Scuolissima.com - Logo


Riassunto breve La Lupa di Giovanni Verga


Appunto di italiano contenente un breve riassunto sul racconto la Lupa di Giovanni Verga realizzato di proposito senza approfondire troppo i dettagli.

La lupa, opera letteraria di Giovanni Verga, narra la storia di una donna non più giovane a cui nessuno sapeva resistere al suo fascino e pertanto non godeva di una buona fama in paese.





La lupa - Giovanni Verga

In questa pagina trovate un breve riassunto su La Lupa, il celebre racconto di Giovanni Verga. Se invece cercavate un appunto più dettagliato vi suggeriamo di leggere quello che avevamo già realizzato intitolato La Lupa riassunto analisi commento. In questa versione molto sintetica abbiamo evitato i continui riferimenti legati alla sua stregoneria, alle sue capacità seduttive che per gli altri abitanti sono diaboliche, e perfino tutti i dialoghi sono stati ridotti al minimo indispensabile in quanto non fanno altro che ripetere che la lupa è un personaggio negativo da cui stare alla larga, ma questo non serve ripeterlo ogni volta in un riassunto.



La Lupa: Riassunto breve

Tutti la chiamano la Lupa perché considerata una divoratrice di uomini e anche se sposati o troppo giovani per lei non faceva alcuna differenza. Chi la incrociava per le strade di questo piccolo paesino siciliano si faceva il segno della croce perché era il peccato in persona per il suo fascino seducente e stregato a cui era impossibile resistere. Sua figlia Maricchia, diversamente dalla madre che non badava alla sua reputazione, soffriva e se ne vergognava, e aveva il timore che nessuno l'avrebbe presa in sposa essendo la figlia della lupa. Un giorno tornò dal servizio militare un bell'uomo di nome Nanni che prese lavoro nei campi, proprio dove lavorava anche la Lupa, che svolgeva le stesse mansioni degli uomini. I due fanno conoscenza e sebbene lei cerca sin da subito di sedurlo, stavolta si vede ricevere un rifiuto anche perché l'uomo le aveva confessato un certo interesse per la figlia Maricchia. La lupa non prese bene questo dualismo in famiglia e nei mesi successivi prese con la forza la figlia Maricchia per offrirla in moglie contro la sua volontà a Nanni insieme alla dote (bene che appartiene alla moglie). Nanni accetta la proposta che prevede anche la presenza della lupa in un cantuccio della casa. Così facendo la Lupa riesce a trascorrere più tempo con Nanni, sia in casa che al lavoro, e anche passando insieme la notte, riuscendo alla fine a farlo cadere più volte in tentazione. Maricchia aveva scoperto la loro relazione segreta e aveva contattato le autorità, che avevano minacciato Nanni di mandarlo in prigione. Poco dopo Nanni riceve un calcio da un asino e rischia di perdere la vita, e per lui sarebbe stato meglio così perché tutto il paese era venuto a sapere della sua relazione segreta con la Lupa. Anche se voleva interrompere questa relazione, non ci riusciva, perché lei gli stava sempre addosso. A nulla sono servite la confessione del prete e gli atti di umiltà in chiesa. Per fermare questa "violenza amorosa" (= amore di natura peccaminosa, adulterio), Nanni risponde a sua volta usando prima la violenza delle parole, cioè minacciandola di ucciderla e successivamente passando dalle parole ai fatti, dal momento che la lupa non riuscendo vivere senza Nanni era ritornata a girargli intorno pur sapendo quale sarebbe stato il suo destino. Nanni la colpisce mortalmente con un colpo di accetta e lei muore senza opporre resistenza.


🧞 Continua a leggere su Scuolissima.com

Cerca appunti o informazioni su uno specifico argomento. Il nostro genio li troverà per te.


Oppure...
Esegui una ricerca a caso ►

© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2023, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies