Il Piemonte - Riassunto


Appunto di geografia riguardante la regione Piemonte: territorio, fiumi, laghi, le alpi, clima, città, province, storia ed economia.

Il Piemonte è una regione italiana di 4.273.210 abitanti. È la seconda regione italiana per superficie (dopo la Sicilia), settima per numero di abitanti. L'origine del nome della regione deriva dal latino ad pedem montium che significa "ai piedi dei monti". Il territorio è infatti circondato su tre lati dalle Alpi.

Confini: la Valle d'Aosta si trova nell'Italia nord-occidentale, non ha accesso al mare e confina a nord con la Svizzera, a nord-ovest con la Valle d'Aosta, a est con la Lombardia, a ovest con la Francia, a sud con la Liguria e a sud-est con l'Emilia Romagna.




Territorio:

Il territorio del Piemonte è prevalentemente montuoso ma estese sono anche le zone collinari e pianeggianti. Le Alpi piemontesi scendono con pendii molto rapidi direttamente verso la pianura. La regione possiede alcune delle più alte vette della catena alpina: il monte Rosa (4634 m) e il Gran Paradiso (4061 m) in condivisione con la Valle d'Aosta; il Monviso (3841) da cui nasce il fiume Po; inoltre valichi e trafori collegano la regione con Francia (colle di Tenda, colle della Maddalena, colle del Monginevro, traforo del Fréjus) e Svizzera (traforo del Sempione).

Fiumi: Il territorio piemontese è ricco di corsi d'acqua, tutti affluenti del fiume Po, che attraversa la regione da ovest a est. Tra i più importanti fiumi vi sono: il Ticino, il Tanaro, lo Scrivia, il Sesia e la Dora Baltea.

Laghi: I maggiori laghi naturali sono il Lago Maggiore (uno dei laghi più grandi in Italia), il Lago d'Orta e il Lago di Viverone.

Superficie: 25.387,07 km²
Montagna: 43,3%
Collina: 30,3 % 
Pianura: 26,4%



Clima

Il clima della regione varia a seconda se ci si trova nella zona montuosa o pianeggiante. Nelle zone montuose gli inverni sono più rigidi rispetto alle zone pianeggianti, dove ugualmente la temperatura scende sotto lo zero e le nevicate sono abbondanti. Le estati sono fresche e piovose in montagna, calde e afose in pianura. Frequenti sono le nebbie nelle stagioni autunnali e invernali in presenza di elevati livelli di umidità.



Popolazione

La maggior parte della popolazione vive in pianura e nei fondovalle abitabili e utilizzati per traffici commerciali. Assai meno abitate sono le zone montuose, alcune delle quali sono prive di abitanti.
Le Alpi non rappresentano un ostacolo dal momento che pur essendoci comunità appartenenti a stati diversi hanno in comune lingua, usi e tradizioni.
Tra le minoranze linguistiche vi sono anche l'occitano, il francoprovenzale, il francese e il walser (i Walser sono una popolazione di lingua tedesca originaria della Svizzera che vivono nelle valli del Monte Rosa).



Città e Province:

Nel Piemonte ci sono 8 province e 1181 comuni.
  • Torino è il capoluogo della regione e una delle città più popolose d'Italia, inoltre vi è la sede della FIAT;
  • Alessandria, famosa per i suoi vini bianchi e i biscotti Krumiri;
  • Asti, famosa per l'omonimo vino spumante;
  • Biella, famosa per le molte eccellenze enogastronomiche;
  • Cuneo, dove si possono trovare numerosi outlet;
  • Novara, famosa per i biscotti "il biscottino di Novara";
  • Verbano - Cusio - Ossola, nota per il suo incantevole paesaggio;
  • Vercelli, per la presenza di chilometri e chilometri di risaie.



La bandiera e lo stemma

La bandiera del Piemonte

La bandiera del Piemonte è formata da una croce bianca in campo rosso con bordo e lambello blu a tre gocce.



Stemma della regione Piemonte

Lo stemma del Piemonte risale all'anno 1424. È un quadrato con una croce d'argento in campo rosso spezzata da un lambello azzurro in alto.




Storia

Nel I millennio a.C. il Piemonte era popolato dai Liguri (Taurini) lungo la costa e al nord degli Appennini, e dalle tribù celtiche (Salassi) nelle Alpi e in vaste zone della pianura. 
Successivamente arrivarono i Romani ad occupare il territorio e diedero un importante contributo: colonizzarono la pianura, costruirono strade per attraversare le Alpi, fondarono numerose città come Eporedia (Ivrea) e Augusta Taurinorum (Torino).
Alla caduta dell'Impero Romano il Piemonte passo nelle mani del Regno dei Longobardi, in seguito venne assorbito dal Regno dei Franchi.
Il territorio venne coinvolto nella lotta fra Impero, Papato e Comuni: durante queste lotte nacque la città di Alessandria (prese il nome dal papa Alessandro III) che era schierata contro l'imperatore. Uno dei comuni più attivi era quello di Asti e tra i signori più potenti figuravano i marchesi di Monferrato.
Dal XVI secolo in poi acquisirono sempre più potere i duchi di Savoia, che conquistarono dapprima il territorio piemontese, dal 1815 anche quello della Repubblica di Genova e nel 1720 anche la Sardegna con il Trattato dell'Aia.
Nel 1859 i Savoia cedettero Savoia e Nizza alla Francia in cambio dell'aiuto per espandersi nel nord Italia. Dal 1861, la regione fa parte dello stato italiano.



Economia

L'agricoltura è una delle attività meglio sviluppate, in particolare per la produzione di riso a Vercelli e Novara, per la viticoltura nelle regioni collinari delle Langhe e del Monferrato (a sud di Torino), per la produzione di vini spumanti (famosi quasi quanto lo champagne francese), la produzione di nocciole che viene sfruttata per l'industria dolciaria, la produzione di grano e mais.

L'industria è molto sviluppata, in particolare l'industria meccanica per la FIAT (che produce automobile e aerei). Ad Ivrea è molto sviluppata l'industria elettronica (legata alla Olivetti), a Biella l'industria tessile e ad Alba si trova la Ferrero (nota industria dolciaria produttrice della Nutella).

Il turismo è molto diffuso soprattutto nella stagione invernale per le frequentatissime località sciistiche, ma anche perché vi sono numerose bellezze naturali e attrazioni d'arte e culturali (laghi, castelli, abbazie, il carnevale di Ivrea, i famosi tartufi di Alba, il museo nazionale del cinema a Torino, il Parco Nazionale di Val Grande, la Mole Antonelliana, il Palazzo Madama di Torino, la Basilica di Superga a Torino).


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.


© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies