Analisi: Il Tuono, Pascoli


di Giovanni Pascoli
Analisi del testo:


Al centro della lirica vi è un contrasto:
-Da una parte vi è lo scatenarsi del tuono, evocato in tutti i suoi rumori e tremori ai vv. 2-5;
La rappresentazione gareggia in velocità con il fenomeno atmosferico, attraverso due strumenti:
-L'annullarsi di ogni ambientazione
-La rapida successione delle voci verbali.
Ai ritmi crescenti dell'avvio segue però il più smorzato calando del verso 5. Si prepara così l'imprevisto cambiamento
di scena e di tono degli ultimi due versi.

Qui il canto materno sembrerebbe costituire un presagio di vera serenità, di pacificazione; contemporaneamente, però, sembra sottolineare la negatività del rovescio che sta per abbattersi su ogni cosa. Forse il canto della madre e il moto della culla vogliono simboleggiare gli ideali e i valori positivi dai quali il poeta rimase sempre escluso.

L'imitazione della natura è in atto anche a livello dei suoni. L'onomatopea del poeta imita da vicino il fragore dirompente del tuono: fragor...frana...rimbombò. Rincorrono alcuni suoni insistiti: la vocale "u" (arduo, dirupo, tuono, cupo), la "r" (fragor, arduo, dirupo) e il gruppo r-i-m (rimbombò, rimbalzò, rimaneggiò), con la sequenza dei verbi al passato remoto.
Sono tutti suoni scelti non per il loro valore sul piano dei significati, ma piuttosto per l'effetto evocativo (imitare l'eco dolorosa del tuono che attraversa la natura) che le sillabe così accostate possono suscitare.

Schema Metrico: stanza di ballata piccola, composta di versi endecasillabi rimati secondo lo schema X ABABBX


Significato parole:

NERA COME IL NULLA: la similitudine vuol suscitare l'impressione del buio intenso, pauroso.
COL FRAGOR: con il fragore di una rupe che frani dall'alto (arduo).
DI SCHIANTO: all'improvviso, di colpo.
RIMBALZO': richeggiò a tratti.
RIMAREGGIO' RINFRANTO: rumoreggiò lontano nella notte come onda di mare che si frange contro gli scogli.
SOAVE ALLORA: l'impressione visiva (notte nera) e uditiva (fragor, rimbombo, schiantò) si dissolvono in una impressione affettiva (il canto soave di una madre che cerca di sopire il pianto del suo bambino svegliato dal tuono).


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies