Inferno Canto 9 - Analisi e Commento


Spiegazione, analisi e commento degli avvenimenti del nono canto dell'Inferno (Canto IX) della Divina Commedia di Dante Alighieri.

Il tema morale: la lotta fra il bene e il male
La tensione dei due poeti in attesa dell’aiuto divino è l’indice della difficile battaglia che il bene deve sostenere contro il male. La ragione e la volontà umana (Virgilio) sono insufficienti a vincere il vizio (i demoni), ma la Provvidenza divina non abbandona l’uomo di buona volontà: l’intervento della Grazia, simboleggiata dal Messo celeste, sconfigge il male.


Il tema allegorico
Come ci avvertono i vv. 61-63, il canto richiede un’attenta interpretazione allegorica: la dottrina si nasconde sotto 'I velame de li versi strani.

Questi sono i significati simbolici delle figure presenti nel canto.
  • Le tre Furie (o Erinni): la cattiva coscienza; il rimorso, la vendetta, la punizione. Probabilmente simboleggiano anche i tre ordini di peccato puniti nel Basso Inferno: Megera la violenza (VII cerchio), Aletto la frode contro chi non si fida (VIII cerchio), Tesifone la frode contro chi si fida (IX cerchio).
  • Medusa: il terrore; il dubbio religioso; la disperazione. Ma anche l’eresia (Lana), la sensualità che acceca l’uomo (Boccaccio).
  • Messo celeste: la dottrina cristiana; la Grazia divina che soccorre chi vuole redimersi.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".