Perché le api non volano di notte?


Appunto riguardante l'attività delle api di notte, per sapere se possono volare in assenza di luce e se sono capaci di vedere al buio.

L'ape è un animale prezioso, addirittura vi è un celebre aforisma che afferma senza i quali all'uomo non resterebbero che quattro anni di vita. Ecco perché suscitano curiosità di chiunque e, in particolare, degli studiosi. Vi siete mai chiesti se le api volano anche di notte e se riescono a vedere al buio? Scopriamolo insieme.



Le api, la notte e il buio

Gli animali diurni sono quelli che vediamo durante il giorno (quando il sole splende) e tra questi rientrano anche le comuni api; gli animali crepuscolari sono quelli che vediamo al sorgere o al tramontare del sole (quando l'intensità del sole è bassa), e gli animali notturni sono quelli che escono solo di notte (come il gufo, e l'intensità luminosa è molto bassa, quasi assente).

Fin qui credo siamo tutti d'accordo, ma adesso passiamo al colpo di scena, vi sono alcune specie di api che fanno eccezione in quanto sono attive anche quando la luce del sole è debole (al crepuscolo) o addirittura assente (di notte).



Api notturne e crepuscolari

In genere le api che possiedono la capacità di volare al crepuscolo o di notte non sono numerose quanto quelle che volano di giorno e anche loro non vedono perfettamente di notte, ma quanto basta per andare a cercarsi il nutrimento. Non solo le api, anche alcune vespe posseggono questa capacità.

Le api che possono vedere (anche se non molto bene) e volare nell'oscurità riescono in quanto diversamente dalle api che conosciamo hanno sviluppato delle caratteristiche che gli consentono di avere questa capacità. Le api possiedono 5 occhi e 3 ocelli che rilevano la tonalità della luce, quindi il vantaggio delle api attive consiste nell'avere degli ocelli più grandi.

Le api attive di notte compiono le stesse azioni delle api attive di giorno, però essendoci meno concorrenza (anche se ci sono le farfalle notturne, e predatori come i gechi) per loro è più facile ottenere il nutrimento e anche in un tempo minore. Se sono fortunate potrebbero imbattersi in fiori che si aprono solo di notte e in questo caso li troverebbero pieni di polline e nettare; un esempio di fiore che si apre solo di notte è il gelsomino notturno diventato celebre con la poesia di Giovanni Pascoli. Oltre alle api, non avete notato che di notte ci sono meno insetti e farfalle e che non appena aprite la finestra di una stanza con la luce accesa ve li trovate tutti dentro? Non ci sono solo in apparenza, in realtà sono soltanto nella modalità riposo quando c'è buio ma svegli e pimpanti quando vedono la luce.

C'era un interessante video in rete che era stato condiviso su Twitter da Hamish Symington, un ricercatore inglese che studia l'impollinazione, i fiori e la sicurezza alimentare. Nel video in questione, che era davvero molto breve perché aveva una durata di soli 10 secondi, veniva mostrato uno sciame di api che volava all'interno di una teca, ma che allo spegnimento della luce smettevano di volare e cadevano istantaneamente e in modo goffo nella superficie del contenitore: alcune rimanevano ferme altre procedevano lentamente con le proprie zampe. A meno che non venga cancellato nuovamente potrete vederlo a questo indirizzo su YouTube --> CLICCA QUI


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2022, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies