Arancino o Arancina: come si scrive?


Una delle specialità della cucina italiana è l'arancino, chiamato anche arancina. Si tratta di una palla o di un cono di riso impanato e fritto, farcito generalmente con ragù di carne (o al burro, o agli spinaci), piselli e caciocavallo, oppure dadini di prosciutto cotto e mozzarella.


Per molto tempo, la storia culinaria siciliana si è divisa tra "arancino", spesso detto nella parte orientale della Sicilia, e "arancina" in quella occidentale. Per colpa di una semplice vocale si sono sciolte delle storiche amicizie. Non scherzateci su, la questione è seria. Specie se siete catanesi o palermitani, dal momento che nelle altre città non vi è una linea dominante. In questa pagina andremo a risolvere questa eterna diatriba affidandoci allo studio fatto dall'Accademia della Crusca che ha saputo dare per entrambi una definizione, un'etimologia e una risposta definitiva ben argomentata.


Il nome di questo prodotto tipico siciliano è strettamente collegato all'arancia (il frutto in italiano) e all'aranciu (il frutto in siciliano) che diventa "arancio" nell'italiano regionale.

- Il femminile arancina è il vezzeggiativo del termine arancia, il frutto, e deve questo nome per la sua forma rotonda. In questo caso il plurale è arancine. È molto diffuso a Palermo.
Il femminile è percepito come più corretto – almeno nell'impiego formale – perché dalla seconda metà del Novecento, viene usato il femminile per i nomi dei frutti e il maschile per quelli degli alberi.

- Il maschile arancino è il diminutivo italianizzato del termine aranciu, che nel dialetto siciliano diventa arancinu. In questo caso il plurale è arancini. È molto diffuso a Catania, dove si è soliti dargli sia una forma rotonda sia una forma a cono (forma che potrebbe essere ispirata dalla figura dell’Etna). Anche se la forma femminile ha una prevalenza nell'uso scritto, quella maschile ha una maggiore diffusione nelle varietà regionali di gran parte della penisola.


L'Accademia della Crusca ha deciso che alla fine sia corretto usare entrambe le forme, ma bisogna anche ammettere che tutti i dizionari riportano la forma maschile (e non quella femminile), arancino. Tuttavia, se volete mangiarne uno a Palermo, guardatevi bene dal "chiedere un arancino": vi guarderebbero malissimo, o fingerebbero di non capirvi.
Continua a leggere »

Canzoni sui falsi amici e amicizia tradita



Non c’è tradimento peggiore di quello di un amico. Perché l’amicizia, insieme all'amore, è uno di quei rapporti umani che alimenta la nostra ricchezza interiore: dà senso alla vita. Con un amico si condividono gioie e paure, momenti di estrema felicità e altrettanti di sofferenza, ad un amico si confidano i segreti più intimi e, quando questo si rivela un falso amico, ci sembra come se qualcuno ci avesse abbandonato e si avverte un grande senso di vuoto.
Ma non bisogna rammaricarsi più di tanto per questo, perché un conto è perdere un amico fedele e sincero, un altro è perdere un falso amico che ci ha voltato le spalle e che in alcun modo avrebbe potuto portare nulla di buono nella nostra vita.

In questa raccolta di canzoni sui falsi amici potete trovare titoli di canzoni che hanno come tema principale il "tradimento di una amicizia", seguiti da una brevissima spiegazione, giusto per capire a cosa si sta riferendo esattamente. Ho escluso le canzoni di perdono e di speranza, proprio per dare maggiore visibilità alle canzoni che mettono in risalto la rabbia e la delusione per il comportamento di quello che si credeva un vero amico o una vera amica.

Ve le propongo pur sapendo che ad un'amicizia falsa non si dovrebbe dedicare proprio niente. Alcune canzoni sono in lingua inglese ma sul web è abbastanza facile trovare le traduzioni dei rispettivi testi.


1) Bell'Amica (Gianna Nannini): riferita a un'amica che ruba il ragazzo.

2) C'e' Qualcosa Che Non Va (Finley): questa canzone si può facilmente dedicare a un amico che ha fatto una cosa sbagliata rovinando un'amicizia "Fermati e chiediti se quello che hai fatto basterà per dire che hai dato un senso ai giorni tuoi".

3) Don't Speak (No Doubt): parla di due amici e lei dice a lui che si sente come se fosse la fine del loro rapporto, e che non vuole delle spiegazioni perché le farebbe male solo a parlarne.

4) Girlfriend (Avril Lavigne): riferita a un'amica che ruba il ragazzo.

5) Ha ha You're Dead (Green Day): leggendo la traduzione sembra che si sta ridendo per la morte di qualcuno ma potrebbe anche essere intesa come la "morte" di un amicizia.

6) Invidia (Laura Bono): riferita a un'amica che vorrebbe rubarvi il ragazzo.

7) La dura legge del gol (883): bisogna stare attenti a chi si dà fiducia, perché ci sono molti finti amici che usano la nostra amicizia solo per sfruttarci.

8) Me ne fotto (Olli Vincent): il testo di questa canzone lancia un chiaro messaggio a chi parla alle nostre spalle "mene fotto di quello che pensi tu e la tua gente ho il mio pensiero e me lo tengo in mente".

9) Mezze verità (Sottotono): per quelli che non danno niente senza ricevere qualcosa in cambio.

10) Se tornerai (883): parla di due ragazzi, che da giovani erano molto amici, passavano le loro giornate insieme in moto fino a quando uno di loro senza un reale motivo si è allontanato dall'altro, è caduto nel tunnel della droga. L'amico spera sempre che l'altro ritorni fino a quando non legge su un giornale che è morto a causa della droga.

11) Ti voglio bene (Tiziano Ferro): Ferro racconta la fine dell'amicizia con una delle tre persone a lui più care. Dal testo si deduce che la persona in questione, per il troppo successo dell'artista, gli abbia voltato le spalle.

12) Thank You (Simple Plan): parla di una amicizia tradita e che l'altro un giorno rimpiangerà l'aver perso un amico vero.

13) Shamandalie (Sonata Arctica): parla di una amicizia finita male.

14) No it isn't (Plus 44): parla proprio di un'amicizia finita e della delusione conseguente.

15) You Don't Fool Me (Queen): quando uno si rende conto di qualcosa, che ormai non è più uguale, e crede che sia un inganno.


LEGGI ANCHE: Frasi e aforismi sulla falsa amicizia
Continua a leggere »

Differenza tra ridere e sorridere



Molti non riescono a distinguere la risata dal sorriso, perché appaiono simili sul volto di una persona o semplicemente perché ritengono che siano la stessa cosa. Sorridere e ridere sono due diverse azioni generate da qualcosa o da qualcuno, ma hanno anche i loro punti in comune, ad esempio entrambi possono essere usati per esprimere lo stato di felicità o nascondere il malessere di una persona. In questa pagina andremo a vedere le definizioni di ciascun termine, le differenze e cosa invece li lega.


Sorridere

Il sorriso, cioè l'azione del sorridere, si produce stirando la bocca, inarcando le labbra ed eventualmente mostrando i denti. L'atto del sorridere non mette in moto solo la bocca ma coinvolge anche gli occhi, ed è grazie allo sguardo che possiamo capire la profondità del sorriso e ciò che esso vuole comunicare. Un sorriso sincero e istintivo stira le labbra di netto e rende più vivace e profondo lo sguardo. Al contrario, un sorriso forzato (non spontaneo) o di circostanza non cambia lo sguardo, limitando a contrarre i muscoli della bocca. L'espressione comune "sorridere con gli occhi" intende proprio questo aspetto.

Il sorriso rappresenta comunque nella cultura comune l'espressione della felicità. È quindi preso a riferimento e spesso stereotipato: nei disegni dei bambini, le persone vengono rappresentate con pochi semplici tratti con un'espressione sorridente. Questo accade spesso anche in illustrazioni e immagini di carattere umoristico, come cartoon o vignette. Il sorriso è poi l'espressione privilegiata per le pose nelle fotografie; è uso comune, nella posa di una foto, pronunciare la parola inglese cheese per stirare la bocca alla vocale i, producendo quindi il sorriso.

Un sorriso può diventare una risata, ma differisce dal riso nell'essere meno impulsivo e nervoso, quindi più duraturo, più moderato e di maggior profondità emozionale.



Ridere

La risata o riso, cioè l'azione del ridere, è una reazione di carattere nervoso che si manifesta, nel comportamento umano, in più contesti. In genere, si tratta di una risposta emotiva di fronte a una battuta divertente, o a sensazioni intense di allegria, piacere, benessere, ottimismo. Tuttavia, la risata può anche avere il ruolo di sfogo di emozioni di segno opposto, come la tristezza e la rabbia (in tal caso, nel linguaggio comune, si parla di risata nervosa). Ci sono anche cause fisiche che possono stimolare la risata a prescindere da qualunque contesto emotivo: per esempio il solletico o l'inalazione di gas esilarante.

Il fenomeno della risata si presenta come una modificazione del ritmo respiratorio, sospensione dell'aspirazione, scosse che si ripercuotono nella gola, contrazioni concatenata di molti muscoli (in particolare facciali e addominali), scopertura dei denti, e talvolta lacrimazione.

Seppure il riso sia una manifestazione tipicamente umana, recenti studi dimostrano che alcuni primati e alcuni roditori se "solleticati" emettono una specie di risata.



La differenza

Per ridere basta poco: basta uno scherzo, una figuraccia, farsi il solletico ed ecco che all'improvviso ci si ritrova a ridere. Talvolta quello che si sta vedendo o ascoltando è così buffo che non si riesce nemmeno a trattenere le risate. La risata è qualcosa che si ricorda con nostalgia negli anni e questo ricordo sarà sempre accompagnato da un sorriso.

Sorridere è più complicato, sorridere sul serio è complicato. Per strappare un sorriso ci vogliono le parole, tante belle parole dette col cuore, i gesti, piccoli gesti che sembrano abitudini, qualche melodia che ci faccia viaggiare con la mente, qualche frase che ci colpisca e al tempo stesso ci faccia piangere dall'emozione. Dal momento che il sorriso non emette alcun suono è anche più facile da nascondere, basta mettersi una mano davanti alla bocca e nessuno lo noterebbe.


LEGGI ANCHE: Frasi sul sorriso e il sorridere
Continua a leggere »

Frasi per auguri di Buon Onomastico


L'onomastico è una ricorrenza dei paesi cattolici e ortodossi fin dal Medioevo, in cui la Chiesa festeggia tutte le persone che hanno lo stesso nome del santo o del beato del giorno. Quando una persona ha un nome che non coincide con quello di un santo del calendario (nomi adespoti), festeggia l'onomastico in occasione della festa di Tutti i Santi, ovvero il 1° novembre.

In questa pagina trovate una raccolta di frasi per fare gli auguri di Buon Onomastico, da dedicare agli amici, ai propri familiari e alla persona che si ama. Trovate un po' di tutto: frasi formali, romantiche ma anche divertenti e simpatiche per prendere in giro chi ha un nome bizzarro e a tutti quelli che possiedono un nome che non figura nel calendario.



Auguri di buon onomastico generici

Oggi il tuo nome è scritto su milioni di calendari, ma acquista il suo valore e la sua importanza perché sei tu possederlo. AUGURI!!!

Quando ti vedo sono felice, quando ti parlo mi sento benissimo, quando sento il tuo nome ti penso sempre. Auguri di buon onomastico.

Se il tuo nome fosse poesia lo scriverei su un libro dorato e lo farei leggere a tutti.

La tua bellezza non solo esteriore ma soprattutto interiore ti rende splendente agli occhi di chi ha la fortuna di starti vicino. Tanti auguri per il tuo fantastico onomastico.

Auguri di buon onomastico, che il tuo Santo ti protegga sempre ovunque tu sia.

Non ti auguro la vita di una stella perché sarebbe troppo lunga. Non ti auguro la vita di un fiore perché sarebbe troppo corta, ma ti auguro della stella lo splendore e del fiore la speranza... e ti auguro dell'onomastico gli auguroni!!

Il nome del santo che porti lo hai sempre onorato con la tua bontà e il tuo altruismo. Buon Onomastico.

I messaggi non possono sempre esprimere i veri sentimenti di una persona. Nel giorno del tuo santo avrei bisogno di abbracciarti, in modo da provare tutta la stima e l'affetto che provo per te. Felice onomastico!

L'amore è cieco perché non guarda in faccia a nessuno; l'amore è sordo perché non sente ragioni; l'amore è muto perché tace e lascia che sia il cuore a parlare... e quando questo chiama urla il tuo nome! Buon Onomastico.

Buon onomastico, che gli angeli possano proteggerti nel giorno che porta il tuo nome.

Mille pensieri affettuosi e auguri di cuore a te, che sei una persona tanto speciale e unica!

Possa il tuo nome ricordarti sempre che non sarai mai solo: la luce di Dio si irradia su di te in ogni momento e illumina ogni oscurità.

Ti chiedo solo una cosa nel giorno del tuo Santo: di comportarti come tale, almeno per una volta.

Non è facile ricordarsi dell'onomastico degli altri, tranne nel tuo caso, perché porti un bellissimo nome e sei per me una persona speciale.

Credevi me ne fossi dimenticato? Mai. Il tuo nome continua ad inondare la mia mente e ad addolcire le mie labbra al solo pronunciarlo. Buon onomastico. Con amore.

Il nome del Santo che portiamo è come avere un angelo custode personale, che ci sta sempre accanto e a cui possiamo rivolgerci per chiedere aiuto tutte le volte che ne abbiamo bisogno. Il giorno dell'onomastico è l'occasione giusta per ringraziare il proprio angelo custode per la sua fedeltà, la sua affidabilità e il suo affetto.

Sei una persona così speciale da rendere orgoglioso pure il Santo che portava questo nome prima di te.

Se la memoria non m'inganna oggi è il tuo onomastico, ti auguro tanta felicità e che non manchi mai la serenità!

Con i santi hai poco in comune, ma dato che è il tuo giorno non posso che farti i miei migliori auguri di buon onomastico.

Ti auguro di trascorrere un felice onomastico insieme alle tre cose più preziose: salute, felicità e l'affetto dei tuoi cari.

Hai un nome importante, lo sai, perché tiene vivo il ricordo di un grande Santo... ma tu sei un degno erede. Buon onomastico!

È difficile trovare le parole giuste per spiegare ciò che siamo, perché la nostra amicizia si evolve, e diventa sempre più forte giorno dopo giorno. Ti auguro un felice onomastico!

Se il tuo Santo sapesse che porti il suo stesso nome, ti chiederebbe di cambiarlo per danno di immagine. Buon onomastico!

Il tuo compleanno, il tuo anniversario, il giorno del tuo santo: tutte date che mi riempiono di felicità perché posso rivederti sorridere.

Con tutto il mio affetto, ti porgo i miei migliori auguri di buon onomastico.

Un nome bellissimo come la persona che lo porta. Tanti auguri per il tuo onomastico.

Un nome, una garanzia! Auguro un buon onomastico ad una persona davvero speciale!

Tra tutte le cose belle che i tuoi genitori hanno fatto per te, ricordati di ringraziarli per il bellissimo nome che porti! Buon Onomastico.

Auguri! Lo so che ci sono milioni di persone che oggi festeggiano l’onomastico, ma tu di certo sei la più speciale!

Sei un ottimo collega nonché un ottimo amico, è un piacere lavorare con te. Felice onomastico!

Il tuo nome lo scriverei ovunque, anche in cielo se potessi spostare le nuvole e trasformarle in tante lettere. Buon onomastico!

Il tuo coraggio, la tua forza e la tua determinazione ti rendono una persona degna di portare questo nome. Buon onomastico!

Spero tu non debba mai condividere il tuo nome stupendo con un uragano o una tempesta catastrofica. Buon onomastico!

Il tuo onomastico è passato da qualche giorno, ma gli auguri te li invio lo stesso. Lo so, sono in ritardo, ma in notevole anticipo per il prossimo. Buon onomastico!

Come vedi, anche questa volta qualcuno si è ricordato del tuo onomastico. Auguriiii!!!

Non ci si può dimenticare di un nome come il tuo. Soprattutto quando si conosce una persona come te, capace di rendere unico un nome già speciale! Ti voglio bene amica mia, buon onomastico!

Auguri di buon onomastico a tutti (i Francesco, gli Andrea, i Giovanni...) che conosco e anche a quelli che non conosco. AUGURI!

Felice onomastico alla persona più in gamba che ci sia. Hai un bel nome, il più bello che io conosca, ovviamente dopo il mio!

Anna, il tuo nome è musica per le mie orecchie. Potrà appartenere anche a tante altre persone, ma nessuna sarà mai speciale quanto te! Buon onomastico!

Fino a tredici anni credevo che il mio nome fosse "Zittotu". (Joe Namath)

Non sempre le parole riescono ad esprimere i veri sentimenti di una persona. Per il tuo onomastico preferisco abbracciarti, per farti sentire tutta la stima e l'affetto che provo per te. Felice onomastico! (Saverio Ferrara)

Un ateo che festeggia l'onomastico mi sa di vegano che esulta alle grigliate. (Tremenoventi, Twitter)

Situazione sentimentale: oggi è l’onomastico del mio gatto. (bon1z, Twitter)



Auguri onomastico per la mamma 👩

Cara mamma, nel giorno che porta il tuo nome, voglio farti sapere che non sarei mai potuta essere dove sono oggi senza il tuo sostegno e la tua infinita pazienza. Ti voglio un mondo di bene.

Mamma, oggi è il tuo giorno speciale. Spero che sarà bello e meraviglioso come te. Auguriii!

Oggi è il giorno del tuo onomastico e, anche se lo sai già, sappi che ti voglio un mondo di bene. Buon onomastico mamma!

Mamma hai un nome stupendo, ma non potevi farti consigliare dai nonni quando hai scelto il mio? Scherzo... Buon onomastico!

Il tuo nome stupendo si adatta alla perfezione con il tuo bellissimo sorriso. Buon onomastico mamma!

Auguro un felice onomastico alla mamma più amorevole del mondo. Ti voglio bene, mamma!

In questo giorno speciale, voglio ricordarti quanto ti sia grato per tutto l'amore, l'attenzione e il sostegno che mi hai dato. Buon onomastico mamma.

Mamma, sei la persona più fantastica e dolce al mondo. Credo che pochi possono vantare una fortuna come la mia. Buon onomastico!

Mamma, il mio più grande desiderio nella vita è crescere fino a diventare un giorno proprio come te. Buon onomastico mamma!



Auguri onomastico per il papà 👨

Caro papà, nel giorno che porta il tuo nome, voglio farti sapere che non sarei mai potuto essere dove sono oggi senza il tuo sostegno e la tua infinita pazienza. Ti voglio un mondo di bene.

Papa, oggi è il tuo giorno speciale. Spero che sarà bello e meraviglioso come te. Auguriii!

Oggi è il giorno del tuo onomastico e, anche se lo sai già, sappi che ti voglio un mondo di bene. Buon onomastico papà!

Papà hai un nome stupendo, ma non potevi farti consigliare dai nonni quando avete scelto il mio? Scherzo... Buon onomastico!

Il tuo nome stupendo si adatta alla perfezione con il tuo bellissimo sorriso. Buon onomastico papà!

Auguro un felice onomastico al papà più amorevole del mondo. Ti voglio bene, papà!

In questo giorno speciale, voglio ricordarti quanto ti sia grato per tutto l'amore, l'attenzione e il sostegno che mi hai dato. Buon onomastico papà.

Papà, sei la persona più fantastica e dolce al mondo. Credo che pochi possono vantare una fortuna come la mia. Buon onomastico!

Papà, il mio più grande desiderio nella vita è crescere fino a diventare un giorno proprio come te. Buon onomastico papà!
Continua a leggere »

Frasi sulla solidarietà



La solidarietà è un atteggiamento spontaneo o concordato di chi appartiene a una comunità e vuole condividerne le necessità, dando vita a iniziative individuali o collettive di sostegno morale o materiale.
Facendo solidarietà non bisogna aspettarsi alcuna ricompensa se non la soddisfazione di aver offerto il proprio aiuto a chi ne aveva bisogno. Lo stare bene con se stessi è uno dei motivi per cui si pratica la solidarietà ma non è quello principale; dal momento che tutti hanno il diritto di vivere in maniera dignitosa, e a quanto pare a molti questo diritto viene negato, non bisogna restare indifferenti a certi situazioni, ma operare dando il proprio contributo trattando l'altro come se fossimo noi stessi.

In questa pagina trovate una raccolta di frasi, aforismi e citazioni sulla solidarietà, ovvero il modo di essere vicino ed aiutare chi sta peggio di noi moralmente ed economicamente.


Le frasi

Guardandoti dentro puoi scoprire la gioia, ma è soltanto aiutando il prossimo che conoscerai la vera felicità. (Sergio Bambarén)

Solidarietà vuol dire coraggio: coraggio di esporsi fuori della tana. (Fausto Gianfranceschi)

Il valore di un uomo dovrebbe essere misurato in base a quanto dà e non in base a quanto è in grado di ricevere. (Albert Einstein)

Nella solidarietà manifestata a chi ha subito una disgrazia c'è sempre il compiacimento di non esserne stati noi vittime. (Roberto Gervaso)

Si dovrebbe pensare più a far bene che a stare bene: e così si finirebbe anche per star meglio. (Alessandro Manzoni, I Promessi Sposi)

Quando le certezze vengono meno, ci si può salvare solo su quella zattera in cui la solidarietà con l'altro dà senso al sacrificio nostro. (Eugenio Borgna)

Fai del bene di nascosto e arrossisci a vederlo divulgato. (Alexander Pope)

Le belle azioni nascoste sono le più stimabili. (Blaise Pascal)

Non basta fare il bene, bisogna anche farlo bene. (Denis Diderot)

Siamo petali dello stesso fiore poiché solo se ci stringiamo nello stesso punto dell'infinito riusciamo ad essere qualcosa di meraviglioso. (Rosita Matera)

Se parti già con l'idea che fare del bene ti verrà poi ricambiato, non farlo. Non c'è niente di più bello nelle cose che partono dal cuore e non per un tornaconto. (Lucia Quarta)

Mentre tu hai una cosa, questa può esserti tolta. Ma quando tu la dai, ecco, l'hai data. Nessun ladro te la può rubare. E allora è tua per sempre. (James Joyce)

È indiscutibile, per quanto misterioso, che la persona che concede un favore risulta in qualche modo superiore a quella che lo riceve. (Jorge Luis Borges)

Bisogna fare agli altri quello che si vorrebbe fatto a sé. (Proverbio)

La solidarietà non presuppone che le nostre lotte siano le stesse lotte, o che il nostro dolore sia lo stesso dolore, o che la nostra speranza sia per lo stesso futuro. La solidarietà implica impegno e lavoro, anche se non proviamo gli stessi sentimenti, anche se non sono coinvolte le nostre stesse vite, anche se non sentiamo lo stesso dolore, perché viviamo su un terreno comune. (Sara Ahmed)

La parola più importante nel linguaggio della classe lavoratrice è la solidarietà. (Harry Bridges)

La solidarietà non è un atto di carità, ma un atto di unità tra alleati che combattono su terreni diversi verso gli stessi obiettivi. (Samona Machel)

La solidarietà è la tenerezza dei popoli. (Gioconda Belli)

L'educazione.
Il rispetto.
La solidarietà.
Dovremmo clonare queste cose, non le scimmie.
(GiovanniSalzan Twitter)
Continua a leggere »

Frasi sulle probabilità



La probabilità è il rapporto fra il numero dei casi favorevoli all'evento e il numero dei casi possibili, purché tutti i casi considerati siano ugualmente probabili. Il calcolo delle probabilità ci permette di procedere in modo logico e ragionato, pur prendendo in considerazione un certo grado d'incertezza. Il concetto di probabilità risale al XVII secolo e nel corso del tempo è diventato la base di diverse discipline scientifiche rimanendo tuttavia non univoco.
Fra i primi studi sulla probabilità è da segnalare quello di Galilei, che spiegò come mai, lanciando tre dadi, la probabilità di uscita delle somme 10 e 11 sia più probabile dell'uscita del 9 e del 12, nonostante entrambi i risultati si ottengano da un uguale numero di combinazioni.

In questa pagina trovate una raccolta di frasi, aforismi e citazioni sulla probabilità, ovvero un'attendibilità confortata da motivi ragionevoli. Sullo stesso tema vi invitiamo a leggere le frasi sul poker e sui gratta e vinci.


Le frasi

Una tipica differenza che assai spesso emerge nella vita quotidiana tra persone comuni e persone intelligenti è che le prime, nel riflettere e calcolare possibili pericoli, si limitano a informarsi e a considerare i casi del genere che già sono accaduti; le seconde invece ponderano ciò che eventualmente potrebbe accadere. (Arthur Schopenhauer)

La legge della probabilità, combinata con quella dei grandi numeri, stabilisce che per battere le statistiche negative è necessario ripetere un evento un numero crescente di volte allo scopo di raggiungere il risultato desiderato. Più volte lo ripeti, più ti avvicini. In sostanza, come spiego alla mamma, a volte devi solo continuare a provarci. (Jojo Moyes)

Se escludiamo l'impossibile, ciò che resta del quanto probabile è pur sempre impossibile. (Serie tv: Sherlock)

Il saggio non nega e non afferma, non si esalta e non si abbatte, non crede né all'esistenza di Dio, né alla sua inesistenza. Il saggio non ha certezze, ha solo ipotesi più o meno probabili. (Luciano De Crescenzo)

Se fai per benino l'uomo ignoto della strada, non dici mai il tuo parere, ti occupi solo della tua famiglia e non vivi in tempi di guerra, hai ottime probabilità di morire di un infarto, di una trombosi cerebrale o di cancro. (Franz Fischer)

Più elaborato e costoso è il vostro equipaggiamento, più alta è la probabilità di dover passare dal pescivendolo prima di tornare a casa. (Arthur Bloch)

Potrei calcolare le tue probabilità di sopravvivenza, ma non ti piacerebbe. (Film: Guida galattica per autostoppisti)

Tre cose non saran mai credute, quella vera, quella probabile, quella logica. (John Steinbeck)

La probabilità di essere interrogati è inversamente proporzionale al tempo trascorso nello studio. (Arthur Bloch)

La probabilità massima di trovare un quadrifoglio è una su 10.000, lo 0,01 per cento. Più bassa di quella statisticamente calcolata di essere colpiti da un fulmine in caso di pioggia, e cioè una su 3.000. Una botta di culo incredibile, insomma. (Film Feisbum - Il film)

Il solido benessere delle compagnie assicurative e il successo di coloro che organizzano giochi d'azzardo sono alcuni indicatori dei profitti che derivano dall'uso efficiente delle probabilità. (Edward De Bono)

Il sondaggio e le statistiche hanno sostituito gli oroscopi, ma hanno valore e probabilità uguali. (Guido Ceronetti)

Le probabilità di fallimento non dovrebbero mai distoglierci dal sostenere una causa in cui crediamo. (Abraham Lincoln)

La probabilità di raggiungimento di un determinato risultato è direttamente proporzionale al livello di autoconvinzione mentale. (Legge di Murphy)

La probabilità che un determinato evento si presenti, è inversamente proporzionale all'impegno profuso per ottenerlo, moltiplicato per il grado di speranza riposto in esso. (Legge di Murphy)

Le probabilità che il pane cada sul lato imburrato sono direttamente proporzionali al costo del tappeto. (Legge di Murphy)

Ogni secondo porta con sé una probabilità. (Antoine de Saint- Exupery)

Devo ancora capire se quel chiromante a cui 20 anni fa chiesi se avrei avuto gioie nella vita, disse "ci sono alte probabilità", o "altre". (valemille, Twitter)

La percentuale di probabilità che sia una cagata cresce esponenzialmente se dandoti il regalo ti dice "è solo un pensierino". (robgere, Twitter)

Di sabato notte, non scriverle “Sei sveglia?”, scrivile “Hai fame?”. Credimi, la probabilità che ti risponda cresce esponenzialmente. (David_IsayBlog, Twitter)

Tanto più si avvicina l'esame tanto maggiori sono le probabilità che i muratori dovranno fare dei lavori intorno a te. (Ri_Ghetto, Twitter)

Per "la scelta giusta":
- prendi una cosa ad alta probabilità di insuccesso
- aggiungi consigli inutili
- butta tutto e fai quella sbagliata
(valemille, Twitter)

Secondo il calcolo delle probabilità che ho di raggiungere i miei obiettivi e degli imprevisti che me lo impediscono, vivo in un Monopoli. (valemille, Twitter)

La probabilità che qualcuno ti stia osservando, è proporzionale a quanto sia ridicola la cosa che stai facendo. (David_IsayBlog, Twitter)

Studi scientifici dimostrano che chi si cucina e mangia da solo ha più probabilità di soffrire di disturbi del tonno. (pellescura, Twitter)

Più tempo passa tra la domanda e la risposta, più alta è la probabilità che la risposta sia negativa. (mesmeri, Twitter)

Chi sa ridere di sé ha grosse probabilità di risultare attraente anche se a prima vista non ti attrae. (istintomaximo, Twitter)

I single dovrebbero consolarsi, le coppie hanno il doppio delle probabilità di prendere l'influenza. (lafranci82, Twitter)

Ah se solo avessi nella vita le stesse probabilità di riuscita che ho al supermercato di trovarmi alla cassa più lenta. (Terza_Nota, Twitter)

Secondo studi recenti, ripetere ad oltranza "speriamo che quello che verrà sia un anno migliore!", aumenta la probabilità che sia una merda del 700%. (dbric511, Twitter)

A parità di costi avete meno probabilità che vi cambi la vita un Gratta e Vinci rispetto a un libro. (insopportabile, Twitter)

Ci sono ottime probabilità che le cose peggiorino proprio mentre attendi che migliorino. (bon1z, Twitter)

La probabilità di capire la donna è direttamente proporzionale al torto che l'uomo ammette di avere. (Masse78, Twitter)

Tanto più una persona ti piace, tanto più aumentano le probabilità che questa sia fidanzata o non ti caghi di striscio. (Ri_Ghetto, Twitter)

L'amore è come una scatola di cioccolatini: Più passa il tempo e più probabilità hai che i migliori siano capitati ad altri. (Masse78, Twitter)

Chi è sposato ha meno probabilità di essere colpito da malattie al cuore. In compenso aumentano quelle ai coglioni. (LaPausaCaffe, Twitter)

Se pensi che ti succedono sempre le stesse cose c'è la probabilità che tu punti lo sguardo sempre e solo su una parte di ciò che accade. (serafinobandini, Twitter)

Se mi svegli accendendo le luci della mia stanza c'è una probabilità del 100% che io abbia già programmato 10 modi diversi per ucciderti. (TweetComici. Twitter)

Più tempo passi a lamentarti, più calano le probabilità che tu riesca a cambiare ciò per cui passi il tempo a lamentarti. (Iddio, Twitter)

Ogni volta che sono fuori c'è una probabilità del 99.9% che io pensi al mio letto ed al dormire. (chevitaorribile, Twitter)

Domani forse vado a correre
E forse vincerò al superenalotto.
La probabilità che succeda una delle due cose è più o meno la stessa.
(chevitaorribile, Twitter)

Devo smetterla di immaginarmi nella mia testa in scenari che hanno il -2% di probabilità di realizzarsi. (Droghiere, Twitter)

La voglia che non hai di vedere una persona è direttamente proporzionale alla probabilità con cui la incontrerai. (Ri_Ghetto, Twitter)

Non ho certezze ma coltivo le probabilità. (saraturchina, Twitter)

Se ti dicono e ti dici che è impossibile, c'è una buona probabilità che abbia senso. (serafinobandini, Twitter)

Più tempo passa tra la domanda e la risposta, più alta è la probabilità che la risposta sia negativa. (mesmeri, Twitter)
Continua a leggere »

Frasi sul sorriso e il sorridere



Il sorriso è un'espressione del volto umano, si può notare per via di un lieve movimento delle labbra e degli occhi. Sorridere è un toccasana per la salute e l'umore, contribuisce a combattere lo stress e ci aiuta nelle relazioni con gli altri.

Secondo uno studio svolto all'Università di Glasgow che ha preso come campioni 30 persone, metà europei e metà orientali, si è scoperto che non tutti ridiamo allo stesso modo. Gli occidentali attraverso  i movimenti del viso e in particolare quelli della bocca sono riusciti a esprimere in modo più chiaro l'emozione che stavano provando, mentre gli orientali hanno avuto espressioni meno facili da interpretare, in quanto si esprimono principalmente con gli occhi.

In questa pagina trovate una raccolta di frasi, aforismi e citazioni sul sorriso, ovvero il modo migliore e più economico per sentirsi meglio.


Le frasi

Un sorriso è una curva che raddrizza ogni cosa. (Phyllis Diller)

Un sorriso nel primo volto incontrato al mattino è un benvenuto al giorno che inizia. (Banana Yoshimoto)

Non sei mai completamente vestito senza un sorriso. (Detective Comics)

Non sorridiamo perché qualcosa di buono è successo, ma qualcosa di buono succederà perché sorridiamo. (Proverbio Giapponese)

Il sorriso talvolta è una maschera che la tristezza indossa per non farsi riconoscere. (Emanuela Breda)

Essere capaci di sorridere dopo una sconfitta è la vittoria finale. (Bertus Aasfjes)

Non tradire chi ti sorride: potrebbe avere la morte nel cuore e regalarti ugualmente un po' di vita. (Jim Morrison)

Un sorriso è felicità, due sorrisi sono complicità. (Simone Nardone)

Puoi mantenere un sorriso autentico solo per un po', dopodiché è solo denti. (Chuck Palahniuk)

La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo. (Jim Morrison)

La curva più attraente del corpo di una donna è il suo sorriso. (Anonimo)

Le chiavi ingombrano e si possono smarrire. Meglio avere chi ti apre la porta, possibilmente con un sorriso. (Dino Basili)

Colui che sorride quando le cose vanno male ha pensato a qualcuno cui dare la colpa. (Arthur Bloch)

Se la vita non ti sorride, falle il solletico! (Anonimo)

Oggi, dona uno dei tuoi sorrisi a uno sconosciuto. Potrebbe essere l'unico raggio di sole che vede in tutta la giornata. (H. Jackson Brown, Jr.)

Sorridere: il modo più economico che hai per migliorare il tuo aspetto. (Paulo Coelho)

La vita è breve. Sorridi finché hai ancora i denti. (Mallory Hopkins)

Il sorriso delle persone veramente infelici reca grandissimo dolore: pare che sorridano per gli altri. (Giovanni Battista Niccolini)

Usa il tuo sorriso per cambiare il mondo; non lasciare che il mondo cambi il tuo sorriso. (Anonimo)

Sorridi sempre. Magari non crederanno che tu sia felice, ma sapranno che sei forte. (Anonimo)

Una volta ho sorriso alla vita. E niente, poi è arrivato il suo fidanzato e mi ha fatto un culo così. (DIavolo, Twitter)

Strappare un sorriso è già avvicinarsi. (cleX71, Twitter)

Noi guerrieri di carta costruiamo solidi muri per difenderci, per poi scoprire che basta il sorriso giusto per demolirli in un istante. (fairyfrat, Twitter)

Ho smesso di combattere per gli altri quando ho fatto pace con me stesso. E da allora lotto sempre per difendere solo il mio sorriso. (CannovaV, Twitter)

La bellezza delle persone speciali è la semplicità con cui donano un sorriso. (cleX71, Twitter)

Trovare un sorriso del quale non poter fare a meno e difenderlo da tutto e tutti. Credo sia questo l'amore. (CannovaV, Twitter)

Proteggi il suo sorriso perché è la cosa più importante che ha. Una persona felice è capace di qualsiasi cosa, pure di amarti per sempre. (CannovaV, Twitter)

Non aiutarmi a trovare il sorriso, quello riescono a farlo tutti. Fai in modo di non farmelo perdere mai, è questo che fa la differenza. (CannovaV, Twitter)

Basterebbe la garanzia che, per ogni cento persone spiacevoli che incontriamo, ce ne fosse una capace di cambiarci la giornata con un sorriso. (RudyZerbi, Twitter)

Se ti sorride, ha deciso di abbassare le difese. Proteggila, stalle vicino e diventa il suo rifugio. Il suo sorriso sarà sempre pure il tuo. (CannovaV, Twitter)

Chi ti regala il sorriso è lo stesso che te lo può togliere in qualunque momento. È importante scegliere con cura da chi farsi ferire. (CannovaV, Twitter)

Ti dipingeranno sempre come vogliono loro. Fai ciò che ti rende felice così saranno obbligati a disegnarti col sorriso. (CannovaV, Twitter)

Finché rimarrai nel mio sorriso, non temere, sarai al sicuro da tutto. (CannovaV, Twitter)

Certe occasioni sono solo teatro per sorrisi di circostanza. Senza che vi sia davvero la circostanza per un sorriso. (MustErminea, Twitter)
Continua a leggere »

Lasagne o Lasagna: come si scrive?


Quale termine dobbiamo utilizzare fra lasagna e lasagne per indicare un piatto che è una pietra miliare della cucina italiana?


Entrambe sono considerate corrette, ma è la forma plurale "lasagne" quella che viene più comunemente utilizzata sia nello scritto che nel linguaggio parlato. La si usa per dire un piatto di lasagne, lasagne al sugo, lasagne al forno, lasagne alla bolognese, un piatto di lasagne, una teglia di lasagne.


Il termine lasagna è meno utilizzato, ma è possibile trovarlo quando si vuole indicare qualcosa di storico riguardante questo piatto:
La lasagna viene citata in opere di autori illustri, tra le quali le Satire, di Orazio.

oppure quando la si vuole descrivere in modo enciclopedico:
La lasagna è un particolare formato di pasta, ottenuto tagliando in grossi quadrati, o rettangoli, la sfoglia di pasta madre.

Il singolare lasagna è molto usato, quasi al pari della forma più comune lasagne, in alcuni dialetti del meridione.
Continua a leggere »

Frasi sul lavoro e il lavorare



Il lavoro è fondamentale per la vita di una persona, ma nonostante lo stato italiano (e anche in Europa) sia una Repubblica democratica fondata sul lavoro non garantisce a tutti di lavorare. In realtà, il lavoro c'è, ma sono i requisiti che si devono avere per quel determinato lavoro a rappresentare l'ostacolo principale per il candidato, che nella maggior parte dei casi sono l'età e l'esperienza.

Stando al noto proverbio "Il lavoro nobilita l'uomo", il 10% della popolazione italiana sarebbe senza dignità e il 9% la perderebbe avendo avuto un lavoro e trovandosi ora disoccupata. Fortunatamente la dignità di una persona non si vede dal lavoro, ma da quello che la persona riesce a fare nella vita, dagli obiettivi che si prefigge e quelli che riesce a raggiungere.

In questa pagina trovate una raccolta di frasi, aforismi, citazioni e battute divertenti sul lavoro, che si concentrano sul lavoro ideale, ossia quello per cui ci si è preparati da una vita, ma anche sugli aspetti negativi del lavoro come la difficoltà nel trovarne uno e a mantenerlo nel tempo, oppure lo svolgere un lavoro che non piace ma che si è costretti a svolgere per necessità.


Le frasi

Non che sia contrario al lavoro, intendiamoci, il lavoro mi piace, mi affascina. Potrei starmene seduto a guardarlo per ore. (Jerome Klapka Jerome)

Bisogna lavorare come se si volesse vivere in eterno, ma vivere come se dovessimo morire adesso. (Martin Lutero)

Sono sempre stato dell'idea che gli impegni di lavoro siano la scusa di chi non ha niente di meglio da fare. (Oscar Wilde)

Il segreto del successo nella vita è fare della tua vocazione il tuo divertimento. (Mark Twain)

Uno dei sintomi di un prossimo collasso nervoso è la convinzione che il proprio lavoro sia tremendamente importante, e che concedersi un po' di vacanza sarebbe causa di chissà quali disastri. Se fossi medico prescriverei una vacanza a tutti quei pazienti che considerano importante il loro lavoro. (Bertrand Russell)

Scegli il lavoro che più ti piace e non dovrai lavorare un solo giorno della tua vita. (Confucio)

L'uomo è arrivato quando fa per mestiere quel che farebbe gratis. (George Bernard Shaw)

Possiamo vivere nel mondo una vita meravigliosa se sappiamo lavorare e amare, lavorare per coloro che amiamo e amare ciò per cui lavoriamo. (Lev Tolstoj)

Amare il proprio lavoro è la cosa che si avvicina più concretamente alla felicità sulla terra. (Rita Levi-Montalcini)

L'abitudine al lavoro modera ogni eccesso, induce il bisogno, il gusto dell'ordine; dall'ordine materiale si risale al morale: quindi può considerarsi il lavoro come uno dei migliori ausiliari dell'educazione. (Massimo d'Azeglio)

Il lavoro migliore non è quello che ti costerà di più, ma quello che ti riuscirà meglio. (Jean-Paul Sartre)

Mi considerano pazzo perché non vendo i miei giorni in cambio di soldi; e io li considero pazzi perché pensano che i miei giorni possano avere un prezzo. (Khalil Gibran)

Chi lavora con le sue mani è un lavoratore. Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un artista. (Louis Nizer)

La gente affamata e senza lavoro è la pasta di cui sono fatte le dittature. (Franklin Delano Roosevelt)

Chiudersi in sé, consacrarsi esclusivamente al lavoro, significherebbe fare del proprio io una prigione. (Marguerite Yourcenar)

Avrai raggiunto il successo nel tuo lavoro quando non ti accorgi più se stai lavorando o giocando. (Warren Beatty)

L’unico modo per fare un buon lavoro è amare quel che fai. Se non hai ancora trovato ciò che fa per te, continua a cercare. Non accontentarti. Come per tutte le questioni di cuore, saprai di averlo trovato quando ce l’avrai davanti. (Steve Jobs)

Vivere del proprio lavoro, una necessità; vivere del lavoro altrui, un'aspirazione. (Alessandro Morandotti)

Una macchina può fare il lavoro di cinquanta uomini qualunque, ma nessuna macchina può sostituirsi al lavoro di un uomo straordinario. (Elbert Hubbard)

Si sa che il lavoro ha sempre addolcito la vita: il fatto è che non a tutti piacciono i dolciumi. (Victor Hugo)

Recessione è quando il tuo vicino perde il lavoro. Depressione è quando lo perdi tu. Panico quando lo perde anche tua moglie. (Boris Makaresko)

Il matrimonio, Dio, i figli, i parenti e il lavoro. Non ti rendi conto che qualsiasi idiota può vivere così e che la maggior parte lo fa? (Charles Bukowski)

Con l'abitudine, il lavoro appare più leggero. (Tito Livio)

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. (Articolo 1 della Costituzione italiana)

Credo nella dignità del lavoro, sia con le mani che con la mente; che nessuno abbia il diritto di essere mantenuto ma che tutti abbiano il diritto a un'opportunità per mantenersi. (John D. Rockefeller)

Sono sempre stato convinto che chi dà lavoro e chi lavora siano partner, non nemici e che i loro interessi siano comuni, non opposti. Perché, nel lungo termine, il successo di uno dipende dal successo dell'altro. (John D. Rockefeller)

Se conosci come, avrai sempre un lavoro, ma se conosci perché, sarai una guida. (John M. Capozzi)

Trovare un lavoro è diventato un lavoro. (PDS Mathias)

Il lunedì ti giustifichi col lavoro che fai, ma la domenica che scusa hai? Orrenda domenica, nemica dell'umanità. (Saul Bellow)

Il lavoro duro ti ricompenserà in futuro. La pigrizia lo fa adesso. (Steven Wright)

Per stimare i tempi di un qualsiasi lavoro: prendere il tempo che si dovrebbe mettere, moltiplicare per 2, e cambiare l'unità di misura con quella immediatamente superiore. Ad esempio: per un lavoro che dovrebbe prendere un'ora si calcolano 2 giorni. (Arthur Bloch)

La legge del lavoro sembra essere del tutto ingiusta, ma non c'è nessuno che la può cambiare: più ti diverti al lavoro e meglio vieni pagato. (Mark Twain)

Nella vita contano soprattutto due cose: la salute e la voglia di lavorare. Io ho la salute, mia moglie la voglia di lavorare, non abbiamo problemi. (Anonimo)

Quanto più mi piace fare qualcosa, tanto meno lo chiamo lavoro. (Richard Bach)

L'impossibile è ciò che il tuo capo esige normalmente da te. (Doug Larson)

Il lavoro è una cosa difficile da avere, ma facile da perdere. (Mirko Badiale)

Si disprezzi la gente che non ha tempo. Si compiangano le persone che non hanno lavoro. Ma gli uomini che non hanno tempo per lavorare, quelli sono da invidiare. (Karl Kraus)

Niente è veramente lavoro a meno che non preferiate fare qualcos'altro. (James Matthew Barrie)

Il vostro lavoro occuperà una parte rilevante delle vostre vite, e l’unico modo per esserne davvero soddisfatti sarà fare un gran bel lavoro. E l’unico modo di fare un gran bel lavoro è amare quello che fate. (Steve Jobs)

Non c'è lavoro tanto semplice che non possa essere fatto male. (Arthur Bloch)

L'uomo sano e saggio non si allontana mai dalla ragione e non si concede nessuno svago se non quello del proprio lavoro. (Henry James)

Il lavoro rivela il carattere delle persone: alcuni si tirano le maniche, altri girano al largo e altri ancora non si fanno proprio vedere. (Sam Ewing)

Se non potete lavorare con amore, ma solo con riluttanza, allora è meglio lasciare il lavoro e sedere alla porta del tempio e accettare elemosine da chi lavora con gioia. (Kahlil Gibran)

Non sono né la ricchezza né la fama a dare la felicità, ma il lavoro e la tranquillità. (Thomas Jefferson)

Il frutto del lavoro è il più dolce dei piaceri. (Luc de Clapiers de Vauvenargues)

Anche nelle ore che non dedichi espressamente al lavoro, il lavoro distrugge la tua anima invadendo furtivamente il tuo cervello; sii selettivo nella scelta di una professione. (Nassim Nicholas Taleb)

Sono una lavoratrice autonoma, il che è uno spasso. Tranne quando mi metto in malattia perché so che sto mentendo. (Rita Rudner)

Il lavoro mi perseguita, ma io sono più veloce. (Lupo Alberto)

La cosa più importante di tutta la vita è la scelta di un lavoro ed è spesso affidata al caso. (Blaise Pascal)

Ogni mattina mi alzo e controllo la classifica delle persone più ricche al mondo. Se non trovo il mio nome, vado a lavorare. (Robert Orben)

Ognuno di noi deve capire quale potrebbe essere il suo contributo originale, il valore aggiunto che lo distingue e gli permette di trovare spazio sul mercato del lavoro. Il modo di renderci, se non indispensabili, almeno utili. Se lo scopriremo, con ogni probabilità avremo un lavoro, una retribuzione e un futuro soddisfacente. Se rifiutiamo di riconoscere le forze in campo, prepariamoci ad amare sorprese. (Beppe Severgnini)

La differenza tra un cammello e un uomo? Il cammello può lavorare una settimana senza bere, l’uomo può bere una settimana senza lavorare. (Julian Tuwin)

Il lavoro rende liberi.
Arbeit macht frei.
[Scritta posta sopra il cancello di ingresso del campo di concentramento di Auschwitz]

Per uccidere un uomo, non serve togliergli la vita, basta togliergli il lavoro. (Enzo Biagi)

Se lavori solo per soldi, non ne farai mai, ma se ti piace il tuo lavoro e sei disposto a mettere sempre il cliente al primo posto, allora avrai successo. (Ray Krock)

Se uno passasse un anno intero in vacanza, divertirsi sarebbe stressante come lavorare. (William Shakespeare)

Il lavoro non ha mai ammazzato nessuno, ma perché rischiare? (Edgar Bergen)

Lo sapevate che firmando un contratto di lavoro flessibile l'unico che si piega sei tu? (Nonciclopedia)

Il lavoro nobilita l'uomo ma restare a letto quando tutti gli altri lavorano ti fa sentire un Re. (Scuolissima)

Questa storia che uno per andare a lavorare si deve alzare dal letto, mi sta cominciando a pesare. (Masse78, Twitter)

Lavoro: aumentano i disoccupati, ma aumentano anche gli occupati. Praticamente per il lavoro non cambia nulla, però aumenta la popolazione. (Iddio, Twitter)

Einstein deve aver formulato la teoria della relatività constatando come l'ultima ora quotidiana di lavoro duri sei ore. (diodeglizilla, Twitter)

Poche cose offendono come il non veder riconosciuto il valore del tuo lavoro. (ChiaraBottini, Twitter)

Le mie chance sul lavoro aumenterebbero se imparassi che durante le riunioni non si sbuffa in faccia agli altri, ma solo mentalmente. (mesmeri, Twitter)

E venne il leccaculo.
Che si mangiò il diplomato.
Che bruciò il laureato.
Che superò il merito.
Che in tre secondi, il lavoro trovò.
(Masse78, Twitter)

Ti dicono sempre che la soluzione è buttarsi nel lavoro.
Ma non ti dicono mai da che altezza, esattamente.
(valemille, Twitter)

Mi hanno detto che non troverò mai un lavoro se me ne sto tutto il giorno sul divano, allora mi sono alzato e mi sono messo sulla poltrona. (diegoilmaestro, Twitter)

Quelli che si lamentano di non aver lavoro con 2 Audi e 3 case, son gli stessi che a scuola dicevano di non saper nulla e poi prendevano 10. (Masse78, Twitter)

Non per vantarmi, ma io, nella vita, ho dato lavoro a molte persone: l'insegnante di sostegno a scuola, tre psichiatri e vari farmacisti. (Ftzj, Twitter)

Gente che si alza ed inizia a correre, a parlare, a lavorare.
Io la mattina mi muovo, ragiono e parlo come Pingu.
(Masse78, Twitter)

- Che lavoro fai?
- Official Local Drugs Re-seller Manager
- Wow sarebbe?
- Spacciatore di zona
(Droghiere, Twitter)

Quando sei libero trovi noioso qualsiasi cosa, quando invece hai un lavoro urgente da svolgere trovi interessante pure contare per multipli di due i peli dell’avanbraccio. (MaxMangione, Twitter)

Sul curriculum "propensione a lavorare in team", nella vita "scusa ma quella Bic sarebbe mia". (Barby_S_L, Twitter)

Continuo ad andare da McDonald's perchè non voglio che i nostri laureati siano costretti ad emigrare in altri paesi per lavorare. (mr_takki, Twitter)

Se vai a lavorare canticchiando felice hai 3 possibilità:
- sei miliardario
- ti droghi
- sei uno dei 7 nani
(dbric511, Twitter)

Chissà chi è il genio che si è inventato un'ora di pausa pranzo per otto ore di lavoro anziché pranzi da 8 ore con un'ora di pausa lavoro. (diodeglizilla, Twitter)

Gesù dorme 3 giorni, si sveglia, ed è un miracolo.
Io dormo 3 giorni, mi sveglio, e perdo il lavoro.
(David_IsayBlog, Twitter)

Non dimenticate mai la differenza tra chi ha un lavoro e chi è un lavoratore. Ad esempio i politici appartengono solo alla prima categoria. (David_IsayBlog, Twitter)

Se siamo quelli intelligenti ed evoluti, Darwin spiegami perché io vado a lavorare e i miei cani rimangono a casa a ronfare. (David_IsayBlog, Twitter)

Il lavoro è importante, la vita di più. (istintomaximo, Twitter)

- Al lavoro sono uno che conta.
- Davvero?
- Sì: i giorni che mancano al weekend.
(m4gny, Twitter)

Noi con la partita iva abbiamo il superpotere di lavorare da malati come se niente fosse. (olli_gu, Twitter)

Lavorare venti ore al giorno e non dormire la notte, non so se è vita ma sarà di sicuro presto morte. (olli_gu, Twitter)

Ho parlato con il mio ortopedico. Dice che la posizione in cui dormo sulla scrivania al lavoro è errata. (pellescura, Twitter)

Se mi paghi come dico io, lavoro come dici tu. Se mi paghi come dici tu, lavoro come dico io. (nicolabrunialti, Twitter)

Vado al lavoro per pagarmi i caffè per restare sveglio al lavoro. (NickBiussy, Twitter)

Dice il saggio: "Se il lavoro è la tua passione, non hai un bel lavoro, ma passioni di merda". (Microsatira, Twitter)

"Buongiorno: vorrei quel libro che inizia con «L'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro...».
"Lo trova là in fondo, genere Fantasy."
(purtroppo, Twitter)

Un uomo riesce a capire quanto manca alla fine del turno di lavoro misurando la distanza delle proprie palle da terra. (TristeMietitore, Twitter)

Il caffè è la più potente fra tutte le droghe. La sua assunzione la mattina ti fa fare cose assurde, tipo andare a lavoro. (TristeMietitore, Twitter)

Lavorare gratis, per fare esperienza, si può fare. E da quell'esperienza si impara che non bisogna mai lavorare gratis. (TristeMietitore, Twitter)

Non importa che ci sia vita, voglio sapere se su Marte c'è lavoro. (Samanthifera, Twitter)

Se non vedi l'ora di essere a lavoro per avere un po' di tregua dalla tua famiglia, hai sbagliato tutto dalla vita. (TristeMietitore, Twitter)

Voglio lavorare con questo seduto al bar che, con cappuccio e brioche, al telefono ha appena detto: "richiamami oggi che ora sto lavorando". (robgere, Twitter)

L'immigrato non ti ha rubato il lavoro, semmai il padrone ha scelto di scaricarti o ignorarti per sfruttare l'immigrato invece di sfruttare te. (Arnathoth, Twitter)

Gente che va in palestra la mattina prima di andare al lavoro mentre io ho appena scritto “contemporaneamente” e già ho il fiatone. (p_episcopo, Twitter)

Il lavoro nobilita l’uomo.
Ma prima ti fa impazzire, ti fa innervosire, ti imbruttisce e ti fa a pezzi.
Poi ti nobilita.
(_iaci, Twitter)

Le grandi soddisfazioni a lavoro:
- Ricevere complimenti
- Essere pagati puntuali
- Azzeccare la stampa fronte retro al primo tentativo
(dudek_kvar, Twitter)



Proverbi italiani

Chi vuol lavor mal fatto, lo paghi innanzi tratto.

A cattivo lavoratore ogni zappa dà dolore.

Chi ben lavora, ben raccoglie.

Chi è lungo a mangiare, lo è anche a lavorare.

Chi fa sbaglia, chi non fa non sbaglia.

Chi lavora guadagna la vita; chi non lavora, la ruba.

Chi non ha voglia di lavorare perde l'ago ed il ditale.

Chi si vergogna di lavorare, abbia vergogna di mangiare.

Dove il lavoro coltiva il campo, non vi nascono ortiche.

Hai finito un lavoro che poco vale; l'hai fatto presto, ma l'hai fatto male.

Il lavoro dà benessere, abbondanza e considerazione.

Il lavoro nobilita l'uomo.

Non manca mai da fare, a chi ben vuol lavorare.

Per cattivo lavoratore ogni accetta è senza filo.

Tutti devono lavorare: o con le mani o con la testa.

Un buon lavoratore val più di dieci pigri.

Voglia di lavorar saltami addosso, e fammi lavorar meno che posso.

Chi lavora fa la gobba, e chi ruba fa la robba. (Proverbio toscano)
Continua a leggere »

Frasi sulla semplicità e le cose semplici



La semplicità è l'assenza di complessità o di complicazione, è indice di naturalezza, modestia, sobrietà e talvolta di ingenuità. Un individuo semplice è uno che è riuscito a sistemare le cose, i valori, ha messo ordine nella propria vita, ha eliminato gli ingombri, si è sbarazzato delle cose inutili. Ossia: ha svolto un paziente lavoro di semplificazione.
Alcuni vedono la semplicità come una caratteristica negativa dell'individuo perché ad essa viene attribuita l'ingenuità (da cui derivano i termini "semplicione" e "sempliciotto"), tipica di chi conserva l'innata semplicità e purezza a causa della propria inesperienza. La "semplicità mentale" è contemporaneamente un insulto alla nostra intelligenza ed una presunta virtù spirituale che ci rende contenti di non poter o non voler conoscere della realtà più di quanto ci è stato insegnato da qualcuno che rispettiamo.

In questa pagina trovate una raccolta di frasi, aforismi, citazioni, battute divertenti, detti e proverbi sulla semplicità, una caratteristica dell'individuo per cui molti stravedono. In questo caso è intesa come il carattere aperto, ingenuo, curioso di un bambino senza inibizioni psicologiche, ma anche come conforto domestico guidato da bisogni ed esigenze ragionevoli rispetto a chi conduce una vita estravagante, piena di impegni, di continue mete sempre più alte, sempre più esigenti da perseguire.


Le frasi

La semplicità è la forma della vera grandezza, di una grandezza inconscia e divenuta natura. (Francesco De Sanctis)

Tutte le idee che hanno enormi conseguenze sono sempre idee semplici. (Lev Tolstoj)

Non utilizzare mai un'espressione straniera, un termine scientifico o una parola difficile se puoi trovare l'equivalente nel linguaggio quotidiano. (George Orwell)

Le piccole cose hanno la loro importanza: è sempre per le piccole cose che ci si perde. (Fëdor Dostoevskij)

Non bisognerebbe aggiungere neanche una virgola a ciò che può essere detto in poche parole. (Gregory David Roberts)

È sempre infinitamente più difficile essere semplici che essere complicati. (Giovannino Guareschi)

La semplicità è la più sospetta delle qualità: essa è fonte di grandissimo turbamento. (Muriel Spark)

Ho gettato via la mia tazza quando ho visto un bambino che beveva al ruscello dalle proprie mani. (Socrate)

Le persone semplici comprendono tutto anche se non riescono a spiegare nulla. (Alessandro Pronzato)

Una teoria è tanto più convincente quanto più semplici sono le sue promesse, quanto più varie sono le cose che a essa collega, quanto più esteso è il suo campo d'applicazione. (Albert Einstein)

Per ogni problema complesso, c'è sempre una soluzione semplice. Che è sbagliata. (George Bernard Shaw)

Ho dei gusti semplicissimi, mi accontento sempre del meglio. (Oscar Wilde)

L'ovvio è quel che non si vede mai, finché qualcuno non lo esprime con la massima semplicità. (Kahlil Gibran)

Quando la soluzione è semplice, Dio sta rispondendo. (Albert Einstein)

Fate domande semplici. Quando anche le risposte che ascoltate sono semplici, ascolterete un buon discorso. (Albert Einstein)

Cos'è successo alla semplicità? Sembra di essere tutti su un palco obbligati a mettere su uno spettacolo. (Charles Bukowski)

I semplici pagano sempre per tutti, anche per coloro che parlano in loro favore. (Umberto Eco)

La semplicità è la massima raffinatezza. (Leonardo Da Vinci)

Quando un pensiero è troppo debole per poter essere espresso con semplicità, con semplicità accantonalo. (Marchese di Vauvenargues)

Conviene comportarsi nel modo più semplice; specie quando si ha la reputazione d'essere una persona molto astuta. (Isaac Asimov)

Non c'è alcuna grandezza là dove non vi sono la semplicità, il bene e la verità. (Lev Tolstoj)

La semplicità a volte è il sintomo di una interna avarizia. (Alda Merini)

Ognuno è sempre alla ricerca di qualcosa di grandioso, di speciale, e non ci si accorge che la grandiosità sta nella capacità di riempire il quotidiano di semplicità. (Anonimo)

Tutto è più semplice di quanto pensi e nello stesso tempo più complesso di quanto immagini. (Goethe)

Non è per niente semplice comprendere le cose semplici. (Eric Hoffer)

Bisogna vivere con semplicità e pensare con grandezza. (William Wordsworth)

È cosi bella la semplicità. Solo i sempliciotti non lo capiscono. (Ty_il_nano, Twitter)

La qualità del sorriso è direttamente proporzionale alla semplicità della sua causa. (Comeprincipe, Twitter)

I bambini spesso non chiedono solo per curiosità ma per sapere come mai complichiamo le cose. Loro, portatori sani di semplicità. (CannovaV, Twitter)

Non vergognatevi della semplicità. È una ricchezza. (istintomaximo, Twitter)

Il fascino della semplicità è l'eleganza di chi ha il coraggio di indossarla. (cleX71, Twitter)

La semplicità si limita all'essenziale e su di esso costruisce la sua forza. (CannovaV, Twitter)

Chi si veste di semplicità non si preoccupa di piacere agli altri. (CannovaV, Twitter)

La semplicità è metà bellezza
la dolcezza è l'altra metà.
(CannovaV, Twitter)

Cosa mi manca dell'infanzia:
✔ Non avevo problemi
✔ Non odiavo nessuno
✔ Non avevo stress
✔ Non avevo cotte
✔ La vita era semplice
(Droghiere, Twitter)

Prima di fare qualsiasi cosa bisogna porsi una semplice domanda:
"Quello che sto per fare è la cosa migliore per me?"
(dudek_kvar, Twitter)



Proverbi italiani

Chi cammina nella semplicità, cammina bene.

Con la semplicità si va spesso più avanti che con l'astuzia.

Il semplice lo dice, l'astuto lo fa.

Il semplice parla e l'astuto ne approfitta.

La semplicità è bella, ma spesso rimane ingannata.

La semplicità era al principio del mondo, la semplicità sarà alla fine del mondo.

La semplicità senza accortezza è pura pazzia.

Non tutti sono così semplici come sembrano.

Semplice è quel sorcio che narra al gatto come sfuggì alla volpe.

Uomo semplice è dolce di sale.
Continua a leggere »

Cioccolato o Cioccolata: come si scrive?


Secondo l'Accademia della Crusca i due termini, cioccolato e cioccolata, sono sinonimi, col valore di "alimento costituito da una miscela di cacao e zucchero, con eventuale aggiunta di aromi, essenze o altre sostanze che viene venduto in polvere o sotto forma di tavolette, cioccolatini".


Questo sta a significare che non esiste differenza fra l'uso delle parole cioccolato e cioccolata, a parte nelle espressioni "cioccolata calda" (bevanda calda a base di cioccolato) e "cioccolato fondente" (quello solido, in tavolette o cioccolatini). L'oscillazione fra le due parole deriva dal fatto che in Italia la parola cioccolato deriva da una parola spagnola, "chocolate", che a sa volta deriva che dall’azteco chocolatl, che poi venne italianizzata nel Seicento in "cioccolatte"; ma dal momento che da noi poche parole finivano con la desinenza -atte, sarebbe stata praticamente impronunciabile, e per questo venne modificata in cioccolata, cioccolato e cioccolate.

A seconda delle regioni, nel Settecento, avevamo cioccolato in uso in Lombardia, cioccolata in Piemonte, Veneto, Emilia, Toscana, Roma, Napoli, Sicilia, mentre i sardi continuavano con cioccolate.

Ma già dall'Ottocento, erano rimasti soltanto i termini cioccolato e cioccolata, e si stava iniziando a fare una distinzione anche per questi due termini.


Oggi le due parole sono assolutamente interscambiabili nella maggior parte dei casi:
-Una tavoletta di cioccolato/a.
-Un dolce al cioccolato/alla cioccolata.

Però quando è inteso come bevanda si dice:
Una tazza di cioccolata calda.
Continua a leggere »