuo indennizzo come risarcimento per l'occupazione dello Stato Pontificio dovette riconoscere la sovranità del Papa e l'indipendenza della Città del Vaticano; attualmente i rapporti tra la nostra Repubblica e la Chiesa cattolica sono regolati da un nuovo concordato sottoscritto fra le due parti nel 1984.



Economia

L'economia di questo Stato è molto particolare in quanto non basata su agricoltura, pesca, allevamento, artigianato, industria ecc. ma dalle entrate derivanti dalle offerte dei fedeli di tutto il mondo, a queste vanno aggiunte le entrate dovute all'afflusso dei pellegrini e dei turisti, per l'emissione di francobolli e monete, ricavi provenienti da investimenti in titoli e proprietà, e la vendita di souvenir.

Lo Stato della Città del Vaticano batte moneta propria, ma, per effetto degli accordi bilaterali con l'Italia, adotta l'euro, pur non facendo parte dell'Unione europea (esattamente come Principato di Monaco, Andorra e San Marino); in precedenza utilizzava la lira italiana.



Piatti tipici

I piatti tipici della Città del Vaticano sono gli stessi della cucina romana e dei quartieri limitrofi.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2022, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies