Mappa concettuale: Chiesa cristiana del 4° sec.




La chiesa cristiana del 4° sec vede dei contrasti interni (Ario - Atanasio). Costantino nel 325 convocò il Concilio di Nicea (che diede più autorità ai vescovi di Roma ma creò divisione fra Oriente e Occidente) e decretò ufficiale la dottrina di Atanasio, quindi nasce il cesaropapismo (= potere dell'imperatore) che è sopra alla chiesa. 
La chiesa cristiana è organizzata in gerarchie in cui il vescovo è l'alto funzionario imperiale, i chierici sono i sacerdoti e i laici sono i fedeli. Diventa cattolica, cioè universale con l'unità, i dogmi (= verità di fede) e, nel 300 nasce l'ortodossia (giusta dottrina che considera un eretico chi nega i dogmi.)

Fonte: Mapper-Mapper


1 commenti :

  1. Il Concilio di Nicea non è stato una lotta tra Ario e Atanasio, ma una discussione dottrinale di grande importanza, almeno per il Cristianesimo, perché veniva messa in discussione la divinità di Cristo. Atanasio (nato all'incirca nel 295) aveva solo trent'anni e partecipò al Concilio come segretario del vescovo Alessandro di Alessandria, che fu il vero avversario di Ario
    Non è vero che il Concilio diede più autorità ai Vescovi di Roma, perché lo stesso Atanasio appartiene alla Chiesa Orientale e la discussione è avvenuta prevalentemente tra Vescovi di Oriente.
    Non è stata decretata ufficiale la dottrina di Atantasio, ma è stata presa la formula battesimale del Credo che era diffusa in diverse comunità del tempo.
    L'affermazione "decretò ufficiale la dottrina di Atanasio, quindi nasce il cesaropapismo (= potere all'imperatore)" fa capire che Atanasio è un po' il fondatore del cesaropapismo. A parte che il cesaropapismo attribuito a Costantino è discutibile, perché come forma di potere dell'imperatore sulla Chiesa si è sviluppato soprattutto sotto Giustiniano, sicuramente col cesaropapismo Atanasio non ha nulla a che vedere, anche perché è stato generalmente perseguitato dagli imperatori.
    L'invito all'ortodossia nella fede è presente già nei testi del Nuovo Testamento, tanti anni prima del 300.

    RispondiElimina

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.