Come bloccare gli utenti che usano Adblock


La pubblicità su internet è diventata uno schifo, una volta quando entravo su un quotidiano di notizie, la prima cosa che vedevo era la notizia, mentre adesso vedo prima la pubblicità, poi un sito che ho aperto per errore nel tentativo di chiudere la pubblicità e infine quello che stavo cercando: la notizia da leggere.
Questi siti abusano di pubblicità, la mettono ovunque e sempre sopra il contenuto. Secondo gli utenti, la pubblicità più fastidiosa è quella che appare prima di un video, in quanto obbligano l'utente ad attendere e, perdere tempo, è una cosa che a nessuno va a genio. Estensioni come Adblock e Adblock Plus sono nate per arrestare la pubblicità, ma così facendo non fanno altro che aumentarla dato che bisogna recuperare quello che si perde quando un utente utilizza Adblock. Infatti prima che nascesse questa celebre estensione per bloccare le pubblicità, bastava inserire meno banner per guadagnare la stessa cifra. Un altro problema è che gli adblocker, cioè gli utente che usano Adblock, dimenticano di disattivarlo sugli altri siti la cui pubblicità non è invasiva e di conseguenza danneggiano anche chi non se lo merita.

A questo punto è il caso di avvisare i propri utenti per fargli capire che il sito è gratuito solo perché include pubblicità e che devono disattivare/eliminare Adblock per potervi accedere. Probabilmente, recuperando quel 10% di guadagni che Adblock vi sottrae mensilmente, potreste anche permettervi di inserire un banner pubblicitario in meno.

Se state utilizzando Wordpress vi basterà installare un plugin anti Adblock e impostarlo secondo le proprie necessità. Se invece state utilizzando piattaforme limitate come Blogger, in cui è possibile aggiungere solamente script, allora quello che dovete fare è incollare in un area HTML che deve essere visibile in ogni pagina del sito o blog, come un widget, il seguente codice:
<script>(function(w,u){var d=w.document,z=typeof u;function g207(){function c(c,i){var e=d.createElement('i'),b=d.body,s=b.style,l=b.childNodes.length;if(typeof i!=z){e.setAttribute('id',i);s.margin=s.padding=0;s.height='100%';l=Math.floor(Math.random()*l)+1}e.innerHTML=c;b.insertBefore(e,b.childNodes[l-1])}function g(i,t){return !t?d.getElementById(i):d.getElementsByTagName(t)};function f(v){if(!g('g207')){c('<p><img src="https://1.bp.blogspot.com/-4IzDmumw9LI/V10zI3vWXtI/AAAAAAAAgig/QwIR0nqjQHgznkABSwQBwO0EV5hSxE_3gCKgB/s1600/disattiva-adblock.png"><br/><a href="http://www.scuolissima.com/2013/08/come-disattivare-adblock.html" target="_blank"><font color=”blue”>Per saperne di più CLICCA QUI</font></a></p>','g207')}};(function(){var a=['Adrectangle','PageLeaderAd','ad-column','advertising2','divAdBox','mochila-column-right-ad-300x250-1','searchAdSenseBox','ad','ads','adsense'],l=a.length,i,s='',e;for(i=0;i<l;i++){if(!g(a[i])){s+='<a id="'+a[i]+'"></a>'}}c(s);l=a.length;for(i=0;i<l;i++){e=g(a[i]);if(e.offsetParent==null||(w.getComputedStyle?d.defaultView.getComputedStyle(e,null).getPropertyValue('display'):e.currentStyle.display)=='none'){return f('#'+a[i])}}}());(function(){var t=g(0,'img'),a=['/adaffiliate_','/adops/ad','/adsales/ad','/adsby.','/adtest.','/ajax/ads/ad','/controller/ads/ad','/pageads/ad','/weather/ads/ad','-728x90-'],i;if(typeof t[0]!=z&&typeof t[0].src!=z){i=new Image();i.onload=function(){this.onload=z;this.onerror=function(){f(this.src)};this.src=t[0].src+'#'+a.join('')};i.src=t[0].src}}());(function(){var o={'http://pagead2.googlesyndication.com/pagead/show_ads.js':'google_ad_client','http://js.adscale.de/getads.js':'adscale_slot_id','http://get.mirando.de/mirando.js':'adPlaceId'},S=g(0,'script'),l=S.length-1,n,r,i,v,s;d.write=null;for(i=l;i>=0;--i){s=S[i];if(typeof o[s.src]!=z){n=d.createElement('script');n.type='text/javascript';n.src=s.src;v=o[s.src];w[v]=u;r=S[0];n.onload=n.onreadystatechange=function(){if(typeof w[v]==z&&(!this.readyState||this.readyState==="loaded"||this.readyState==="complete")){n.onload=n.onreadystatechange=null;r.parentNode.removeChild(n);w[v]=null}};r.parentNode.insertBefore(n,r);setTimeout(function(){if(w[v]!==null){f(n.src)}},2000);break}}}())}if(d.addEventListener){w.addEventListener('load',g207,false)}else{w.attachEvent('onload',g207)}})(window);</script>
<style type="text/css">
/* Personalizzazioni Anti AdBlock */
 #g207{
position:fixed !important;
position:absolute;
top:0;
top:expression((t=document.documentElement.scrollTop?document.documentElement.scrollTop:document.body.scrollTop)+"px");
left:0;
width:100%;
 height:100%;
background:url(http://4.bp.blogspot.com/-3VoAG9saQ3I/VfJ039cG3FI/AAAAAAAAduI/5eyelXs4XHs/s1600/cielo-stellato.png) right center !important;
opacity:0.90;
filter:alpha(opacity=20)
;
display:block
}
#g207 p{
opacity:1;
filter:none;
font:bold 25px Georgia, sans-serif;
line-height:36px;
color: red;
text-align:center; }
#g207 p a,#g207 p i{
font-size:22px;
}
#g207 ~ *{
display:none
}
</style>



Anteprima

Quello sottostante è un esempio di come dovrebbe apparire lo script una volta inserito nel sito:




È una guida illustrativa per disattivare adblock, al di sotto di essa è presente un link che apre in una nuova scheda del browser una guida più approfondita per poterlo disattivare o eliminare sul proprio browser. Tutti sanno attivare Adblock ma pochi sanno disabilitarlo per tutto il dominio, al massimo sanno disabilitarlo solo sulla singola pagina. Per questo ritengo che sia utile un link verso la giusta procedura di disattivazione del plugin, potete anche sostituire il link della mia guida con uno vostro (se ne avete già scritto una).



Personalizzazioni

La scritta in rosso dell'avvertimento a disattivare Adblock è una immagine e quindi per modificarla dovreste cambiare l'immagine.

color: red; --> è il colore rosso del testo. Attualmente non c'è alcun testo perché ho preferito unirlo all'immagine, se volete aggiungerlo, dovrete posizionarlo dopo il link dell'immagine.

font:bold 25px Georgia, sans-serif; --> per modificare le dimensioni e la famiglia del font


In un altro articolo ho parlato di un nuovo tipo di anti adblock con timer, che è meno invasivo perché gli utenti potranno navigare lo stesso ma dovranno attendere qualche secondo in più (il tempo lo decidete voi).

Di questo passo, anche in questo blog sarò costretto a introdurre una soluzione simile, per le perdite di guadagni, certo, ma anche per principio: non mi piace l'idea che il mio blog debba essere trattato allo stesso livello di un sito spazzatura!



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".