Se avrei o Se avessi: come si scrive?


Se io avrei non è sempre un errore: quando ci vuole il congiuntivo e quando il condizionale? Tutte le regole grammaticali per non sbagliare più...

Certi errori grammaticali fanno davvero accapponare la pelle e, il più delle volte, l'errore arriva quando si cerca di fare i superiori adottando un linguaggio più sofisticato del solito, che include il congiuntivo e il condizionale.

Se io avrei... BRRRR! Quante volte vi sono venuti i brividi dopo aver letto o sentito una frase iniziare in questo modo? Ebbene, dopo il "se", non è vero che ci vuole sempre il congiuntivo; a volte è necessario l'indicativo o il condizionale, perché altrimenti cambierebbe il senso che si vuole dare alla frase.


Con il "SE" si costruisce il periodo ipotetico, cioè un periodo fondato su un'ipotesi e che può essere di tre tipi: della realtà, della possibilità o dell'irrealtà. Qui di seguito andremo a vedere quando dopo il "se" è necessario il modo indicativo, congiuntivo o condizionale; per facilitarne la comprensione useremo negli esempi sempre il verbo avere.


Se ho, se hai, se avrò...

1) REALTÀ: Se l'ipotesi è reale o plausibile avremo:

SE + indicativo presente + indicativo presente
Esempio: "Se la piccola ha sonno, le preparo il letto".

SE + indicativo presente + indicativo futuro
Esempio: "Se hai fame, ti preparerò un sandwich appena sarà possibile."

SE + indicativo futuro + indicativo futuro
Esempio: "Se avremo una femmina, la chiameremo Maria".

SE + indicativo passato + indicativo futuro
Esempio: "Se hai fatto il bravo, Babbo Natale ti porterà un regalo."



Se avessi

"Se avessi" appartiene al modo congiuntivo, tempo imperfetto, verbo avere.


2) POSSIBILITÀ: Se l'ipotesi è possibile o eventuale avremo:

SE + congiuntivo imperfetto + condizionale presente
Esempio: "Se Francesca avesse più tempo, lo passerebbe con i suoi cari".


3) IRREALTÀ: Se l'ipotesi è irreale o impossibile, avremo:

SE + congiuntivo trapassato + condizionale passato
Esempio: "Se avessi potuto, sarei andato in gita scolastica".



Se avrei

Il verbo avere "avrei" appartiene al modo condizionale, tempo presente.
"Se avrei" si usa nelle proposizioni dubitative o interrogative indirette, quindi è possibile solo in contesti diversi dal periodo ipotetico.


ESEMPIO:
- Non so se (io) avrei la possibilità di concedermi una vacanza.
- Chissà se avrei potuto giocare un'altra volta con lei.
- Mi chiese se avrei potuto aiutarlo in un prossimo futuro.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".