Come risolvere problemi ed errori di Wordpress


La piattaforma Wordpress è comoda per realizzare siti di qualità anche da soli ma per quanto sia facile scegliere e personalizzare un tema o installare i plugin in base alle proprie necessita diventa difficile e preoccupante quanto si presenta una pagina di errore 'improvvisamente'. In realtà le cose non succedono per nulla, se appare una pagina di errore significa che c'è qualcosa che non va, che avete eseguito qualche cosa di sbagliato o che qualcun altro (hosting, virus, hacker) sia il problema di tutto. Il problemi sono fatti per essere risolti e anche quelli di Wordpress seppure inizialmente difficili da capire possono essere risolti in poco tempo. In questo articolo saranno descritti i cosiddetti problemi ed errori comuni di Wordpress, quelli che prima o poi capitano a tutti.

ps: cliccando sul link del relativo problema o errore troverete informazioni più approfondite e guide passo passo con l'utilizzo di immagini.

1) Password dimenticata: nella pagina per eseguire il login (www.nome-sito.it/wp-login.php) è presente il campo 'E' stata persa la password', cliccando su di esso potrete recuperarla inserendo il nome utente o il proprio indirizzo e-mail. La password arriverà all'indirizzo email dell'account utente registrato.
Se l'email non arriva (può succedere) dovete accedere al pannello PhpMyAdmin del vostro hosting provider e dalle tabelle del database cercate wp_users, cercate il vostro account amministratore e poi nel campo funzione user_pass selezionate dal menù a tendina MD5 mentre su Valore la nuova password. Salvando la modifica, potrete accedere con la nuova password.

2) Dashboard sballata: se non visualizzate l'elenco delle sezioni dalla dashboard di amministrazione (es. Articoli, Media, Commenti, Aspetto...) significa che la pagina si è caricata senza l'utilizzo del css. Solitamente è un problema temporanea, basta aggiornare la pagina, rifare nuovamente il login o eventualmente cancellare i cookie e svuotare la cache. Se il problema è dovuto all'installazione di un plugin (tipo quelli che riguardano il menù) allora dovete aggiornarli all'ultima versione (se presente) o disattivarli.

3) Strano errore: se dopo l'aggiornamento di Wordpress o l'installazione del pacchetto vi appare questo strano errore: "Warning: Cannot modify header information – headers already sent by (output started at /path/blog/wp-config.php:8)" significa che il problema di risolve tramite FTP o FileManager dell'Hosting. Dovete cercare il file wp-config.php ed editarlo in modo che prima del primo tag <?php  e dopo l'ultimo ?> non ci siano righe o spazi vuoti.
L'esempio è stato fatto con wp-config ma il problema può essere presente in altri file, per saperlo dovete individuarlo dal messaggio stesso dell'errore.

4) Pagina bianca: Dopo aver aggiornato Wordpress, cambiato tema o installato un plugin il sito potrebbe apparire tutto bianco. Qui nemmeno il messaggio di errore appare. Da FTP o FileManager si deve rinominare il file del tema per imporre a Wordpress di ritornare al tema di default, oppure si rinominare la cartella del plugin incompatibile per imporgli la sua disattivazione.

5) Upload file: se quando provate a caricare un file, anche non molto pesante, vi appare l'errore "Fatal Error: Allowed Memory Size Of 33554432 Bytes Exhausted" significa che di default è stato impostato un limite di memoria troppo basso per le vostre necessità (32MB, 64MB, 128MB o 256MB). In base all'hosting scelto c'è un limite, è possibile modificarlo dovete editare il file PHP.ini oppure .htacces. Se non trovate la linea di codice memory_limit con il numero da modifica dovete aggiungere al file wp-config-php il seguente codice:  <?php define('WP_MEMORY_LIMIT', '64M'); ?>

6) Tu non sei autorizzato: se eseguendo l'accesso vi è apparso il messaggio "You Are Not Authorized To View This Page (403 Error)" ed utilizzate hosting Windows il problema potrebbe essere dovuto al parametro Index. Dovete accedere al pannello di controllo del vostro hosting e poi aggiungere index.php alla Directory Indexes. Se invece state utilizzando hosting Linux potete segnalare il problema al vostro hosting inviandogli un messaggio o ticket.

7) Errore fatale: altro messaggio di errore potrebbe essere "Fatal Error Undefined Function Is_network_admin()", questo può essere causato dall'aggiornamento automatico di Wordpress, per rimediare dovrete scaricare Wordpress (prima però eseguite il backup di tutti i vostri dati e del database), dovete rinominare tramite FTP le cartelle wp-admin e wp-includes in wp-admin.tmp e wp-includes.tmp. A questo punto eseguite l'unzip di Wordpress e caricate tutto quanto nella root principale sempre tramite FTP. Dopodiché provando ad accedere a Wordpress dovete seguire le istruzioni per l'upgrade.

8) Errore 404: se non riuscire ad accedere al pannello amministrativo di Wordpress perché vi appare l'errore 404, potete risolvere in due modi:
- Dall'interfaccia PhpMyAdmin del vostro hosting dovete recarvi nel database e cercare la tabella wp_options, cliccare su Modifica relativo al campo siteurl, poi nel campo option_value dovete inserire l'url completo del vostro sito (compreso http://).
- Si può risolvere anche tramite FTP dalla cartella /wp-admin, dovete impostare i permessi impostando il valore 755, se già presente dovete impostarlo anche per tutte le sotto directory.
La stessa operazione va fatta anche per le cartelle wp-content e wp-includes.

9) In Manutenzione: Quando si aggiorna Wordpress o un plugin appare in tutte le pagine del sito o blog una scritta simile a "Momentaneamente non disponibile per manutenzione. Riprovare fra un minuto". Può capitare che non si tolga nemmeno ad aggiornamento completato. Usando FTP o FileManager dovete eliminare dalla root il file .maintenance, che si sarebbe dovuto eliminare automaticamente.

10) Plugin che non si eliminano: non tutti i plugin si riescono ad eliminare dalla sezione Plugin, ancora una volta dovete usare FTP ed entrare prima su wp-content e poi nella cartella plugin per poi eliminare il plugin indesiderato.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".