Commento: Ed è Subito Sera, Quasimodo


di Salvatore Quasimodo
Commento:


Temi: lncomunicabilità e la solitudine - la pena di esistere - il rapido volgere della vita nella morte
Anno: 1936
Il componimento in origine era assai più lungo (s'intitolava Solitudini). In seguito l'autore pensò di isolare la terzina conclusiva e di darle un titolo autonomo. Questi tre versi sono così divenuti la sua lirica più nota e il testo esemplare dell'Ermetismo italiano.
In soli tre versi ci trasmette il senso di solitudine che sente incombere su di sé: il frastuono del mondo che lo circonda non vale a riscattarlo dal suo isolamento. E quando giunge la <<sera>> (= il tramonto della vita), egli avverte di non aver saputo cogliere il senso dell'esistenza.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies