Biografia: Camillo Sbarbaro


Appunto di letteratura con una breve biografia di Camillo Sbarbaro e le sue opere più importanti.

Camillo Sbarbaro nacque nel 1888 a Santa Margherita Ligure. La sua vita si svolse tutta, tranne la parentesi della Prima guerra mondiale e qualche viaggio, nella natia liguria.
Lavorò inizialmente nell'industria siderurgica, poi come insegnante di greco e latino, dedicandosi nel frattempo alla raccolta e allo studio dei muschi e dei licheni: in questo campo divenne uno specialista di fama mondiale. Dopo la raccolta giovanile di versi Resine, edita a Genova nel 1911, si affermò come poeta con il suo secondo libro, Pianissimo pubblicato a Firenze nel 1914 per le edizioni della Voce. Il successo gli aprì le porte alla collaborazione a diverse riviste letterarie, tra cui La Voce e La Riviera ligure.
Nel 1951 Sbarbaro si ritirò con la sorella a Spotorno; a quest'epoca risalgono gli ultimi libri di poesie: Rimanenze (1955) e Primizie (1958). Morì a Savona nel 1967. I suoi frammenti in prosa sono raccolti nei volumi Trucioli (1920), Liquidazione (1928), Fuochi fatui (1956), Scampoli (1960). Si ricordano inoltre sue tradizioni dal greco (le tragedie di Euripide) e dal francese (Flaubert e Huysmans).


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.


© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies