Mappa concettuale: Il bienno rosso



Il bienno rosso in Italia avviene tra il 1919 e il 1920 per la rivolta dei lavoratori (alla fame e alla disoccupazione del dopoguerra), organizzata dai sindacati: CGIL socialista, CIL cattolica. Al sud avviene l'occupazione delle terre incolte e al nord scioperi per il rinnovo dei contratti. Si esauriscono nel 1920 per mancanza di direzione politica e per violente reazioni dei padroni che nel 1920 si uniscono nella confederazione generale dell'industria.

Gli industriali reagiscono con la serrata delle fabbriche, la reazione dei lavoratori è quella di occupare le fabbriche, che si risolve con un aumento di salario: i socialisti riformisti non vogliono una rivoluzione, Giolitti non interviene. Si apre una crisi nel movimento operaio, nel 1921 a Livorno i rivoluzionari Gramsci e Togliatti si staccano dai riformisti di Turati e fondano il Partito Comunista d'Italia.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies