Alessandro Manzoni: Il Cinque Maggio


Testo: Il Cinque Maggio
Ei fu. Siccome immobile, dato il mortale sospiro, stette la spoglia immemore orba di tanto spiro

Parafrasi: Il Cinque Maggio
Egli (Napoleone) non è più vivo.Il suo corpo,dopo aver esalato l’ultimo respiro rimase immobile,senza più memoria,privato di uno spirito così tanto grande,così la terra resta immobile colpita stupefatta,muta, alla notizia della sua morte.

Analisi: Il Cinque Maggio
La notizia della morte di Napoleone, avvenuta a Sant'Elena il 5 Maggio 1821, suscitò nel Manzoni una profonda commozione: egli ne fu letteralmente sconvolto e sentì il bisogno irresistibile

Commento: Il Cinque Maggio
La tragedia di Napoleone si svolge nella terra e si scioglie nell'eternità  Ma la catastrofe è presentita nel prologo già più che umano, e preparata dallo svolgimento che via via s’innalza.