Tema sulla Droga


La vita è un equilibrio sopra la follia, ci sono alti e bassi, belle e brutte situazioni che si devono attraversare e superare, perché come sappiamo il tempo non si ferma mai. Ma la vita pur essendo qualcosa di imprevedibile e per chi crede nel destino, "già scritta", a volte si imbatte in atti sconsiderati. Uno di questi che purtroppo affligge la fascia dei giovani è la droga. Ebbene sì, non si sa, perché ma i giovani, i ragazzi proprio come noi, trovano nell'uso di queste sostanze una via d'uscita, nonostante l'effetto non dura molto, una via di salvataggio da un mondo in cui non si sentono soddisfatti.
Nella società attuale ci sono vari tipi di tossicodipendenza, tra i quali l’alcolismo e le sostanze psicoattive. L’alcolismo è legalizzato ma con dei limiti da rispettare, pensando erroneamente che non facciano male più di tanto alla salute e di questo argomento se ne parla poco o quasi per niente. Ma la forma di tossicodipendenza più pericolosa è sicuramente quella costituita dalla droga di cui, in particolare il mondo dei giovani ne fa incoscientemente un grande uso. La "droga", o meglio la tossicomania, costituisce, da alcuni decenni e da alcune generazioni, un problema per giovani, genitori, educatori, famiglie. La droga è una sostanza altamente pericolosa che provoca danni irreversibili al cervello e che genera dipendenze fisiche e psicologiche difficili da trattare; sostanze che mettono a repentaglio gravemente la salute di chi ne fa uso. Le droghe si dividono in due categorie: droghe leggere e droghe pesanti. Si incomincia dal gradino più basso, quello delle droghe leggere, che comprendono la marijuana e l’hashish.. Entrambe sono assunte attraverso il fumo, molti sono quelli che cominciano per scherzo e poi si ritrovano ad essere schiavi della droga, quindi poi diventa difficile uscirne. Dalla Marijuana all'Hashish si passa poi man mano alle droghe pesanti e più costose come l'eroina, la cocaina e l'ecstasy, ancor più pericolose perché vengono unite ad altre sostanze chimiche, cancerogene e nocive per la salute. Le droghe pesanti possono essere assunte per inalazione o per via orale: alcune di esse si trovano anche in pasticche, ecco perché un cocktail preso in discoteca il sabato sera può diventare micidiale. Molto spesso i ragazzi che si sono trovati a fumare una sigaretta di marijuana o hashish non vengono puniti come si dovrebbe dalle autorità perché si pensa che un semplice spinello non possa fare nulla. Spesso il drogato, per procurarsi la costosa sostanza stupefacente, si trasforma egli stesso in spacciatore o in violento per questo la migliore cura è la prevenzione. Particolarmente importante può essere in questo senso l'attenzione della scuola e della famiglia ai problemi dell'età evolutiva. La droga non è una causa, ma piuttosto un effetto, un rifugio, una fuga, un qualcosa che si cerca o non si trova. E il drogato, pur essendo una vittima di se stesso, degli altri, di una situazione, non è un "malato". Per disintossicare un drogato possono bastare pochi giorni. Dopodiché, se non saranno eliminate le cause, che sono in lui, negli altri, nell'ambiente, nella società, il "drogato-malato" tornerà a drogarsi come prima. Se, infatti, la droga è la fuga dei deboli da situazioni di insoddisfazione, di vuoto, di paura, di mancanza di fede e di ideali, di delusione, non basta eliminare il rifugio: parlare infatti serve a poco, occorrono l’opera e la collaborazione di tutti, anche e soprattutto di noi giovani, per poter ancora sperare di riuscire a realizzare, nonostante tutto, una società futura sana ed equilibrata, dove lo spettro della droga sia soltanto un brutto sogno da dimenticare. Concludo dicendo che la droga è un modo sbagliato di interpretare e godere la vita, ci sono tanti modi per ricercare la felicità attraverso la fiducia dei propri cari da piccoli, degli amici quando si diventa un po' più grandi e più in avanti attraverso l'amore.

LEGGI ANCHE: Tema sui giovani e sulla droga



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".