Mappa concettuale: Giolitti e la Libia



Il liberale Giolitti governò l'Italia dal 1903 al 1913 con due obiettivi: riconcialiare stato e proletariato con le riforme e il suffragio universale maschile e, industrializzare l'Italia. Trascurò invece il meridione dove crebbero miseria ed emigrazione.

Per avere i voti del sud Giolitti si alleò con i proprietari terrieri ricorrendo alla corruzione elettorale gestita dalla mafia. Ebbe inizio la collaborazione fra stato-mafia.

Nel 1911 dichiarò guerra alla Turchia e occupò la Libia. Esaltate dalla vittoria le Destre chiesero la fine del sistema parlamentare. Nel 1914 Giolitti si dimise e fu sostituito da Salandra.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2022, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies