Eclissi o eclisse: come si scrive?


Si scrive "eclisse" con la e finale, oppure "eclissi" con la i alla fine? Qual è la forma corretta al singolare e al plurale?

Questo evento ottico-astronomico è più frequente di quanto si pensa, solo che dall'Italia spesso non risulta visibile. Dal momento che per noi sono occasioni assai rare non bisogna farci cogliere impreparati, ad esempio studiare la differenza tra eclissi lunare e solare potrebbe sicuramente giovare alla propria cultura, ma come inizio potrebbe bastare conoscere il corretto modo di scrivere questo evento: si scrive eclissi o eclissi?

Sono corrette entrambe le forme, quindi è possibile scrivere sia eclisse che eclissi.

Il termine "eclisse" è quello che è arrivato per prima in Italia. In seguito il termine "eclissi" è stato introdotto come forma dotta in quanto ha origine dal greco ékleipsis, dal quale deriva la versione latina eclìpsis: in entrambi i casi l'ultima vocale contenuta sia nel termine greco che latino è la "i" ed è per questo motivo che questa forma inizialmente considerata dotta è diventa sempre più comune fino a diventare la più utilizzata.

Discorso diverso, invece, per quanto riguarda il plurale: l'unica forma corretta è "le eclissi".

Quindi tra i due termini corretti, anche per il motivo appena accennato, il più diffuso è quello terminante in "i", eclissi. Questo è solo uno tanti casi che ci ricorda come la lingua italiana possa cambiare nel tempo.


ESEMPIO:
- L'eclisse di Sole può essere totale, parziale o anulare.
- Per guardare l'eclissi solare sono necessari degli occhiali speciali.
- Le eclissi di luna si realizzano quando la luna entra nel cono d'ombra o di penombra della Terra.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".