Come ottimizzare il database di Wordpress


Quando si sceglie un hosting per il proprio sito o blog Wordpress, all'inizio sembra tutto filare liscio, ma ben presto con l'aumentare dei post appaiono delle limitazioni già presenti nel contratto che saltano fuori improvvisamente lasciando di stucco l'acquirente che si sente in un certo senso tradito. Molti di questi hosting utilizzano la parola 'illimitato' ma come ben sappiamo nulla è infinito se non la stupidità umana (cit. Albert Einstein). Quando dicono che il database che vi forniscono è illimitato significa che può reggere fino ad un certo numero di MB o GB che però non precisano; oppure ci può essere il caso inverso ovvero che lo spazio ftp è illimitato ma il database è limitato; anche perché a costi contenuti è impossibile avere sia l'uno che l'altro. Quando si supera il limite, cosa che ha me fino ad ora non è successo, presumo che compaia un errore che blocca l'inserimento di ulteriori dati oppure cosa molto probabile sarà lo stesso hosting dopo averlo contattato a fornirvi tutto l'aiuto possibile: in fondo a loro conviene che eseguite gli upgrade perché sono costi aggiuntivi che dovrete pagare!


Cosa occupa Database?

Il database di Wordpress si riempie facilmente ma allo stesso tempo si può mantenere leggero, basta semplicemente sapere dove sono i maggiori consumi e quali tra questi sono evitabili.

Post = ogni articolo che scrivete indipendentemente se è pubblicato, salvato in bozza o nella cartella cestino consuma un certo quantitativo di spazio ma sarebbe da stupidi iniziare la fase di sfoltimento proprio dai post.

Revisioni = ogni volta che aggiornate un post cliccate sul pulsante Aggiorna, questa operazione Wordpress la chiama revisione perché cliccando su una revisione precedente rimasta salvata è possibile riportare il post prima del vostro ultimo aggiornamento; ogni revisione ha un consumo quindi è importante non abusare.

Plugin = sono quelli che consumano di più ma dipende dai casi. Ci sono plugin che hanno come consumo solo quelli dell'installazione ed altri che invece continuano ad immagazzinare dati sul vostro database (per esempio quelli con le stelline di voto e quelli che conteggiano le visualizzazioni).

Utenti registrati = ogni utente registrato sul vostro blog ha un consumo, ragione per cui chi dispone di un blog Wordpress difficilmente fa registrare utenti ma preferisce dargli solamente la possibilità di commentare. Se siete obbligati ad avere gli utenti che accedano sul vostro blog perché la tipologia di blog lo prevede allora potete cancellare quelli che non accedono entro un tot di tempo per esempio chi non effettua l'accesso nell'arco dell'anno.

Immagini = tutte le immagini che caricate e che poi ritrovate sulla libreria alla voce Media sono presenti perché caricate nel database. Dato che anche loro hanno una loro importanza non cancellatele se necessarie ma utilizzate il plugin WP-Smush.it che ottimizza le immagini facendole pesare di meno, di conseguenza anche il blog ne risentirà di questo miglioramento caricandosi più velocemente.

Commenti =  anche i commenti come i post sono testo e quindi hanno un loro consumo ma sono troppo importanti per toglierli anche perché aiutano a tenere più fresco un post. Ovviamente quando vedete un commento di spam eliminatelo anche dal cestino. Nei casi più drastici potete utilizzare il modulo dei commenti di Facebook o Disqus impostandoli in modo che i commenti si salvano sui loro server ma in questo modo saranno solo visibili ma non indicizzabili.

Tag & Categorie = hanno un consumo inferiore rispetto alle cose precedentemente elencate ma nel loro piccolo hanno un consumo, pertanto se avete esagerato soprattutto con i tag inserendo molte duplicazioni iniziate a fare un po' di pulizia rimuovendoli.

La soluzione!

Il plugin per eccellenza che risolve la maggior parte delle problematiche descritte sopra si chiama WP-OPTIMIZE che adesso come non mai vi consiglio dato che ha portato ulteriori miglioramenti. Prima di utilizzarlo assicuratevi di aver eseguito il backup del database, a me non ha mai recato problemi ma meglio prevenire che curare non è vero?


  • Remove all post revisions = si riferisce alle revisioni di cui ho parlato sopra, cancellatele.
  • Remove auto draft posts = fa riferimento ai post salvati nelle bozze, se avete post importanti che avete conservato perché non avete avuto il tempo di pubblicarli non cancellateli.
  • Remove spam comments = sono i commenti di spam e dato che sono penalizzanti anche da un punto di vista SEO cancellateli in ogni caso (di solito sono scritti in lingua straniera).
  • Remove unapproved comments = appartengono a questa lista i commenti che prevedono la moderazione per essere pubblicati, non cancellateli, almeno non prima di aver verificato l'utilità.
  • Remove transient options = non so cosa siano, quindi non cancellate mai cose che non conoscete (io l'ho cancellato ed ho recuperato molti mega ma tutt'ora ora non ho capito cosa sia).
  • Remove orphaned postmeta = sono le descrizioni dei post nei risultati di ricerca.
  • Remove unused tags = rimuove i tag inutilizzati o poco usati, questa operazione, però, vi conviene compierla manualmente e non tramite il plugin.
  • Remove pingbacks = mostrano dei link anche di altri siti, sotto al post, se viene linkato, cancellarli o meno è una scelta che dovete prendere voi.
  • Remove trackbacks = più o meno come i pingbacks.
  • Optimize database tables = è la più importanza di tutte perché ottimizza le tabelle del database facendovi recuperare un sacco di spazio.
Quando terminate di spuntare le caselle cliccate su process, e guardate lo spazio liberato, mentre per vedere lo spazio totale consumato in modo aggiornato dovete aggiornare anche la pagina.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.