Fare Domande in Giapponese


Fare delle domande, in giapponese, è davvero semplice.
Ricordate che in una lezione precedente ho parlato delle particelle?
Ora ne andremo ad imparare una nuova che ci servirà per formulare domande.
In particolare questa particella va posta alla fine di ogni domanda.
La nuova particella è か (ka), che posta alla fine di una frase la fa divenire una domanda. Questa è infatti l'unica cosa che cambia.


Esempio:
Quello è un libro - sore wa hon desu. (それわほんです.)

Vediamo qualche parola che può essere utile per formulare domande.

Dove: doko (どこ)
Quando: itsu (いつ)
Perchè: doushite (どうして)
Chi: dare (だれ)
Cosa: nani (なに)
Bagno: oterai (おてらい)
Forte: tsuyoi (つよい)
Debole: yowai (よわい)
Carino: kirei na (きれい な)
Brutto: minikui (みにくい)

Esempio:
Sei forte? - anata wa tsuyoi desu ka? (あなたわつよいですか?)
Dov'è il bagno? - oterai wa doko desu ka? (おてらい わ どこ です か?)
Quello è un libro? - sore wa hon desu ka? (それわほんですか?)


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.


© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies