Ugo Foscolo: Alla Sera


Il poeta si rivolge alla sera dicendole che gli è cara perché è l'immagine della quiete della morte dove tutto di annulla. Mentre è assorto nel pensiero del nulla eterno il tempo fugge e con lui le preoccupazioni che lo assillano.

Testo: Alla Sera
Forse perché della fatal quiete fatal quiete tu sei l'immago a me sì cara vieni.

Parafrasi: Alla Sera
Forse perché sei l'immagine della pace che ci è destinata dalla morte da sera a sera scende sempre cara (perché è l'immagine della quiete senza fine).

Analisi del testo: Alla Sera
Il sonetto segue lo schema metrico ABAB ABAB CDC DCD. La struttura fedele alla tradizione viene però internamente modificata con alcuni enjambement ai versi 5/6, 7/8, 10/11, 11/12. 

Commento: Alla Sera
La sera è l'immagine del riposo eterno, cioè della morte, detta fatale perché stabilita dal fato. La sera scende sempre cara e desiderata dal poeta perché è l'immagine di quiete senza fine.

Figure retoriche: Alla Sera
Le più importanti figure retoriche della poesia sono: l’ossimoro, l’enjambement e l’antitesi.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies