Differenza tra Eclissi solare ed Eclissi lunare


Cos'è un eclissi e come fare a capire se si tratta di eclissi lunare o solare: spiegazione di entrambe le tipologie di eclissi, somiglianze e differenze.
L'eclissi (si può scrivere anche "eclisse") è un termine che deriva dal greco ékleipsis che significa "allontanarsi" ovvero "nascondersi", "rendersi invisibile". Tale parola sta a indicare l'occultazione parziale o totale di un astro dovuta all'interposizione di un corpo fra l'osservatore e l'astro, nel caso che quest'ultimo brilli di luce propria (eclissi solare, quando la Luna si interpone tra Terra e Sole; eclissi di una stella) o tra l'astro e la sorgente che lo illumina nel caso brilli di luce riflessa (eclissi di Luna; eclissi dei satelliti di Giove). Le eclissi possono essere previste con molto anticipo, conoscendo il moto orbitale dei corpi interessati; entrambe sono in qualche modo periodiche e per prevederle si utilizza il cosiddetto ciclo di Saros.

Qui di seguito andremo a spiegare più nel dettaglio le differenze, anche se quella principale riguarda la posizione di Sole, Terra e Luna (intuibile già dalle due immagini).



Eclissi solare


Le eclissi di sole sono fenomeni di grande interesse, sia per la loro spettacolarità che per la loro rarità (in realtà sono più frequenti di quelle lunari ma bisognerebbe spostarsi in diverse parti del mondo perché non si possono vedere rimanendo sempre nella stessa posizione). Si ha un'eclissi di Sole quando la Luna si inserisce fra la Terra e il Sole e, devono anche essere perfettamente allineati. Ciò si verifica durante il novilunio (o Luna nuova), ovvero la fase della Luna in cui il suo emisfero visibile risulta completamente in ombra.

Il Sole è 400 volte più grande della Luna, ma allo stesso tempo è circa 400 volte più lontano dalla Terra, la distanza fra Sole-Luna e fra Terra-Luna fa sì che si crei una sorta di effetto ingannatorio ottico che ci porta a vedere una Luna di dimensioni simili o addirittura superiori a quelle del Sole. A seconda delle distanze fra la Luna e la Terra si possono verificare quattro tipi di eclissi qui brevemente descritte:
  • Eclissi solare parziale: la luna copre parzialmente il Sole.
  • Eclissi solare totale: la luna copre totalmente il Sole. Ha una durata massima di 7 minuti e mezzo.
  • Eclissi solare anulare: quando la parte centrale del Sole è oscurata dalla Luna mentre resta visibile la corona. Ha una durata massima di 12 minuti.
  • Eclissi solare ibrida: è un fenomeno abbastanza raro, si tratta di un eclissi che è sia totale sia ibrida. In alcune zone della terra infatti sarà possibile osservare l’eclissi totale, ma prima e dopo la fase di massimo oscuramento, la Luna si allontanerà dalla Terra diminuendo la parte del Sole oscurata. Si avrà così un'eclissi anulare, in cui il diametro apparente del Sole risulta maggiore di quello della Luna e la parte di Sole che resta illuminata è pari alla differenza delle superfici apparenti dei due dischi.

Per osservare direttamente un'eclissi di Sole dovete essere sicuri di usare il filtro giusto (occhiali da saldatore, filtri in Mylar). Anche se un filtro sembra oscurare quasi tutta la luce visibile del Sole, questo non significa che blocchi tutte le radiazioni infrarosse e ultraviolette, che possono essere dannose per l'occhio anche se l'esposizione è molto breve.



Eclissi lunare


Le eclissi di Luna sono sicuramente meno spettacolari di quelle solari. Si ha un'eclissi di Luna quando la Terra si inserisce tra il Sole e la Luna e, quest'ultima, passa nel cono d'ombra della Terra. Le eclissi di Luna si possono vedere da qualunque punto della superficie terrestre dove la Luna sia sopra l'orizzonte. Il fenomeno può durare da qualche minuto a qualche ora.

Si possono avere vari tipi di eclissi di Luna:
  • Eclissi lunare parziale: quando la Luna entra parzialmente nel cono d'ombra. È di minore interesse scientifico rispetto alle totali.
  • Eclissi lunare totale: quando la Luna entra totalmente nel cono d'ombra.
  • Eclissi lunare penombrale: quando la Luna entra totalmente o parzialmente nel cono di penombra.

La luce riflessa del satellite terrestre non contiene componenti pericolose per gli occhi (raggi ultravioletti, infrarossi e onde radio), come invece avviene con la luce del Sole. Occorre solo sperare che il cielo sia sereno per poter ammirare al meglio l'eclissi lunare totale e magari dotarsi di un buon binocolo per poter osservare i crateri lunari man mano che ricompaiono.


LEGGI ANCHE: Frasi sulll'eclissi di Sole e di Luna


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".