Rendere Google Analytics anonimo e con cookie tecnici


Il miglior modo per conteggiare le visite di un sito è quello di collegarlo all'account dell'infallibile Google Analytics. Col nuovo provvedimento sui cookie da parte del garante della privacy che entrerà in vigore il 2 giugno 2015, andrebbe considerato Google Analytics come tipologia di cookie di profilazione di terze parti e quindi l'utente dovrebbe inserire la barra per il consenso dei cookie o un banner con l'informativa e probabilmente anche il blocco iniziale dei cookie perché possono essere gestiti seppure in modo parziale anche da chi gestisce un sito. Quindi sarebbe rischioso lasciare il codice così come ci viene fornito, perché sarebbe pur sempre un cookie di profilazione che a differenza delle pubblicità (Adsense e affiliazioni simili) l'utente ha la possibilità di modificare.

Per rendere Google Analytics senza cookie di profilazione, bisognerà rendere tutti i dati raccolti dei navigatori in forma anonima. Solo così i suoi cookie diventeranno tecnici e quindi cesserà anche l'obbligo di aggiungere barre e banner.

Recatevi sul sito Google Analytics, poi selezionate un sito o blog registrato e quindi spostatevi lungo queste sezioni: Amministrazione > Proprietà > Informazioni sul monitoraggio > Codice di monitoraggio.


Il codice che vi apparirà sarà simile al seguente:
<script>
  (function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){
  (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o),
  m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m)
  })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga');
  ga('create', 'UA-12345678-1', 'auto');
  ga('send', 'pageview');
</script>
L'unica cosa che cambierà sarà l'ID di monitoraggio, che è unico per ogni sito che avete registrato. Il codice che vi viene fornito acquisisce cookie di profilazione, ma aggiungendo una nuova riga lo si può rendere anonimo.

Quindi il nuovo codice adeguato alla normativa dovrà essere come il seguente:
<script>
  (function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){
  (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o),
  m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m)
  })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga');
  ga('create', 'UA-12345678-1', 'auto');
  ga('set', 'anonymizeIp', true);
  ga('send', 'pageview');
</script>
In ogni caso il codice di Google Analytics va inserito prima del tag </head>.


Adesso dovreste avere il contatore delle visite di Google Analytics anonimizzato, ma per sicurezza consiglio di ritornare nella sezione Amministrazione del sito e poi su Impostazioni dell'account dovrete togliere il segno di spunta da tutte le impostazioni di condivisione dati come Prodotti e servizi Google, Benchmarking,Assistenza tecnica, Esperto dell'account ed infine cliccare su Salva.


Probabilmente fra questi, solamente Benchmarking utilizza dati in modo anonimo, ma dato che serve solo a Google ed abbiamo la possibilità di disattivarlo senza nessuna conseguenza, il mio consiglio è quello di disattivare anche questa impostazione.



4 commenti :

  1. Ciao Andrea, scusa se mando la domanda qui, ma non sono riuscita a trovare informazioni da nessun altra parte... io non uso analytics, ma mi accontento delle statistiche fornite da Blogger... anche quelle deve essere anonimizzate? o vanno giá bene cosi? (e se le devo anonimizzare, come si fa?
    Nel frattempo, grazie per i tuoi post sempre molto informativi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le statistiche di Blogger vanno bene per come sono, non devono essere anonimizzate, non serve nemmeno indicarle nella pagina della privacy.

      Elimina
  2. Una volta inserito il codice prima del tag /Head come posso verificare che la modifica abbia provocato i risultati di anonimato sperati?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo sono chiesto anche io ma gli ip non si potevano vedere nemmeno prima, quindi non credo si possa fare una verifica.

      Elimina

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".