Riassunto Libro 14 Odissea
     


Riassunto Libro 14 Odissea


Riassunto del libro XIV (quattordicesimo) dell'Odissea.

Il guardiano di porci, disegno di Charles Émile Jacque

Odisseo, seguendo il consiglio di Atena, si reca, travestito da mendico, dal fedele porcaio Eumeo, che lo accoglie benevolmente ed esprime profondo rimpianto per il padrone, anch’egli forse costretto a vagar mendicando. Alle parole sconsolate di Eumeo, che dispera del ritorno del suo amato padrone, Odisseo risponde con un lungo racconto fittizio, volto a celare la sua identità, ma anche a instillargli nuove speranze: dice di sapere che Odisseo è in vita e ne assicura il rapido ritorno.
Il falso mendico narra di essere cretese, figlio illegittimo nato da una schiava di un uomo ricco; alla morte del padre gli toccò una minima parte dei beni. Si segnalò per il suo valore in guerra, partecipò alla spedizione di Troia, e, tornatovi, si imbarcò di nuovo, per l’Egitto questa volta, dove però fu coinvolto in una battaglia, dalla quale scampò solo consegnandosi ai nemici. Anche in terra straniera ottenne favori e ricchezze, ma, partito di lì dopo sette anni, cadde in balia di un Fenicio che tentò di venderlo come schiavo; una tempesta travolse la nave sulla quale era imbarcato e, finalmente, dopo avere a lungo vagato per mare, approdò nella terra dei Tesproti, dove venne a sapere che Odisseo era ancora vivo e si era recato a Dodona, per sapere dall’oracolo la strada del ritorno in patria. Di lì ripartì per andare a Dulichio, ma corse nuovamente il rischio di essere venduto come schiavo: durante il viaggio, però, era riuscito a fuggire e ad approdare a Itaca, salvato certo da un dio; quindi si era diretto alla povera casa del porcaio.
Dopo il lungo racconto di Odisseo, che riecheggia altri racconti di guerre e di avventure per mare, Eumeo prepara un lauto pasto per l’ospite, e onora gli dèi con un pio sacrificio; infine, al sopraggiungere della notte, gli presta un mantello perché si ripari dal freddo; mentre tutti dormono, Eumeo esce dal riparo e armato va a dormire fra le bestie, per meglio fare la guardia ai beni del padrone, e Odisseo se ne rallegra.


CONTINUA SU: Riassunto Libro 15 Odissea



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".