Inferno Canto 19 - Figure retoriche


Tutte le figure retoriche presenti nel diciannovesimo canto dell'Inferno (Canto XIX) della Divina Commedia di Dante Alighieri.

Qui di seguito trovate tutte le figure retoriche del diciannovesimo canto dell'Inferno. Il canto in cui sono puniti i simoniaci (coloro che facevano mercato con le cose sacre). Qui Dante incontra papa Niccolò III che gli predice la futura dannazione di Bonifacio VIII e Clemente V; in seguito Dante esplode in una violenta invettiva contro papa Niccolò e tutti i papi dediti alla simonia (simbolo della corruzione ecclesiastica). Per una migliore comprensione del testo vi consigliamo di leggere la parafrasi del Canto 19 dell'Inferno.



Le figure retoriche

Le cose di Dio = metonimia (v. 2). L'autore per l'opera, cioè al posto di dire "le cose sante".

Che ne la terza bolgia state = anastrofe (v. 6). Sta a significare "che state nella terza bolgia".

A la seguente tomba = anastrofe (v. 7). Sta a significare "nella bolgia successiva".

De lo scoglio = sineddoche (v. 8). La parte per il tutto, s'intende il "ponte roccioso".

O somma sapienza = apostrofe (v. 10).

Piena la pietra livida di fóri = anastrofe (v. 14). Sta a significare "la roccia scura piena di buchi".

D’un largo tutti = anastrofe (v. 15). Sta a significare "tutti della stessa larghezza".

Li piedi e de le gambe infino al grosso = climax ascendente (vv. 23-24). Sta a significare "i piedi, le gambe e le cosce".

Ritorte e strambe = endiadi (v. 27). Sta a significare "attorte e intrecciate".

Qual suole il fiammeggiar de le cose unte muoversi pur su per la strema buccia, tal era lì dai calcagni a le punte = similitudine (vv. 28-30). Sta a significare "Come la fiamma che brucia le cose unte è solita lambire solo la superficie esterna, tale era il fiammeggiare sui piedi dei dannati, dai calcagni alle punte".

Tu se’ segnore, e sai = allitterazione della "s".

Anima trista come pal commessa = similitudine (v. 47). Sta a significare "anima triste conficcata come un palo".

Io stava come ’l frate che confessa lo perfido assessin, che, poi ch’è fitto, richiama lui, per che la morte cessa = similitudine (vv. 49-51). Sta a significare "Io ero nella posizione del frate che confessa il perfido assassino, il quale, dopo essere stato messo nella buca a testa in giù, lo chiama per evitare la morte".

La bella donna = perifrasi (v. 57. Per indicare la chiesa.

Tal mi fec’io, quai son color che stanno, per non intender ciò ch’è lor risposto, quasi scornati, e risponder non sanno = similitudine (vv. 58-60). Sta a significare "Io divenni allora come quelli che non capiscono cosa è stato loro risposto, quasi interdetti, per cui non sanno cosa ribattere".

Non son colui, non son colui = anadiplosi (v. 62).

Se di saper = ellissi (v. 67). Sta a significare "se ti preme sapere, se ti interessa sapere".

Qui me misi in borsa = metafora (v. 72). Sta a significare "Qui ho messo in borsa me stesso".

E come a quel fu molle suo re, così fia lui chi Francia regge = similitudine (vv. 86-87). Sta a significare "come il suo re fu accondiscendente con lui, così sarà verso il papa il re di Francia".

In prima da san Pietro ch’ei ponesse le chiavi = anastrofe (vv. 91-92). Sta a significare "a San Pietro prima di affidargli le chiavi".

Al loco che perdé = anastrofe (v. 96). Sta a significare "per prendere il posto".

L'anima ria = perifrasi (v. 96). Per indicare l'anima malvagia, Giuda.

Delle somme chiavi = perifrasi (v. 101). Per indicare la Chiesa.

Colei che siede sopra l’acque = perifrasi (v. 107). Per indicare la Chiesa.

Al suo marito = perifrasi (v. 111). S'intende il marito della Chiesa, ovvero il papa.

Fatto v’avete = anastrofe (v. 112). Sta a significare "vi siete fatti, vi siete fabbricati".

Il primo ricco patre = perifrasi (v. 117). S'intende papa Silvestro.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".