Perché le api non volano di notte?


Appunto riguardante l'attività delle api di notte, per sapere se possono volare in assenza di luce e se sono capaci di vedere al buio.

L'ape è un animale che suscita parecchia curiosità e ci si chiede come si comporta di notte. Questo argomento è oggetto di indagine scientifica, e in questo appunto mi attengo a quello che ho trovato su fonti che ho ritenuto affidabili per rispondere a domande come: le api volano di notte? oppure, le api vedono al buio?



Le api, la notte e il buio

Quando chiediamo "le api volano di notte?" e "le api possono vedere al buio?", cosa intendiamo effettivamente con "notte" e "buio"?

"Notte" e "buio" sono termini che possono avere un significato simile. Pertanto, dovremmo considerare cosa intendiamo per notte e se intendiamo oscurità totale, o almeno un po' di luce.

Una creatura può essere notturna nelle sue abitudini (attiva di notte), crepuscolare (attiva durante il tramonto e l'alba – cioè il crepuscolo); o diurna (attiva durante il giorno).

La maggior parte delle api (api mellifere o api europee, i bombi) sono diurne, tuttavia, ci sono delle eccezioni, ovvero un piccolo numero di api che sono crepuscolari o notturne.



Api notturne e crepuscolari

Per quanto ne sappiamo, le api notturne o crepuscolari sono specie prevalentemente tropicali.

È interessante notare che anche un certo numero di specie di vespe tropicali hanno sviluppato questo stile di vita. Questo tipo di api (e vespe) sono in grado di volare dal loro alveare al sito di foraggiamento che hanno preso di mira anche attraversando una foresta oscura.

Le api attive di notte raccolgono nettare e polline dai fiori che si aprono di notte e offrono abbondanti quantità di polline e nettare. Inoltre, per ovvie ragioni quando la luce del sole va via, c'è molta meno concorrenza con le altre api, farfalle e insetti per la ricerca del nettare e del polline.

Le api che possono vedere e volare nell'oscurità hanno sviluppato occhi leggermente diversi. Le api hanno 5 occhi e i 3 ocelli sono responsabili della riflessione della luce. Gli ocelli delle api che volano di notte sono notevolmente più grandi in proporzione al loro corpo, rispetto alle api che sono attive durante il giorno. Alcune api possono tollerare diversi livelli di oscurità, ma la maggior parte sembra richiedere almeno un po' di luce lunare (il chiaro di luna), oppure volano via al crepuscolo.

Quindi in assenza totale di luce pare che non riuscirebbero a vedere. Tra le famiglie di api notturne e crepuscolari vi sono:
  • i colletidae;
  • gli andrenidae;
  • gli halictidae;
  • gli apidi.

Un'ape in grado di volare all'aperto nella più totale oscurità, senza nemmeno l'aiuto del chiaro di luna, è l'Xylocopa (appartenente alla famiglia degli apidi). Questo animale è comunemente chiamato ape del legno, ape legnaiola o in inglese ape carpentiere (carpenter bee).

Davvero interessante il video condiviso su Twitter (VEDI VIDEO) da Hamish Symington, un dottorando dell'Università di Cambridge, nel Regno Unito, che studia l'impollinazione, i fiori e la sicurezza alimentare. Nel video in questione, che è davvero molto breve perché ha una durata di soli 10 secondi, viene mostrato uno sciame di api che vola all'interno di una teca, ma che allo spegnimento della luce smettono di volare e cadono istantaneamente e in modo goffo nella superficie: alcune rimangono ferme altre procedono lentamente con le proprie zampe.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2022, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies