Giornata mondiale della tigre


Appunto di cultura generale che spiega cos'è la giornata mondiale della tigre, quando e perché viene celebrata.

La tigre il più grande dei cosiddetti "grandi felini" che costituiscono il genere Panthera (tigre, leone, giaguaro, leopardo e leopardo delle nevi). Questa magnifica creatura, che si contraddistingue per lo splendido manto striato di colore arancione e nero, ha una giornata interamente dedicata ad essa.

Ogni anno, il 29 luglio è la Giornata mondiale mondiale della tigre (Global Tiger Day, spesso chiamata anche International Tiger Day, in inglese). Una giornata che è stata introdotta nel 2010 nel corso del Tiger Summit di San Pietroburgo per promuovere un sistema globale per proteggere gli habitat naturali delle tigri e sensibilizzare l'opinione pubblica a sostenere le questioni relative alla conservazione della tigre, in risposta alla scioccante notizia che, nel secolo scorso, è scomparso il 95% delle tigri, con solo circa 3900 tigri ancora in vita.

Al Summit è stata fatta una dichiarazione da parte dei governi dei paesi popolati da tigri in ci si prometteva a impegnarsi a raddoppiare la popolazione delle tigri entro il 2020. Da qui a quel giorno vi sono stati lievi miglioramenti ma la situazione rimane comunque molto critica.
Molte organizzazioni animali sostengono questo evento, tra le più popolari vi sono il WWF, l'IFAW e il Smithsonian Institute.

Le tigri sono attualmente presenti in 13 Paesi: India (dove c'è la popolazione più numerosa), Nepal, Bhutan, Bangladesh, Russia, China, Myanmar, Thailandia, Malesia, Indonesia, Cambogia, Laos e Vietnam.



Motivi dell'estinzione della tigre

Ci sono una serie di problemi che stanno portando le tigri verso l'estinzione e alcune delle minacce che affrontano le tigri sono la caccia, il bracconaggio, il conflitto con l'uomo, i cambiamenti climatici e la perdita del loro habitat.
  • Il bracconaggio e il commercio illegale: sono la più grande minaccia che le tigri selvatiche devono affrontare per via dell'alta richiesta di ossa di tigre, pelle e altre parti del corpo. Spesso le pelli di tigre vengono utilizzate nell'arredamento della casa; le ossa di tigre sono usate per la realizzazione dei preparati tipici della medicina (medicina tradizionale cinese) e per bevande toniche. Si ritiene che questo business valga 10 miliardi di dollari all'anno solo negli Stati Uniti. Questo è il motivo per cui bisogna sostenere gli enti di beneficenza e lavorare sodo per porre fine al bracconaggio e al commercio illegale di parti del corpo della tigre.
  • Gli habitat delle tigri presenti in tutto il mondo si sono ridotti drasticamente a causa della costruzione di strade e abitazioni, del disboscamento per diversi motivi come l'agricoltura, l'industria ecc.. Solo circa il 7% degli habitat storici delle tigri sono ancora intatti al giorno d'oggi. Questa è una quantità incredibilmente piccola e preoccupante. A causa di ciò potrebbe aumentare il numero di conflitti tra le tigri, che si aggirano alla ricerca di nuovi habitat. Non solo, potrebbe ridursi anche la diversità genetica della specie, dal momento che vivendo in piccoli gruppi si verrebbe a creare il problema della consanguineità (accoppiamenti con la stessa parentela).
  • Le malattie: molti animali muoiono e non c'è modo di accertare le cause della loro morte. Alcune malattie diffondono epidemie come la panleucopania felina, la tubercolosi, ecc.
  • Mancanza di infrastrutture per salvaguardare la tigre.
  • Il conflitto uomo-animale: quando gli animali si imbattono nell'uomo o viceversa, e l'uomo decide di abbatterli.
  • L'aumento del turismo di giorno in giorno è anche uno dei fattori per il calo del numero di tigri. 
  • La mancanza di fondi per la conservazione della tigre.


Importanza della tigre

La tigre è una specie chiave, di importanza cruciale per l'integrità degli ecosistemi. Essendo il maggiore predatore, tiene sotto controllo le popolazioni di prede e ciò mantiene l'equilibrio tra gli erbivori e la vegetazione di cui essi si nutrono. Detto in breve, laddove prosperano le tigri prospera l'intero ecosistema. La tigre è una specie-bandiera universale e l'ambasciatrice di tutte le altre specie che con essa vivono. Fa parte del patrimonio naturale del mondo ed è un simbolo per le culture che sono state in contatto con essa. Perfino in aree dove la tigre si è estinta o dove non è mai esistita, continua a vivere nel mito e nella leggenda. L'Induismo e il Buddismo venerano la tigre come un'icona. In diversi parchi nazionali, soprattutto in Nepal e India, la presenza della tigre è un'attrazione turistica che garantisce un notevole ritorno economico anche per le popolazioni locali. Se non fosse per la tigre, molte aree protette non esisterebbero.



Conservazione della tigre: le soluzioni al problema

Per sviluppare una strategia ed un programma di conservazione coerenti, il WWF riconosce pertanto la necessità di:
  • Adottare un approccio ad ampio respiro che non si concentri soltanto sulle popolazioni di tigre più importanti ma si occupi anche della protezione, restauro e uso sostenibile degli ecosistemi dove la specie vive e di cui ha bisogno per i suoi spostamenti;
  • riconciliare le necessità delle tigri con quelle degli uomini in modo da creare un beneficio reciproco; ridurre il livello di minaccia globale, in particolare quella dovuta al commercio internazionale di parti e derivati di tigre;
  • rafforzare capacità e competenze dei governi e delle autorità locali riguardo alla conservazione delle tigri per mezzo di formazione al personale, accesso a tecnologia e informazione, finanziamenti sostenibili;
  • promuovere un’efficace cooperazione internazionale e accordi per i confini tra gli Stati finalizzati alla conservazione della tigre.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.