Figure Retoriche: X Agosto, Pascoli


di Giovanni Pascoli
Figure retoriche:

Abbiamo enjambement, inversioni (perché si gran pianto nel concavo cielo sfavilla; e restò negli aperti occhi un grido).
Personificazioni (Cielo .. d'un pianto di stelle lo inondi).
Analogie (ritornava una rondine al tetto: al nido)
Similitudini (ora è là, come in croce).
Metafore, ovvero similitudini senza termini di paragone (gran pianto: le stelle che cadono)
Troviamo anche dei riferimenti religiosi: la rondine che muore con le braccia aperte come in una croce e il padre che perdona coloro che lo hanno ucciso.
Consonanza: 1° Strofa per il suono L - 2° Strofa consonanza per il suono R.
Assonanza: arde e cade.
Rima: mondi e inondi.

LEGGI ANCHE: Testo X Agosto di Pascoli


2 commenti :

  1. disognerebbe inserire se ci sono delle omatope e sinestesia grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. su un sito ho trovato che il verso 15 che sarebbe restò negli aperti occhi un grido” è una sinestesia, mentre di onomatopee non ne parla nessuno.

      Elimina

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".