Disabilitare le revisioni (autosalvataggi) su Wordpress


WordPress è uno strumento potente e al tempo stesso articolato e quasi sempre non viene sfruttato nel pieno delle sue funzionalità, proprio perché queste non si conoscono.
Avete presente uno scrittore o un giornalista che inizia a scrivere una prima bozza dell’articolo e poi la modifica correggendo eventuali errori o aggiungendo nuovi fatti?
Anche il blogger che usa WordPress per scrivere il proprio testo, si trova nelle stesse condizioni. Succede, talvolta, di perdere i contenuti inseriti a causa di blackout improvvisi o errori del pc. E’ successo un pò a tutti di disperarsi per la perdita di importanti appunti o lunghi testi. Al fine di evitare questo disagio agli utenti, WordPress prevede un sistema automatico di salvataggio che in modo assolutamente silenzioso, crea delle copie del post di volta in volta aggiornate, ad intervalli di tempo prestabiliti.

Molti staranno pensando che tale sistema sia veramente un’ottima soluzione ed è effettivamente così, ma come in tutte le cose vi è un altro lato per questo medaglia…

Come già detto il salvataggio avviene ad intervalli specifici, ciò significa che mentre l’utente compone il suo testo, WordPress salva sul database una o più copie del documento. Di conseguenza il database si riempie in maniera esponenziale di articoli che in realtà non sono altro che la controfigura del nostro testo, la bozza. A lungo andare le dimensioni del database diventano così elevate da rallentare notevolmente l’intero sistema.

1) La soluzione più immediata dovrebbe essere la disabilitazione degli autosalvataggi, basta cercare nel file wp-config.php (lo si può trovare nella root principale del sito) la riga:  “define(‘DB_COLLATE’, ”);“:

e poi aggiungere sotto di essa quest'altra riga:
define('WP_POST_REVISIONS', 0);
ma ciò comporterebbe la totale perdita del vantaggio di cui abbiamo parlato fino ad ora.

2) Invece di disabilitare totalmente le revisioni, sarebbe più indicato limitarle ad un numero massimo così da sovrascrivere di volta in volta quelle estremamente antiche. Per far ciò basta modificare leggermente il codice precedente, così da avere un numero di 3 revisioni per articolo e non infinite. Il codice da utilizzare sarà il seguente:
define('WP_POST_REVISIONS', 3);

3) E’ possibile anche esplicitare gli intervalli di tempo tra un salvataggio e l’altro, basta inserire il seguente codice subito dopo il precedente:
define('AUTOSAVE_INTERVAL', 300);
Il valore di default dell’intervallo è di 60 secondi, nel nostro esempio lo abbiamo invece impostato a 300 secondi così da avere salvataggi meno frequenti.

In conclusione parliamo di come rimuovere tutte le revisioni dal database al fine di alleggerirne il carico.
E’ utile effettuare tale eliminazione di tanto in tanto. Quindi colleghiamoci al database tramite phpmyadmin e nella tab “sql” inseriamo la seguente query:
DELETE FROM wp_posts WHERE post_type = 'revision'

Chi non se la sente di inserire queste righe sul proprio file di Wordpress può utilizzare il plugin Wordpress Delete Revision che eseguirà una scansione dei post e poi vi mostrerà una lista delle revisioni, che si possono eliminare anche tutte in una volta. Dopo l'uso di questo plugin è consigliato disattivarlo per poi riattivarlo solo all'occorrenza.

LEGGI ANCHE: Come ottimizzare il database di Wordpress



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".