Capitolo 29 de I Promessi Sposi - Analisi e Commento


Analisi e commento del ventinovesimo capitolo de I Promessi Sposi di Alessandro Manzoni.


La Struttura

Si riprende il filo narrativo dopo la lunga digressione storica che ha occupato gran parte del capitolo 28.

Possiamo dividere questo capitolo in due fasi:

Prima fase: descrizione del viaggio di don Abbondio, Agnese e Perpetua verso il castello dell'Innominato;

Seconda fase: Digressione sul cambiamento di vita dell'Innominato.

Una considerazione: questo capitolo rappresenta, insieme al trentesimo, una pausa che raggiunge talvolta punte di umorismo, prima che si ritorni a parlare della peste.


I Personaggi

Due sono i personaggi che in questo capitolo entrano in contrasto tra di loro: don Abbondio e Perpetua.

Il primo è in preda al terrore, si perde in chiacchiere ed è preoccupato per se stesso, la seconda invece ha un'ottima capacità di mantenere l'autocontrollo, rivela spirito d'iniziativa ed è sensibile alle difficoltà altrui.

Il racconto poi si interrompe nuovamente per narrare l'evoluzione dell'Innominato: vengono messi in antitesi il passato e il presente del terribile signorotto. In passato il suo castello era un luogo terribile, il suo nome ispirava odio e timore ed andava in giro armato, mentre adesso il suo castello è il rifugio di molta gente in fuga, è fatto oggetto di ammirazione e venerazione e va in giro solo e senza armi. Dell'Innominato abbiamo anche una descrizione morale: le virtù della mitezza, della carità e dell'umiltà si sommano a quelle antiche quali l'energia e il coraggio. Possiamo quindi concludere che non vi è nessuna frattura tra l'Innominato di un tempo e l'Innominato di adesso: le doti positive del personaggio si sono conservate e hanno contribuito notevolmente alla trasformazione del personaggio in un uomo penitente e benefico; un uomo nuovo.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".