Come usare Google Analytics


Se siete capitati qui do' per certo che avete già letto il mio articolo su come registrare un sito su Google Analytics, quindi non andrò a spiegare nuovamente come inserire un sito, ricordo brevemente che bisogna completare il modulo d'iscrizione inserendo nome e url del sito e poi inserire l'ID di monitoraggio o lo script. In questo articolo vi spiegherò più nel dettaglio come usare Google Analytics dato che molti lo utilizzano solo il giorno della registrazione e poi lo snobbano, mentre andrebbe utilizzato periodicamente per capire se i nuovi aggiornamenti apportati al sito riguardanti l'inserimento di nuovi articoli o cambi grafici possano aver influito in positivo o in negativo sul comportamento dei visitatori.



Cliccando nel menù sul simbolo della casa troverete l'elenco dei siti inseriti, cliccate una prima volta sul nome del sito per espandere il menù e poi cliccate sul terzo nome del sito (quello che si trova sulla stessa riga delle statistiche).

guida semplice per imparare ad usare google analytics


La prima pagina che troverete una volta entrati sarà Panoramica del pubblico e se non è questa dovete recarvi dal menù di sinistra su Pubblico > Panoramica per far apparire il grafico dell'andamento del sito. Come illustrato nell'immagine qui sotto, dal menù a tendina, potete visualizzare:
  • % nuove visite: il numero in percentuale delle nuove visite giornaliere.
  •  Durata media visita: quanto tempo rimane mediamente una persona sul vostro sito.
  • Frequenza di rimbalzo: percentuale che dipende dal numero di pagine viste, un valore basso è migliore rispetto ad un valore alto.
  • Pagine/visita: il numero delle pagine che in media sfoglia ogni visitatore.
  • Visitatori unici: persone reali esclusi bot e robe simili.
  • Visite: include oltre le persone reali anche visite da bot e simili.
  • Visualizzazioni di pagine: da non confondere con le visite sono il numero delle pagine sfogliate in totale dai visitatori.
Inoltre si può specificare la fascia di tempo da analizzare: per ora, per giorno, per mese, per anno e per un intervallo di giorni personalizzato.


Sempre dalla sezione Panoramica è possibile esportare le statistiche del proprio sito in diversi formati come quello per Excel o il PDF. Scorrendo verso la parte bassa della pagina è possibile scoprire ulteriori dati demografici per capire da quale nazione/paese provengono le visite (scoprire che si ricevono molte visite anche da paesi impensabili come la Russia o il Sud Africa è davvero molto bello e stimolante da vedere). Inoltre se si hanno parecchie visite da paesi stranieri si dovrebbe iniziare a pensare di trasformare il proprio sito in un sito multilingua o quanto meno inserire un widget con la funzione di traduttore per siti e blog.

orari analisi analytics per monitorare il sito


Se nella parte bassa andate a selezionare Browser potete capire qual è quello più utilizzato dai visitatori ad esempio in base alle statistiche ho notato che Chrome continua ad essere il migliore ma hanno fatto passi da gigante Safari e Android Browser mentre Internet Explorer e Firefox sembra in continuo declino. Le visite da mobile sono importanti, chi può usare il cellulare per fare dei test sulla grafica e velocità si trova già un passo avanti mentre chi non ne possiede uno può usare un tool online per emulare la versione mobile dei siti da pc.

browser analytics più usati dagli utenti


Nella sezione Comportamento > Contenuti del sito > Tutte le pagine si possono visualizzare i contenuti che portano più visite. A tal proposito se nei nuovi articoli che andrete a scrivere ne avete la possibilità potete linkare uno dei post con più visite per fargli mantenere una buona posizione su Google oppure se correlato all'articolo potete linkare argomenti meno visitati ma che magari possono rivelarsi utili nel contesto.

Da questi dati dovete saper cogliere la durata media del visitatore sulla pagina infatti se sta poco significa che il contenuto non è poi così interessante ma allo stesso tempo la percentuale della frequenza di rimbalzo deve essere più bassa possibile anche per questo bisogna inserire link dentro le parole in modo adeguato. 

visualizzazioni analytics


Sono del parere che non conviene mostrare ai visitatori quali siano i contenuti del proprio sito più visualizzati perché la concorrenza potrebbe prenderne spunto e magari posizionarsi meglio su Google, difatti ho oscurato di proposito i link dei post con più visite.

Inoltre nella sezione Velocità sito è possibile vedere quanto tempo impiega il sito o le singole pagine a caricare. E' risaputo che un sito veloce è migliore rispetto ad uno lento per cui dopo aver sistemato in maniera opportuna codici css e javascript, immagini e testi vi conviene eseguire dei test sulla velocità.


Come potete notare dai dati riportati, il mio blog ha valori troppo alti, ho notato però che il caricamento delle pagine aumenta sopratutto in quegli articoli che hanno ricevuto tanti commenti, per cui bisogna anche saper fare la selezione ed eliminare i commenti inutili (spam, e scritti malamente o in lingua straniera). Per migliorare i tempi di caricamento si devono utilizzare gli accorgimenti che propongono i siti di analisi della velocità come Pagespeed e Pingdom.

Se utilizzate l'affiliazione Google Adsense per guadagnare con il vostro sito/blog potete collegarla all'account di Google Analytics per ottenere informazioni utili come ad esempio quali siano i post che portano più guadagni.

La sezione Conversioni serve per capire gli obbiettivi del sito/blog raggiunti come l'iscrizione alla newsletter o ai feed, la vendita di prodotti per chi gestisce un sito E-commerce ecc.

Altra sezione interessante è In Tempo Reale che come dice il termine stesso potete visionare le statistiche utente per utente sul momento, in tempo reale. Questa funzione è utile maggiormente a chi vuole capire quante visite sull'immediato porta una condivisione di un post sui social network. Inoltre è bello vedere che oltre ai nuovi arrivati dai motori di ricerca ci siano anche visitatori che ritornano perché molto probabilmente si sono salvati il sito sui preferiti.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".