Riassunto: Africa meridionale


L'Africa meridionale costituisce l'estrema parte australe del continente africano. Essa è bagnata ad est dall'oceano Indiano e a ovest dall'oceano Atlantico.



L'Africa meridionale include cinque Stati:
  1. Botswana
  2. Lesotho
  3. Namibia
  4. Sudafrica
  5. Swaziland


Geograficamente possono essere compresi nella definizione di Africa del Sud anche:
  • Angola, inclusa nell'Africa centrale
  • Madagascar, Mozambico, Malawi, Zambia e Zimbabwe, inclusi nell'Africa orientale
  • Comore, Mauritius e Seychelles, piccoli stati-isola dell'Oceano Indiano inclusi nell'Africa orientale
  • Mayotte e Réunion, dipartimenti francesi d'oltremare nell'Oceano Indiano.


Cenni di storia

L'Africa meridionale è stata oggetto della corsa alle colonie di tutti i paesi europei per la ricchezza di risorse e la posizione strategica: così i portoghesi fondano già nel XV secolo le colonie di Angola e Mozambico; la Gran Bretagna strappa all'Olanda l'area più meridionale e si assicura il Sudafrica, lo Zambia e lo Zimbabwe; la Francia si prese il Madagascar e gli arcipelaghi delle isole Mauritius e Reunion; la Germania si prese la Namibia
Per di più qui l'insediamento degli europei è molto antico, poiché gruppi numerosi, in gran parte olandesi, francesi e tedeschi di religione protestante, si erano rifugiati qui fin dal XVII secolo per sfuggire alle persecuzioni in patria.


Territorio

Comprende il grande altopiano che si trova a sud del bacino dello Zaire che occupa la punta estrema del continente tra l'Oceano Atlantico e quello Indiano. Le montagne più alte si trovano nella catena dei monti dei Draghi, in Sudafrica. Nella parte centrale l'ambiente è desertico (troviamo il deserto del Kalahari) e il clima è caldo e arido, la vegetazione è assente. A nord sono presenti savane e steppe e una fauna costituita da elefanti, zebre, antilopi, leoni e altri animali selvatici. Le uniche zone pianeggianti si trovano in Mozambico e nella costa occidentale. A nord si trova il lago Malawi, che separa l'Africa meridionale dall'Africa orientale. La regione è attraversata da numerosi fiumi, per molto tempo secchi a causa dei numerosi episodi di siccità. I fiumi principali sono l'Orange, che sfocia nell'oceano Indiano dopo aver attraversato la Namibia e il Sudafrica, lo Zambesi e il Limpopo, i quali sfociano anch'essi nell'oceano Indiano.


Popolazione

Le popolazioni africane che abitano la regione sono soprattutto di origine bantu (dagli ovambo agli zulu, agli swazi) giunti qui dal nord, mentre sono ormai pochi i discendenti degli abitatori più antichi, i boscimani e gli ottentotti.
Ma questa è anche la regione in cui gli europei si sono insediati numerosi e stabilmente attirati dal clima è mite e temperato e dalle terre molto fertili.


Economia

La regione, oltre a grandi potenzialità agricole custodisce anche eccezionali riserve di materie prime, che hanno spinto le potenze coloniali a fare di tutto per conservarne il controllo. Su di essa hanno messo gli occhi diversi stati, anche interni ed opposti.

Città
Il Sudafrica è lo stato che costituisce la potenza regionale più importante e ricca dell'Africa e che, fino ai tempi più recenti, era organizzato sulla base dell'apartheid in modo da garantire la supremazia della minoranza dei bianchi, discendenti dagli antichi boeri, sulla maggioranza di neri.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".