Frasi sul terrorismo e i terroristi


Il terrorismo è una forma d’azione violenta “indiretta”, cioè non rivolta contro un obiettivo specifico definito, ma verso bersagli indeterminati e indifesi con lo scopo di produrre terrore. Le ragioni per cui è spinto a incutere terrore possono essere di natura politica o religiosa. Quando si parla di terrorismo vengono in mente gli attentati alle torri gemelle ordinati da Al-Qaeda sotto la guida di Osama Bin Laden, le Brigate Rosse e più recentemente l'Isis (terrorismo islamico).




In questa pagina trovate una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul terrorismo, o per meglio dire, la guerra dei giorni nostri.

1) Il terrorismo si è trasformato nell’arma sistematica di una guerra che non conosce confini o raramente ha un volto. (Jacques Chirac)

2) La forza di un terrorista sia basa sulla paura che incute. (NCIS - Unità anticrimine)

3) Il terrorismo è la tecnica di pretendere l'impossibile, e di pretenderlo in punta di cannone. (Christopher Hitchens)

4) Solo il terrorista resta fuori. La cultura non ha ancora trovato un modo di assimilarlo. (Don Lelillo)

5) Se non ci si oppone, se non ci si difende, se non si combatte, la Jihad vincerà. E distruggerà il mondo che bene o male siamo riusciti a costruire, a cambiare, a migliorare, a rendere un po' più intelligente cioè meno bigotto o addirittura non bigotto. (Oriana Fallaci)

6) Non c’è nulla in tutto il nostro Libro sacro che ordini di massacrare donne e bambini per compiacere colui che chiamiamo Allah. (Frederick Forsyth)

7) Uccisi perché? Per il sogno di un gruppo di esaltati che giocavano a fare la rivoluzione, si illudevano di essere spiriti eletti, anime belle votate a una nobile utopia senza rendersi conto che i veri “figli del popolo”, come li chiamava Pasolini, stavano dall’altra parte, erano i bersagli della loro stupida follia. (Mario Calabresi)

8) È un fatto che non tutti i mussulmani sono terroristi, ma è ugualmente un fatto che tutti i terroristi sono mussulmani. (Oriana Fallaci)

9) La guerra produrrà centinaia di Bin Laden. (Hosni Mubarak prima dell’invasione americana dell’Iraq, seconda guerra dichiarata dagli Stati Uniti ad un paese musulmano)

10) Il terrorismo è la nuova forma della guerra, è il modo di fare la guerra degli ultimi sessant'anni: contro le popolazioni, prima ancora che tra eserciti o combattenti. La guerra che si può fare con migliaia di tonnellate di bombe o con l'embargo, con lo strangolamento economico o con i kamikaze sugli aerei o sugli autobus. La guerra che genera guerra, un terrorismo contro l'altro, tanto a pagare saranno poi civili inermi. (Gino Strada)

11) La definizione di "Guerra al terrorismo" non è accurata. Dovremmo chiamarla: "La lotta contro estremisti ideologizzati che non credono nelle società libere che talvolta usano il terrore come un'arma per cercare di stravolgere le coscienze del mondo libero". (George W. Bush)

12) Questo terrorismo di massa è la nuova minaccia nel nostro mondo oggi. È perpetrato da fanatici che sono improvvisamente indifferenti alla sacralità della vita umana, e sta alle democrazie di questo mondo il dovere di unirsi e di lottare insieme contro il terrorismo per sradicarlo completamente dalla nostra terra. (Tony Blair)

13) Le bombe non risolvono la questione, se non si eliminano le radici dalle quali scaturisce il terrorismo. (Andrea Camilleri)

14) Sono gli atteggiamenti neo razzisti a farci cadere nella trappola del terrorismo. (Afef Jnifen)

15) È una guerra impari: per noi la morte è un castigo, per loro un premio. (matteograndi, Twitter)

16) Dobbiamo considerare il terrorismo come una forma di azione non solo politica ma anche simbolica. Il terrorismo è un tipo particolare di performance politica. Esso sparge sangue – letteralmente e figurativamente – facendo uso dei fluidi vitali sue vittime per gettare un impressionante ed atroce schizzo sulle tele della vita sociale. Non mira solo ad uccidere ma nell'uccisione, e attraverso essa, mira a esprimersi in modo drammatico. (Jeffrey Alexander)

17) Come un circolo vizioso, la minaccia terroristica si trasforma in ispirazione per un nuovo terrorismo, disseminando sulla propria strada quantità sempre maggiori di terrore e masse sempre più vaste di gente terrorizzata. (Zygmunt Bauman)

18) Il terrorismo, alimentato anche da fanatiche distorsioni della fede in Dio, sta cercando di introdurre nel Mediterraneo, in Medio Oriente, in Africa i germi di una Terza guerra mondiale. Sta alla nostra responsabilità fermarla. (Sergio Mattarella)

19) Dobbiamo arrenderci all'evidenza, prendere atto della nascita di un terrorismo nuovo, di una forma di azione nuova che gioca e si appropria delle regole del gioco per meglio sconvolgerlo. Loro non soltanto non. lottano ad armi pari, in quanto mettono in gioco la loro stessa morte, cui non si dà risposta possibile ("sono dei vigliacchi"), ma si sono anche appropriati di tutte le armi della potenza dominante. Il danaro e la speculazione in borsa, le tecnologie informatiche e aeronautiche, la dimensione spettacolare e le reti mediatiche: della modernità e della mondialità hanno assimilato tutto, senza cambiare obiettivo, quello di distruggerle. (Jean Baudrillard)

20) Nonostante le stragi attraverso cui i figli di Allah ci insanguinano e si insanguinano da oltre trent'anni, la guerra che l'Islam ha dichiarato all'Occidente non è una guerra militare. È una guerra culturale. Una guerra, direbbe Tocqueville, che prima del nostro corpo vuol colpire la nostra anima. Il nostro sistema di vita, la nostra filosofia della Vita. Il nostro modo di pensare, di agire, di amare. La nostra libertà. (Oriana Fallaci)

21) Il terrorismo islamico s'è moltiplicato, i morti hanno partorito altri morti, continuano a partorire morti, partoriranno sempre più morti. (Oriana Fallaci)

22) Come vorrebbe combattere il loro terrorismo cioè un terrorismo che ci sgozza, ci taglia la testa, ci fa saltare in aria a centinaia anzi a migliaia per volta? Davvero coi baci e gli abbracci, il perdono, i volemose-bene di Papa Wojtyla? È proibito anche difendersi da chi ammazza, ora?!? (Oriana Fallaci)

23) Mi fanno ridere i parolai che declamano: «Il terrorismo non si combatte con le armi». (Oriana Fallaci)

24) Le moschee che in Italia sbocciano all'ombra d'un dimenticato laicismo e d'un risorto bacchettonismo pullulano fino alla nausea di terroristi o aspiranti terroristi. (Oriana Fallaci)

25) L'Europa vive nella paura e il terrorismo islamico ha un obbiettivo molto preciso: distruggere l'Occidente ossia cancellare i nostri principi, i nostri valori, le nostre tradizioni, la nostra civiltà. (Oriana Fallaci)

26) Il terrorismo e l'inganno sono le armi non già dei forti, ma dei deboli. (Mohandas Gandhi)

27) Come battere il terrorismo? Non fatevi prendere dal terrore. Non lasciate che la paura domini la vostra vita. Anche se avete paura. (Salman Rushdie)

28) Ancor più di una coalizione contro il terrorismo, il mondo ha bisogno di una coalizione contro la povertà, una coalizione contro lo sfruttamento, contro l'intolleranza. (Tiziano Terzani)

29) Il terrorismo è una guerra psicologica. I terroristi cercano di manipolarci e di cambiare il nostro comportamento suscitando paura, incertezza e divisione nella società. (Patrick Joseph Kennedy)

30) Il problema del terrorismo non si risolverà uccidendo i terroristi, ma eliminando le ragioni che li rendono tali. (Tiziano Terzani)

31) Il terrorismo è la guerra dei poveri, e la guerra è il terrorismo dei ricchi. (Peter Ustinov)

32) I terroristi, oltre che delle armi proprie del sistema, dispongono anche di un'arma fatale: la loro propria morte. Se si accontentassero di combattere il sistema con le sue stesse armi, verrebbero immediatamente spazzati via. Se gli opponessero soltanto la loro propria morte, scomparirebbero altrettanto rapidamente in un sacrificio inutile - ed è quanto ha sinora fatto il terrorismo classico (quello degli attentati suicidi palestinesi), votandosi al fallimento. Tutto cambia non appena essi coniugano tutti i mezzi moderni disponibili con quest'arma altamente simbolica. (Jean Baudrillard)

33) Dovremmo smetterla di considerare il terrorista un soggetto disumano con il quale nemmeno intavolare una discussione. Questo è un punto complesso ma decisivo. Nell'era dei droni e del totale squilibrio degli armamenti il terrorismo, purtroppo, è la sola arma violenta rimasta a chi si ribella. (Alessandro Di Battista)

34) Il terrorista sa di dover morire e compie comunque il suo atto. Così facendo abbatte d'un colpo tutte le difese dell'avversario, perché queste sono preordinate fino a quel limite che è segnato dalla convinzione che anche il nemico vuole far salva la sua vita. La dimensione suicidaria toglie anche quest'ultimo criterio di leggibilità, quello finora considerato il più sicuro, perché ancorato alla base biologica della vita umana. E allora l'angoscia – questo sentimento primordiale per difendersi dal quale l'umanità ha inventato l'intera sua storia – non può che espandersi e dilagare ossessivamente. (Zygmunt Bauman)

35) La barbarie dei terroristi attuali deriva dal fatto che non hanno alcun amore, anzi odiano, la specie cui appartengono, odiano tutti gli altri, mentre amano solo quei pochi che condividono con loro l'odio per gli altri e vogliono distruggerli. (Eugenio Scalfari)

36) Chi supporta una causa giusta non può essere mai chiamato terrorista. (Yasser Arafat)

37) I terroristi peggiori sono spesso muniti di passaporto regolarmente rinnovato, carta d'identità, permesso di soggiorno. (Oriana Fallaci)

38) I terroristi, i kamikaze, non ci ammazzano soltanto per il gusto d'ammazzarci. Ci ammazzano per piegarci. Per intimidirci, stancarci, scoraggiarci, ricattarci. Il loro scopo non è riempire i cimiteri. Non è distruggere i nostri grattacieli, le nostre Torri di Pisa, le nostre Tour Eiffel, le nostre cattedrali, i nostri David di Michelangelo. È distruggere la nostra anima, le nostre idee, i nostri sentimenti, i nostri sogni. (Oriana Fallaci)

39) Qualcuno ha paragonato questo terrorismo a quello che insanguinò l’Italia e la Germania negli anni Settanta del secolo scorso; da noi furono chiamati gli anni di piombo, ma è un paragone totalmente sbagliato. Quei terroristi conoscevano il nome e perfino l’indirizzo della vittima che avevano scelto; avevano ripudiato un passato che avevano vissuto e si proponevano un futuro, un’ideologia, un assetto diverso della società. I terroristi di oggi non si propongono alcun futuro e non hanno alcun passato sociale e politico da ricordare. Vivono soltanto un presente e alcuni di loro, ma certamente non tutti, vagheggiano forse un aldilà dove un Allah che soddisfi i loro desideri; non è quello dei veri musulmani che le loro sacre scritture hanno descritto (Eugenio Scalfari)

40) Più che rimuovere i terroristi e chi li ha appoggiati (forse ci sorprenderà sapere quanti personaggi, alcuni anche insospettabili, sono coinvolti) sarebbe più saggio rimuovere le ragioni che spingono tanta gente, soprattutto fra i giovani, nelle file della jihad e fanno loro apparire come una missione il compito di uccidersi e di uccidere. (Tiziano Terzani)

41) Il terrorismo si insinua nei luoghi tranquilli, tra le persone comuni. Si nutre della paura. Ed uccide indisturbato, a quanto pare. (alemarsia, Twitter)

42) Ogni parola di violenza, di odio, di vendetta, di discriminazione è la vittoria del terrorismo. (dDinoPirri, Twitter)

43) Stamattina, mentre facevo colazione, al bar c'erano due esperti di terrorismo e politica internazionale travestiti da barista e da muratore. (diegoilmaestro, Twitter)



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".