Film sugli ebrei, Shoah o Olocausto


La tragedia della Shoah si può spiegare ma è difficile raccontarla in modo da trasmettere tutte quelle emozioni che solo un film può dare. Sono tutti film eccezionali perché raccontano una pagina nera della storia e, guardandoli, vi faranno crescere dentro.

In questo elenco troverete film sulla persecuzione degli ebrei che vengono deportati nei campi di concentramento durante la seconda guerra mondiale, che hanno come tema principale la Shoah o Olocausto e che solitamente appaiono in TV nel giorno della memoria (27 gennaio).

1) Amenfilm del 2002 che parla del silenzio della Chiesa (allora c'era papa Pio XII) sullo sterminio degli ebrei. Un membro dell'Istituto d'Igiene delle Waffen-SS rimane impressionato per ciò che vede durante l'ispezione in un campo di sterminio e scopre anche che l'impianto di depurazione dell'acqua viene usato per uccidere i detenuti dei campi nelle camere a gas; ottiene soltanto una forte chiusura da parte della gerarchia cattolica.

2) Arrivederci ragazzi: film del 1987 diretto da Louis Malle ispirato dalla storia dei suoi anni di scuola in un collegio dello stesso regista. Ambientato nella Francia collaborazionista narra l'amicizia di due compagni di scuola, di cui uno di essi è ebreo e si trova nel collegio per sfuggire alle persecuzioni razziali.

3) Concorrenza slealefilm del 2001 con Diego Abatantuono nel ruolo di commerciante di stoffa. Nella sua stessa via è presente un ebreo romano che svolge la sua stessa professione e gli fa concorrenza, i due litigano anche per futili motivi e adottano qualsiasi tipo di strategia per avere la meglio sull'altro. I due iniziano a rispettarsi solo dopo la promulgazione delle leggi razziali in Italia.

4) Il bambino con il pigiama a righe: film del 2008 che a come protagonisti due bambini legati da una forte amicizia, nata per caso. Nulla di strano se non fosse ambientato nella Germania degli anni Quaranta, durante la Seconda Guerra Mondiale, che uno dei bambini è ebreo e si trova dentro un campo di concentramento e che l'altro è tedesco, figlio del comandante Ralf.

5) Il diario di Anna Frank: film del 1959 diretto da George Stevens ambientato durante la seconda guerra mondiale. Narra la storia di due famiglie ebree che rimangono nascoste in una soffitta, ad Amsterdam, per due anni. Tutto inizia con Otto Frank, l'unico superstite della sua famiglia che ritorna nel campo di sterminio in cui era internato e ritrova il diario che aveva regalato alla figlia Anna. La narrazione riprende in presa diretta proprio dalle pagine scritte da Anna nel suo diario.

6) Il pianista: film del 2002 che narra l'esperienza vissuta dal pianista ebreo Władysław Szpilman dallo scoppio della seconda guerra mondiale con l'invasione della Polonia da parte delle truppe tedesche, l'occupazione di Varsavia, la creazione del ghetto, la vita e la sopravvivenza nel ghetto e la sua fuga e sopravvivenza fuori dal ghetto, fino alla liberazione della città da parte dell'Armata Rossa.

7) I ragazzi del Reich: film 2004 che ha come protagonisti due ragazzi che diventano amici, uno aspira a diventare pugile, l'altro un bravo scrittore. Entrambi si incontrano nella scuola militare, detta NaPoIA, e qui vengono a contatto con una formazione ideologica rigida, di umiliazioni ed anche di violenze.

8) Jakob il bugiardo: film del 1999, remake dell'omonimo film tedesco del 1975. Narra le vicende dellOlocausto in una versione tragicomica. Ci troviamo in una cittadina polacca occupata dai nazisti, dove sopravvivono gli ultimi superstiti di un ghetto; il protagonista è Jakob (Robin Williams) che sente casualmente la notizia dell'imminenti arrivo delle truppe sovietiche alle porte della cittadina e lo comunica ad alcuni suoi amici presi dallo sconforto. Tutto il paese viene a sapere di questa notizia, e così è costretto a tenerli aggiornati inventando bollettini di guerra... perché lui in realtà non possiede una radio.

9) Jona che visse nella balena: film del 1992 che ha protagonista Jona, un bambino che vive ad Amsterdam durante la seconda guerra mondale dal 1942 al 1945. Il bambino viene deportato insieme alla sua famiglia nel campo di Bergen-Belsen dove freddo, dame, paura, sofferenza sono all'ordine del giorno.

10) La caduta - Gli ultimi giorni di Hitler: film del 2004 che racconta gli ultimi dieci giorni di vita di Adolf Hitler che si concluderanno con il suo suicidio e a seguire la resa incondizionata della Germania.

11) La chiave di Sara: film del 2010 che affronta un episodio poco noto della Shoah durante l'occupazione nazista di Parigi: il rastrellamento del Velodromo d'Inverno.

12) La tregua: film del 1997 ispirato al romanzo di Primo Levi, dove viene raccontata proprio la vita dell'autore nei campi di concentramento. Il tempo in cui è ambientato il film è l'inizio del gennaio 1945 quando ormai la Germania nazista è costretta a difendersi dall'arrivo delle truppe sovietiche, bruciando tutti i documenti e lasciando i deportati al loro destino chiusi nei campi.

13) La vita è bellafilm del 1997 diretto e interpretato da Roberto Benigni nei panni di Guido Orefice, un uomo ebreo simpatico e coraggioso, proprio nello stile del migliore Benigni. Egli si prende cura di Giosué, un bambino, che grazie al suo modo di fare e di spiegare le cose crede che la guerra non sia altro che un gioco che stanno facendo tutti insieme.

14) Ogni cosa è illuminatafilm del 2005 che parla di un viaggio sia fisico sia spirituale di un giovane ebreo, per seguire le orme del nonno, costretto ad emigrare dall'Ucraina, negli Stati Uniti.

15) Perlasca - Un eroe italiano: è una miniserie del 2002 con Luca Zingaretti nel ruolo di Giorgio Perlasca, considerato lo «Schindler italiano».

16) Rosenstrasse: film del 2003 che ha come titolo una strada di Berlino, dove nel 1943, centinaia di donne manifestarono contro la deportazione dei loro mariti riuscendo a farli liberare.

17) Schindler's List: film in bianco e nero del 1993 diretto da Steven Spielberg basato su una storia vera, quella di Oskar Schindler che ha rischiato la sua vita pur di salvare quella di 1200 ebrei.

18) Train de vie - Un treno per vivere: film del 1998 che affronta in modo ironico la Shoah. Per fuggire dai nazisti, un'intero villaggio decide di organizzare un finto treno di deportazione per raggiungere la Palestina. Il lato comico del film è come faranno a sfuggire ai controlli dei nazisti.

19) Vento di primavera: film del 2010 basato sulla storia vera di un ragazzo ebreo durante la retata del Velodromo d’Inverno (Parigi, luglio 1942), nella quale ci fu un arresto di massa degli ebrei, effettuato dalla polizia francese, complice dei nazisti.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".