Le Etichette di un blog su Blogger - Cosa sono e a cosa servono?


Alcuni li definiscono tag per indicizzare al meglio i propri articoli pubblicati altri credono che siano delle keyword e quindi non conviene usarli perché potrebbero penalizzare il blog, queste sono le risposte sulle etichette che un bloggatore che ha deciso di scrivere sulla piattaforma di blogspot (blogger) può trovare nel web.

Sono risposte troppo generiche per un principiante e la domanda sorge spontanea ma a cosa servono esattamente le etichette? Come usarle in modo adeguato? Quante conviene metterle in ogni articolo? E di che lunghezza devono essere? A tutte queste domande cercherò di rispondere passo passo.

Cosa sono?

Le etichette non sono altro che delle sezioni o per meglio dire le cosiddette categorie di Wordpress e quindi non i tag. Esse servono per tenere un certo ordine nel blog, in particolar modo chi ha un blog multi-tematico che affronta più argomenti dovrà inserire come etichette ad esempio: News, Gossip, Cronaca, Sport ecc… Chi ha un blog di cucina come etichette potrebbe inserire: Primi piatti, Secondi Piatti, Dolci, Antipasti ecc.

Come usare le etichette?

Si consiglia sempre di inserire almeno un etichetta ad ogni articolo altrimenti questi va a finire in Home Page e quindi nemmeno in una sezione specifica. Personalmente io faccio così e più di tre etichette per articolo non ne ho mai inserite e mi sto sempre trovando bene sull'aspetto dei visitatori che riescono a sezionare al meglio gli argomenti. Ricordiamoci che un blog non nasce per guadagnare online ma per soddisfare il visitatore, e soprattutto aiutarlo a trovare quello che lui cerca. La lunghezza delle etichette o per meglio dire il numero di parole di cui deve essere composta l’etichetta è bene che non superi le tre parole, ad esempio se avessi avuto un blog di grafica ed avrei dovuto creare un etichetta in cui avrei inserito tutti gli sfondi di blogger l’avrei chiamata “Sfondi Blogger” oppure “Sfondi per Blogger”, questo per farvi un idea basilare. Ricordo anche che c'è differenza tra maiuscolo e minuscolo, a tal proposito consiglio di utilizzare un solo metodo di scrittura per tutte le etichette. Le etichette gestite correttamente possono tornare utili per creare articoli correlati o simili, sezioni per il menù ed elenco di etichette da posizionare nella sidebar.

Come indicizzare le etichette?

Partiamo dal fatto che attualmente (anno 2014) le etichette non vengono indicizzate per scelta di Google stesso, non se ne capisce il vero motivo di questa loro scelta ma credo che è dovuto al numero di penalizzazioni da parte di Google stesso verso i suoi blog e siccome solitamente Blogger è adoperato da principianti e non da esperti SEO, ha deciso di continuarne l'utilizzo ma senza che questi contribuiscano ad avere più visite. Chi ha un blog di cucina ed ha usato come etichetta Primi Piatti ed ha inserito per quell'etichetta un miliardo di ricette non la vedrà mai apparire su Google perché non viene indicizzata e quindi perché è stato inserito un no-follow permanente, impossibile da togliere se non da Google stesso. Per poco tempo è stato possibile indicizzarle attraverso il Robot.txt di Blogger.

Limitazioni delle etichette.

Google ha deciso anche di limitarne l’uso a 2000, cioè dopo aver creato 2000 etichette diverse l’una dall'altra non è possibile crearne altre per questo blog. Questa limitazione potrebbe essere dovuta al fatto che molti li usavano come keyword, ad esempio in una guida per scaricare un gioco di poker molti inserivano le keyword in questo modo: gioco poker, poker gioco, gioco di poker, download poker, gioco poker download ecc.
Come vedete potevo ancora continuare per altri due righi e così avrebbero fatto i bloggatori di qualche anno fa, e riuscivano ad ottenere anche ottimi risultati piazzandosi sempre nelle prime posizioni o comunque in prima pagina. L’algoritmo di google con l'arrivo di Google Panda è cambiato parecchio negli ultimi anni e per non danneggiare i suoi stessi scrittori non esperti di web ha preferito togliere del tutto l’utilità delle etichette.

Esperienza personale

Io avrò usato credo un 600 etichette diverse l’una dall'altra per 4000 articoli scritti attualmente in 2 anni di blogger e non ho mai ricevuto una visita dalla singola etichetta tranne nel caso in cui il link dell’etichetta è stato condiviso nei social network come Facebook però ho notato che inserendole in modo adeguato il numero di pagine viste dai visitatori è migliorato almeno del 20% ed inoltre ho notato che pur non indicizzandosi le etichette rimangono pur sempre delle parole esistenti e che aiutano indirettamente a posizionarti bene su Google.

Dato che non entrava tutto in questo articolo consiglio di leggere anche come aggiungere, eliminare o sostituire le etichette di Blogger.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies