Sottoforma o Sotto forma: come si scrive?


Si scrive Sottoforma, tutto unito, o Sotto forma, nella forma separata? Andiamo a spiegare qual è la forma corretta e tutti i suoi possibili utilizzi.

La forma corretta è quella separata, sotto forma.
Di conseguenza è sbagliato scrivere sottoforma.

Essa viene usata nella locuzione preposizionale "sotto forma di" per fare riferimento all'aspetto, diverso da quello abituale, con cui appare qualcuno o qualcosa.

Per esempio, nei poemi omerici, gli Dei erano soliti travestirsi come persone vecchie e deboli per non farsi riconoscere dagli umani che altrimenti li avrebbero trattati diversamente o temuti, per poi riassumere le vere sembianze per punirli o premiarli in base al loro comportamento.

Un altro comune utilizzo lo troviamo in ambito aziendale, quando si sigla un accordo, e se ne vuole specificare il modo: sotto forma di contratto a voce o scritto.

Oppure quando un materiale o una sostanza si trova in uno stato piuttosto che in un altro: L'acqua allo stato solido si trova sotto forma di ghiaccio, neve, grandine, brina.


Nel caso in cui dimenticaste come scrivere correttamente la parola, potreste sempre usare i sotterfugi, ovvero i sinonimi più adatti per sostituirla: "come", nelle sembianze di, in veste di, simile a" ecc.


ESEMPIO:
Quando è riferito a una persona:
La dea si presentò sotto forma di civetta.

Quando è riferito a qualcosa:
- È prodotto sotto forma di cristalli bianchi inodori di varie dimensioni.
- Le opportunità appaiono molto spesso sotto forma di sfortuna o di sconfitta temporanea. (Napoleone)


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".