Reticolato Geografico - Definizione


Il reticolato geografico è una rete di linee immaginarie (meridiane e paralleli) che permette di definire la posizione di punti ed aree sulla superficie terrestre.

Per costruirlo si usano come punti di riferimento i due poli, la linea dell’equatore e il meridiano di Greenwich. Il meridiano di Greenwich deve il suo nome a una cittadina inglese, questo è il meridiano fondamentale detto anche meridiano 0.

I paralleli sono quelli che vanno da est verso ovest (ed hanno come punto di riferimento l'equatore 0°) mentre i meridiani quelli che vanno da nord a sud (ed hanno come punto di riferimento il meridiano di Greenwich)
paralleli sono paralleli all’equatore e i meridiani passano per i due poli. I paralleli sono 180. I meridiani sono 360, uno per ogni grado. I meridiani a differenza dei paralleli sono tutti uguali, perché quest’ultimi girano intorno alla terra orizzontalmente, ed essendo “sferica” i paralleli più distanti dall’equatore hanno una circonferenza minore. Ci sono altri due paralleli principali: tropico del cancro e del capricorno.

Per trovare l'esatta posizione di una persona sulla Terra, anche se questi si trova sull'Oceano è sufficiente indicare le sue coordinate geografiche, cioè la latitudine e la longitudine, come si fa nel gioco della battaglia navale.

E' chiamata latitudine la distanza tra un qualsiasi parallelo e l'Equatore,mentre è detta longitudine la distanza tra un qualsiasi meridiano e quello di Greenwich. Si parla di latitudine nord per i luoghi situati nell'emisfero boreale, di latitudine sud per quelli che si trovano nell'emisfero australe.

La longitudine è la distanza di un punto della superficie terrestre dal meridiano di Greenwich. Si parla di longitudine est oppure di longitudine ovest a seconda che un luogo si trovi a est o a ovest rispetto al meridiano di Greenwich.

Queste distanze non si misurano in chilometri ma in gradi e nei sottomultipli del grado.


Distinguiamo:
  • Piani Meridiani: infiniti piani contenenti l’asse terrestre;
  • Piani paralleli: infiniti piani perpendicolari all’asse terrestre e paralleli tra loro;
  • Circoli Meridiani: circonferenze generate sulla superficie terrestre dai piani meridiani; ogni circonferenza è divisa dall’asse terrestre in due semicirconferenze chiamate meridiano e antimeridiano;
  • Paralleli: circonferenze generate sulla superficie terrestre dai piani paralleli.

Il mondo è diviso in due emisferi: boreale (nord), australe (sud).

Le carte geografiche rappresentano una regione della terra e sono disegnate su carta, a differenza del mappamondo. Ci sono due tipi di carte, una di Mercatore e una di Peters. Quella di Mercatore è quella più usata oggi e rispetta l’isogonia, invece quella di Peters l’equivalenza.
Le carte geografiche possono essere classificate in base alla scala.
1:1000 = 1 cm sulla carta= 10 metri


Ci sono 4 tipi di carte:
  • Carte geografiche (che rappresentano superficie ampie, come uno stato, un continente)
  • Carte corografiche (che rappresentano regioni)
  • Carte topografiche (che rappresentano le regioni e città)
  • Mappe o piante (che rappresentano una parte della città, o una piccola città, o dei parchi.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.