Giovanni Pascoli: Il Gelsomino Notturno


Testo: Il Gelsomino Notturno
E s'aprono i fiori notturni,
nell'ora che penso a' miei cari.
Sono apparse in mezzo ai viburni

Parafrasi: Il Gelsomino Notturno
Si aprono i fiori di notte
nell'ora in cui penso ai miei cari defunti (amici e familiari).

Analisi del testo: Il Gelsomino Notturno
C'è un po' di tutto ma soprattutto una bella e completa analisi del testo.

Commento: Il Gelsomino Notturno
Rielaborando precedenti abbozzi, Pascoli scrisse questa poesia per il matrimonio (1901) dell'amico Gabriele Briganti, costruendola sull'analogia tra le nozze e la fecondazione del fiore.

Figure retoriche: Il Gelsomino Notturno
sei quartine di novenari. Rime alternate ad eccezione del 23° verso.
Nella poesia vi è alternanza tra suoni duri e morbidi.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies