Mappa concettuale: Ugo Foscolo Vita 1° parte



Niccolò Foscolo (poi Ugo) nasce nel 1778 a Zante, in Grecia. Abbraccia gli ideali di libertà ed uguaglianza della rivoluzione francese. Alla morte del padre nel 1792, va a Venezia che però ha un governo conservatore, quindi la lascia per Padova, sui colli Euganei dove scrive la prima parte delle Ultime lettere di Jacopo Ortis, romanzo epistolare auto-biografico. Nel 1796 Napoleone sconfigge gli austriaci ed entra in Milano e Foscolo si arruola a Bologna dalla sua parte ma con il trattato di Campoformio Napoleone cede Venezia all'Austria e qui subentra la delusione politica e amorosa. Deluso si trasferisce a Milano. Nel 1801 muore il fratello Giovanni al quale dedica il sonetto "In morte del fratello Giovanni", traduce anche le grandi opere latine di Lucrezio e Catullo. Nel 1800 scrive 2 odi: A Luigia Pallavicini caduta da cavallo e All'amica risanata, in esse la poesia rende eterna ogni cosa. Scrive anche 12 sonetti: i primi 8 (minori) sono autobiografici, gli altri 4 (maggiori) Alla sera, A Zacinto, Alla musa, In morte del fratello Giovanni hanno un'armonia classica e uno stile composto.

LEGGI ANCHE: 2° parte vita di Foscolo



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".